Ominide 11 punti

Ungaretti


Poeta ermetico, il messaggio è quindi nascosto in poche parole (il messaggio delle sue poesie è nascosto nelle parole che vanno interpretate).
Ha due fasi di vita: la prima è quella di uomo di pena, per passare poi alla seconda fase, uomo di fede.
Ha tre fasi nella sua produzione poetica:
La prima fase, è caratterizzata da una forte sperimentazione, di questa fase fanno parte le prime raccolte confluite nell’Allegria. I temi hanno una forte componente autobiografica che raccontano gli anni che passò da giovane in Egitto e la cruda esperienza della guerra vissuta dal poeta come soldato al fronte. La poesia trova un fondamento nelle esperienze esistenziali, recuperate con la memoria (segno evidente sono l’indicazione del luogo e la data su ogni singola lirica). Si serve dell’analogia. Per lui la parola è un mezzo per cogliere l’essenza delle cose. Le liriche hanno delle innovazioni stilistiche, ovvero:
- Linguaggio scarno ed essenziale
- Abolizione della rima e del verso tradizionale
- Scomparsa della punteggiatura , introducendo un semplice accostamento delle parole
- Riduzione del verso anche ad una singola parola
- Uso frequente di spazi bianchi, pause e silenzi
Riteneva di dover trattare la guerra nelle sue liriche con un linguaggio adeguato cioè scarno ed essenziale.
La seconda fase, ha come temi la sua conversione al cattolicesimo, il tempo e la morte. Con Sentimento del tempo, introduce novità formali, il ritorno di una sintassi strutturata, il recupero della punteggiatura (in particolare dell’endecasillabo). Recupera i classici Italiani che, prende modello per ricostruirsi un’identità, ma si ispirò anche agli autori dell’età barocca (come Shakespeare) dove ritrova il senso di precarietà da lui vissuto in guerra. Utilizza un linguaggio più ricercato e più ricco di aggettivi , abbandona l’espressione scarna ed essenziale della prima fase.
La terza fase, in queste opere vuole recuperare la tradizione classica. Nel Dolore, raccolta più significativa, comunica la disperazione per la morte del figlio o per il destino di tutta l’umanità costretta a sopportare il dramma della seconda guerra mondiale. Usa la punteggiatura.
Nelle tre fasi c’è un aspetto costante: la ricerca della potenzialità espressiva della parola e la ricerca di equilibrio e armonia.
Nella poesia il porto sepolto, individua la figura del poeta come la categoria di persone che hanno la capacità di tuffarsi nell’io interiore e riuscire a trovare l’interiorità degli esseri umani ma mai in modo intero, riesce quindi a trovare solo dettagli di ciò.
Hai bisogno di aiuto in Giuseppe Ungaretti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email