Tutor 47203 punti

La Duchessa di Leyra di Giovanni Verga


All’interno della raccolta dei cinque romanzi, che Verga aveva progettato con il nome di “Ciclo dei vinti”, il terzo è “La Duchessa di Leyra”. Il “Ciclo dei Vinti” è un importante impegno letterario, con il compito di mostrare alle persone del tempo i mali della società, quale anche scopo del Verismo.
Il verista si proponeva di rappresentare la realtà oggettivamente, senza alcuna intrusione soggettiva, così da comporre una letteratura che fosse strumento di conoscenza e diffusione del vero. Dietro l'impassibilità dei veristi c'era dunque un'indignazione, una denuncia sociale. Disperazione e pessimismo ispiravano l’autore che sentiva l'urgente necessità di risolvere i problemi di fondo della società italiana. In questo senso ogni romanzo del “Ciclo dei Vinti” prende in esame un aspetto della società, del suo progresso e di coloro che ne subiscono le conseguenze negative.

Trama de La duchessa di Leyra

“La Duchessa di Leyra” rappresenta l’ambizione aristocratica, è il terzo dei cinque romanzi compresi nella raccolta, e fu anche l’ultimo scritto da Verga. Dopo la pubblicazione dei primi due romanzi, “I Malavoglia” e “Mastro Don-Gesualdo”, cominciò a scrivere “La Duchessa di Leyra”, ma rimase solo una bozza. Verga a non completò la stesura del ciclo per problemi editoriali, letterarie e stilistiche, con molte probabilità, e così anche i due romanzi seguenti non furono realizzati. Il primo capitolo della Duchessa fu pubblicato nel 1922 su un giornale, “La Lettura” da Federico De Roberto, dopo la morte di Verga. Il terzo romanzo avrebbe dovuto trattare delle vicende della figlia di Mastro-don Gesualdo, Isabella Motta-Trao. Per quanto incompleto dalla lettura del primo capitolo è già evidente l’impronta che voleva dare Verga alla trama. Nel primo capitolo Verga narra di un incontro tra vari membri dell’aristocrazia. Nei loro discorsi si denota una certa avversità verso gli altri, malizia ed ipocrisia, come la vicenda del baronello Sghemberi, che è stato arrestato.

A cura di Daniele.
Hai bisogno di aiuto in Giovanni Verga?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email