Ominide 184 punti

Temporale


Questo componimento è definito ballata minima perché la ripresa è solo di 1 verso separato dal resto della strofa che presenta 6 versi uniti.

Definizione


La ballata è un genere letterario formato da una ripresa con una o più strofe. Può può essere composta da endecasillabi , settenari o entrambi.La ripresa è la prima strofa della ballata che presenta sempre un numero minore di versi rispetto alle altre strofe .

Si definisce ballata poiché prima si usava ballarla e cantarla , e la ripresa equivaleva al ritornello. Una caratteristica della ballata è che l’ultimo verso della ripresa è sempre in rima baciata con gli ultimi versi di ciascuna strofa ( lontano – gabbiano).

Analisi del testo


Il testo è caratterizzato dall’asseza di un senso logico , ci troviamo difronte a macchie di colore collegate dalla presenza di un solo verbo “ Rosseggia”, sono poi presenti solo aggettivi e sostantivi. Questo tipo di struttura sintattica si chiama nominale, ovvero una struttura dove spesso vengono omessi i verbi e prevalgono i sostantivi e gli aggettivi. Questa struttura sintattica segna uno scardinamento del linguaggio poetico tradizionale. Il testo inizia con un’onomatopea “ Un bubbolio lontano …” il bubbolio è un tuono un rumore sordo.
P. ci sta rappresentando un paesaggio che si appresta a diventare temporalesco.
Hai bisogno di aiuto in Giovanni Pascoli?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email