Le opere di Pascoli e il Decadentismo


La vita riservata ed il carattere schivo del Pascoli non rispondono agli aspetti più vistosi del gusto decadente, in Italia impersonati soprattutto da Gabriele D’Annunzio; piuttosto essi prefigurano l’atteggiamento “ di fuga” dell’intellettuale del tardo Ottocento dai problemi di una realtà sociale di difficile lettura, per ripiegare sul proprio “io” e rinchiudersi in miti, quali quelli del “nido” e della “campagna nativa”, caratteristici miti pascoliani, che costituiscono delle propaggini dell’io. La profonda adesione di Pascoli al Decadentismo, attuata per altro in maniera autonoma dalle influenze e dalle suggestioni degli esempi stranieri, non si coglie negli atteggiamenti esteriori, quanto nel rinnovamento dei temi e della sensibilità poetica, nell’assunzione simbolica dei dati reali, nella profonda innovazione del linguaggio poetico, insomma nella creazione di uno stile e di un lessico poetico che influenzarono profondamente la lirica del Novecento ed a cui attinsero, tra gli altri, i crepuscolari ed Eugenio Montale.
Le poesie di Myricae, tra le quali, oltre a Lavandare, si ricordano Arano, Il lampo, X Agosto, Il tuono ecc., sono frammenti lirici, appaiono come bozzetti naturalistici, tracciati con una tecnica che ricorda quella dei pittori impressionisti, con contrasti cromatici e con immagini che si sovrappongono per mezzo di analogie, vale a dire senza nessi logici. I temi trattati sono quelli della vita dei campi, del ciclo delle stagioni, della spontaneità della natura, nonché quelli del “nido familiare” e del legame con i morti. Le poesie di Myricae hanno rinnovato profondamente il linguaggio poetico che era stato consegnato dalla tradizione letteraria. Il lessico accurato e talora anche “tecnicamente preciso”, ma sempre distante dalle inflessioni della poesia aulica del passato, la musicalità, il fonosimbolismo, l’impegno dell’analogia, dell’onomatopea, nonché di una fitta trama di cesure e di pause che spazzano il ritmo del verso, valgono ad instaurare nuove coordinate poetiche che orienteranno non pochi autori del Novecento.
Hai bisogno di aiuto in Giovanni Pascoli?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email