S4161 di S4161
Ominide 1101 punti

La sabbia del tempo

La poesia si compone di tre strofe, di cui le prime due sono terzine e la terza una quartina. I versi sono tutti endecasillabi con uno schema metrico madrigale. I campi semantici di questa poesia sono il movimento e la morte. Con questa poesia D'Annunzio ripercorre cronologicamente le tappe della calda stagione, dall'inizio alla fine. Ognuno di questi madrigali esprime una forte unione tra il poeta e la natura. Troviamo anche una forte musicalità, capace di esprimere da sé l'intero senso racchiuso nei versi che è tipica della poesia dannunziana.
Campi semantici:
lo scorrere della sabbia contro l'ozio della mano (v.v 1-2), l'assalto al cuore dell'ansia all'appressarsi dell'equinozio (v.v 4-5), il cuore che palpita e l'ombra che cresce (v.v 8-9). Questi sono i campi semantici di uno dei protagonisti della poesia, il movimento.

il giorno che diventa più breve e quindi muore (v.3), l'urna della sabbia del tempo (v.7), l'immagine dell'ombra che cresce e invade il giorno, la solarità dell'estate che finisce (v.9), l'inutile vitalità delle piante (v.9), il silenzio del tacito quadrante (v.10). Questi sono i campi semantici della morte.

Figure retoriche

Troviamo allitterazioni, ovvero la ripetizione delle stesse lettere e dello stesso suono all'interno della stessa frase o strofa (Come scorrea la calda v.1), m'assalse per l'appressar (v.v 4-5). Iterazioni, ovvero la ripetizione di parole o frasi (cor detto nei versi 3-4-9).

Il famoso madrigale dell'estate:
La Sabbia del tempo fa parte di un insieme di madrigali in cui il poeta ripercorre cronologicamente le tappe della calda stagione del suo approssimarsi al suo culmine. Ognuno di questi madrigali esprime una forte unione tra il poeta e la natura (panismo), che assume une vera e propria fusione spirituale.

Hai bisogno di aiuto in Gabriele D'Annunzio?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email