Erectus 2101 punti

Le conclusioni del Decameron sono rette da Boccaccio che si rivolge alle donne. Recupera la tesi di autodifesa intrapresa nell’introduzione alla quarta giornata , rispondendo alle accuse di aver usato parole non adatte , ribadendo che la forma aveva coerenza con il tema trattato e appellandosi all’esigenza del realismo; infatti utilizza i termini utilizzati nel linguaggio quotidiano e colloquiale . Riguardo alle obiezioni Morale afferma che anche leggendo la Bibbia si può essere indotti al peccato.
Nel Filocolo Boccaccio aveva individua tre diversi livelli letterari:
- Alto, tragico ed epico.
- Mezzano, riguardante l’amore e destinato a un pubblico prettamente femminile,
- Basso, il “fabuloso parlare degli ignoranti”, trascrizioni semplici e facilmente comprensibili di storielle favole e leggende.
Il Decamèron rientra nel Livello Mezzano; presenta infatti uno stile medio ed è rivolto al pubblico femminile. Nonostante esso appartenga al secondo livello sono presenti alcune “eccezioni” ovvero escursioni di stile verso l’alto o verso il basso . Nella “cornice” , nelle novelle tragiche e nei discorsi di personaggi nobili il linguaggio è aulico, mentre la sintassi è ampia e ipotattica( subordinate disposte gerarchicamente) . Sono presenti anche esempi opposti: prosa veloce e frammentaria nelle novelle di beffa, linguaggio colloquiale, reale e immediato con espressioni gergali o dialettali, (Chichibio parla in veneziano con Brunetta).

Si può quindi dire che Boccaccio tenti di rappresentare la realtà attraverso l’uso del plurilinguismo e del pluristilismo.

Hai bisogno di aiuto in Decameron?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email