Erectus 2101 punti

La brigata dei novellatori è formata da dieci giovani: sette donne e tre giovani, di età compresa fra i 18 e i 25 anni. Le sette donne sono : Pampinea, Ellissa, Lauretta, Neifile, Fiammetta, Filomena ed Emilia, mentre i tre giovani sono Panfilo, Filostrato e Dioneo,.
Pampinea è colei che propone la gita in campagna, ella è la più saggia e matura del gruppo ed il suo nome vuol dire “rigogliosa, di grande intelligenza ed ingegno”
Dioneo evoca un temperamento licenzioso.
Panfilo vuol dire “tutto amore”.
Neifile “nuova innamorata”.
Filomena “colei che è amata”.
Filo strato” l’innamorato infelice”.
Fiammetta e anfilo sono i protagonisti del’Elegia di madonna fiammetta”,
Emilia è un personaggio del Teseida.
Lauretta è un evocazione della laura amata da Petrarca, mentre Elissa rievoca la Didone virgiliana, queste ultime due sono infatti “allusioni letterarie”.

La brigata dei novellatori si rifugia in un palazzo di campagna, a tre chilometri da Firenze; i giovani arrivano nel posto designato un mercoledì mattina e rimangono fuori città per due settimane. Pampinea propone di eleggere ogni giorno un e o una regina che abbia il compito di organizzare la giornata e scegliere il tema delle novella, che sarà diverso per ognuna delle dieci giornate. Viene stabilito che ognuno racconterà una novella al giorno riguardante il tema stabilito la sera prima e che a fine di ogni giornata a turno uno dei novellatori canterà una canzone. Nonostante i giovani rimangano fuori città per due settimane solo dieci dei quattordici giorni vengono impiegati per il racconto delle novelle, infatti i racconti vengono interrotti per due volte alla settimana in corrispondenza del venerdì e del sabato; rispettivamente il giorno della passione di Cristo e il sabato dedicato all’igiene e al riposo.
La brigata non rimane sempre nello stesso luogo; la mattina del quinto giorno, la prima domenica, la brigata si sposta in un altro palazzo dove rimarrà fino all’ultimo giorno, escluso il settimo trascorso nella valle delle donne. La prima e la non giornata non ruotano accanto ad un argomento preciso a hanno tema libero ; Dioneo si sottrarrà all’attenersi al tema scelto e sarà sempre l’unico che novellerà per ultimo, ad eccezione della prima giornata.

Hai bisogno di aiuto in Decameron?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email