sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Ludovico Ariosto-


Ludovico Ariosto fu un poeta nato a Reggio Emilia nel 1474 (8 settembre) da una famiglia nobile, infatti il padre era funzionario presso la Corte degli Este.
Intraprese i primi studi a Ferrara, dove frequentò l’Università per volere del padre; lasciò i corsi universitari per dedicarsi unicamente ad una formazione Letteraria ed Umanistica, anche se non si interessò della letteratura greca.
Conobbe verso la fine del 1500 a Ferrara un grande intellettuale del periodo, Pietro Bembo, con il quale strinse un legame d’amicizia e fu molto influenzato dalla sua poesia volgare.
Sempre verso la fine del 1500 iniziò a frequentare la Corte Estense di Ercole I, a cui successe il figlio Ippolito all’inizio del 1500.
Egli prese i voti, diventando Chierico, per beneficiare dei benefici economici di cui godevano all’epoca gli ecclesiastici.
Si vide costretto a viaggiare per Roma per riallacciare i rapporti tra Ferrara e il Papa Giulio II, per ordine del nuovo Duca d’Este, Alfonso I; durante questi viaggi venne a contatto con i politici fiorentini, i quali volevano restaurare il potere mediceo, ed Ariosto pensava di riuscire a trovare in questo una possibile nuova carriera politica, cosa che però non accadde.
Però durante il breve periodo trascorso a Firenze, conobbe una donna, Alessandra Benucci, che sposò segretamente poiché era costretto al celibato, visto che era un chierico.
Nel 1516 pubblicò la prima edizione dell’Orlando Furioso, opera su cui lavorava da una decina d’anni, e la dedicò ad Ippolito, il quale non apprezzò particolarmente l’opera.
Successivamente passò al servizio del Duca Alfonso, il quale gli diede l’incarico di governatore della Garfagnana; grazie a questo incarico, Ariosto mostrò delle buone capacità d’amministrazione politica.
Tornò di nuovo a Ferrara, dove scrisse delle nuove commedie, La Lena e Il Negromante.
Morì nel 1533 per problemi polmonari.

Nell’opera delle Satire egli si presentò come una persona amante della vita sedentaria e della contemplazione, ma questo non corrispondeva con la realtà, poiché egli fu un uomo saggio, anche capace di amministrare e dirigere intere popolazioni.

Hai bisogno di aiuto in Vita e opere di Ariosto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email