Tutor 42751 punti

L’omoteleuto


Omoteleuto deriva dal latino classico homoeoteleuton e dal greco classico ὁμοιοτέλευτον. (nato dall’unione tra il verbo greco classico ὁμοιο e τελευτή che significa fine, compimento)
E’ una figura retorica molto importante che consiste nel finire due o più parole che si trovano vicine oppure successive e simmetriche tra di loro, con il medesimo fonema. E’ differente rispetto alla rima, in quanto rispetto a questa, l’omoteleuto si verifica nel caso in cui la terminazione si trova alla fine del verso di un testo poetico. In questa figura retorica il fonema si trova all’interno del medesimo verso o di una frase. Questa figura retorica si trova spesso in poesia, soprattutto perché conferisce una certa musicalità al componimento. Nella prosa invece il suo uso non è molto ricorrente.

Grazie alla sua capacità espressiva e al ritmo che è in grado di esplicare, può essere anche utilizzato nei dialoghi tipici di un romanzo in cui avviene che la narrazione o in una determinata scena si conclude con i personaggi del romanzo che parlano in maniera diretta.
Il suo utilizzo nei romanzi serve anche per la rappresentazione di scene molto veloci.

Esempi dell’utilizzo dell’omoteleuto


“andarono, a stento arrivarono, ma non ritornarono”

Cui dono lepidum novum libellum / arida modo pumice expolitum? (presente nel Carmen I del celebre Liber di Catullo)

“Non sa ch’oltre il beccare, il cantare, l’amare, ci sia qualch’altra felicità” (presente nella poesia Oh Valentino del poeta Giovanni Pascoli.

“audacemente atterrisci, umilmente plachi”.

“Chi si loda si imbroda”.

"Immolabat auream victimam pulchram" (presente nella celebre opera dal titolo Bellum Poenicum di Gneo Nevio)

“Vivamus, mea Lesbia, atque amemus…” (presente nel carme 5 del celebre Liber di Catullo)

“Ma sedendo e mirando, interminati / spazi di là da quella...” (presente nella celebre poesia di Giacomo Leopardi dal titolo L’Infinito, versi 5 e 6)

Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email