pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Grassi del latte


Grassi: in commercio possiamo trovare latte intero, scremato o parzialmente scremato a seconda della quantità di grassi allontanati. Il grasso si ritrova nel latte come globuli con diametro anche piuttosto grande fino a 8 micron e per questo è importante andare a ridurre le dimensioni di queste masse lipidiche prima di metterlo in commercio per evitare che si formino addensati. I triacilgliceroli sono quelli più abbondanti ma si possono trovare anche diacilgliceroli (sn-1,2 DAG) e monoacilgliceroli, acidi grassi liberi, ramificati, steroli liberi esterificati, colesterolo, lipidi polari e idrocarburi. Questi grassi possono avere origine sia dal sangue (chilomicroni o VLPL) oppure possono essere esterificati direttamente a livello della ghiandola mammaria a partire dal glucosio. Solo nel latte sono stati identificati più di 400 acidi grassi. In questo alimento si trovano anche degli acidi grassi con nC dispari e con configurazione del doppio legame trans. È presente anche l'acido linoleico con doppi legami coniugati e non più metilen interrotti. Per circa il 98% troviamo triacilgliceroli e quello che interessa è la posizione che occupano questi acidi grassi. Si ricorda che durante la digestione le lipasi non idrolizzano la posizione due dove vanno ad esterificarsi proprio quegli acidi a catena corta.
Nel latte troviamo anche i minerali sia in milligrammi che microgrammi con valori riferiti a litro e non a 100mL. Potassio, calcio, sodio e magnesio sono i più abbondanti. Per quanto riguarda il valore nutrizionale il ferro ha un valore molto basso. Le vitamine sono espresse in milligrammi.
Hai bisogno di aiuto in Alimentazione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017