Slavo ecclesiastico e questione della lingua slava

Questo appunto si riferisce al corso di Filologia slava tenuto dalla professoressa Nicoletta Marcialis. La lingua slava dei codici posteriori al XII secolo può essere definita slavone (ma si tratta di una terminologia superata) o slavo ecclesiastico. In questa lingua si continua a scrivere fino al '700. Dal '600 per circa un secolo vi fu in Russia un dibattito su quale lingua scegliere come lingua nazionale tra lo slavo ecclesiastico e la parlata locale. Questo stesso dibattito si ebbe in Serbia e in Bulgaria nell'800. La differenza tra le lingue slave moderne dipende dal grado di fedeltà che esse hanno mantenuto con lo slavo ecclesiastico nelle diverse risoluzioni del dibattito sulla lingua.

  • Esame di Filologia slava docente Prof. N. Marcialis
  • Università: Tor Vergata - Uniroma2
  • CdL: Corso di laurea in lingue e letterature moderne
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filologia slava e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Marcialis Nicoletta.

Altri contenuti per Filologia slava

 
2.99 €
 
2.99 €
 

Paleoslavo


· Tor Vergata - Uniroma2
2.99 €

Altri contenuti per Lingue e letterature moderne

Trova ripetizioni online e lezioni private