Che materia stai cercando?

Architettura Umanitaria e Web 2.0: analisi di due siti web (web usability e linguistica computazionale) Appunti scolastici Premium

La presente tesi di laurea presenta un valido spunto per coloro che si approcciano alle tematiche del Web Usability e della Linguistica applicata al settore dell'informatica e delle nuove tecnologie. Si tratta di un elaborato ben sviluppato e strutturato, che mi ha permesso di ottenere il massimo del punteggio durante la seduta di laurea (punteggio ottenuto 7/7). La tesi introduce e spiega in modo... Vedi di più

Materia di Linguistica applicata relatore Prof. a. di sparti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Capitolo III

Applicazione del modello di qualità ai siti Web

3.1 Premessa l’indagine

Prima di iniziare tecnica, si ritiene opportuno aprire una piccola

parentesi in merito ai siti web delle due Onlus ed al lavoro svolto. È importante

sapere che entrambi i website presi in esame sono stati visionati nel periodo

compreso tra il marzo ed il maggio 2014. Durante questi mesi, le web page non

perciò l’analisi

hanno subito radicali mutamenti o aggiornamenti, è stata effettuata

in modo lineare, permettendo di mantenere sempre lo stesso criterio analitico.

Inoltre, com’è già stato accennato in precedenza, si è preferito veicolare il lavoro

su di un piano estetico-funzionale, attribuendo valore principalmente ad alcune

caratteristiche esterne (architettura, comunicazione, contenuto e funzionalità) e in

uso (accessibilità, community building), anziché a quelle interne e di maggior

rilievo nelle attività aziendali. È stata fatta questa scelta, poiché si considerano tali

funzioni più vicine agli interessi delle associazioni suddette ed al soddisfacimento

dei bisogni primari dell’utente sui loro siti.

Inizialmente gli obiettivi dell’analisi erano indirizzati ad una semplice valutazione

delle caratteristiche di cui sopra, al fine di stabilire quali fossero i punti di forza e

di debolezza di ognuno dei due siti internet. Tuttavia da questa indagine è emerso

che in entrambe le pagine web ci sono molti fattori positivi e molti altri negativi.

A tal proposito, soltanto un’approfondita classificazione dei più piccoli dettagli ed

un confronto molto mirato, hanno permesso di individuare le cosiddette best

practice, ovvero le scelte migliori per una migliore usabilità.

20

3.2 Analisi del website: Architettura Senza Frontiere

Il website di Architettura Senza Frontiere Onlus è facilmente raggiungibile

l’indirizzo

digitando sul proprio browser asfit.org. Il sito è risultato compatibile

con alcuni dei software per la navigazione in rete più diffusi al momento, come

Google Chrome, Internet Explorer e Mozilla Firefox. Infatti, durante i test di

valutazione non sono stati riscontrati particolari problemi di connessione o di

legati all’uso di

visualizzazione delle pagine tali programmi. Il portale si è sempre

caricato in pochissimi secondi con ognuna delle applicazioni sopraelencate, senza

incorrere in malfunzionamenti o irregolarità.

Una buona accessibilità al portale è stata rilevata anche nel rapporto con i motori

di ricerca. Nel corso delle analisi, sono stati presi a campione Google, Bing e

Yahoo, al fine di stimare la presenza in rete della pagina di Architettura Senza

Frontiere. I risultati sono stati molto soddisfacenti ed hanno dimostrato che il sito

internet di ASF Onlus si può reperire agevolmente sui principali search engine,

poiché normalmente lo si ritrova sempre fra le prime posizioni.

Figura 4: Nelle foto sopra si vedono le pagine dei risultati di ricerca su Google, Yahoo e Bing. In

ogni piattaforma il link per il sito istituzionale di Architettura Senza Frontiere Onlus compare

sempre al primo posto.

21

Da una prima osservazione generale, il sito web sembra schematico e organizzato;

le pagine appaiono abbastanza armoniche ed ordinate. La homepage si presenta

gradevole allo sguardo, grazie ad una discreta risoluzione e ad un singolare

del bianco e del

utilizzo del colore. L’applicazione grigio su tutto il background

l’attenzione del

non affatica in modo eccessivo la vista e focalizza visitatore sui

contenuti di maggior rilevanza (testi, immagini di tonalità più scure e vivaci).

Analizzando minuziosamente la pagina iniziale, si fa subito caso ad una serie di

dell’ente,

elementi funzionali. In un primo momento si notano il logo ed il nome

situati nella parte sommitale della schermata. In secondo luogo, lo sguardo ricade

sul menù principale, ossia un elenco di voci tematiche, localizzato sul lato destro

del sito, sotto una barra di ricerca delle news. Infine, nelle restante parte della

homepage si possono osservare diversi labels, ovvero delle etichette virtuali che

rimandano ad altri indirizzi della rete o a sezioni più interne del sito stesso.

Figura 5: In foto si può notare la homepage del sito istituzionale di Architettura

Senza Frontiere Onlus, asfit.org. (Aprile-Maggio 2014)

22

Il marchio dell’organizzazione è localizzato nella parte più alta della pagina web e

resta sempre ben visibile da qualunque sezione si stia visitando. Il logo in sé non

l’immagine di

rappresenta soltanto Architettura Senza Frontiere, non migliora

solo il brand aziendale, ma sul web costituisce anche un validissimo punto di

riferimento per ritornare velocemente alla pagina iniziale. Cliccandovi, infatti, si

viene istantaneamente reindirizzati alla home, annullando tutti i percorsi effettuati

all’interno del portale. Anche dal punto di vista grafico, il logo risulta abbastanza

accentuato, evidenziato piuttosto bene nella pagina, non si confonde fra gli altri

elementi e si ingloba perfettamente con l’intera struttura del website.

Figura 6: Il logo di Architettura senza Frontiere

Nel corso dell’osservazione, altri elementi ad essere messi in risalto sulla pagina

di ASF sono i labels. Le utili scorciatoie offerte opportunamente da tali etichette

sono distribuite in modo equo per tutto il sito internet, presentandosi all’occhio

del visitatore in svariate forme. Si possono vedere, infatti, immagini stilizzate,

icone, collegamenti ipertestuali, ognuno contenente un link per la pagina cui si

riferisce. Ad esempio, puntando l’area centrale del portale, si possono notare

diverse etichette in merito ai sistemi di donazione o a dei video esplicativi su

alcuni progetti. Pigiando il tasto sinistro del mouse sui primi due labels, ovvero

“Il e “Sostieni si giunge

tuo 5x1000 ad ASF” ASF con una donazione”,

velocemente alle pagine del sito relative ai sistemi di fund raising. Invece,

cliccando su “Una o su “Biennale

speranza per i giovani del Congo” dello spazio

23

si viene immediatamente reindirizzati alla pagina esterna

pubblico”, eppela.com

(partner di ASF Onlus) e ad un video informativo su YouTube.

Figura 7: Alcuni labels del sito di Architettura Senza Frontiere Onlus

Altre etichette sono presenti anche in fondo alla pagina iniziale. Alcune hanno

l’aspetto di icone, altre invece si presentano sotto forma di immagini o link

testuali. Le prime ricollegano ai siti di associazioni partner o a delle campagne

umanitarie cui Architettura Senza Frontiere ha preso parte, come Control Arms

(Decennio dell’educazione allo sviluppo sostenibile). Le altre

oppure DESS

etichette, invece, rimandano in prevalenza ai progetti curati dall’associazione

stessa in molte aree geografiche del mondo, a delle news o anche a dei documenti

da scaricare. Analizzando, infatti, la parte destra della schermata si vede una lunga

che conducono l’utente alle iniziative dell’associazione

serie di labels, in Ghana,

in Perù e diversi altri luoghi, ma anche a delle pagine per il download di utili

schede informative.

Figura 8: L'immagine rappresenta le icone che rimandando ai siti partner di

ASF Onlus o a dei progetti cui l'associazione ha preso parte.

24

Sebbene gli elementi appena menzionati costituiscano delle rapide scorciatoie alle

informazioni, lo strumento di navigazione primario rimane pur sempre il menù.

Dal punto di vista grafico, il menù principale è stranamente posizionato nella

parte destra della schermata. Una scelta alquanto insolita e particolare, poiché il

sito web è rivolto in primis ad utenti di cultura occidentale, abituati a leggere da

sinistra verso destra. Pertanto questa peculiarità potrebbe costituire un possibile

svantaggio, poiché in base al dispositivo elettronico utilizzato per connettersi al

portale, si potrebbe non riuscire a visualizzare proprio quella parte della pagina.

Cliccando sulle voci tematiche del menù, è possibile accedere alle varie partizioni

e recuperare informazioni sull’organismo, sui suoi progetti e sulle

del website

campagne di fund raising. Analizzandone in modo approfondito la struttura, si

vede benissimo che il menù principale si sviluppa in linea verticale, mostrando

tutte le sue componenti come se fossero un elenco ben ordinato di voci tematiche.

Ogni voce contestuale segue un preciso ordine logico, che permette di ottenere

sull’associazione

informazioni di volta in volta sempre più dettagliate. Si inizia

col tasto Home, che contiene notizie più generali su Architettura Senza Frontiere,

per poi procedere con le sezioni Chi Siamo, News, Attività e via discorrendo. Di

seguito il menù viene descritto nel dettaglio:

- Home: riconduce alla pagina iniziale, ma rimanda anche ad alcune preziose

informazioni sull’associazione, ai suoi principali obiettivi e principi fondanti,

all’indirizzo del comitato internazionale;

- Chi Siamo: la sezione riassume tutte le informazioni di carattere istituzionale e

sulla struttura e sulle sue componenti;

amministrativo sull’organismo,

- News: riguarda le novità di Architettura Senza Frontiere Onlus in merito

all’azione sociale, umanitaria e formativa;

dell’associazione

- Attività: esplica il modus operandi ASF ed ogni suo progetto;

- Collabora: questa sezione permette agli specialisti dei settori dell’architettura,

dell’ingegneria e del di contattare l’associazione non profit per eventuali

design

rapporti di collaborazione o di lavoro; 25

- Sostienici: permette di dare un contributo economico alle attività di ASF, di

associarsi e di partecipare alle azioni dell’ente;

quest’ultima sezione fornisce informazioni su

- Contatti: Architettura senza

Frontiere, riguardanti gli orari di apertura delle varie sedi, i loro indirizzi, le mail

e i numeri di telefono/fax.

Nell’immagine si vede il menù principale del sito web.

Figura 9:

Sul sito di Architettura Senza Frontiere Onlus una delle sezioni più importanti è

di sicuro quella delle donazioni. Per l’organismo raccogliere fondi è un’attività

indispensabile ed irrinunciabile, perché in questo modo riesce a finanziare i suoi

progetti formativi, ad aiutare le comunità più svantaggiate e a sviluppare iniziative

d’inclusione sociale in tutto il mondo. Tuttavia, osservando la pagina iniziale del

portale, non si comprende in maniera immediata come giungere alla partizione

dedicata al fund raising. Nel menù principale, infatti, tale sezione non è palesata

in modo chiaro ed intuitivo, non è presente nemmeno una voce di riferimento ben

l’utente deve

precisa. Per questa ragione, impegnarsi nel cercare notizie in merito

alle donazioni o alle campagne di raccolta fondi in dei livelli inferiori del website.

Ad esempio, entrando nella sezione Home, si denota che fra i collegamenti di

secondo livello appare “Fai Indubbiamente, attraverso questo

una donazione”.

26

si giunge alla pagina inerente ai sistemi di raccolta fondi, dove l’ipotetico

link

visitatore può trovare tutte le informazioni di cui ha bisogno. Poi, osservando

anche la sezione Sostienici, si nota che nel menù secondario compare una voce

“Dona”. Inconfondibilmente,

simile, pure in questo caso, un utente qualsiasi verrà

indirizzato alle informazioni che gli servono sui sistemi di donazione, ma avrà

Le voci “Fai e “Dona” potrebbero

certamente alcune perplessità. una donazione”

generare qualche confusione e addirittura far pensare che siano pagine differenti,

con dei contenuti molto diversi, perfino sezioni per la raccolta fondi diverse.

Naturalmente le similitudini fra le due voci contestuali costituiscono un disagio

per l’utenza, un rallentamento nella navigazione che potrebbe spingere colui che

visita il sito a rinunciare alla ricerca.

Le voci secondarie “Fai una donazione” e “Dona”

Figura 10:

Effettuando l’accesso alla sezione donazioni, si scopre che ASF Onlus mette a

disposizione dei suoi utenti diversi sistemi di contribuzione. Infatti, attraverso dei

mezzi telematici è possibile fare dei versamenti sul conto dell’organizzazione. In

primis, Architettura Senza Frontiere dà la possibilità di versare un libero importo

tramite PayPal, ovvero un sistema che permette di fare operazioni di pagamento

in modo molto rapido e sicuro. Inoltre, per chi preferisce metodi più tradizionali,

27

vien data la possibilità di inviare con un bonifico una somma stabilita dal donatore

stesso sul conto corrente bancario dell’ente. In alternativa si può inviare un vaglia

dell’associazione.

postale o ancora devolvere il proprio 5x1000 alla mission

Figura 11: Nelle foto si vedono i sistemi di donazione di Architettura Senza Frontiere

Un’altra specifica funzione del sito web di Architettura Senza Frontiere Onlus

consiste nel comunicare con i volontari ed i collaboratori, nel fornire informazioni

sugli eventuali percorsi di selezione e formazione, tenere aggiornati gli specialisti

del settore dell’architettura, dell’ingegneria e del design professionale su progetti,

gare d’appalto e quant’altro. Queste sezioni, però, possono definirsi poco

meeting,

sviluppate sul sito. Sebbene ASF richiama spesso tutte queste attività, sul suo sito

istituzionale non fornisce molti dettagli su come esse vengano svolte. Dando uno

sguardo alla homepage e al menù principale, si rileva che le notizie in riferimento

a tutto quello che potrebbero fare gli aspiranti volontari, sono veramente poche.

ASF Onlus, infatti, permette solamente di inviare il proprio curriculum vitae per

mezzo della casella di posta disponibile sotto la voce del menù Collabora. Nello

stesso modo è possibile inviare un curriculum per stringere eventuali accordi di

base alle esigenze dell’organizzazione),

lavoro o di collaborazione (in ma anche

per associarsi all’ente (versando un’apposita quota) e ricevere periodicamente la

newsletter con tutte le novità del gruppo Architettura Senza Frontiere.

28

Un’ulteriore dimensione del sito web di ASF è certamente quella del contenuto.

Come per ogni altro website di buona qualità, anche Architettura Senza Frontiere

deve comunicare la sua mission, le azioni sociali, deve dimostrare la serietà

dell’associazione, dando una certa importanza al lato qualitativo ed estetico delle

informazioni che vengono immesse sulla rete. Osservando i contenuti testuali del

portale, si denota un medesimo font, chiaro e leggibile. Tutte le informazioni sono

opportunamente suddivise in paragrafi brevi, perciò l’utente non sarà scoraggiato

nella lettura. C’è anche la possibilità di localizzare i contenuti in lingue diverse.

Infatti, grazie alla presenza di alcuni tasti funzione, gran parte delle informazioni

vengono tradotte in spagnolo e in inglese.

Figura 12: Nell'immagine è possibile vedere i tasti per la traduzione dei

contenuti

29

Valutazione del website di Architettura Senza Frontiere Onlus Voto

Architettura Voto Peso Pesato

1. Coerenza delle sezioni del sito 3 1 3

Struttura 2. Immediata comprensione della struttura 2 0,75 1,50

3. Sovrapposizioni dei contenuti 2 0,75 1,50

4. Ambiguità nelle sezioni 3 1 3

Valutazione struttura informativa 2,50 3,50 2,57

Facilità d’uso apparato di navigazione

5. 4 1 4

Navigazione 6. Ritorno alla Home attraverso il logo 4 0,75 3

7. Orientamento nel sito 2 0,75 1,50

Valutazione dei sistemi di navigazione 3,33 2,50 3,40

8. Presenza di una mappa 0,00 0,00

Mappa 0,00

Comunicazione

9. La homepage comunica chiaramente gli 3,00 0,50 1,50

Homepage obiettivi dell’associazione?

Valutazione homepage 3,00 0,50 3,00

10. I tratti distintivi del brand sono presenti sul 3,00 0,75 2,25

Brand Image sito? (logo, nome, slogan)

11. Il logo è sempre ben in vista? 4,00 0,75 3,00

Valutazione brand image 3,50 1,50 3,50

12. Il layout delle pagine è adatto ai formati 3,00 0,50 1,50

Visual design video più diffusi?

13. I colori utilizzati sono gradevoli? 4,00 0,30 1,20

14. La grafica è complessivamente gradevole? 4,00 0,50 2,00

Valutazione visual design 3,67 1,30 3,61

15. I font sono ben leggibili sul monitor? 3,00 0,75 2,25

Tipografia 16. Il colore del testo è ben contrastato con quello 4,00 0,75 3,00

dello sfondo?

17. I collegamenti ipertestuali sono ben 3,00 0,30 0,90

evidenziati? 30

18. È presente il medesimo font in tutto il sito? 4,00 0,30 1,20

Valutazione tipografia 3,50 2,10 3,50

Contenuto sono

19. Le informazioni sull’associazione 3,00 1,00 3,00

Qualità complete ed accurate?

20. Le informazioni riguardo le attività sono 3,00 1,00 3,00

complete ed accurate? dell’ente sono ben

21. I recapiti e gli indirizzi 4,00 0,75 3,00

evidenziati?

22. Le informazioni riguardo i sistemi di 1,00 0,80 0,80

collaborazione sono complete?

23. La sezione news è adeguatamente aggiornata? 2,00 0,50 1,00

24. I contenuti sono disponibili in altre lingue? 3,00 0,50 1,50

Valutazione qualità 2,67 4,55 2,70

Funzionalità

Adeguatezza Esiste un’adeguata sezione donazioni?

25. 3,00 1,00 3,00

funzioni 26. I sistemi di donazione online sono 4,00 1,00 4,00

perfettamente funzionanti?

C’è una sezione dedicata ai percorsi

27. 0,00 0,00 0,00

formativi?

28. Esiste un sistema di registrazione per gli 0,00 0,00 0,00

utenti?

29. Esiste un sistema di comunicazione con i soci 0,00 0,00 0,00

e i volontari?

C’è la possibilità di iscriversi ad una

30. 2,00 0,75 1,50

newsletter?

Valutazione adeguatezza delle funzioni 3,00 2,75 3,10

Accessibilità 31. Il sito è accessibile con qualsiasi dispositivo 4,00 0,50 2,00

Compatibilità elettronico?

32. Il sito è accessibile da qualsiasi browser? 4,00 0,50 2,00

33. Il sito si rintraccia facilmente sui motori di 4,00 0,50 2,00

ricerca? 31

34. I tempi di accesso al sito sono adeguati? 3,00 0,30 0,90

Valutazione compatibilità 3,75 1,80 3,83

Community Building

35. Il sito è correttamente collegato con i social

Social 0,00 0,00 0,00

network?

Network 36. Le informazioni vengono correttamente 0,00 0,00 0,00

inserite sui social?

37. I social buttons funzionano correttamente? 0,00 0,00 0,00

Valutazione social network 0,00 0,00 0,00

Tabella 3: nella tabella sopra si vedono le valutazioni delle caratteristiche di terzo livello del sito

di Architettura Senza Frontiere Onlus

Valutazione delle caratteristiche del portale di Architettura Senza Frontiere Onlus

Voto

Architettura Voto Peso Pesato

Struttura Informativa 2,57 1,00 2,57

Sistemi di Navigazione 3,40 1,00 3,40

Mappa del sito 0,00 0,00 0,00

dell’architettura

Valutazione 2,98 2,00 2,98

Comunicazione

Homepage 3,00 1,00 3,00

Brand Image 3,50 1,00 3,50

Visual Design 3,61 0,75 2,71

Tipografia 3,50 0,50 1,75

Valutazione della comunicazione 3,40 3,25 3,37

Contenuto

Qualità 2,70 1,00 2,70

Valutazione del contenuto 2,70 1,00 2,70

Funzionalità

Adeguatezza 3,10 1,00 3,10

32

Valutazione delle funzionalità 3,10 1,00 3,10

Accessibilità

Compatibilità 3,83 0,75 2,88

Valutazione dell’accessibilità 3,83 0,75 2,88

Community Building 0,00 0,00 0,00

Social Network Valutazione della community building 0,00 0,00 0,00

Tabella 4: nella tabella sopra si vedono le valutazioni delle caratteristiche di secondo livello del

sito di Architettura Senza Frontiere Onlus

Architettura

4

3

Community Comunicazione

2

Building 1 Series1

0

Accessibilità Contenuto

Funzionalità

Grafico 1: sopra si può vedere il livello di efficienza del sito web di Architettura Senza Frontiere

Onlus. In base ai dati raccolti, la maggior parte delle caratteristiche risultano abbastanza buone, ad

eccezione della Community Building.

33

3.3 Analisi del website: Architecture For Humanity

Il portale web di Architecture for Humanity è accessibile da qualunque

internet, digitando l’indirizzo

dispositivo elettronico con una connessione ad dell’analisi precedente,

architectureforhumanity.org. Usando gli stessi browser

(Mozilla Firefox, Google Chrome ed Internet Explorer), il download del sito

avviene in pochissimi istanti, senza alcun problema tangibile di scaricamento o di

visualizzazione dei contenuti. Nello stesso modo il sito è reperibile anche

piuttosto facilmente sui principali motori di ricerca. Di fatti, inserendo il nome

dell’associazione su Google, Yahoo, oppure Bing, si vede chiaramente che il

collegamento al website risulta sempre fra i primi risultati. Ciò sottolinea

un’adeguata accessibilità ed una buona presenza del portale sulla rete.

Figura 13: I test valutativi effettuati sui motori di ricerca, hanno rilevato che Architecture for

Humanity si riesce a rintracciare molto facilmente sui motori di ricerca, come Google, Bing o Yahoo.

non c’è

A primo impatto il portale non appare confuso agli occhi dell’utente,

disordine nella disposizione degli elementi funzionali, anzi si ha modo di

percepire sin da subito un eccellente equilibrio ed una pregevole qualità grafica.

34

Osservando la pagina principale, si viene subito attratti dal colore. Lo sfondo si

presenta di un grigio molto chiaro, mentre i contenuti sono accentuati da toni più

forti e più scuri. Ad esempio, spiccano il nero del menù principale ed il rosso dei

collegamenti, come del resto anche il bianco delle voci di menù e del logo.

Guardando con occhio analitico la homepage, si comprende facilmente la sua

dell’azienda, posto

suddivisione in aree funzionali. In primis, si denota il marchio

a sinistra nella parte più alta della pagina, affinché possa essere ben visibile da

qualsiasi punto del portale. Poi si vedono anche alcuni labels ed un menù

principale. In particolare, questi ultimi rappresentano una parte essenziale del sito

web, poiché permettono di giungere ai diversi contenuti e di navigare fra le pagine

con un minimo di orientamento.

Figura 14: La homepage del sito web di Architecture for Humanity (Aprile 2014)

Analizzando queste parti della homepage, si evince che ognuna ha un compito ben

migliorare l’immagine dell’ente

preciso e finalizzato a sulla rete. Iniziando dal

logo e dal nome dell’azienda, si potrebbe affermare che la loro funzione sia quella

di ricordare ciò per cui combatte l’ente: “Architecture”, rammenta il campo

d’azione (ossia l’architettura), “for chiarisce chi sono i destinatari

Humanity”

(ovvero gli uomini meno fortunati di altri e che vivono in contesti più disagiati di

Attraverso il logo, l’associazione

altri). Architecture for Humanity fornisce un

importante segno della sua campagna sociale nel mondo, un segno della sua lotta

contro la povertà. Il marchio racchiude la missione di soccorrere le popolazioni in

35

crisi, le terre colpite da eventi catastrofici o da conflitti bellici. In tal senso, la

freccia a due punte del logo, posta sotto il nome, potrebbe quasi far pensare ad un

abbraccio offerto al mondo intero, a tutte le terre in crisi e agli uomini, senza

alcun confine geografico e distinzione di razza o ceto sociale.

Figura 15: Il logo dell'associazione

AFH fa conoscere la sua missione anche attraverso i cosiddetti labels. Nello

l’attenzione

specifico, attirano i labels al centro della pagina, che riassumono gli

obiettivi, i valori e le linee guida della campagna di Architecture for Humanity.

l’etichetta “Disaster

Un esempio potrebbe essere Reconstruction”, che ricorda

l’attività di ricostruzione dopo delle catastrofi naturali. Cliccando semplicemente

su questo label, si può giungere facilmente alla pagina preposta per la tematica.

Dopo essere entrati nell’area, oltre a qualche informazione di carattere puramente

introduttivo, si trovano delle altre etichette: Typhoon Hayan Recovery, Tohoku

Build Back Better e Hurricane Sandy Reconstruction. Ovviamente cliccando su

ognuna di esse, si arriva alla pagina del relativo progetto e a tutte le azioni che

l’utente potrebbe compiere sul portale in merito (donazioni, ricerca di notizie,

approfondimenti, documentazione, condivisione).

Figura 16: Nelle foto sopra si vede in sequenza il processo di navigazione con i labels.

36

Tali informazioni sono accessibili anche dal menù principale. Dal punto di vista

grafico, il menù di navigazione appare abbastanza buono, poiché è stato realizzato

di un colore che spicca su tutta la schermata. Il nero della barra in cui è inserito,

infatti, contrasta il grigio dello sfondo, attirando l’attenzione dell’utente.

Figura 17: Il menù del website di Architecture for Humanity

Dal punto di vista contenutistico, il menù è formato da due principali aree

tematiche: una superiore ed una inferiore. Nella prima vengono raggruppati i

collegamenti alle notizie ed alle attività che in un certo qual modo riguardano

strettamente l’associazione ed i suoi compiti (Figura 17); nella seconda, invece,

le sezioni dedicate all’utenza e a

sono inserite tutte le possibilità di collaborazione

con l’associazione. In tal senso, la prima parte del menù potrebbe essere definita

puramente descrittiva o informativa, mentre la seconda ha una funzione più

inclusiva e di interesse per un pubblico desideroso di partecipare concretamente

alle azioni sociali di Architecture For Humanity.

Le voci che interessano la prima parte del menù racchiudono informazioni

riguardo la missione di AFH, i progetti in tutto il mondo, le ultime novità sulle sue

sedi locali, le collaborazioni inter-aziendali, le donazioni. Ogni singola voce è

molto chiara, intuitiva e contiene semplici informazioni riguardo progetti, eventi

37

ed azioni svolte dall’ente. Cliccando su Mission, ad esempio, si accede in pochi

attimi alla storia dell’ente, alla sua missione umanitaria e si legge perfino il suo

ovvero: “Building

slogan, a more sustainable future using the power of design”.

Ogni singola sezione è poi corredata di immagini, video, approfondimenti, link a

siti esterni, che permettono di farsi un’idea più completa sugli argomenti che

stanno a cuore ad AFH.

Nella parte inferiore del menù, invece, si possono vedere delle voci inerenti alle

opportunità di lavoro, di collaborazione professionale, descrizioni sul team di

giovani esperti e sulle opportunità formative. Per esempio, accedendo alla sezione

– –

relativa al gruppo Our Team è possibile reperire informazioni sullo staff di

AFH, accedere ai curriculum e alla personale preparazione di ogni membro;

controllare le pagine dei progetti e vedere da vicino chi se ne sia occupato e quale

tipo di contributo abbia dato.

Figura 18: La seconda parte del menù del sito

Nel menù principale esiste anche un pulsante che rimanda alla sezione donazioni.

Rispetto agli altri, il tasto Donate è evidenziato in rosso per sottolineare

l’importanza e

dell’area per renderla probabilmente più visibile agli occhi

dell’utenza (Figura 17). Quando si accede alla pagina, uno spot chiarisce subito

dell’associazione: si vedono l’immagine

gli obiettivi di una comunità del Terzo

“Building Già da

Mondo e lo slogan a better future using the power of design”.

questi elementi si comprendono subito tutte le intenzioni di Architecture for

Humanity, ossia raccogliere fondi per investire nel design e nella progettazione in

quelle comunità sottosviluppate dell’intero pianeta (Figura 19).

38

Figura 19: La pagina delle donazioni

Sul sito sono stati attivati anche diversi sistemi di donazione: in primo luogo si

vede una barra che permette di cercare aziende partner di AFH, e tramite loro

poi c’è la possibilità di devolvere una cifra

coordinare una propria donazione;

qualsiasi una sola volta, mensilmente oppure annualmente, attraverso un sistema

di iscrizione virtuale. Inserendo i propri dati in un apposito form, è possibile

avviare una procedura automatica di donazione, con la quale Architecture for

l’importo

Humanity detrae autonomamente dal conto del donatore che egli stesso

ha in precedenza stabilito.

Figura 20: Form online per effettuare una donazione

39

Sul website è presente anche una sezione dedicata alle attività dei volontari.

Osservando la barra inferiore del menù e cliccando sulla voce Volunteer, è

possibile accedere alle forme di collaborazione che AFH ha progettato per chi

vorrebbe partecipare in maniera attiva alle sue azioni umanitarie.

Le foto e le didascalie, come del resto anche i testi e gli articoli, esplicano quanto

il volontariato. L’individuo-

sia importante per Architecture for Humanity

volontario costituisce, infatti, un elemento indispensabile nello svolgimento delle

funzioni dell’associazione. Pertanto, ogni nuovo aspirante volontario può anche

registrarsi sul sito con un apposito form, per poi essere ricontattato in base alle

esigenze dell’associazione. Oltretutto, è possibile collaborare con AFH sul piano

ha un’ulteriore sezione

prettamente lavorativo. L’associazione sviluppato del suo

sito, che permette ai professionisti di inviare i propri curriculum e di candidarsi

per delle mansioni ricercate. Ogni comunicazione, notizia, progetto, oltre che sul

sito istituzionale, viene poi pubblicata, ed anche largamente pubblicizzata, sui

social network. Di fatti, il sito internet di Architecture for Humanity è ben

collegato ai principali web social della rete, come Facebook e Twitter. Attraverso

è possibile collegarsi al gruppo dell’associazione

i pulsati posti in fondo al sito su

Facebook o al suo account Twitter, per ricevere aggiornamenti, contenuti, post

che l’associazione pubblica regolarmente, per commentare notizie ed eventi, per

scambiare informazioni con esperti o semplicemente idee con altri utenti.

Figura 21: Le pagine di Facebook e Twitter di AFH

40

Valutazione del website di Architecture for Humanity Voto

Architettura Voto Peso Pesato

1. Coerenza delle sezioni del sito 4,00 1,00 4,00

Struttura 2. Immediata comprensione della struttura 2,00 0,75 1,50

3. Sovrapposizioni dei contenuti 3,00 0,75 2,25

4. Ambiguità nelle sezioni 4,00 1,00 4,00

Valutazione struttura informativa 3,25 3,50 3,36

Facilità d’uso apparato di navigazione

5. 4,00 1,00 4,00

Navigazione 6. Ritorno alla Home attraverso il logo 4,00 0,75 3,00

7. Orientamento nel sito 2,00 0,75 1,50

Valutazione dei sistemi di navigazione 3,33 2,50 3,40

8. Presenza di una mappa

Mappa 0,00 0,00 0,00

Comunicazione

9. La homepage comunica chiaramente gli 4,00 1,00 4,00

Homepage obiettivi dell’associazione?

Valutazione homepage 4,00 1,00 4,00

10. I tratti distintivi del brand sono presenti sul 4,00 0,75 3,00

Brand Image sito? (logo, nome, slogan)

11. Il logo è sempre ben in vista? 4,00 0,75 3,00

Valutazione brand image 4,00 1,50 4,00

12. Il layout delle pagine è adatto ai formati 4,00 0,50 2,00

Visual design video più diffusi?

13. I colori utilizzati sono gradevoli? 3,00 0,30 0,90

14. La grafica è complessivamente gradevole? 4,00 0,50 2,00

Valutazione visual design 3,67 1,30 3,77

15. I font sono ben leggibili sul monitor? 3,00 0,75 2,25

Tipografia 16. Il colore del testo è ben contrastato con quello 4,00 0,75 3,00

dello sfondo?

17. I collegamenti ipertestuali sono ben 3,00 0,30 0,90

evidenziati? 41


PAGINE

50

PESO

2.06 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE TESI

La presente tesi di laurea presenta un valido spunto per coloro che si approcciano alle tematiche del Web Usability e della Linguistica applicata al settore dell'informatica e delle nuove tecnologie. Si tratta di un elaborato ben sviluppato e strutturato, che mi ha permesso di ottenere il massimo del punteggio durante la seduta di laurea (punteggio ottenuto 7/7). La tesi introduce e spiega in modo dettagliato il modello di qualità di qualità per i website messo a punto dal Prof. Polillo e lo applica a due siti web di due onlus operanti nel campo dell'architettura umanitaria. Solo dopo un attento confronto delle caratteristiche specifiche dei due siti si arriva ad una valutazione finale ed a individuare le cd. best practice.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Lingue moderne per il web
SSD:
Università: Palermo - Unipa
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher claudio.2110 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Linguistica applicata e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Palermo - Unipa o del prof di sparti antonino.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in lingue moderne per il web

Riassunto esame Letteratura Inglese, prof. Altese, libro consigliato Il Romanzo di Formazione, Moretti
Appunto
Linguistica generale - nozioni generali
Appunto
Green Communication
Tesi
Architettura umanitaria e web 2.0: analisi di due website (ppt corredato alla tesi)
Tesi