Che materia stai cercando?

Turning Torso, Calatrava: studio di un'architettura contemporanea Appunti scolastici Premium

Esercitazione di laboratorio di progettazione architettonica elaborati dal publisher sulla base di appunti personali e frequenza delle lezioni della professore Rezzonico, dell'università degli Studi Politecnico di Milano - Polimi. Scarica il file con le esercitazioni in formato PDF!

Esame di Laboratorio di progettazione architettonica docente Prof. G. Rezzonico

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Scala  1:1000 Prospetto  Fronte Prospetto  laterale

Il  “Turning  (o  Twisting)  Torso”  è  stato  progettato  dal  noto  architetto,  ingegnere  e  scultore  spagnolo  Santiago  Calatrava.

Si  tratta  di  un  grattacielo  residenziale  di  190  metri  di  altezza  e  54  piani  situato  nella  città  svedese  di  Malmö.  E’  l'edificio  residenziale  più  alto  della  Svezia  

ed  era  il  secondo  in  Europa  alla  data  della  sua  inaugurazione.  Si  contorce  nel  cielo  di  Malmö,  sino  a  scomparire  tra  le  nubi  che  nasconde  il  suo  tetto.

Il  nastro  venne  tagliato  il  27  agosto  2005,  dopo  quattro  anni  di  costruzione.  Ha  ricevuto  il  premio  nel  2005  come  miglior  edificio  residenziale  del  mondo  

per  la  sua  originalità  ed  efficacia.  E’  situato  nel  porto  ovest  di  Malmö,  vicino  al  ponte  sullo  stretto  di  Oresand,  che  unisce  la  Svezia  con  Danimarca.  L'edi-­

ficio  si  trova  in  una  zona  urbana  degradata  che  è  in  via  di  trasformazione,  da  un  vecchio  spazio  industriale  a  una  zona  residenziale  d’avanguardia,  di  

svago  e  negozi,  prossima  al  Mare  del  Nord:  non  è  un  caso  che  il  grattacielo  sia  stato  messo  qui.  Una  delle  ragioni  per  costruire  il  Turning  Torso  fu  rista-­

bilire  un  grattacielo  riconoscibile  per  Malmö,  il  quale  era  rimasto  privo  di  un  altro  edificio  importante  nella  città.

Questa  torre,  ispirata  da  una  scultura  che  rappresenta  un  torso  umano  si  torce  su  se  stessa  di  90  gradi  dalla  base  al  piano  più  alto.  L'edificio,  costruito  

in  acciaio,  vetro  e  cemento  armato,  è  strutturato  in  nove  cubi  ruotati  quasi  a  rivolgersi  all’ambiente  circostante.  Il  principale  elemento  strutturale  è  un  

nucleo  di  cemento  armato,  di  10,6  metri  di  diametro  (come  una  colonna  vertebrale)  e  corrisponde  esattamente  con  l'asse  di  rotazione  dei  piani.  L'ester-­

no  dell'edificio  è  rivestito  da  circa  2.800  pannelli  in  vetro  e  alluminio.  E’  l’esempio  tipico  dell’”architettura  viva”  dell’artista  spagnolo:  natura  e  anatomia  si  

fondono  e  generano  strutture  dalla  grande  forza  espressiva.  

Nell'edificio  coesistono  alloggi  di  lusso  e  uffici.  Gli  uffici  si  situano  nei  primi  due  cubi,  con  una  superficie  totale  di  4.000  metri  quadrati.  I  cubi  dal  tre  al  

nove  ospitano  147  alloggi  la  cui  superficie  varia  tra  45  e  190  metri  quadrati.  Gli  due  ultimi  piani  (dai  quali  si  può  vedere  Copenaghen)  sono  dedicati  a  ri-­

unioni  di  affari,  incontri  politici  e  visite  ufficiali.  Nel  Turning  Torso  si  trovano  sia  uffici  sia  alloggi  lussuosi.  L’area  per  gli  affari  è  situata  nei  primi  due  cubi  e  

occupa  una  superficie  totale  di  quattro  mila  metri  quadrati.  I  147  alloggi  la  cui  superficie  varia  tra  45  e  190  metri  quadrati,  invece,  sono  ospitati  nei  cubi  

dal  tre  al  nove.  Gli  due  ultimi  piani  sono  riservati  alle  kermesse  classiche:  visite  ufficiali,  incontri  politici  e  riunioni  di  vertice.  Nel  nucleo  centrale  sono  al-­

dal  tre  al  nove.  Gli  due  ultimi  piani  sono  riservati  alle  kermesse  classiche:  visite  u

loggiati  i  collegamenti  verticali.

Scala  1:1000 Prospetto  laterale

Prospetto  Retro

L'origine  dell'edificio  risale  al  1999.  Fu  allorquando  il  direttore  della  cooperativa  svedese  HSB  (la  maggiore  del  paese,  fondata  nel  1923,  promotrice  e  at-­

tuale  proprietaria  dell'edificio),  Johnny  Örbäck,  rimase  impressionato  al  vedere  in  un  catalogo  una  scultura  di  un  torso  umano  di  Calatrava  realizzata  nel  

1998.  Immediatamente  si  mise  in  contatto  con  Calatrava  e  gli  chiese  di  applicare  il  concetto  a  un  edificio  residenziale  che  la  sua  impresa  voleva  costru-­

ire  a  Malmö.

Contesto  e  innovazione:  La  progettazione  è  stata  improntata  ai  concetti  di  architettura  sostenibile,  risparmio  energetico  e  qualità  della  vita  per  chi  vi  ri-­

siede,  infatti  il  100%  del  fabbisogno  energetico  del  quartiere  è  soddisfatto  dalle  energie  alternative,  acqua,  vento,  sole,  biomasse.  Il  quartiere  è  quasi  in-­

teramente  pedonalizzato,  ricco  di  parchi,  giardini  e  passeggiate  lungomare.Al  centro  di  questo  quartiere  innovativo  svetta  il  Turning  Torso,  il  nuovo  land-­

mark  della  città,  semplice  ma  ollo  stesso  tempo  geniale  e  stupefacente.

L’accessibilità  è  ottima:  tutto  il  quartiere  di  Vastra  Hammen  è  percorribile  a  piedi  e  quasi  interamente  pedonalizzato,  fornitissimo  di  piste  ciclabili  e  asso-­

lutamente  privo  di  barriere  architettoniche.Il  grattacielo  e  Vastra  Hammen  sono  situati  a  circa  20  minuti  a  piedi  dalla  stazione  ferroviaria  di  Malmö,  e  

sono  vicinissimi  allo  sbocco  del  ponte  sullo  stretto  di  Öresund.  

Calatrava  ha  ancora  una  volta  confermato,  in  questo  suo  progetto,  la  capacità  di  far  parlare  la  struttura,  rendendolo  elemento  fondamentale  dell'architet-­

tura  e  delle  sue  valenze  espressive.

Gli  ascensori  che  viaggiano  a  una  velocità  di  18  km/h,  consentendo  di  raggiungere  la  sommità  in  pochi  secondi.  

“Questo  palazzo  –  dichiara  Calatrava  -­  ha  preso  vita  come  una  scultura  che  rappresentava  un  torso  che  si  gira,  e  proprio  come  un  bambino  che  impiega  

un  anno  per  imparare  a  fare  affidamento  sulla  propria  colonna  verticale  per  stare  dritto,  così  c’è  voluto  del  tempo  perché  noi  trasformassimo  questa  

forma  astratta  in  un  edificio  funzionale”.

Malmö  è  il  punto  di  partenza  ideale  per  esplorare  la  nuova  regione  “condivisa”  a  cavallo  fra  Svezia  e  Danimarca:  in  meno  di  un’ora,  i  turisti  possono  visi

Malmö  è  il  punto  di  partenza  ideale  per  esplorare  la  nuova  regione  “condivisa”  a  cavallo  fra  Svezia  e  Danimarca:  in  meno  di  un’ora,  i  turisti  possono  visi-­

tare  non  soltanto  due  grandi  metropoli,  ma  anche  numerosi  paesini  e  località  storiche  e  pittoresche,  bellissime  spiagge,  splendidi  castelli  e  manieri.  E’  

anche  la  città  delle  164  nazionalità  e  delle  100  lingue.


PAGINE

5

PESO

20.63 MB

AUTORE

Biasil94

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'architettura
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Biasil94 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Laboratorio di progettazione architettonica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Politecnico di Milano - Polimi o del prof Rezzonico Giovanna.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Laboratorio di progettazione architettonica

Robie House, Wright: studio di un'architettura moderna
Esercitazione
Lezioni, Scienza delle costruzioni
Appunto
Riassunto esame Storia dell'architettura, prof Rossari, libro consigliato L'architettura moderna dal 1900, Curtis
Appunto
Lezioni, Storia dell'architettura
Appunto