Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Ma in che modo possiamo assumere il valore “stupido” come positivo?

L’intento di Diesel è quindi di provocare lo spettatore e far sì che assuma come proprio il valore di stupidità. Ma come ab-

biamo visto nell’analisi dell’identità del Crediti du Nord, non basta trovare una parola chiave, bisogna analizzarne tutte le

accezioni e mettere ben in chiaro a quale area semantica ci si riferirà.

Qual è il campo semantico in cui Diesel vuole inserire il suo stupido? preso da

Partendo dalla definizione da dizionario possiamo escludere che in questo contesto stupido assuma valori come

stupore, attonito, sbalordito, in una condizione d’incapacità o insensibilità. Così come possiamo escludere l’accezione classica

ottusità, lentezza, mancanza di acume.

del termine che fa riferimento a valori come sciocchezza,

Possiamo in un certo senso prendere in considerazione il valore che però ha anch’esso una connotazione nega-

frivolezza,

tiva se non per la sfumatura che possiamo prendere in considerazione.

coraggio, sconsideratezza, spensieratezza, sfida, passionalità, istintività,

In questo contesto Diesel gioca molto su valori come

anticonvenzionalità, leggerezza, creatività, rischio. Like balloons, we’re filled with hopes and dreams.

But over time a single sentence creeps into our lives.

Don’t be stupid. It’s the crusher of possibility. It’s the

world’s greatest deflator.

The world is full of smart people doing all kinds of

smart things. That’s smart.

Well, we’re with stupid.

Stupid is the relentless pursuit of a regret free life.

Smart may have the brains, but stupid has the balls.

The smart might recognize things for how they are,

but the stupid see things for how they could be.

Smart critiques. Stupid creates.

The fact is if we didn’t have stupid thoughts, we’d

have no interesting thoughts at all.

Smart may have the plans, but stupid has the stories.

Smart may have the authority, but stupid has one

heck of a hangover. It’s not smart to take risks; it’s

stupid.

To be stupid is to be brave.

The stupid aren’t afraid to fail. The stupid know there

are worse things than failure–like not even trying.

Smart had one good idea, and that idea was stupid.

You can’t outsmart stupid, so don’t even try.

Remember only stupid can be truly brilliant.

Analizziamo le opposizioni esplicite/impli-

cite presenti nei testi.

coraggio,

Lo stupido è colui che agisce con non ha paura, non si ferma

troppo a pensare alle conseguenze delle sue azioni. Il coraggio è inteso

in senso fisico, azione, ma anche in senso più intellettuale, il coraggio

controcorrente, pensiero rivoluzionario

è andare avere un che poi si

tramuta in azione. In questo caso viene contrapposto a smart, che è colui

sconsideratezza),

che pensa alle conseguenze delle proprie azioni (vs

non farà mai qualcosa di coraggioso perché l’azione coraggiosa spes-

rischio.

so implica il Una persona smart farà del suo meglio per tenersi

pericolo

lontano da rischi e pericoli, lo stupido sfida il e non ha paura di

fronte a niente. Lo stupido non ha rimpianti. Smart è una persona che

ragiona sempre solo con la testa, una persona quadrata, una persona

palle,

razionale. Lo stupido agisce d’istinto, lo stupido ha le è una linea

caos, creatività

impazzita. Stupido è la creazione che nasce dal la matta,

l’improvvisazione, la casualità.

Valori contrapposti allo studio, alla progettazione, la pianificazione, che

sono i valori della persona smart.

storie.

Gli stupidi invece hanno le Smart è non buttarsi in imprese folli,

evitare guerre perse in partenza, stupido è lanciarsi, rischiare, almeno

tentare, anche fallire, ma tentare. Il fallimento non è un valore negativo,

vuol dire aver provato. Lo stupido è passionale, è quello che ascolta sem-

cuore. perché no.

pre il Lo stupido non chiede perché, chiede smart

You can’t outsmart stupid, so don’t even try. Gioco di parole tra e

outsmart (battere in astuzia)

Analisi della struttura dei testi

I testi hanno due strutture sintattiche di base, una sdoppiata in due

enunciati, dove viene presentata l’azione dello stupido e dello smart nei

- verbo / stupid - verbo);

confronti di una precisa situazione (smart una

be stupid.

formata da un solo enunciato che valorizza il valore

Nel secondo caso l’opposizione è implicita, ci viene narrato il comporta-

mento dello stupido, ma questo implica la presenza, in questo caso non

enunciata, di un atteggiamento contrario, che noi andiamo, anche senza

che sia esplicitato, ad associare al valore opposto a stupid, ovvero smart.

Il carattere è un bastone maiuscolo, varia solo nel colore in relazione al

visual. L’utilizzo di questo font suggerisce sicurezza, decisione, fermezza.

Non viene dato spazio al dubbio. È così, e non puoi dimostrare il contra-

rio. È maiuscolo, di grandi dimensioni, posto sul lato dell’immagine o ad-

dirittura in uno spazio ritagliato apposta separato dall’immagine. È uno

slogan, va a creare un senso di appartenenza a un movimento, più che al

brand. Anche il fatto che tutti i poster siano contemporanei, e che siano

così numerosi, ci fa pensare a un enorme movimento in cui possiamo

immedesimarci, di cui sentirci parte.

Diesel infatti reclutava giovani per costruire un video musicale che presentasse la nuova collezione. Giovani stupidi, giovani

facendo qualcosa di particolarmente stupido, come mettere su una band, costruire una casa sull’albero, creare un’in-

che “stavano

stallazione artistica”. Senso di partecipazione.

BE STUPID, TU,

Il payoff il cui soggetto implicito è fa si che diventiamo osservatori spettatori di quello che sta accadendo.

La figuratività del visual è di tipo fotografico ci trasmette un valore di verità, avvalorato anche dall’inquadratura descrittiva,

non siamo dentro l’immagine, siamo l’amico che la sta fotografando, il passante che si gira per sbaglio e assiste, la signora

che magari scuote la testa, il bambino che ride.. i colori sono accesi, brillanti, rimandano anch’essi ai valori assunti dal termine

spensieratezza, giovinezza, follia, divertimento, spasso, coraggio...

stupid quindi

La figura attanziale, ossia il soggetto stupid, si pone come un ruolo che noi stessi siamo invitati a coprire attraverso la

chiamata all’adesione ai valori proposti.

Esempio smart vs stupid

critica vs creatività

adulto vs giovane

monocromia vs policromia

ordinario vs anticonvenzionale

noioso vs divertente

routine vs originalità

Smart critiques. Stupid creates.

Un uomo cammina verso un gruppo di ragazzi messi in una posizione ribaltata.

L’atteggiamento anti convenzionale e il ribaltamento del punto di vista vanno a rappresentare proprio il punto di vista

proposto dalla campagna. I ragazzi in Diesel e abiti casual, giovani, colorati, creativi, vanno a contrapporsi all’uomo in abiti

formali, che potrebbero essere da ufficio contrapposizione cromatica colorato vs monocromatico.

Anche il testo scritto è ribaltato, come se fossero due immagini diverse sovrapposte. Ci viene ribadito e specificato attraverso

il ribaltamento del testo a chi va associato il valore smart e a chi il valore stupid.

Il ribaltamento del punto di vista diventa trasformazione da smart a stupid.

la prospettiva centrale e il posizionamento del gruppo di ragazzi al centro dell’immagine fanno si che sia eye-catching,

attraente, che ci spinga a ribaltare il nostro punto di vista (fisicamente, girare la testa) in loro favore.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

7

PESO

2.49 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Semiotica
Corso di laurea: Corso di laurea in Graphic Design e Art Direction
SSD:
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher giuliabojjoe di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Semiotica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Nuova Accademia di Belle Arti - NABA o del prof Festi Giacomo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Semiotica

Analisi semantica di 3 campagne automobilistiche
Tesi
Estetica, la morte dell'arte
Appunto