Che materia stai cercando?

William Burroughs Appunti scolastici Premium

Appunti della facoltà di lettere e filosofia del professor Duma sulla lingua e sulla traduzione inglese. Il file contiene la biografia di William S. Burroughs, con particolare attenzione a: ''il pasto nudo'' (il contenuto del file è in lingua italiana).

Esame di Lingua inglese docente Prof. S. Duma

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL PASTO NUDO (The Naked lunch)

Pubblicato nel 1959 dalla Olympia Press è sicuramente il libro più famoso ed

importante di William Burroughs. L'autore scivola e si addentra nei meandri della follia,

della degradazione e della perversione, per raggiungere alla fine il nulla. Circa la storia

del libro Burroughs scrisse molto del materiale dell'opera mentre viveva a Tangeri sul

finire degli anni cinquanta, mentre i suoi amici erano finalmente diventati famosi in

America. Quando Jack Kerouac e Allen Ginsberg lo andarono a trovare a Tangeri, lo

incoraggiarono a unire tutto il suo materiale sparso in un'opera unica e Kerouac inventò il

titolo. La Olympia Press pubblicò la prima edizione, ma il libro divenne un successo solo

negli anni sessanta, quando Burroughs cominciò a fare apparizioni allo scopo di

promuovere il libro.

MORTE DI BURROUGHS articolo di Repubblica del 4 agosto 1997

"L'ultimo santone"

di Antonio Gnoli da Repubblica del 4 agosto 1997

Dopo Timothy Leary e Allen Ginsberg a pochi mesi di distanza, è toccato a lui, al

"ragazzo dagli occhi di ghiaccio", lasciare questo inferno per un inferno forse migliore.

Strano. William Burroughs sarebbe potuto morire per droga, accoltellato da un amante.

Ma il destino ha scelto diversamente. Lo ha colto nel letto e se lo è portato via con un

infarto. Aveva 83 anni: dietro alle spalle una vita (anche letterariamente) intensa e

dissipata, davanti qualche breve apparizione, sotto forma di testimonianza, su quello che

era stato il suo periodo più fecondo: gli anni sessanta e la beat generation. Ora restano gli

scampoli e la memoria che non si rassegna all'idea che un mondo di letteratura, affanni e

marginalità si può anche chiudere senza fragore, ne rimpianto. Eppure quei ragazzi, che

sembravano usciti da qualche pagina di Céline o Dostoevskij, si erano autoinvestiti di un

compito: uscire dal sogno americano. Salvo poi far entrare le nuove generazioni in un

alone di nomadismo, di profumo orientale e di nuove tecnologie. Dei tre santoni, quello

con più talento narrativo fu Jack Kerouac, il più impegnato Allen Ginsberg. A William

Burroughs la sorte riservò un buon polso letterario, una grande curiosità ed una

eccellente nevrosi che lo avrebbero spinto verso inconsueti sperimentalismi. Ma una cosa

è certa: nonostante gli anni e le strade si fossero divise, quelli della beat generation, i

sopravvissuti, continuavano a rimpallarsi frasi affettuose e reciproche attestazioni di

stima. Sembravano i vecchi soci di un club inglese. Ricordo che proprio un paio di anni fa

a New York Ginsberg, che intervistavo in occasione dell'uscita di un suo diario, rievocava

con gratitudine e nostalgia la figura di Burroughs, condendola di alcuni dettagli. Si erano

conosciuti nel 1944 al Greenwich Village. William si era preso una cotta per Allen, tanto

che spesso gli scriveva lettere raccontandogli le sue fantasie. Poi Ginsberg fece per un

anno il suo agente letterario e in seguito diventarono amanti. Vissero insieme gran parte

del 1953. Poi si separarono: Ginsberg volò a San Francisco e Burroughs partì per

Tangeri, da dove continuò a mandargli lettere e le parti di Naked Lunch, il romanzo che

stava scrivendo. Naked Lunch (tradotto da noi con il titolo "Il pasto nudo", da cui

Cronenberg ha tratto un film inevitabilmente contorto e deludente), uscì nel 1959 e gli

costò lo scandalo generale e vari processi per oscenità. Il libro ha una trama spezzata,

stravolta da incisi, digressioni, flashback, nella quale Burroughs comincia a sperimentare

la tecnica del cut–up (una specie di montaggio casuale tra i testi, la cui provenienza era la

più disparata). Una tecnica che lo avrebbe dovuto proteggere dai luoghi comuni, di cui la

letteratura sovrabbondava, e dall'eccessivo razionalismo (la stessa idea, ma funzionò

molto meno, Burroughs la trasferì nella pittura: sparava barattoli di vernice contro tele

immacolate). Su Naked Lunch Norman Mailer scrisse che era il ritratto dell'inferno, anzi

2

era l'inferno. Di Burroughs disse che era un genio dal vasto talento. Quanto poi

effettivamente fosse vasto quel talento è difficile dire. Ma di certo vi è che i suoi libri, così

simili a dei mutanti, e debordanti di allucinazione, spinsero McLuhan a riconoscergli una

specie di rappresentatività epocale e invogliarono Mary McCarty a prenderlo sulserio. Fu

proprio McCarty a notare in quest'uomo, che prima di diventare scrittore era stato barista,

operaio, detective privato, reporter e pubblicitario, una strana forma di umorismo, simile a

quella di " un attore di varietà che recita da solo sulla scena davanti al sipario

infiammabilie di un vecchio teatro trasformato in cinema". Dove è chiaro che ogni battuta,

anche la più comica, può trasformarsi in tragedia. C'è da dire che Burroughs non si lasciò

mai coinvolgere dai generosi attestati, come pure da quelle critiche che lo accusavano di

mettere in pericolo la cultura americana e di trascinare la gioventù, già tanto sbandata, in

un cul–de–sac anti–macho e anti–umanista. Seppe quasi sempre servirsi con ironia o

malumore degli uni e degli altri. Una quindicina di anni fa Burroughs venne ammesso

nella celebre Accademia americana dell'Istituto di Arti e Lettere. Fu un'entrata, che

nonostante qualche dissenso, aveva tutta l'aria di assomigliare all'incoronazione ufficiale

dell'ultimo degli irriducibili. Al ritorno della cerimonia Burroughs commentò alla sua

maniera: "Quella gente vent'anni fa andava dicendo che il posto più adatto a me era la

galera. Adesso vanno fieri che io appartenga al loro gruppo. Non li ho mai ascoltati prima

e non gli darò certo retta adesso".

Lingua e traduzione inglese – prof. S. Duma

– Esame: Orale in italiano con lettura e traduzione in lingua

3

– Testi: appunti docente e fotocopie varie

William S. Burroughs

William S. Burroughs associato alla beat generation, antesiniano del punk, scrittore

americano etichettato come fuori legge della letteratura, definizione da lui rifiutata poiché

egli rifiuta la legge stessa. Nasce nel 1914 a S. Louis da famiglia benestante in una città

povera. Suo nonno fu inventore della calcolatrice oggi diventata Texas Instr. Suo padre

era un uomo d’affari il tipico esempio di self made man. W.B. dichiara di non sentirsi

legato alla famiglia del padre ma a quella della madre, figura inquietante e perversa, il

nonno materno era un importante consigliere di vari presidenti USA. W.B. contrario

all’impostazione capitalistica. Scandalo del nonno scoperto spia di Hitler. Il primo

romanzo lo firma come W. Lee rifiutando il cognome del padre per quello della madre. A 6

o 7 anni subì un trauma mai ben chiarito, legato ad una sua governante, forse subì

vilenze o fu costretto ad assistere a riti satanici. Il padre si limitò a licenziare la

governante. Così svilupperà un odio per le donne. Fece ottimi studi viaggiando per

l’Europa. frequento Harvard (definita da lui una rottura) dopo aver frequentato un collegio

militare ed essere stato espulso x insolenze ed omosessualità. A 20 anni comincia ad

usare droghe. Perfetto esempio di outsider ribelle. Dopo gli anni 50 conosce Jack

Kerouac e Allen Ginsberg, due provocatori, non acculturati come lui che aveva viaggiato,

e lo riconoscono come guida. Nasce così il primo nucleo della Beat Generation. Ma lui

non si considererà mai un componente di tale corrente. Incontra Joan Vollmer

studentessa, amica dei Beat e ragazza madre, drogata ma molto intelligente e acculturata

come egli stesso. Gli amici li fanno incontrare, si innamorano e si sposano. Vanno in

Messico e lì fondano una comunità agricola, di fatto una copertura. In questo luogo

arriverà ad uccidere la moglie in circostanze mai del tutto chiarite. W.B. ha una grande

passione per le armi. Egli dichiara che è stato un incidente, versione poi smentita negli

anni. Fuggì dal Messico e dagli USA per evitare condanne. E si rifugiò in Marocco, a

Tangeri dove era tutto permesso. Dalla morte della moglie si scatena in lui la vena

creativa e lì scrive il suo capolavoro: IL PASTO NUDO (The Naked lunch). Non c’è una

struttura narrativa, si susseguono scene scollegate e senza senso. Venne pubblicato solo

in Francia nel ‘56.

Concetto di interzona: letteralmente zona internazionale, ma per lui è la metafora

della società americana dove tutti sono controllati, è una democrazia apparente, che

nosconde una vera e propria dittatura.

A Tangeri conosce Brion Gysin, pittore inglese che negli anni 30 apparteneva alla

corrente surrealista francese in seguito allontanato per divergenze. All’inizio il loro

rapporto era difficile e inconciliabile, ma in seguito no. Gysin era legato alla tecnica del

CUT–UP. Si trasferiscono a Parigi e si fanno spedire i quadri da Tangeri. W.B. rimane

folgorato da questa tecnica e la applica al testo scrivendo tre libri con la tecnica del CUT–

UP. Sembrano insensati ma non è così. Tecnica usata poi dai punk e dai High–pop. Il

mondo del rock comincia ad avvicinarsi a W.B. (Beatles, D. Bowie). Fine anni cirsi

esistenziale. Nel 75 in Inghilerra eslode il movimento Punk. Governo autoritario

conservatore crea un forte disagio giovanile e all’epoca questi giovani sembravano molto

minacciosi. Sex Pistols gruppo più famoso. Dopo aver visto un’intervista televisiva

scioccante, W.B. fu colpito da questi e cominciò a procurarsi i loro dischi; contattò il

direttore del Guardian (giornale di destra), chiedendogli di poter scrivere un articolo sui

Sex Pistols a loro favore. Lo ottenne e scrisse appunto cose positive su di loro. dopo

questo articolo, i gioivani punk cominiciarono ad interessarsi con curiosità a questo

scrittore, e iniziarono a leggere i suio libri. Nel primi anni 80 torna in USA a New York nel

Chelsy Hotel, frequentato da artisti. Qui diventa anche performer incontrando James

Graurholz che non era un artista, ma un capace manager. W.B. comincia a leggere i suoi

testi davanti al pubblico, ed è sempre più coinvolto dalla musica punk. Anche molti repper

4

seguono B. ed egli segue chi fa i graffiti inventando i quadri esplosivi (caricava il fucile

con vernice). Anche il cinema lo coinvolge e compare anche nei videoclip dei RAm e degli

U2. Come un demone ha toccato tutti i settori dell’arte.

W.B. dopo il Pasto Nudo scrive la trilogia con la tecnica del Cut–Up

1 The Soft Machine > La morbida macchina

2 The Ticket that exploded > Il biglietto esploso (identità umana esplode libera)

3 Nova express > considerato il migliore.

Metafore fantascientifiche, mondo sotto dittatura che lui descrive come un’apparente

democrazia. Nello “Studio” il luogo di ritrovo del comando, gli uomini hanno deciso di

manipolare le percezioni della realtaà attrverso i mezzi di comunicazione di massa (anni

60 i giornali).

Struttura dei libri caotica ancora più del Pasto Nudo.

Trama: alcuni ragazzi cercano di combattere questa lobi con gli stessi mezzi di

comunicazione, scardinando il linguaggio. Utilizza il cut–up e la tecnica del FOLD–IN

(piega la pagina e legge il risultato). Usa il cut–up anche con le registrazioni sonore

ricavando anche frasi di senso compiuto.

Dream Machine > mcchina che suscitava allucinazioni inventata da W.B.

caratteristica di fondo di Nova Express. Usa anche materiale non scritto da lui.

Traduzione tratta da “Il pasto nudo”

ISLAM INCORPORATED AND THE PARTIES AF INTERZONE

Islam Inc. e le feste dell’interzona 5

-Pagina 119- Lavoravo per una compagnia [in senso negativo] conosciuta come

Islam Inc. finanziato da A.J. famigerato mercante del sesso che scandalizzò la società

internazionale quando si presentò al ballo del duca de Ventre vestito da pene ambulante

ricoperto da un gigantesco preservativo decorato con il motto di A.J. “essi [quelli piccoli]

non passeranno”.

“Che cattivo gusto vecchio mio” disse il Duca. [A.J. potrebbe essere il direttore del

collegio militare]. Al che A.J. replicò: “ficcatelo nel culo con il K.Y. dell’Interzona

[vaselina].” Il riferimento era allo scandalo del K.Y. che all’epoca era ancora allo stato

iniziale. Le battute di A.J. fanno spesso riferimento ad eventi futuri. E’ un maestro della

battuta ritardata. Salvator Hassan O’Leary, il magnate dell’aborto, è anche coinvolto [una

spia]. Cioè una delle sue società consociate ha fornito contributi imprecisati, e uno dei

suoi affiliati è coinvolto nell’organizzazione in qualità di consulente senza che

minimamente si impegni, né si riconosca nella linea politica o negli atti o negli obiettivi

dell’Islam Inc. Si dovrebbe anche mensionare Clam e Jody Fratelli Segale che hanno

decimato la Repubblica di Hassan con grano avvelenato, Ahmed Autopsia, e Hal Epatite,

fornitore di frutta e verdura.

-Pagina 120- Un’accozzaglia di Mullah e Mufti e Husseins e Caaids e Glaouis e

Sceicchi e Sultani e Santoni e rappresentanti di ogni possibile partito Arabo costituiscono

la base e partecipano alle riunuioni vere e proprie dalle quali coloro che sono più in alto

della gerarchia si astengono prudentemente. Sebbbene i delegati vengano attentamente

perquisiti all’ingresso, questi raduni invariabilmente culminano in rivolta. Gli oratori

vengono spesso cosparsi di benzina e arsi vivi, oppure quanche rozzo sceicco del

deserto apre il fuoco sugli oppositori con una mitragliatrice che eveva nascosto nella

pancia di un agnellino. Martiri nazionalisti con le granate su per il culo si mescolano tra i

convenuti e all’improvviso esplodono causando pesanti perdite....E ci anche la volta in cui

il Presidente RA ha buttato a terra il primo ministro inglese e lo ha sodomizzato con la

forza, mentre lo spettacolo veniva ripreso dalla TV e trasmesso all’intero mondo arabo.

Urla selvagge di gioia sono state sentite fino a Stoccolma. Interzone ha un’ordinanza che

vieta le riunioni dell’Islam Inc. nel raggio di 5 miglia dal limite della città.

A.J - che è di fatto di oscura origine Mediorientale - però una volta si presentò come

un gentiluomo inglese. Il suo accento inglese venne meno con la caduta dell’Impero

Britannico e dopo la II guerra mondiale divenne un americano con gli Atti del Congresso.

A.J. è un agente come me, ma per chi o che cosa lavori nessuno lo ha mai scoperto. Si

dice che rappresenti un gruppo di insetti giganti provenienti da un’altra galassia...Credo

che stia dalla parte dei Fattualisti (che rappresento anch’io); naturalmente potrebbe

essere un Agente Liquefazionista (il programma di Liquefazione comporta la fusione

finale di ciascuno in un uomo unico tramite un processo di assorbimento

protoplasmatico). [si riferisce alla dittatura russa]. Non si può mai essere sicuri di nessuno

nell’industria.

La storia di copertina di A.J.? Un playboy internazionale e un innoquo pratico

burlone. Fu A.J. a mettere un piragna nella piscina di Lady Sutton - Smith, e mescolò al

punch un misto di yage, Hashish e Yohimbine durante un ricevimento del 4 Luglio

all’ambasciata americana che si trasformò in un’orgia. Dieci prominenti cittadini -

americani, naturalmente - successivamente morirono per la vergogna. Morire di vegogna

è una caratteristica tipica degli Indiani Kwakiutl e degli Americani - altri dicono

semplicemente “Zut alors” oppure “sono cose della vita” [in spagnolo] o “Allah me l’ha

messa in culo, l’onnipotente...”.

-Pagina 121- E quando la Società Cincinnati Anti-Fluorid si incontrò per brindare

alla loro vittoria con acqua pura di primavera, tuti i loro denti caddero sul posto.

“Ed io vi dico, fratelli e sorelle del movimento anti-floro, abbiamo questo giorno

segnato come un soffio di purezza dato che non chiederemo mai una ritirata....Fuori, dico,

6

gli sporchi fluoruri stranieri! Noi scoperemo questa bella terra dolce e pulita come il fianco

teso di un ragazzo....Ora vi guiderò nella nostra canzone The Old Oaken Bucket”

Una buona testa è accesa da luci fluorescenti che si accendono su di essa nei colori

atroci di un Juke-box. Gli Anti-Fluoruri sfilano oltre il pozzo cantando mentre ognuno

immerge per una bevuta dal secchio di quercia [oaken]...

“Il vecchio secchio di quercia, il secchio d’oro di quercia

The glublthulunnubbeth...”

A. J. aveva alterato l’acqua inserendo una vite sudamericana che trasforma le

gengive in poltiglia.

(Ho sentito parlare di questa vite da un vecchio ricercatore tedesco che sta morendo

di uremia in Pasto, columbia. Si suppone che cresca nella zona di Putumayo. Mai

localizzata alcuna. Mai ceercato tanto...Gli stessi cittadini mi raccontano di una formica

simile ad una grossa cavalletta nota come Xiucutil: “È un afrodisiaco così potente se una

ti vola addosso e se non riesci a trovare una donna subito puoi morire. Ho visto gli indiani

che correvano cercando di sfuggire il contatto con questo animale.” Sfortunatamente non

mi sono mai imbattuto in una Xiucutil).

La sera dell’inaugurazione della metropolitana di New York A.J., protetto dal

repellente antiformiche, liberò uno sciame di Xiucutil.

La Signora Vanderbligh cominciava a colpire una Xiucutil

“Oh....Oh....OOOOOOOOOOOh!!!!” Urla, vetri rotti, abiti strappati. Un forte crescendo di

grugniti e strilli e lamenti e piagnucolii e sussulti...esalazioni di sperma e vaagine e sudore

e l’odore stantio di retti penetrati...diamanti e pellicce, vestiti da sera, orchidee, abiti e

biancheria intima sparpagliati sul pavimento coperto da una massa di corpi nudi contorti,

frenetici, palpitanti.

A.J. una volta prenotò con un anno di anticipo un tavolo chez Robert dove un

enorme gourmet di ghiaccio rimuginava sulla migliore cucina del mondo. Era così

sprezzzante e pericoloso nello sguardo, che molti clienti, sotto quel flagello fulminanate, si

erano rotolati sul pavimento e si erano pisciati addosso nel tentativo convulso di

ingraziarselo.

-Pagina 122- Così A.J. arriva con sei indiani boliviani che masticano foglie di coca

tra i vari pasti. E quando Robert, nella sua autorevolezza da gourmet piomba sul tavolo,

A.J. lo guarda e grida: “ehi ragazzo! portami del ketchup.”

(In alternativa: A.J. tira fuori una bottiglia di ketchup e distrugge l’alta cucina.)

Trenta gourmet smettono di masticare immediatamente. Avreste potuto sentire

persino lo sgonfiarsi di un soufflé. Per quanto riguarda Robert, egli emette un mugito di

rabbia simile ad un elefante ferito, corre in cucina e si arma con una mannaia...Il

Sommelier ringhia orrendamente, il suo viso si trasforma in una strana porpora

iridescente....rompe una bottiglia di Brut Champagne...’26...Pierre, il Capo Cameriere

afferra un coltello per dissossare. Tutti e tre rincorrono A.J. per tutto il ristorante con urla

disumane laceranti di rabbia...Tavoli capovolti, vini di marca e cibo senza pari caduto sul

pavimento...Urla di “linciatelo” risuonavano nell’aria. Un gourmet più anziano con lo

sguardo sanguigno da mandrillo sta modellando un nodo da impiccato con una corda di

una tenda rossa di velluto....Vedendosi nell’angolo e in pericolo imminente di

smembramento alla fine, A.J. gioca la sua carta vincente...Lascia cadere indietro la sua

testa ed emette un grido da maiale; e un centinaio di maiali affamati che lui aveva

posizionato nei dintorni irrompono nel ristorante sporcando l’alta cucina. Come un grande

albero Robert cade a terra con un colpo dove è mangiato dai maiali: “Poveri bastardi non

sanno apprezzarlo abbastanza”, dice A.J.

Il fratello di Robert, Paul esce dal ritiro in un locale di accoglienza e prende le redini

del ristorante per servire ciò che lui chiama “cucina trascendentale”... La qualità del cibo

7

declina di poco finché egli non serve delle vere schifezze, e i clienti sono troppo

condizionati dalla reputazione di Chez Robert per protestare.

Esempio di Menù

Zuppa di urine di cammello con vermi di terra bolliti

Filetti di Sole- Pungiglione di Razza

basata su acqua di colonia e guarnita con ortica

-Pagina 123-

Così i clienti muoiono di botulismo...

Poi A. J. ritorna con un enturage di profughi arabi ddel Medio Oriente. Prende un

boccone e grida: “Che spazzatura per dio. Fate cuocere questo cittadino modello nella

sua stessa sbobba!” E così la leggenda A.J. il divertente, amabile, eccentrico cresce

sempre di più.... Dissolvanza su Venezia... Canti di gondolieri e canti malinconici si

elevano da San Marco ed Harry’s.

C’è un vecchio aneddoto veneziano su questo ponte, pare che alcuni marinai

veneizani si fanno un viaggio intorno al mondo e diventano tutti finocchi si sono gia

scopati l’addetto dei servizi di cabina (mozzo). Così quando tornano a Venezia è

necessario che le donne passino su questo ponte con le tette che penzolano allo scopo di

eccitare i desideri di questi cittadini dubbi. Così fanno arrivare subito (on the double) a

San Marco un battaglione di truppe d’assalto.

“Ragazzi, pronti per (this is) O.T.F. Operazione Tutto Fuori. Se le tette non

riusciranno an fermarli, tirate fuori la figa e disorientate questi froci.

“Oh Gertie (Gertrude Stein) è vero. E’ tutto vero. Esse hanno quella cosa orrida

invece di una cosa da sballo”.

“Non posso guardare”.

“Sufficiente a lasciarti di sasso”.

Paul ha parlato meglio di quanto creda considerando che è davvero un brutto

stronzo quando parla di uomini che vanno con altri uomini a fare ciò che è sconveniente.

Sconveniente è la parola giusta.

Così chi vuole trovarsi sulla via del cazzo sulla via di una figa, e quando un cittadino

arrapato sbava per la figa, qualche estraneo malefico si mette in mezzo e gli fa qualcosa

di sconveniente nel culo.

A.J. attraveersa di corsa San Marco menando fendenti ai piccioni con una sciabola:

urla “Bastardi! Figli di puttana!...

Sale a bordo con passo vacillante sulla sua bettolina, uan mostruosa struttura con

decorazioni dorate rosa e blu con vele di velluto porpora. Indossa una uniforme assurda

della marina ricoperta di galloni e mostrine e medaglie, sporca, strappata, con i bottoni

della giacca infilata male... A.J. si avvicina ad un’enorme riproduzione di un’urna Greca

sormontata da una statua d’oro di un ragazzo con un’erezione. Stringe le palle del

ragazzo e uno spruzzo di champagne gli schizza dritto in bocca. Si pulisce la bocca e si

guarda intorno.

“Dove sono i miei Nubiani, per dio? urla.

8


PAGINE

17

PESO

98.53 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
Docente: Duma Sergio
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher cecilialll di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Lingua inglese e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Salento - Unisalento o del prof Duma Sergio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Lingua inglese

Bret Easton Ellis
Appunto
Dennis Cooper
Appunto
Douglas Coupland
Appunto
Riassunto esame Linguistica Generale, prof. De Masi, libro consigliato La linguistica, Berruto, Cerruti
Appunto