Che materia stai cercando?

Vie sensitive Appunti scolastici Premium

Appunti di Neurologia del prof. Marini sulle Vie sensitive: corteccia somatosensitiva primaria, Brodmann, rappresentazione somatotopica, Via Spino-Talamica, Via Spino-Bulbo-Talamo-Corticale, esame della sensibilità, Il fenomeno del "Neglect", Disturbo della sensibilità.

Esame di Neurologia docente Prof. C. Marini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

alla parte laterale (VPL) arrivano gli impulsi partiti dal midollo spinale,

alla parte mediale (VPM) quelli partiti dal tronco encefalico.

Dal talamo poi parte la proiezione talamo-corticale diretta verso la corteccia somatosensitiva primaria.

ESAME DELLA SENSIBILITA'

far chiudere gli occhi al paziente, toccarlo in un certo punto e chiedergli se e dove ha percepito il tocco;

eventualmente, sempre ad occhi chiusi, fare finta di toccarlo e poi chiedergli se ha percepito il tocco;

tatto discriminativo: toccare il paziente con due dita o due piccoli spilli poco distanti tra loro e vedere qual

– è la distanza minima per cui percepisce due stimoli diversi;

sensibilità termica: toccare il paziente con acqua calda e con cubetti di ghiaccio

– sensibilità dolorifica: pungere il paziente con uno spillo o con un ago spuntato

– sensibilità pallestesica (vibratoria): si fa vibrare il diapason e poi lo si appoggia sulle sporgenze ossee del

– corpo del paziente, chiedendogli se sempre vibrare;

grafoestesia

– (= paziente ad occhi chiusi, con le dita l'esaminatore "disegna" dei numeri sulla pelle del paziente e gli chiede che

numero ha disegnato)

stereognosia (= ricostruzione spaziale della forma degli oggetti): paziente ad occhi chiusi, gli si mette un

– oggetto in mano e gli si chiede secondo lui che cos'è.

La stereognosia è compito delle aree somatosensitive secondaria e terziaria.

Gli eventuali disturbi di sensibilità devono essere annotati con precisione (superiore / inferiore, destra / sinistra,

prossimale / distale...) e bisogna dire in che cosa consistono:

Anestesia = mancanza di sensibilità dolorifica in una certa zona del corpo

Ipoestesia = riduzione della sensibilità

Allodinia = dolore provocato da stimoli normalmente non dolorosi

Iperalgesia = percezione eccessiva di stimoli dolorifici normalmente lievi.

Parestesie = formicolìi percepiti in mancanza di stimoli tattili.

Disestesie = alterazione della sensibilità in generale (può includere anestesia, parestesie o iperalgesia).

A seconda di quale zona del corpo sia interessata da un'alterazione della sensibilità, dobbiamo renderci conto di quale

nervo o radice nervosa sia interessata da una patologia.

Quindi dobbiamo cercare di avere in mente la struttura del sistema nervoso periferico e i dermatomeri, cioè la

proiezione di ogni radice nervosa sulla cute: lo schema del disegno dell'omino con la pelle tutta divisa in territori di

innervazione lo troviamo su tutti libri , ricordiamo che è particolarmente importante quella della

(es. pag. 147 sull'Adams)

mano e dell'arto inferiore:

ARTO SUPERIORE:

C6: bordo laterale del braccio e dell'avambraccio fino al dito pollice (nervo radiale)

C7: striscia centrale lungo la superficie posteriore dell'arto sup. fino alle dita indice e medio; (n. mediano)

C8: bordo mediale del braccio e dell'avambraccio fino alle dita anulare e mignolo (n. ulnare).

ARTO INFERIORE:

L2: quadrante superolaterale della faccia anteriore della coscia.

L3: quadrante inferomediale della faccia anteriore della coscia + parte mediale della faccia posteriore.

L4: superficie anteromediale della gamba fino al malleolo mediale.

L5: superficie anterolaterale della gamba fino alla superficie dorsale delle prima 4 dita del piede (del primo anche la

ventrale).

S1: superficie posteriore della gamba fino al bordo laterale della pianta del piede e al 5° dito del piede.

S2: faccia posteriore della coscia e della gamba.

S3: regione glutea.


PAGINE

3

PESO

73.38 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Neurologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - durata 6 anni)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neurologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Marini Carmine.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Neurologia

Demenze frontotemporali
Appunto
Traumi cranici
Appunto
Vie motorie
Appunto
Tronco encefalico
Appunto