Che materia stai cercando?

Tessuto epiteliale

Appunti di citologia ed istologia basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Luparello dell’università degli Studi di Tor Vergata - Uniroma2, facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali, Corso di laurea in scienze biologiche. Scarica il file in formato PDF!

Esame di CITOLOGIA ED ISTOLOGIA docente Prof. C. Luparello

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ISTOLOGIA

L’epitelio cubico semplice possiede cellule quadrangolari, tanto alte

quanto larghe, ed hanno dimensioni più o meno equivalenti, tutte

con un grosso nucleo centrale.

L’epitelio colonnare semplice possiede cellule sviluppate in altezza,

mentre l’epitelio collinare semplice ciliato possiede cellule ciliate.

Invece, nell’epitelio pseudostratificato, tutte le cellule presentano

diverse altezze che poggiano sulla lamina basale, pertanto anche

se esso a prima vista potrebbe sembrare pluristratificato, in realtà è

un epitelio monostratificato.

EPITELI PLURISTRATIFICATI

Seguono la stessa classificazione di quelli monostratificati, solo

che, essendo formati da più stravidi cellule, assolvono

principalmente funzioni di protezione e non di passaggio di

sostanze, di assorbimento, di secrezione, di transcitosi.

Gli epiteli pluristratificati sono classificati in cheratinizzati e non

cheratinizzati.

L’epitelio pluristratificato cheratinizzato per eccellenza è

l’epidermide, che ricopre il nostro organismo.

E’ cheratinizzato in quanto presenta negli strati superficiali le cellule

cornee, cioè cellule che vanno incontro ad apoptosi, che si

trasformano in dei sacchetti membranosi ricchi di cheratina e di

altre proteine, che a poco a poco si vanno desquamando, perdendo

così il contatto con gli strati inferiori.

Pertanto la cheratinizzazione offre una notevole protozoine al

nostro organismo da agenti chimici o da agenti fisici, come ad

esempio la luce ultravioletta.

ISTOLOGIA

L’epidermide si divide in diversi strati, che sono, procedendo dal

basso verso l’alto:

1 strato basale

2 strato di Malpighi

3 strato granuloso

4 strato corneo.

La lamina basale non è rettilinea ma presenta delle infossature,

invalidazioni, in cui c’è del connettivo che si protende verso il

connettivo sottostante: in questo caso si chiamano “creste

epidermiche”.

La lamina basale separa sempre l’epidermide dal connettivo

sottostante.

Le cellule dell’epidermide sono:

1 I cheratinociti, le più abbondanti, ricchi di cheratina;

2 I melanociti , cioè le cellule produttrici dei melanosomi all’interno

dei quali viene accumulata la melanina e che si trovano negli strati

più profondi.

3 Le cellule di Langherans, cioè le cellule che presentano

l’antigene;

4 Le cellule di MERKEL, molto abbondanti laddove la nostra

epidermide ha una sensibilità raffinata, ad esempio nella punta

delle dita, dove le cellule sono in connessione con dei nervi sensitivi

e quindi trasducono una sensazione di tipo tattile.


PAGINE

6

PESO

54.50 KB

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze biologiche
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Viviennne di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di CITOLOGIA ED ISTOLOGIA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Luparello Claudio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Citologia ed istologia

Cellula vegetale - Citoscheletro e microtubuli
Dispensa
Mitosi e meiosi
Dispensa
Tessuto nervoso e Sistema Nervoso
Dispensa
Ghiandole dell'apparato digerente - Fegato e pancreas
Dispensa