Che materia stai cercando?

Controllo automatico di un impianto per il riempimento di barattoli - Tesina Appunti scolastici Premium

Tesina per l'esame di Tecnologie Sistemi Automazione e Controllo. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Tale elaborato si riferisce al corso di TSA tenuto dal Prof. Iervolino Raffaele presso l’Università degli studi di Napoli Federico II.
In seguito ad una visita guidata presso un’azienda che produce legumi in barattolo nella mia provincia,... Vedi di più

Esame di Tecnologie Sistemi Automazione e Controllo docente Prof. R. Iervolino

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Prefazione

Tale elaborato si riferisce al corso di TSA tenuto dal Prof.

Iervolino Raffaele presso l’Università degli studi di Napoli

Federico II.

In seguito ad una visita guidata presso un’azienda che

produce legumi in barattolo nella mia provincia, ho appreso

quali sono le fasi del processo produttivo in questione e in

particolare ho analizzato quella relativa al riempimento dei

barattoli con un liquido conservante. La fase in esame si

svolge in una zona dell’impianto dove è posto un nastro

trasportatore che può ricevere in ingresso fino a tre diversi

formati di barattolo. I barattoli sul nastro contengono già i

legumi e in base al formato un operatore umano setta la

quantità di liquido conservante da versare. In seguito

indicherò la quantità di liquido con un certo numero di

pastiglie, ad esempio 3 pastiglie per il formato piccolo, 5 per

il formato medio e 7 per il formato grande.

Nel lavoro svolto ho descritto il funzionamento di questa

parte di impianto utilizzando il Sequential Functional Chart,

uno dei più diffusi linguaggi di programmazione per

controllori a logica programmata. In seguito ho effettuato la

traduzione dell’SFC nel linguaggio a contatti e con l’ausilio

di Unisim e Trilogy ho simulato questa parte del processo

produttivo su pc.

In seguito ho riportato due tabelle necessarie alla

comprensione dell’SFC:

Ingressi:pulsanti Ingressi:sensori Uscite

S1 S6 M1

Attivazione impianto Livello minimo Azionamento nastro tras

S3 S2 H1

Seleziono 3 pastiglie Contenitore in posizione Lampada di segnalazione

di caricamento avviamento nastro tras

S4 B1 H2

Seleziono 5 pastiglie Fotocellula Lampada di segnalazione

selezione di 3 pastiglie

S5 F1 H3

Seleziono 7 pastiglie Relè termico a protezione Lampada di segnalazione

del motore del nastro tras selezione di 5 pastiglie

S7 H4

Arresto a fine ciclo Lampada di segnalazione

selezione di 7 pastiglie

S8 H5

Emergenza Lampada di segnalazione

livello minimo raggiunto

Y1 Elettrovalvola

VARIABILI D’APPOGGIO

PX0-----> Inizializzo l’SFC di arresto a fine ciclo

AX1-----> Se attiva è stato selezionato il comando di arresto a fine ciclo

X5-------> Se attiva seleziono l’SFC per il riempimento con 3 pastiglie

X6-------->Se attiva seleziono l’SFC per il riempimento con 5 pastiglie

X7-------->Se attiva seleziono l’SFC per il riempimento con 7 pastiglie

KX3-----> Se attiva è terminato l’SFC per il riempimento con 3 pastiglie

JX3-----> Se attiva è terminato l’SFC per il riempimento con 5 pastiglie

ZX3-----> Se attiva è terminato l’SFC per il riempimento con 7 pastiglie

C1,C2,C3-----> Contatori per il conteggio delle pastiglie il cui valore finale è

rispettivamente 3,5,7

Il progetto è stato suddiviso in 5 SFC per semplificare

l’analisi non solo visiva ma anche comportamentale:

SFC1 PRINCIPALE

In questo paragrafo, per favorire la comprensione dell’SFC,

si è omessa la gestione delle emergenze.

La fase iniziale è la P0 cui è stata assegnata l’azione PX0 per

avviare l’SFC per il controllo di arresto a fine ciclo; segue la

transizione con controllo su S1, pulsante di attivazione

dell’impianto.

Ci si porta in P1 in cui viene eseguita l’azione H5 di accensione

della lampada che segnala il raggiungimento del livello minimo

nel serbatoio. Se il sensore S6 del serbatoio attesta livello minimo

(S6=1), la lampada resta accesa e si rimane in P1 fino a nuovo

riempimento del serbatoio (S6=0).

Nella fase P2 viene avviato il motore del nastro trasportatore (M1)

ed accesa la lampada H1 fin tanto che il sensore S2, che segnala la

posizione di un contenitore sotto il serbatoio, non si attiva (S2=1).

A questo punto in P3 si hanno tre possibili scelte: attivare la fase

P5 tramite il pulsante S3 e settare il riempimento dei contenitori

con tre pastiglie, attivare la fase P6 tramite S4 e settare il

riempimento con 5 pastiglie, attivare la fase P7 tramite S5 e settare

il riempimento con 7 pastiglie. Da osservare la gestione della

mutua esclusione nella gestione dei tre casi.

Ad esempio, premendo il pulsante S3 e attivando quindi la fase

P5, viene eseguita l’azione X5, che attiva l’SFC per il

riempimento con 3 pastiglie. Contemporaneamente l’operatore

umano vedrà accendersi sulla consolle di comando le lampade H2

e Y1.

Le transizioni KX3, JX3 e ZX3 sono vere a riempimento avvenuto

con rispettivamente 3, 5 o 7 pastiglie e portano alla fase P8 in cui

si accende la lampada H1 e viene avviato il motore M1 del nastro

trasportatore che porterà il barattolo alla fase di lavorazione

successiva. Quando non viene rilevato alcun barattolo (S2=0), si

passa alla fase P9 dove sono eseguite le stesse azioni della fase P8

fino a quando non sopraggiunge un nuovo barattolo da riempire

(S2=1).

Nella fase P10 resta accesa la lampada H5 solo nel caso in cui il

livello del liquido all’interno del serbatoio sia al minimo (S6=1)

altrimenti vengo direttamente portato alla fase P11 in cui viene

eseguito il controllo sul tasto di arresto a fine ciclo tramite la

variabile AX1. Se questo controllo ha esito negativo si riparte

dalla fase P2 saltando il controllo sul livello minimo già eseguito

in precedenza in corrispondenza di P10, altrimenti si torna alla

fase iniziale P0.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

13

PESO

243.16 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Tesina per l'esame di Tecnologie Sistemi Automazione e Controllo. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Tale elaborato si riferisce al corso di TSA tenuto dal Prof. Iervolino Raffaele presso l’Università degli studi di Napoli Federico II.
In seguito ad una visita guidata presso un’azienda che produce legumi in barattolo nella mia provincia, ho appreso quali sono le fasi del processo produttivo in questione e in particolare ho analizzato quella relativa al riempimento dei barattoli con un liquido conservante...ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in ingegneria informatica
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Tecnologie Sistemi Automazione e Controllo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Iervolino Raffaele.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Tecnologie sistemi automazione e controllo

Tecnologie Sistemi Automazione e Controllo – PLC
Dispensa
Sensori e Trasduttori
Appunto
Sistemi di controllo industriale
Appunto
Tecnologie Sistemi Automazione e Controllo – PLC
Dispensa