Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

• Interrogativi inquietanti sulla qualità dell’insegnamento: CRITICI PESSIMISTI

affermano che il giovane americano è in ritardo di due anni rispetto

all’europeo, non conosce bene né la storia né le lingue straniere e i colleges

non formano un numero sufficiente di ingegneri e di medici; CRITICI

OTTIMISTI invece, controbattono sostenendo che nelle università l’obiettivo

è quello di creare “cittadini” > sarebbe impossibile proporre un programma

unitario poiché le scuole dipendono dai singoli stati

• Gli americani si vedono, sul piano scientifico, in costante concorrenza con la

Russia.

• Molto importante è la formazione di ingegneri e di ricercatori, per questo si

da una formazione matematica fin dalla scuola elementare e sempre

accompagnata da un insegnamento di tipo umanistico.

• L’America ha bisogno: 1) di ingegneri capaci di applicare le nuove tecniche;

2) di ricercatori capaci di migliorare le tecniche ed inventare; 3) di filosofi che

insegnino come mettere l’efficienza al servizio della saggezza

• L’America nel 1960 arricchisce il proprio linguaggio con nuovi vocaboli,

espressioni pittoresche grazie all’influsso europeo

• La critica produce saggi di primo ordine accompagnati dai libri biografici e

storici

• Una rivoluzione nel campo dei lettori si è operata con i PAPERBACKS, libri

non rilegati, a prezzo modico

• I PAPERBACKS nascono all’inizio come romanzi d’amore o di genere

poliziesco, per evolversi con la produzione dei testi di Platone, Balzac,

Melville. (lo stesso fenomeno si produce anche in Russia) > anche i poveri

possono avere una biblioteca personale > grande pericolo per la televisione

e la radio

• Il cinema sente l’influsso europeo > la gente preferisce i film europei poiché

non sottostanno al rigido regime hollywoodiano (arditezze morali e

sensuali) > vengono al mondo artisti originali come Charlie Chaplin e Walt

Disney

• L’architettura americana si affranca alla cultura greco-latina, che ispirò in

passato gli architetti delle vecchie università americane: costruivano templi

greci e dormitori gotici

• La politica estera degli Stati Uniti dal 1917 al 1960 è rimasta sempre

incentrata sul MORALISMO PURITANO

• WILSON: uscire dall’isolazionismo; creare un mondo in cui la democrazia sia

al sicuro. ROOSVELT: distruzione degli imperi coloniali; KENNEDY: fedele al

moralismo americano.

• L’ americano in politica estera è un IDEALISTA PLATONICO: vede meglio

l’essenza (libertà, democrazia) che la realtà concreta

• Presenze molto forti che contrastano questo idealismo: l’esistenza di un

mondo COMUNISTA > la coesistenza pacifica implica la volontà di vivere in

pace con altri popoli tali e quali sono

• Realtà di un mondo composto da nazioni relativamente ricche e di nazioni

che mancano di tutto > aiuto dei paesi sottosviluppati

• L’America a inizio secolo è un WORK IN PROGRESS.

• John Fitzgerald Kennedy, aveva battuto il suo rivale Richard M. Nixon di

appena 100.000 voti; giovane età, idee liberal, un esecutivo e dei consiglieri

scelti fecero di Kennedy un presidente molto amato e popolare

• PROGRAMMA POLITICO KENNEDIANO: ispirato alla poesia di Frost “Il

dono totale”. In questa poesia si sottolineava la missione civilizzatrice che

spettava agli Stati Uniti. <Siamo sull’orlo di una nuova frontiera: la frontiera

degli anni ’60. E io chiedo ad ognuno di voi di essere pioniere di questa

nuova frontiera> (Kennedy). Egli non guardava alla frontiera come un

confine, bensì come un limite da superare.

• Questo “dono” era una tragica previsione: nel 1963 Kennedy viene

assassinato; nel 1962 i sovietici corrono in aiuto di Cuba dove installano una

serie di missili= Kennedy annuncia il blocco navale per Cuba minacciando la

guerra atomica.

• Kennedy nutriva una notevole sensibilità verso la letteratura e le altre arti,

per questo era solito circondarsi di intellettuali e di artisti > incarichi politici

assegnati a intellettuali e ricercatori

• BATTAGLIE PER I DIRITTI CIVILI: nel 1962 Kennedy invia l’esercito ad

Oxford per proteggere l’ingresso di uno studente nero ; così nel 1963 inviò

l’esercito a Birmingham. “Oggi siamo impegnati su una battaglia su scala

mondiale per promuovere e proteggere i diritti di tutti quelli che vogliono

essere liberi” (Kennedy)

• PRESIDENZA DI JOHNSON: Johnson succede a Kennedy con un

programma di riforme finalizzato al raggiungimento di una “Grande Società”:

1) sussidi scolastici; 2) assistenza medica per i cittadini meno abbienti; 3)

riqualificazione delle aree urbane più degradate e della purificazione

dell’aria, dell’ambiente e dell’acqua; 4) raggiungimento di una reale

uguaglianza tra i cittadini (“Civil Rights Bill) > questo sogno si infrange a


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

6

PESO

23.04 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue, culture, letterature, traduzione
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher usernarcy di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Lingua e letteratura anglo-americana I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Tattoni Igina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Lingua e letteratura anglo-americana i

Ralph Emerson
Appunto
Parte storica Stati Uniti d'America (anni 50-60)
Appunto
Riassunti letteratura e storia americana anni 50-60+Ken Kesey
Appunto
Letteratura spagnola
Appunto