Che materia stai cercando?

Studi e procedura di impatto ambientale, riassunti Appunti scolastici Premium

Appunti di Studi e procedure di impatto ambientale basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Torretta dell’università degli Studi Insubria Como Varese - Uninsubria, facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali - Varese. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Studi e procedure d'impatto ambientale docente Prof. V. Torretta

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

PROCEDURA SCOPING (orientamento facoltativo):

Ha l’obiettivo di individuare gli argomenti da sviluppare ed approfondire nel S.I.A.

Si svolge come un dialogo tra l’ autorità competente ed il proponente.

Ai progetti di quali opere si applica?

In italia si applica ad opere valutate secondo criteri di:

Specificità dell’opera.

1) Dimensione dell’opera.

2) Particolare sensibilità ambientale di un sito.

3)

Chi sono gli attori in gioco?

Proponente: colui che propone la realizzazione dell’opera. Ha il compito di presentare l’istanza, di

elaborare il progetto e lo studio d’impatto ambientale.

Autorità Competente: La pubblica amministrazione a cui compete l’adozione del provvedimento

conclusivo di V.I.A.

Pubblico interessato: ha diritto di accedere agli atti, non partecipa alla conferenza dei servizi e alle

valutazioni.

Pubblico direttamente interessato: ha diritto di vedere gli atti, può inviare osservazioni, può

richiedere modifiche di progetto, non partecipa alla CdS Nè al voto.

Definizioni:

Conferenza dei servizi: momento di riunione degli enti, divisa in più sedute. La prima riguarda

l’illustrazione del progetto da parte del proponente. In questa sede si discutono i pro e i contro, si

discutono i pareri. Si possono fornire integrazioni. Si può fare una deroga per allungare il tempo a

disposizione.

Possiamo avere V.I.A. a livello NAZIONALE e V.I.A. a livello REGIONALE, a seconda dell’entità

dell’impatto previsto per l’opera.

V.I.A. NAZIONALE: Riguarda i progetti in Allegato II.

V.I.A. REGIONALE: Riguarda i progetti in allegato III e IV in aree naturali.

PROCEDURA (uguale per entrambe)

Il proponente presenta istanza al Ministero dell’Ambiente con progetto, S.I.A. e sintesi non

1) tecnica dell’opera, in formato elettronico.

L’istanza viene consegnata, vengono pagate le spese d’istruttoria e viene pubblicata

2) l’istanza.

Gli enti possono esprimere pareri, che poi l’A.C. ed il comitato usano per esprimere un

3) parere finale, che può essere di diniego o autorizzativo.

Pubblicizzazione dell’esito finale.

4)

PROCEDURE SEMPLIFICATE

Emesse dal CIPE (Comitato Interministeriale Programmazione Economica) riguardano opere di

pubblica utilità o strategiche a livello nazionale. Ci si può limitare ad un progetto preliminare come

progetto definitivo, che terrà conto delle prescrizioni.

V.I.A. INTERREGIONALE

Si ha nel caso in cui il progetto coinvolga due o più regioni confinanti. Il progetto deve essere

svolto d’intesa tra le autorità competenti. La norma obbliga all’acquisizione del parere dell’ente che

subisce l’impatto negativo. In caso di disaccordo tra autorità competenti interviene il Presidente del

consiglio che può disporre l’applicazione di procedure di competenza statale.

V.I.A. TRANSFRONTALIERA

Vanno informati e devono disporre della documentazione anche gli stati attivi che subiscono effetti

dell’opera.

Quali sono i progetti esenti da V.I.A.?

- Progetti di opere destinate alla difesa nazionale.

- Progetti disposti in via d’urgenza per salvaguardare incolumità di persone o mettere in sicurezza

immobili in pericolo in caso di calamità.

- Progetti non elencati negli allegati del D.lgs 128/2010.

MONITORAGGIO PRIMA, DURANTE E DOPO LA PROCEDURA DI V.I.A.

PRIMA: Serve ad ottenere informazioni sulla qualità ambientale esistente.

DURANTE: Serve ad assicurare il controllo sugli impatti ambientali in modo da individuare

eventuali impatti non previsti ed eventualmente adottare misure correttive.

DOPO: Può essere effettuato nell’ambito delle ricerche e delle indagini di base nel sito interessato ,

prima della realizzazione dell’opera.

STUDIO D’IMPATTO AMBIENTALE (S.I.A.)

Cos’è?


PAGINE

6

PESO

19.71 KB

PUBBLICATO

8 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in ingegneria per la sicurezza del lavoro e dell'ambiente
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sweetcandies03 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Studi e procedure d'impatto ambientale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Insubria Como Varese - Uninsubria o del prof Torretta Vincenzo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!