Che materia stai cercando?

Storia moderna e contemporanea dell'Africa - colonialismo italiano in Africa Appunti scolastici Premium

Appunti di Storia moderna e contemporanea dell'Africa sul colonialismo italiano in Africa, contenenti una breve rielaborazione del quadro storico-sociale a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, i tentativi di miglioramento delle chances diplomatiche con lo scopo di conquistare territori e risorse in Africa e in Asia, l'influenza della guerra... Vedi di più

Esame di Storia moderna e contemporanea dell'Africa docente Prof. I. Taddia

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL COLONIALISMO ITALIANO IN AFRICA

Il colonialismo italiano è avvenuto in ritardo e ha avuto proporzioni più ridotte di

quello degli altri stati. L’espansione dell’Italia in Africa iniziò dalle coste del

mediterraneo e si concentrò nella regione del Mar Rosso, ma nel Mediterraneo l’Italia

si trovava a fronteggiare interessi pesanti di concorrenti come Francia e Gb poco

disposti a fare concessioni. Dovette così accontentarsi di una prelazione sulla Libia

che tradusse in conquista solo nel 1911. Per molti anni l’Africa restò un terreno

relativamente secondario x la nostra politica estera. L’Italia era cmq più attratta dal

nord Africa dove risiedevano comunità ingenti di italiani soprattutto in Egitto e

Tunisia. Un obiettivo fisso della politica coloniale dell’Italia era la lontana Abissinia

o Etiopia. A spingere nel senso del colonialismo contribuirono i viaggiatori e studiosi

legati a società geografiche o gruppi di interesse. Il colonialismo Italiano non era

mosso da motivazioni strettamente economiche , ricorrente è stata la ricerca di

sbocchi per la popolazione in eccesso, per questo quando si parla di colonialismo

Italiano si parla di un colonialismo demografico. Il ritardo dell’entrata dell’Italia nella

politica coloniale fu giustificato da un’attenta valutazione delle convenienze. Infatti

non solo l’Italia realizzò tardi l’unità e l’indipendenza nazionale ed era preoccupata

di non turbare le già difficili relazioni con i principali stati europei. Dopo l’unità

infatti l’Italia aveva problemi di stabilità , integrazione e sviluppo che non si

conciliavano con una politica coloniale e gli strappi che poteva provocare. Decisa per

l’Italia fu la generalizzazione del fenomeno coloniale obbligando tutte le nazioni del

concerto europeo a migliorare e rafforzare le rispettiva chances diplomatiche in

Europa con conquiste di territori sudditi e risorse in Africa e in Asia. All’evento

diplomatico decisivo per la spartizione dell’Africa , l’Italia partecipò con un ruolo

secondario. L’insediamento dell’Italia in Africa orientale iniziò nel 1869con l’atto di

compravendita della baia di ASSAB. Tutt’attorno ad Assab venne creata una rete di

interessi e postazioni che allargando via via l’occupazione culminò nella fondazione

dell’ERITREA .Nel 1885 l’Italia occupò la città portuale di MASSAUA e il relativo

retroterra. La colonia Eritrea fu proclamata ufficialmente il 1° gennaio 1890 con

ASMARA come capitale. L’altra direttrice di penetrazione nell’Africa orientale fu la

regione costiera del CORNO vero e proprio abitato da somali. Non avendo di fronte

una potestà unitaria , l’Italia procedette per gradi, tutti gli insediamenti italiani

riguardavano la costa affacciata sull’Oceano Indiano. L’Italia come stato prese il

controllo diretto della SOMALIA nel 1905, la colonia fu proclamata nel 1908, la

capitale fu fissata a MOGADISCIO. La posta più ambita dell’espansione dell’Italia in

Africa era comunque l’ETIOPIA, in un certo modo Eritrea e Somalia erano tappe di

avvicinamento. Alla fine l’Italia puntò direttamente al centro firmando con il nuovo


PAGINE

4

PESO

59.55 KB

AUTORE

anita K

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Storia moderna e contemporanea dell'Africa sul colonialismo italiano in Africa, contenenti una breve rielaborazione del quadro storico-sociale a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, i tentativi di miglioramento delle chances diplomatiche con lo scopo di conquistare territori e risorse in Africa e in Asia, l'influenza della guerra italo-turca nelle scelte militari di Mussolini, gli effetti del fascismo sul desiderio espansionistico, il colonialismo a livello europeo, le lotte per l'indipendenza.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in storia
SSD:
Docente: Taddia Irma
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2009-2010

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher anita K di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia moderna e contemporanea dell'Africa e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Taddia Irma.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!