Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

chiesa. Battaglia di Lutero scatena entusiasmi, viene frainteso (es: Quindici Confederati, opuscoli).

Interventi repressivi violenti e feroci; 1525, fine della fase entusiastica della Riforma. ERASMO da

Rotterdam, <principe degli umanisti>, attacca Lutero con De Libero. ZWINGLI, riformatore di Zurigo,

prende distanze da Lutero, atteggiamento positivo nei confronti delle istituzioni politiche, per lui non frutto

del peccato; giustizia divina e giustizia umana come due modi dell’unica signoria di Dio sul mondo. 1525

prime espulsioni da Zurigo e pena di morte per l’amministrazione del battesimo. CALVINO: con lui la

Riforma supera la crisi della morte di Zwingli, ricalca la dottrina luterana e zwingliana della grazia e della

salvezza, subisce l’influsso di Bucero. 2 principi fondanti di Calvino: 1 Infinita potenza di Dio e 2

Irrinunciabile indipendenza della chiesa; sovranità di Dio manifestata con la provvidenza

4 IL PENS POL DELL’ASSOLUTISMO - <assolutismo> = forma di potere centralizzate del potere

politico, in connessione con lo Stato moderno; tra 500 e 700 l’assolutismo caratterizza il mutamento radicale

del rapporto tra diritto e potere; definizione: <quella forma di governo in cui il detentore del potere esercita

quest’ultimo senza dipendenze o controlli da parte di altre istanze, superiori o inferiori>. REPUBLIQUE di

BODIN – origine della moderna concezione imperativistica della norma civile, <legge di dio e della natura>

= unici poteri superiori. <bisogna eseguire gli ordini del principe anche se ingiusti>. Nuova definizione di

potere assoluto: <per sovranità si intende il potere assoluto e perpetuo proprio dello stato>. LO STATO e

GLI STATI: gli stati come fondamento più sicuro hanno Dio e l’amicizia e la benevolenza reciproca dei

loro membri, da mantenere con alleanze, associazioni, stati, comunità ecc. TRANSIZIONE ALLA

MODERNITA’: differenza tra momento medievale e moderno = <criterio di sovranità>. ETIENNE LA

BOETIE: 1562 scrive una reazione alla crisi d’autorità della monarchia francese. MONTAIGNE:

Assolutismo laico: forma di legittimazione del potere che poggia soltanto sull’effettiva positività

dell’autorità dello stato e della legge. HOBBES: diritto e potere. Pensiero assolutistico convenzionale nella

storia delle idee politiche; obbligazione politica come necessaria sottomissione della volontà dei singoli allo

stato-persona; diritto assoluto congiunto ad un’obbedienza semplice e incondizionata.

COSTITUZIONALISMO MODERNO – risultato dell’assolutismo politico = ridurre a sfera autonoma i

rapporti umani

5 IL PENS POL DELLA CONTRORIFORMA E LA RAGION DI STATO – Problema: elaborare una

teoria dello stato e un’etica politica coerenti con il programma uscito dal Concilio di Trento; pens pol della

controriforma: scritti rivolti a <restaurare la morale tradizionale fondata su dettami divini positivi>.

Antimachiavellisti cattolici: crearono un paradigma negativo di Machiavelli (es: lo scisma di Enrico VIII

frutto di machiavellismo). PRINCIPATO E SOCIETA’ DELLA CONTRORIFORMA – sola difesa dei

principi generali, metodo aristotelico-tomista. LOTTINI: Avvenimenti civili (<principe buono, segue la

virtù machiavelliana>, pensa al bene dei cittadini, persegue l’onesto, padre dello stato, <legge viva>). (…)

Lo spirito della controriforma si coniuga con l’evoluzione materiale degli Stati e delle relative società.

MODELLO REPUBBLICANO E L’UTOPIA – Dopo la metà del 500 il modello repubblicano ideale non è

cercato nella repubblica romana, quanto nelle repubbliche esistenti, o in quelle che andavano costituendosi

in Europa. Utopia come desiderio di evasione dal proprio tempo. La Città del Sole di Campanella è una

protesta contro il malgoverno spagnolo. IL TACITISMO: prova di scetticismo sulla possibilità di definire in

un modo univoco la sfera pubblica. BOTERO: antimachiavellismo di fine 500 nato dal ripensamento delle

tesi del Principe. Botero definisce la ragion di Stato <conoscenza di mezzi atti a fondare, conservare e

ampliare un Dominio>. Ragion di stato di Botero da intendere come <buona>, <vera>, perché moderata,

indirizzata al bene pubblico. Ne contrapponeva una <falsa> da intensificare con il machiavellismo.

6 IL GIUSNATURALISMO MODERNO – Giusnaturalismo = diffusione dell’antica idea del diritto

naturale tra l’inizio del 600 e la fine del 700. Cosa tiene tutti i giusnaturalisti uniti? L’idea che sia possibile

una scienza morale. Per il <metodo nuovo> il compito del giurista non è l’interpretazione ma la

dimostrazione; la fonte del diritto è la natura delle cose. MODELLO HOBBESIANO: poggia sulla politica

di Aristotele e il diritto romano. Modello costruito su 2 elementi: 1Stato di natura; 2Stato civile (modello

dicotomico). CONTRATTO (PASSAGGIO OBBLIGATO): giusnaturalismo moderno: principio di

legittimazione delle società politiche = consenso. 3 forme di società: politica, domestica, padronale. Ciò che

le contraddistingue è il diverso fondamento dell’autorità. Contratto = nasce dall’obbligo del suddito a

ubbidire al sovrano. Se l’unica forma di legittimazione del potere politico è il consenso, all’origine della

società deve esserci un patto. TEORIA RAZIONALE DELLO STATO: separare la giurisprudenza dalla

teologia. Per Locke le leggi naturali sono le leggi della ragione. La razionalità dello stato è la legge. FINE

DEL MODELLO GIUSNATURALISTICO – I giusnaturalisti hanno immaginato la società civile come

un’associazione volontaria di individui, mentre lo Stato è l’unità organica di un popolo. Con Hegel il

modello giusnaturalistico è giunto alla sua conclusione; filosofia di Hegel è sia antitesi che sintesi. MARX:

Nessuno stato ha soppresso lo stato di natura perché lo Stato, anziché essere il trionfo della ragione in terra,

è il mezzo con cui la classe economicamente dominante mantiene il proprio dominio.

7 I REPUBBLICANI INGLESI – Crisi dei fondamenti costituzionali del regno, emerge dai primi anni del

dominio Stuart (rarefarsi di convocazioni dei parlamenti, politica filospagnola, competizione con l’Olanda);

1969: atto che stabilisce l’esistenza di una repubblica. HOBBES: grande spartiacque ideologico del XVII

secolo: salvare l’eredità degli autori classici; 1656 pubblica Oceana, vocazione utopistica del pensiero

repubblicano inglese. DISSOLUZIONE DEL COMMONWEALTH E RESTAURAZIONE

MONARCHICA (1660) –dopo la morte di Cromwell la fragilità dell’esperimento repubblicano compare

con la sua prossimità all’esaurimento. SIDNEY: discourses concering government: partecipazione virtuosa

dei cittadini ai pubblici affari.

8 THOMAS HOBBES – Geometria come modello dell’ordine artificiale: tutto il pensiero filosofico-

politico di Hobbes si riconosce nella ricerca delle condizioni che rendono possibile un ordine politico stabile

e duraturo; Gli studiosi indicano il metodo di risposta al problema del disordine politico da parte di Hobbes

con 4 interpretazioni: 1 Hobbes = polemista politico; 2 Giusnaturalista classico; 3 Umanista; 4 utilizza

geometria euclidea e fisica galileiana.. La retorica usata dai filosofi morali e politici è servita <ben poco alla

conoscenza della verità>; il sapere matematico-geometrico è <l’ottimo modello della vera logica>. Politica

= scienza costruttiva, artificiale. L’uomo non è solo <artefice> ma anche <materia> dello stato. STATO DI

NATURA COME STATO DI GUERRA: nella natura umana si trovano le 3 cause principali di contesa: 1

Competizione, 2 Diffidenza, 3 Gloria. Stato di natura universale = situazione ideale per studiare la

psicologia dell’uomo. <allo stato naturale, la misura del diritto è l’utilità>. Legge di natura in quanto

precetto da distinguere da quella in senso scientifico e in quanto norma. Leggi di natura = regole

prudenziali, norme tecniche utili per aumentare le possibilità di autoconservazione. Per raggiungere il bene

supremo è necessario istituire un potere in grado di tenere tutti in soggezione. Il patto di unione crea una

duplice obbligazione, reciproca tra i sudditi e di ogni suddito con il sovrano, l’alienazione di ognuno di essi

è a favore del sovrano. Il sovrano accorto deve evitare che si diffondano dottrine sediziose.

9 BARUCH SPINOZA – Spicca nel dibattito durante la nascita dello stato moderno per 2 ragioni: 1

difende l’assolutezza del potere del sovrano; 2 individua nella democrazia il potere del tutto assoluto, cioè

razionale e autonomo. METODO DEDUTTIVO: presenta la sua dottrina politica in veste giusnaturalistica,

l’ideale matematico viene da lui concretizzato (come per Hobbes e Pufendorf). Ricorre all’esperienza storica

e psicologica quando esamina i fenomeni politici. Vuole dimostrare con procedimento razionale quelle cose

che si adattano nel migliore dei modi alla pratica. Le passioni dell’uomo vengono esaminate come fenomeni

naturali. Il metodo è uno solo: la dimostrazione deduttiva. E’ l’appetito a precedere e a determinare i nostri

giudizi di valore, i quali risultano essere così solo nozioni relative e soggettive. La mente si eleva

gradualmente alla ragione e poi all’intuizione intellettuale. Immaginazione = passiva, Ragione e Intuizione=

attive. La natura ha pieno diritto su tutto ciò che è in suo potere, perché essa è in radice l’eterna potenza di

Dio, libera. Il patto sociale è ricondotto nell’eterna legge di natura che impone a ciascuno di scegliere il

minore dei mali e il maggiore dei beni. E’ dentro lo stato che la libertà può trovare terreno fecondo alla vita

perfetta.

10 LOCKE E LE ORIGINI DEL COSTITUZIONALISMO – Le idee parlamentari e liberali sorsero e

trionfarono nell’Inghilterra del 600 grazie a nuovi e più dinamici strati della società, interessati a una sua

radicale modernizzazione. PRIMA FASE DEL PENSIERO DI LOCKE: Saggi sulla legge naturale,

trattazione ampia e sistematica della dottrina del diritto naturale, mostrano autonomia e originalità

intellettuale in un periodo hobbesiano. Si può dimostrare l’esistenza della legge naturale a partire dai suoi

principi e le sue conseguenze, i Saggi fanno giustizia sulle critiche che hanno accusato Locke di aver

deformato la dottrina tradizionale della legge naturale. Nei Trattati sul Governo (1690) la legge di natura è

presentata come scontata; capolavoro della filosofia politica di Locke; identifica la libertà degli uomini con

la libertà dei proprietari; la proprietà privata occupa un posto centrale nel su pensiero; per la prima volta

pone il lavoro a fondamento della proprietà privata; l’invenzione e l’uso della moneta giustificano possessi

più ampi che vanno al di là dei giusti limiti di base; gli uomini si riuniscono in società politiche per mutua

conservazione delle loro vite, libertà e averi; il potere dispotico è assoluto e arbitrario, dove uno può togliere

la vita all’altro quando vuole, la conseguenza che uno aggredisce l’altro. IL PATTO: Per Hobbes attraverso

il patto i singoli cedono tutti i diritti al sovrano tranne il diritto alla vita, per Locke invece tutti tranne quello

di farsi giustizia da soli; Potere civile o politico: basati su fiducia e consenso; SEPARAZIONE FRA

SOCIETA’ E CHIESE: chiesa come società libera e volontaria, rapporti regolati da tolleranza.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

5

PESO

39.65 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
Università: Teramo - Unite
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher cecilialll di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del pensiero politico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Teramo - Unite o del prof Carletti Gabriele.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia del pensiero politico

Storia del pensiero politico - Rivoluzione francese
Appunto
Storia del pensiero politico - gli Stati generali
Appunto
Storia del pensiero politico - il federalismo
Appunto
Storia del pensiero politico - la Costituzione americana
Appunto