Che materia stai cercando?

Storia del diritto medievale e moderno - la codificazione penale in Italia Appunti scolastici Premium

Appunti di Storia del diritto medievale e moderno sulla a codificazione penale in Italia. Nello specifico gli argomenti trattati sono: la situazione di partenza;,Codici, pluralità fonti legislative, pluralità organi e situazioni giuridiche/sociali, situazione condizionata a equilibrio. Vedi di più

Esame di Storia del diritto medievale e moderno docente Prof. G. Massetto

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1766  maria  teresa  aveva  commesso  al  senato  la  

• predisposizione  piano  di  riforma  generale  sistema  

giudiziario.  

1781  all’opera  una  nuova  commissione  delegato  x  

• riforma  foro.  

Ciò  si  inserisce  in  quella  poli9ca  dell’assolu9smo  

• orientato  verso  la  consolidazione  piu<osto  che  

verso  la  riforma  radicale  diri<o  pen  e  si  collegano  

a  una  serie  di  tenta9  provvedimen9  governo  

(come  interven9  maria  teresa  x  riduzione  casi  

pena  morte  e  abolizione  tortura)  frammentari  e  

frena9  da  rilu<anze  ambiente  locale  (senato).  

Senato  aveva  in  materia  penale  ampia  autorità,  

• quasi  legisla9va.  

Periodo  di  a<enzione  dal  1786,  i  provvedimen9  riforma  

• giudiziaria/legisla9va  messi  a  segno  dall’illuminato  

Giuseppe  II,  radicali,coordina9  e  sistema9ci.    

Fu  punto  partenza:  dopo  una  serie    di  parziali  riforme  

• l’azione  governa9va  ubbidisce  a  disegno  di  globale  

pianificazione  burocra9ca,amministra9va,legisla9va.  

Riforma  razionale  stato/stru<ure  sociali  e  gerarchie  

• potere  AVVIATA!!!  

Stru<ure  ed  eterogenei  meccanismi  sistema  civile  

• lombardo  1786-­‐87:  PROGRAMMA  GIUSEPPINO  DI  

RIFORMA…CODIFICAZIONE..!  

Disegno  rinnovamento  in  due  diverse  fasi:  

1. Rimodernamento  apparato  amministra9vo  giudiziario  

e  procedurale.  

2. Sos9tuzione  codice  pen  austriaco  1787  a  intero  

complesso  legislazione  criminale  lombarda.  

Tale  idea  ispira  proge<o  commissione  leopoldina  1791.  

• Giuseppe  II:  sua  volontà  no  ostacoli,  clamorose,  radicali  riforme  a  

• Milano,  travolto  il  senato  e  vecchio  asse<o  giudiziario.  

Scompare  mondo  par9colarismi/autonomie/centri  privilegi9  di  

• potere.  

Razionale  edificio  di  nuove  gerarchie  giudiziarie  e  stru<ure  

• burocra9che  su  rovine  ordinamento  visconteo-­‐sforzesco  abba<uto  

da  decisione  che  paralizza  ambien9  conservatori,  depositari  vecchia  

tradizione  is9tuzionale/legalitaria  e  che  fece  dubitare  gli  stessi  

esponen9  riformismo  avanzato.  

VERRI:  Giuseppe  II  conosce  sistema  viziato.  No  conosce  che  

• distruzione  leggi  e  pra9che  paese  peggior  rimedio  del  male.  No  

caso  a  opinioni  regina  e  mondo,  fa  sen9re  tuA  illimitata  impotenza,  

conosce  come  norma  solo  il  suo  volere.  

Situazione  di  smarrimento!!  

• Come  baAstrada  nuono  cod.  pen.  Imperatore  dispone  entrata  in  

• vigore  di  una  provvisoria  disciplina  del  processo  penale  ricavata  da  

norma9va  theresiana.  

Grande  peso  intervento  consigliere  di  stato  marchini.  

• Dispaccio  imperiale  1786:  volontà  eliminare  ogni  ostacolo  

• di  natura  processuale  in  Lomb  e  immediata  applicazione  

norma9va  penale  che  andava  preparandosi  in  austria.  

Pubblicazione  nuove  norme  poneva  fuori  d’osservanza  tu<e  

• le  leggi,  pra9che  ,  consuetudini,ordini  senato,  regolamen9  

o  rescriA  sovrani  vol9  a  disciplinare  processo  penale.  

Secondo  giuseppe  II  questo  momento  opportuno  x  

• introduzione  testo  unico  norma9vo  (  cod  austriaco  1787  la  

giuseppina)  che  liquida    completamente  pluralità  fon9    

sistema  civile  locale.  

Tale  idea  rivoluzionaria  anche  x  altri  aspeA:  testo  

• sos9tuendosi  alla  norma9va  fondata  su  cos9tu9ones  e  su  

diri<o  penale  comune,avrebbe  neutralizzato  forse  sociali,  

culturali,professionali  dell’ancien  regime.  

Pericolo  x  aristocrazia  lombarda  cui  interessi  gerarchici  e  il    

• del  cui  potere  sistema  penale  tradizionale  potesse  essere  

espressione  e  garanzia  

Cod  pen  austriaco:  non  potè  entrare  in  vigore  in  italia.  A  

• insuccesso  giuseppino  si  collega  posteriore  proge<o  di  cod  

pen  leopoldo  II.  

TESTO  GIUSEPPINA:  estrema  razionalizzazione  illuminis9ca  

• diri<o  pen.  Seguiva  alla  completa  soppressione  tortura  in  

austria  (  decreto  imperiale  1776)  e  riduzione  casi  pena  

morte.  

Illuminismo  sovrano  austriaco  +  evidente  se  pensiamo  

• principi  ispiratori  cod  1787  da  quelli  che  reggevano  la  

consi99o  criminalis  theresiana  entrata  in  vigore  20  anni  

prima  e  dv  dominavano  pena  morte,tortura  e  idee  

tradizionali  du  repressione  criminale  del  gemeine  deutsche.  

Legge  penale  giuseppina  che  sos9tuisce  theresiana  già  nelle  

• dichiarazioni  promulgazione  presenta  impostazione  

consona  a  i  tempi.  

Marat  si  vanta  di  essere  tra  ispratore  giuseppina.  

• Cod  pen  1787  era  genuino  prodo<o  filosofia,do<rina  

• giusnaturalis9ca  germanica  di  fine  secolo  

Testo  giuseppino  is9tuisce  principio  legalità  pena  e  rigido  vincolo  del  

• magistrato  alla  legge  penale,  confina  entro  i  limi9  eccezionali  della  

procedura  statuaria  la  pena  di  morte.  

Prevista  la  Forca(  oltre  confisca  beni)  x  capi  sedizione  nell’ipotesi  max  

• grado  di  malizia  pregiudizio  generale:  tumulto  grave  e  criminoso  che  me<e  

in  pericolo  sicurezza  nazione  stato.  

Giuseppe  prospe<a  1  dei  2  mo9vi  x  cui  anche  Beccaria  può  comminarsi  la  

• pena  di  morte:  

1. Sua  esistenza  produce  rivoluzione  pericolosa  nella  forma  di  governo  

2. Sicurezza  stato  anche  se  privo  di  libertà  

Codice  improntato  a  uno  spirito  d’in9midazione  spietata,  crudele  durezza  

sanzioni  deten9ve/corporali  appariva  risultato  raffinata  fantasia  puni9va  

e  fredda  speculazione  u9litaris9ca  sull’efficacia,esemplarità  e  la  funzione  

poli9co-­‐sociale  della  pena.  

Giuseppe  II  si  ispira  a  Montesquieu,Beccaria,Voltaire:  tralascia  istanze  

umanitarie.  Crea  moderno-­‐razionale  meccanismo  repressivo  +  terribile  

dellecrudeltà  passato  da  lui  abolite.  

1775  si  pronuncia  nel  senso  che  i  lavori  forza9  (  +  incatenamento,+  bastonate)  

 sos9tuiscono  pena  morte  e  lavoro  condanna9  da  profi<o  a  società.  

Cara<eriche  sn  pun9  forza  codice  giuseppino  che  lo  rendono  chiuso  a  nuove  

norme  


PAGINE

14

PESO

72.05 KB

AUTORE

luca d.

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Storia del diritto medievale e moderno sulla a codificazione penale in Italia. Nello specifico gli argomenti trattati sono: la situazione di partenza;,Codici, pluralità fonti legislative, pluralità organi e situazioni giuridiche/sociali, situazione condizionata a equilibrio.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in giurisprudenza
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher luca d. di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del diritto medievale e moderno e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Massetto Gianpaolo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia del diritto medievale e moderno

Storia del diritto medievale e moderno - lezioni
Appunto
Storia del diritto medievale e moderno progredito
Appunto
Storia del diritto medievale e moderno - Appunti
Appunto
Appunti Storia del diritto medievale e moderno
Appunto