Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

successivamente dal vapore. Si fermava quando si rompeva il filo ed era molto

maneggevole.

Generalmente, questi inventori, dopo aver messo a punto le loro invenzioni, mettono su

una fabbrica dove si adoperano dette macchine.

La macchina a vapore NON crea l'industria, ma le da potenza. Essa è solo una nuova

energia, precedentemente umana, animale o idraulica. I macchinari sono prima fatti di

legno, poi con l'invenzione della macchina a vapore diventano di metallo (ferro)

La macchina a vapore esisteva già dal 1600 e serviva come una pompa per prosciugare

l'acqua delle miniere di carbone, ma era molto dispendiosa e quindi di diffusione limitata.

James Watt semplicemente la migliora. CONTINUAZIONE DEL 15.10.2013

Dal 1776 si applica la macchina a vapore anche nel processo di fusione di metalli.

GHISA: Campo di applicazione vastissimo, soprattutto nell'edilizia.

MATTHEW BOULTON e JOSIAH WEDGWOOD, l'imprenditoria moderna.

Matthew Boulton fu il capo della Soho Manufactory, fabbrica molto efficiente che

produceva piccoli oggetti di metallo, detti Toys (bottoni, spilli, fibbie, oggetti per la moda in

generale, ecc...) vicino a Birmingham (centro di produzione di bottoni e fonderia in

generale). Produceva prodotti di argento per quelli che potevano permetterselo e di

'Sheffield plate'(rame rivestito di un sottile strato di argento) per quelli meno abbienti, ossia

la borghesia. In effetti, Boulton a un certo punto compra una miniera di rame, che poi li

fornirà la materia prima per la sua produzione di monete. Produsse anche i cosiddetti

'ormolu', una specialità francese che consisteva nel fare un pezzo con una miscela di oro

e rame e poi estrarre il rame riscaldandolo. Era partner di James Watt e membro chiave

della Lunar Society (altri membri noti: J. Watt, E. Darwin-nonno di C. Darwin, J.

Wedgwood). Ha coniato le monete inglesi. E' riuscito a installare la macchina a vapore in

parecchie fabbriche sia in Inghilterra che all'estero.

E' importante dire che in Inghilterra c'era scarsità di legna, e fece si che gli inglesi di

'dessero da fare' per cercare una risorsa alternativa di, inizialmente, calore, e

successivamente energia. La città di Birmingham, ricca di carbone, si era espansa

dall'inizio del XVIII secolo, ed era specializzata nel settore del metallo. Non essendoci

fiumi o canali artificiali, si specializzarono nella produzione dei cosiddetti toys.

Frenchman Alexander Missen wrote that while he had seen excellent cane heads, snuff

boxes and other metal objects in Milan, "the same can be had cheaper and better in

Birmingham".

Nella sua fabbrica, Boulton garantiva ai suoi lavoratori assicurazione contro infortuni e

malattia e prendeva come apprendisti solo ragazzini di famiglie povere o orfani (perché

sarebbero stati molto più bravi nel futuro?!?)

Josiah Wedgwood, fondatore della Wedgwood, fabbrica di porcellana nelle vicinanze di

Birmingham, fu un personaggio chiave per la Prima Rivoluzione Industriale. Anche lui

faceva parte della Lunar Society e fu un abolizionista, producendo un cammeo con la

scritta 'Am I not a Man and a Brother?' sotto un immagine di un uomo nero. Questo

cammeo fu distribuito e diventò una moda tra le donne dell'epoca.

Nella sua fabbrica, Wedgwood impiegava progettisti, di solito architetti, per disegnare i

suoi prodotti, che erano di stampo seriale, avendo poche o nessuna variazione tra pezzi.

Aveva diverse linee produttive, tra le quali linee di 'utilità' e linee di tendenza. I suoi pezzi

erano sottoposti a controlli di qualità. Viaggia periodicamente a Londra e ad altri paesi per

sponsorizzare i suoi prodotti, portando cataloghi e tenendo presenti le opinioni dei

compratori.

Wedgwood fu anche il creatore del pirometro, strumento precedente al termometro che fu

utilissimo per il processo di produzione della porcellana.

Anch'esso dava molta importanza ai suoi modellatori e lavoratori in generale, e adottava

progettisti.

William Murdoch fu un ingegnere e inventore scozzese. Si occupava dei macchinari nella

Soho Manufactory e è noto per il suo studio dell'illuminazione a gas. Inizia la

sperimentazione nel 1792 e nel 1802 illuminerà l'esterno della Soho ad olio.

Successivamente illuminerà anche l'interno della manifattura e altre fabbriche inglesi.

Problemi delle lampade ad olio precedenti: Fumo, luce che balla, consumo di O2 e

conseguente mal di testa. Il sistema Argand (inventata nel 1783 dall'omonimo chimico

svizzero) prevedeva uno stoppino piatto che bruciava meglio, non produceva fumo e

consentiva la regolazione della fiamma con una rotellina. Inoltre un cilindro di vetro

proteggeva la fiamma dal vento e incanalava il fumo.

Murdoch, per ragioni ignote, non brevetta il suo sistema di illuminazione, che viene

successivamente copiato e studiato da altri. L'illuminazione passa dall'ambito della

fabbrica a quello della città e successivamente a quello domestico. La luce a gas aveva

comunque problemi: il fumo anneriva pareti e tappeti, il consumo di O2 causava nausea e

mal di testa.

Cokeizzazione del carbone: eliminazione di alcuni elementi dal carbone. Dal processo si

ricava un gas infiammabile.

Nel 1700 si afferma lo stile Neoclassico, caratterizzato dall'Illuminismo, dallo studio

dell'antico (potenziato dagli scavi di Ercolano e Pompei), dal Grand Tour. Infatti, il Grand

Tour era il viaggio culturale fatto dalle giovani generazioni dell'aristocrazia e consisteva in

un giro d'Europa, con meta finale generalmente in Italia. Solo i più abbienti se la potevano

permettere, perché a quell'epoca i viaggi costavano parecchio. Robert Adam, architetto

inglese molto rinomato e massimo esponente di quest'epoca in Inghilterra, fa il Grand

Tour, dove fa i rilievi del Palazzo di Diocleziano (poi pubblicato insieme a tutti gli altri rilievi

fatti). Risistema Osterley Park, usando il linguaggio classicheggiante (è importante dire

che il neoclassico non copia il classico, ma lo ripropone, ne interpreta gli elementi e crea

un linguaggio diverso).

Ebanista: l'artigiano che faceva mobili 'belli', cioè con cura formale e uno stile, con

materiali pregiati e per le classi sociali più abbienti. Chippendale è uno dei più conosciuti

ebanisti e collaborò con Adam per progettare interni. Non era un semplice artigiano, ma

aveva un gusto raffinato.

Il Rococò non è uno stile che va molto di moda in Gran Bretagna. Data 22.10.2013

Inghilterra I metà del XIX secolo

Uno degli aspetti di successo per la rivoluzione industriale fu la nascita della ferrovia.

Il principale problema delle manifatture e fabbriche era il trasporto, per la stragrande

maggioranza fluviale. Dove non c'erano fiumi si creavano canali artificiali. Quelli lontani ai

canali mettevano la merce in carrelli e li facevano scorrere su binari di prima legno e poi

ghisa, trainati da bambini o animali.

Una delle primissime locomotive funzionanti è di Richard Trevithick. I primi viaggi sono

felici, ma i binari, in ghisa, sono parecchio fragili e dopo qualche viaggio si spaccano e

l'impresa viene abbandonata. Nel 1809 fa una dimostrazione a mo di gioco a Londra,

chiamata 'Catch-me-who-can'. Con questa impara che i binari non possono fare curve

troppo chiuse.

John Blenkinsop: ulteriori studi

George Stephenson: è quello che 'inventerà' e darà credibilità alla ferrovia. Lui mette a

punto lampade più sicure per le miniere.

Nel 27 Settembre 1825 si inaugura la ferrovia Stockton(porto)-Darlington(zona agricola

e manufatturiera). Stephenson si offre di fare per loro una locomotiva, poiché l'idea

iniziale era che ci passassero carrelli trainati da cavalli. Con questo esperimento si

rendono conto che il costo del trasporto cade del 30-50%. Questo è comunque un mezzo

temuto, percui stabiliscono che la locomotiva dev'essere preceduta da un uomo a cavallo

con una bandiera. Il treno porta 6 vagoni di carbone e farina, 1 vagone di lusso e 20

vagoni con civili in panche di legno. Il treno raggiunge una velocità massima di 24km/h

La prima linea di successo però è quella che collega Liverpool-Manchester. Le

operazioni sono mosse da spirito imprenditoriale, senza finanziamenti/aiuti dello Stato.

Linea con doppio binario, siccome la strada Liverpool-Manchester è irregolare, si devono

costruire viadotti, poiché la locomotiva non è in grado di fare curve chiuse/salite. Ogni città

vuole far parte del tracciato della ferrovia. Le locomotive che Stephenson mette a punto

per questa tratta (la 'Rocket') non erano curate dal punto di vista estetico-formale. Ci si

pone il problema di come dev'essere fatta una stazione ferroviaria. Viaggio inaugurale: 15

Settembre 1830: segnato da una disgrazia, un patrizio incauto viene messo sotto dalla

locomotiva... Se ne fregano, ciao ciao e continuano il viaggio. I suoni per avvertire che la

locomotiva sta arrivando nella stazione sono molto forti. I vagoni passeggeri di prima

classe sono letteralmente carrozze, le cui ruote sono tolte e poi rimesse se uno vuole

continuare il viaggio dopo l'arrivo a destinazione. La seconda classe viaggia seduta in

panche di legno e la terza classe viaggia in piedi in veri e propri vagoni merce.

Gli sterratori, quasi tutti di origini irlandesi, vivevano lungo il tracciato della ferrovia in

tende.

London-Birmingham(1838): Stazione di Londra a Euster Square: interni molto sobri, fatti

con colonne in ghisa, tetto con l'anima in ghisa e e pannelli di vetro+parti in legno. Ci sono

una biglietteria, lato degli arrivi e partenze separati.

Dal momento che si crea la strada ferrata l'Inghilterra la brevetta e quindi diventa merce.

La ferrovia fino ad oggi tiene la sinistra (traccia 'vestigiale' del primato inglese in campo).

Dagli anni '40 dell'800 cambia il panorama della città di Londra.

Anche in America, nel 1830 circa, nascono i treni principalmente per il trasporto merci. Le

locomotive erano significativamente diverse(c'erano fanali ad olio, carrozze diverse per

uomini-dove si poteva fumare- e donne, la carrozza del conduttore era protetta). Aveva

anche una 'gonnellina' davanti che serviva per togliere tronchi di alberi e cose che

potrebbero danneggiare o bloccare la locomotiva, poiché il terreno negli USA era molto più

selvaggio e 'vergine'. Il guidatore era ache un meccanico. In USA c'era una sola classe.

L'entrata è alle estremità dei vagoni, che disponevano di riscaldamento, luci (prima ad olio,

poi elettrica) e toilette.

Il viaggio New York-California durava 8 giorni e costava pochi dollari. Disponibile noleggio

di sacchi a pelo a 75 cent oppure si montavano veri e propri letti per la notte.

George Mortimer Pullman crea nel 1864 il treno con 'cuccette', soprannominato Pullman

sleeper, che può essere visto nel film Some Like it Hot. Costavano circa 5x quelle

'normali'. C'erano anche carrozze buffet con panini, bibite calde ecc.. dal 1868 viene

introdotta una carrozza ristorante.

La prima locomotiva reale apparteneva alla regina Vittoria ed è del 1842.


ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

7

PESO

31.15 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in design del prodotto industriale (COMO - MILANO)
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher pahcoccioli di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia dell'arte, dell'architettura e del design e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Politecnico di Milano - Polimi o del prof Tonelli Maria Cristina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia dell'arte, dell'architettura e del design

Storia dell'arte, dell'architettura e del design - Aristotele
Appunto
Storia dell'arte, dell'architettura e del design - Italia tra le due guerre, il dopoguerra, anni 50
Appunto
Storia dell'arte, dell'architettura e del design - Anni 60
Appunto
Storia dell'arte, dell'architettura e del design - Anni 70
Appunto