Che materia stai cercando?

Statistica, appunti

Appunti di statistica su: numeri indici - moda - media - mediana - quartili - curtosi - chi quadrato - probabilità - correlazione - indice di Fischer basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Coccarda dell’università degli Studi Ecampus - Uniecampus. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Statistica docente Prof. R. Coccarda

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

“senza ripetizione o senza remissione” di una pallina color verde, nella prima prova, dall’urna

contenente una sola pallina verde. La probabilità che nella seconda prova esca una pallina

verde è 0 in quanto l’evento è impossibile. Se l’evento E si è verificato, gli eventi elementari

che formano F devono essere inclusi anche in E, ovvero questi sono comuni a E ed F.

12.Correlazione

In statistica per correlazione si intende una relazione tra due variabili statistiche tale che a

ciascun valore della prima variabile corrisponda con una "certa regolarità" un valore della

seconda. diretta positiva

La correlazione si dice o quando variando una variabile in un senso anche l'altra

varia nello stesso senso (alle stature alte dei padri corrispondono stature alte dei figli).

indiretta inversa negativa

Si dice o o quando variando una variabile in un senso l'altra varia in

senso inverso (a una maggiore produzione di grano corrisponde un prezzo minore).

indici di

Il grado di correlazione fra due variabili viene espresso mediante i cosiddetti

correlazione.

Questi assumono valori compresi tra - 1 (quando le variabili considerate sono inversamente

correlate) e + 1 (quando vi sia correlazione assoluta cioè quando alla variazione di una

variabile corrisponde una variazione rigidamente dipendente dall'altra), ovviamente un indice

di correlazione pari a zero indica un'assenza di correlazione.

Due variabili indipendenti hanno sicuramente un indice di correlazione pari a 0, ma al contrario

un valore pari a 0 non implica necessariamente che le due variabili siano indipendenti.

Il livello di non correlazione (o di correlazione) di una variabile causale bidimensionale discreta

XY è misurato dal coefficiente di Bravais-Pearson che è calcolato come rapporto tra

la covarianza delle due variabili ed il prodotto delle loro deviazioni standard.

13.Definizione di distribuzione normale (o distribuzione di Gaussiana)

La distribuzione normale (o distribuzione di Gaussiana) è la distribuzione continua più

utilizzata in statistica. La distribuzione normale può essere utilizzata per approssimare

numerose distribuzioni di probabilità discrete.

14.Distribuzione di Poisson

La legge di distribuzione poissoniana è detta anche legge degli eventi vari, in quanto la

probabilità che l’evento si verifichi per ogni prova è bassa, mentre il numero di prove è molto

alto.

Nella pratica della ricerca essa sostituisce la distribuzione binomiale quando si assume che la

probabilità del verificarsi dell’evento P è minore di 0,05 e il numero di prove è superiore a 100.

15.Zeta standardizzata

La distribuzione normale standardizzata è una distribuzione particolarmente utile nelle

operazioni dio stima statistica. Essa presenta media uguale a 0 e scarto tipo pari a 1. Una

x−μ

z=

qualsiasi distribuzione normale standardizzata secondo la formula: σ

X è l’ascisse del punto considerato della distribuzione normale di partenza.

μ è la media della distribuzione normale di partenza.

σ è lo scarto tipo della distribuzione normale di partenza.

La nuova distribuzione è anche chiamata distribuzione dei punti z (o punti standard).

Parlare del test di ipotesi e errori di I e II tipo

16.

I test hanno lo scopo di verificare se un ipotesi formulata su un determinato parametro di

interesse, debba essere accettata o no. Per ipotesi si intende un valore stabilito a priori

riguardante un parametro della popolazione di interesse. Le due ipotesi in opposizione sono: H₀

= ipotesi nulla o di interesse H₁ = ipotesi alternativa

Errore tipo I se si rifiuta l’ipotesi di interesse sotto quella alternativa quando si sarebbe dovuta

accettare.

Errore tipo II se si accetta l’ipotesi di interesse sotto quella alternativa quando si sarebbe

dovuto accettare.

17.Indice di asimmetria di Bowley 3


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

4

PESO

32.70 KB

AUTORE

Crikia95

PUBBLICATO

7 mesi fa


DETTAGLI
Esame: Statistica
Corso di laurea: corso di Laurea in Economia e Commercio
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Crikia95 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Statistica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ecampus - Uniecampus o del prof Coccarda Raoul.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Statistica

Statistica: esercitazioni varie
Esercitazione
Appunti Economia applicata
Appunto
Domande esame microeconomia
Appunto
Domande esame Macroeconomia
Appunto