Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Economica, visto che la domanda interna in madrepatria è

bassa, si cercano nuovi territori in cui commerciare i propri

prodotti, o secondo WEBER si cercano nuovi territori per

alzare il livello socio-economico di coloro che vivono in madre

patria

periferica COME REAZIONI A SITUAZIONI NON

SODDISFACENTI IN PERIFERIA

politica NAZIONALISMO

realista SQULIBRIO OCCIDENTE E TERZO MONDO

IDEOLOGICA -> OCCIDENTALIZZAZIONE

3. Caratteristiche I G m

La I g m va dal 1914 al 1919, è durata 4 anni e mezzo, ha coinvolto

ben 33 stati e causato 10 milioni di morti.

La I G M è stata una guerra di logoramento, ovvero una guerra il cui

stremo l’avversario.

obiettivo è quello di portare allo

Fu una guerra in cui vennero introdotte innovazioni e migliorate

quelle già esistenti. Infatti comparirono carri armati, bombe a gas,

maschere anti-gas, la radio, SOTTOMARINO -> GUERRA

SOTTOMARINA

Una cosa importante di questa guerra è che le donne ebbero una

funzione importante. Dato che gli uomini abbandonavano le

fabbriche e le terre per andare a combattere, le donne presero il

loro posto in quell’apparato produttivo di guerra in cui si

producevano armi, alimentari, divise e tutto ciò che serviva per la

guerra.

PROPAGANDA

4. il sistema bismarckiano

Bismarck era il cancelliere tedesco che elaborò una serie di

alleanze per stabilire un’equilibro.

Prima la lega dei 3 imperatori (1873 con Austria, Ungheria e

Russia) poi la Triplice Alleanza (con Austria e Italia).

Quando venne defenestrato, prese il potere Guglielmo II che

abbandonò questa politica di equilibro per l’aggressività.

5. le guerre balcaniche

La prima guerra balcanica porta alla conquista della macedonia da

parte della LEGA BALCANICA che si era schierata contro la

Turchia.

La seconda guerra balcanica vede la Bulgaria contro la Serbia, la

Bulgaria viene sconfitta.

Dopo queste 2 guerre balcaniche, la Serbia acquisì il ruolo di

potenza centrale del baltico e si ha l’accerchiamento dei principali

imperi.

6. 1917 anno + importante perché

il 1917 è l’anno più importante della I G M perche vede la presenza

di 3 eventi: all’uscita della Russia dalla I G M

- rivoluzione russa che porterà

- ingresso in guerra degli Stati Uniti il 6/04/1917. Gli Usa entrarono

in guerra con il pretesto formale di essere stati colpiti dalla guerra

sottomarina della Germania. Entrano sulla base dei 14 punti di

Wilson che prevedevano una volta finita la guerra, il libero

mercato, l’abolizione delle frontiere, il principio di

autodeterminazione dei popoli, ma anche a causa dei prestiti

concessi alla triplice Intesa. Infatti la perdita della triplice intesa

avrebbe causato una forte crisi economica in Usa

si era infatti diffusa l’idea che

- disfattismo e malcontento popolare,

era meglio perdere qualche territorio ed uscire dalla guerra per

ottenere la pace immediata dato che la guerra non aveva risolto

nulla, anzi aveva causato la morte di moltissime persone.

7. i trattati della I g m

La I g m finì con 4 trattati:

Il trattato di Versailles 28/06/1919 non fu una pace wilsoniana,

bensì una pace punitiva. Fu un diktat che il paese sconfitto (cioè la

Germania) non poté rifiutare. Questo trattato prevedeva: lo

smantellamento dell’esercito, poteva essere composto da massimo

100.000 uomini, sanzioni economiche, che saranno

successivamente stimate in 132 miliardi di marchi d’oro, la

smilitarizzazione della Renania e mutilazioni territoriali. L’Alsazia e

la Lorena erano Francesi, la Pomerania alla Polonia, La Slesia

accorpata alla Cecoslovacchia.

Il trattato di Sevres IRAQ INGLESE, LIBANO E SIRIA FRANCESI

Il trattato di Saint German

Il trattato di Trianon, per alcuni storici fu la causa della II G M.

Prevedeva l’accorpamento di molti stati alla Jugoslavia tra cui

Croazia, Slovenia, Bosnia. Cecoslovacchia la Boemia, la Moravia e

la regione dei Sudeti.

8. la rivoluzione russa

La rivoluzione russa scoppiò nel febbraio del 1917 (marzo se si

considera il calendario Russo) a causa dello sciopero di operai e

esercito e portò lo Zar ad abdicare a favore di un governo

provvisorio del quale non faceva parte il partito bolscevico. Il partito

bolscevico aveva una forma di governo parallelo: Il soviet.

Inoltre, Lenin tornò in Russia proclamando Le tesi di Aprile, diversi

punti, i più importanti:

Terra ai contadini

Pace immediata

Tutto il potere ai soviet

Con la rivoluzione di ottobre, il partito bolscevico prese il potere e

che portò l’uscita dalla I G

firmò nel 1918 il trattato di Brest-Litovsk

M della Russia che perdeva però le repubbliche baltiche (Lituana,

Estonia, Finlandia) e Bielorussia e la Finlandia. Alcuni seguaci dello

zar e coloro che erano contro l’uscita della guerra, diedero vita ad

una guerra civile che durò dal 1918 al 1920 che causò la morte di

migliaia di persone. La guerra la vinse il partito bolscevico.

nel 1918 c’era il comunismo di guerra, una politica economica che

aboliva il libero mercato, la moneta e statizzava le industrie.

9. NEP

La NEP, nuova politica economica VARATA NEL 1921 prevedeva

un ritorno alla proprietà privata.

Infatti una quota del raccolto prodotto dai contadini andava allo

stato, il restante poteva o consumarlo o venderlo. La quota di

raccolto successivamente venne sostituita con un’imposta in

denaro.

la NEP prevedeva l’eliminazione del lavoro

Inoltre OBBLIGATORIO

e l’ammissione di piccole imprese private con meno di 20

dipendenti. Quelle che eccedevano ai 20 dipendenti erano proprietà

dello stato.

La NEP portò alla nascita di una nuova classe sociale: i piccoli

commercianti.

10. politica economica di Stalin

Stalin prese il potere in modo violento e dal punto di vista

economico aveva come obiettivo quello di un’economia

collettivizzata e industrializzata. Per fare ciò emanò 3 piani

– –

quinquennali (1928-1932 1933-1937 1937-IGM). Stalin

collettivizzò intere terre dei contadini che vennero espropriati dei

loro beni senza ottenere nulla in cambio, e coloro che si

opponevano a ciò o venivano deportati in campi di lavoro forzato o

è il caso dello sterminio

venivano eliminati fisicamente. Quest’ultimo

dei Kulaki.

L’industrializzazione forzata si ebbe grazie ad un terrore di massa

che portò buoni risultati fino allo scoppio della I G M quando tutto

cambiò.

cosa ha portato alla crisi del ’29? come si è reagito?

11.

La crisi del 29 fu causata dalla sovrapproduzione di prodotti, dalla

saturazione del mercato e dallo spostamento di capitali

dall’industria alla borsa in quanto portava guadagni facili grazie alla

compravendita di azioni che non rappresentavano il valore reale dei

INIZIO’ COSI’

titoli, ma un valore gonfiato. LA SPECULAZIONE IN

BORSA. Il giovedì nero scoppiò la bolla speculativa che causò in

primis la chiusura delle banche, successivamente la chiusura delle

industrie e quindi un aumento della disoccupazione.

L’America guidata dal democratico Roosevelt rispose con il NEW

DEAL, nuovo corso che prevedeva:

AAA agriculture aggiustement act, ovvero una legge che concedeva

del denaro ai contadini che diminuivano la produzione. L’obiettivo

e regolare l’inflazione.

era quello di eliminare la sovrapproduzione

WAGNER ACT, un codice che re-introduceva i diritti sindacali,

come il diritto allo sciopero.

NIRA, national industrial recovery act, un codice di disciplina

PRODUTTIVA che aveva tra i tanti punti il divieto al lavoro nero e

quello minorile –

TVA, tennessee valley authority, un atto che per ridurre la

disoccupazione nel Tennessee intraprendeva una politica di lavori

pubblici.

Visto il successo dell’atto si passò al WPA, simile al TVA, solo che

si estendeva sul territorio nazionale. Una politica che includeva la

costruzione di strade, dighe, autostrade.

Social security act, LA PREVIDENZA SOCIALE che introduceva

sussidi di disoccupazione, di invalidità e assegni familiari.

Questa politica keynesiana non ottenne l’esito sperato, tuttavia

diffuse nel paese un sentimento di speranza e ottimismo. Sarà poi

la II G M a chiudere questa crisi grazie alla corsa al riarmo e ad

un’economia di guerra.

Questa crisi arrivò anche in Europa, In Germania a causa del piano

Dawes, e non si comportò nel modo migliore.

infatti i paesi europei applicarono una politica protezionistica,

causando una contrazione della spesa pubblica, diminuzione dei

salari, disoccupazione e deflazione.

12. Destalinizzazione

Con destalinizzazione si intende il progressivo distacco dallo

stalinismo caratterizzato dal culto della personalità, dalla

deportazione nei gulag e dal terrore di massa. La destalinizzazione

inizia nel XX congresso del partito comunista nel 1956 presieduto

da Krusciov il quale tenne 2 relazioni: una pubblica in cui riteneva lo

scontro della guerra fredda non inevitabile e apriva a posizioni più

razionali e uno privato in cui poneva fine allo stalinismo.

Parallelamente alla questione del canale di Suez, ci furono due

scenari della destalinizzazione:

L’Ungheria voleva uscire dal patto di Varsavia, ma questo non

venne accettato dall’URSS che occupò lo stato e LA POLONIA

voleva allentare il controllo sovietico sul paese, questo fu concesso

a patto che fosse rimasta nel patto di Varsavia.

13. Guerra spagnola

La guerra spagnola va dal 1936 al 1939 e scoppiò a causa della

vittoria alle elezioni del 1936 dei fronti popolari. La guerra vedeva

schierarsi il regime dittatoriale di Francisco Franco alle forze

repubblicane. anche l’Italia e la Germania dalla

Fu una guerra in cui intervennero

parte di Franco. L’Italia entrò in guerra non solo sulla base di motivi

ideologici, ma anche per motivi politico-ambientali riguardanti il

Mediterraneo.

Ad appoggiare le forze repubblicane fu l’Urss, mentre la Francia e

l’Inghilterra non intervennero, anzi quest’ultima dichiarò una politica

di APPEASEMENT (ovvero di pacificazione) -> ERA DISPOSTA

A CONCEDERE ALLA GERMANIA RETTIFICHE TERRITORIALI.

La guerra fu sanguinosa e causò la morte di miglia di persone e si

concluse con la vittoria delle forze dittatoriali che governarono fino

al 1975 anno in cui salì al trono Alfonso XII e aprì le porte alla

democrazia.

Fu una guerra molto importante perché anticipò gli schieramenti

della II G M, permise a Hitler di provare le AVIAZIONE E

ARMAMENTI e fu uno scontro anche tra due ideologie, i valori

occidentali contro il comunismo.

14. dal 1919 al 1933 Germania

gennaio 1919 SPD apre il fuoco contro gli operai

giugno 1919 pace di Versailles

agosto 1919 costituzione di Weimar

1922 pagamento 1^ rata – –

1923 stop al pagamento Francia occupa il bacino della Rurh

Germania inflazione 1 dollaro = 4200 marchi

Putsh di Monaco, tentativo di Hitler di un colpo di Stato, ma viene

imprigionato e in prigione scriverà il Mein Kampt

Strasemann diventa leader, apertura con le altre potenze

1924 piano dawes

1925 accordi di Locarno, un trattato di distensione in cui si

stabilisce che L’Alsazia e la Lorena sono della Francia, non si

stabilisce nulla sul corridoio polacco.

1929 crisi del 29 cambia tutto, inizio di governi fragili

30/01/1933 Hitler diventa Cancelliere

15. totalitarismo definizioni

Esistono varie definizioni e interpretazioni del totalitarismo, secondo

intitolato “Le origini

Hannah Arendt come dice nel suo libro del 1951

del totalitarismo”, il carattere totalitario deriva dalla disintegrazione

dei caratteri sociali. Il controllo di tutta la vita pubblica e privata

del cittadino diventa quindi monopolio dello Stato.

Secondo quanto scritto da 2 autori in: “Totalitarian and dictatorship

del 1956 il totalitarismo è un sistema politico in cui sono

autocracy”

presenti 6 elementi: un’ideologia di massa, un partito unico il cui

leader è carismatico, il monopolio della comunicazione di massa, la

politica economica nelle mani dello stato, la deportazione nei campi

di concentramento di oppositori, la presenza di polizia politica.

Si afferma che i veri regimi totalitari furono 2:

Nazionalsocialismo e stalinismo

16. nazionalizzazione delle masse

La nazionalizzazione delle masse è il passaggio dei valori dei ceti

medi alle masse popolari.

Tra questi valori ci sono tradizioni, usi e costumi, sentimenti che

vanno a fondare la nuova politica. La nuova politica è usata dai

regimi totalitari per acquisire consenso.

17. come Hitler ha preso il potere? quale era il suo progetto?


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

17

PESO

400.60 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione d'impresa
SSD:
Università: Bergamo - Unibg
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher roberto_10 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia contemporanea e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bergamo - Unibg o del prof Mazzei Federico.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia contemporanea

Domande esame Storia contemporanea
Esercitazione
Accordi bilaterali
Appunto
Domande esame Storia contemporanea
Esercitazione
Accordi bilaterali
Appunto