Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Una scoliosi si definisce:

DESTRA : convessità a destra della

curva sul piano frontale

SINISTRA : convessità a sinistra della

curva sul piano frontale

CLASSIFICAZIONE

• Scoliosi funzionali (Atteggiamenti)

• Scoliosi idiopatiche

• Scoliosi congenite

• Scoliosi paralitiche (poliomielitiche)

• Scoliosi da affezioni motorie cerebrali

• Scoliosi e neurofibromatosi

• Scoliosi e malattie genetiche

• Scoliosi da cause diverse

MANIFESTAZIONE

• sintomo isolato

Scoliosi idiopatica (70%)

• sintomo in un quadro clinico complesso

Scoliosi ad etiologia accertata

VALUTAZIONE

• ANAMNESI

• ESAME CLINICO: STATICO - DINAMICO

• ESAME DIAGNOSTICO STRUMENTALE

ANAMNESI

• Ricerca precedenti familiari e collaterali

• Circostanze gravidanza e parto; tappe

sviluppo psicomotorio

• Storia della malattia per classificazione in:

congenita / infantile /giovanile / adolescenziale

/ adulta

• Contesto sociale e familiare

ESAME CLINICO STATICO

In stazione eretta

• Equilibrio bacino: 3 reperi (margine inf.

S.I.A.S. - fossette S.I.P.S.- margine sup. creste

iliache)

• Equilibrio cintura scapolare

• Asse occipitale: distanza che separa la piega

interglutea da filo a piombo teso da C7

• Curve sagittali - frontali

• Gibbo: valutazione in flessione a 80°

ESAME CLINICO DINAMICO

• Estensione e flessione (piano sagittale)

• Inclinazione laterale (piano frontale)

• Rotazione (piano frontale)

ESAME RADIOGRAFICO

Rx colonna in toto in ortostatismo in a.p. e l. l.

Rx colonna in toto in posizione supina in a.p.

Rx colonna in toto in sospensione in a.p.

Rx oblique in piano elezione (cifo-scoliosi)

Rx mano sinistra x età scheletrica

Valutaz. rotazione corpi vertebrali

Valutaz. ossificaz. apofisi creste iliache (Risser)

ROTAZIONE C. VERTEBRALI

• Rot. 0 : spinosa in asse

• Rot. + : spinosa sett. I

• Rot. ++ : spinosa sett. II

• Rot.+++ : spinosa sett. III

• Rot.++++: spinosa fuori

TEST DI RISSER

1. Punti ossificazione

2. Barra incompleta

3. Barra completa

4. Inizio fusione

5. Fusione completa

MISURAZ. RADIOLOGICA CURVE

METODO DI COBB

v.l.s. : vert. limite superiore

v.l.i. : vert. limite inferiore

VT: vert. transizione

VS : vert. apicale

1: curva dorsale

2: curva lombare

Angolo compreso fra la tang. al

piatto vertebrale sup. della

v.l.s. e tangente al piatto inf. della

v.l.i. MISURAZ. RADIOLOGICA CURVE

METODO DI FERGUSON

v.n.sup. : vert. neutra superiore

v.n.inf. : vert. neutra inferiore

v.n.inter. : vert. meutra intermedia

VSD : vertebra apicale dorsale

VSL : vertebra apicale lombare

Angolo compreso fra le rette che

uniscono le vertebre limite alla apicale

SCOLIOSI FUNZIONALI

(ATTEGGIAMENTI SCOLIOTICI)

La scoliosi funzionale è una curva laterale

del rachide, sul piano frontale, del tutto

riducibile.

La curva scoliotica, apprezzabile clinico-

radiograficamente in posiz. eretta, scompare

in decubito supino

FORME ABITUALI

•Alterazioni arti inferiori e cingolo pelvico:

1. Dismetria arti inferiori

2. Rigidità ed attitudine viziata anca

3. Paralisi asimmetriche muscoli cingolo pelvico

Scoliosi funzionale da dismetria arti inferiori

Scolisi funzionale da attitudine viziata in abduzione

dell’anca

• Alterazioni del tronco

1. Paralisi dei muscoli del tronco

2. Paralisi del quadrato dei lombi

3. Paralisi dei mm. paravertebrali

4. Contrattura antalgica mm. tronco

5. Asimmetria funzionale cerniera lombo/sacr.

• Aletrazioni muscoli del collo

1. Retrazioni ed anomalie asimmetriche

2. Parlisi mm. cingolo scapolare

3. Attitudini antalgiche ( Torcicollo traumatico -

Distorsione cervicale - Cervicobrachialgie )

SCOLIOSI ORGANICHE

Alterazione permanente legate ad una

vera e propria alterazione vertebrale

CLASSIFICAZIONE ETIOLOGICA

IDIOPATICHE infantile, giovanile (75 -

80%) adolescenziale CONGENITE

embrionarie (emispondilo)

fetali (sqilibrio mm.tronco)

NEUROPATICHE poliomielitiche - parlisi cer.

- siringomieliche - atassiche

MIOPATICHE

MESENCHIMOPAT. m. Recklinghausen

m. Marfan

m. Morquio

m. Scheuermann

Artrogriposi

TRAUMATICHE iatrogene chirurgiche

fratture

SCOLIOSI IDIOPATICHE

Malattia deformante della colonna vertebrale, ad

etiologia sconosciuta, che evolve fino alla maturità

ossea. (Stagnara 1982)

+++ frequenti

> 20° 1 - 3 x 1000 adulti giovani

Femmine / Maschi = 6 / 1

= 5° 1% adulti giovani

Femmine / Maschi = 1 / 1

EVOLUTIVITA’ GENERALE

L’evoluzione spontanea della scoliosi

tende ad essere più rapida dopo la

spinta pubertaria fino alla maturità

ossea (Beaupére - Duval)

Evolutività scoliosi / Accrescimento vertebrale

• .......

r : test Risser crescita rachide

____ evoluz. scoliosi

• p : aggravamento

E

• p : segni puberali E

• p : aggravamento

i

• 1) : valore angolare

• 2) : velocita accresc.

segmento superiore i


PAGINE

56

PESO

1.77 MB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Malattie dell'Apparato Locomotore e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Specchiulli Vincenzo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Malattie dell'apparato locomotore

Malattie dell'apparato locomotore - Corso completo
Appunto
Ortopedia - Medicina Fisica e Riabilitativa
Appunto
Ortopedia - Fratture
Appunto
Ortopedia - Fratture arti inferiori
Appunto