Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Descrivere le condizioni per avere soluzioni solide sostituzionali.

In esse gli atomi del soluto costituiscono alcuni atomi del solvente. Le condizioni sono: i diametri dei due

atomi non devono differire più del 15%; devono avere la stessa struttura cristallina; la differenza di

elettronegatività dei due atomi deve essere poca; devono avere valenza uguale o quasi uguale.

I cementi contengono una piccola quantità di gesso, perché?

Una presa rapida riduce l’incremento delle proprietà meccaniche; questo è contrastabile con l’aggiunta di

gesso, il quale rallenta la presa reagendo con gli alluminati e formando un sale (ettiningite) che a sua volta

fanno una sorta di pellicola che rallenta la solubilizzazione degli alluminati. La quantità di gessoè regolata

dalle normative, e può arrivare ad un massimo di 7/8%. Una sua eccessiva somministrazione porterebbe ad

un elevata formazione di ettiningite, che potrebbe dar vita a fenomeni fessurativi a causa della sua azione

di espansione.

Esporre le principali differenze tra i due silicati di calcio contenuti nei cementi portland

Il composto 3 CaO*SiO2 risulta essere il costituente fondamentale del clinker presente per il 50% il silicato

tricalcico; è stabile solo al di sopra di 1250 gradi C e fonde incongruente a 2070 gradi C con formazione di

ossido di calcio solido e di un liquido un po’ più ricco di silice del silicato stesso. Una volta formatosi a

temperatura elevata, questo silicato può essere portato in condizioni di metastabilità anche al di sotto di

1250 °C, in quanto la sua velocità di decomposizione in CaO ed il silicato bicalcico è piccola. Esso indurisce

rapidamente ed è il maggior responsabile della resistenza iniziale del cemento Portland. La maggior parte

dell’ idratazione ha luogo nell’ arco di due giorni dal getto e quindi i cementi Portland a rapido indurimanto

contengono una maggiore quantità di silicato tricalcico. L’ altro silicato presente al 25% è il silicato bicalcico

che è stabile anche a temperature basse e fonde congruente a 2135°C, l’ alluminio tricalcico col 10%,

spesso contiene in minima parte ossido di magnesio libero ed è presente perché il calcare di partenza

contiene quasi sempre una piccola percentuale di MgCO3. Nella cottura questo si trasforma in ossido, il

quale in parte si scioglie nei costituenti fondamentali, in parte rimane allo stato libero. Esso ha una reazione

di idratazione molto lenta ed è il maggior responsabile della resistenza meccanica dopo una settimana.

Dare una definizione di copolimero

I copolimeri sono formati da due o più catene diverse tra loro disposte in differenti sequenze:

copolimeri casuali – monomeri diversi inseriti a caso nelle catene AABABBBAA;

copolimeri alternati - monomeri che si alternano tra loro in modo ordinato ABABABABABA;

copolimeri in blocchi- monomeri diversi che si alternano AAAABBBB;

copolimeri ad innesto- innesto di un monomero nella catena di un altro AAAAAAAA.

Descrivere la microstruttura perlitica degli acciai

Nei diversi processi di raffreddamento degli acciai al carbonio una volta scesi sotto il valore di temperatura

pari a 723 °C ( temperaturaeutettoidica) l’ austenite si trasformerà, isotermicamente, in perlite struttura

formata da laminette alternata di ferrite (0.02% C) e cementite (6.67% C) che rimarrà praticamente

inalterata anche a temperatura ambiente.

Definire la temperatura di transizione vetrosa

Definiamo temperatura di transizione vetrosa (Tg) il valore della temperatura al di sotto della quale un

materiale amorfo si comporterà da solido vetroso

Qual’ è un possibile trattamento per aumentare la durezza superficiale di un acciaio

L’ obiettivo di questi trattamenti è quello di aumentare sia la durezza della superficie dell’ acciaio che la

duttilità ed ottenere una buona tenacità del cuore del pezzo. Abbiamo la cementazione che consiste nell’

arricchimento della superficie con il carbonio può essere: solida, liquida o gassosa. La nitrurazione consiste

nell’ arricchimento dell’ acciaio in superficie con l’ azoto, può avvenire n bagno di sale, gassosa e ionica. I

vantaggi della nitrurazione della cementazione sono: maggiore durezza superficiale; minore deformazione;

invarianza della durezza fino a 500 °C (contro i 200 °C). gli svantaggi: minore spessore dello strato indurito;

costo più elevato.

In cosa consiste il trattamento di bonifica effettuato sugli acciai

Consiste nel trattamento di tempra seguito da quello di rinvenimento. La tempra consiste in una completa

austenizzazione dell’acciaio, seguita da un brusco raffreddamento, in acqua o olio, favorendo così la

formazione di una struttura martensitica. Il rinvenimento invece consiste in un riscaldamento a circa 600 °C

ed è utilizzata dopo il trattamento di tempra per dare duttilità e resilienza più elevate perché la tempra

rende l’acciaio fragile interamente.

Quali sono le condizioni che favoriscono un ottimale essiccamento dei laterizi (materiali ceramici)

Essicamento- consiste nell’ eliminazione della maggior parte dell’ acqua contenuta nell’ impasto prima della

fase di cottura e questo rende il trattamento molto delicato, un impasto eterogeneo e poroso con forme

non complesse aiuterebbe il trattamento.

Descrivere la microstruttura baitanica degli acciai

La bainite è una struttura intermedia tra perlite e martensite. Può essere definita come una struttura non

lamellare formata da ferrite α e cementite. Negli acciai eutettoidici possiamo distinguerla in bainite

superiore (tra 550 °C e 350°C) e bainite inferiore (da 350 °C e 250 °C), la cui differenza è il maggior spessore

della cementite presente nella bainite superiore

Cosa esprime il modulo di poisson per un generico materiale sottoposto a sollecitazione

Rappresenta il rapporto tra la deformazione laterale e quella longitudinale

Indicare almeno due tipi di corrosione localizzata

Corrosione galvanica- si ha quando due materiali metallici di diverso tipo di potenziale elettrico vengono

posti a contatto tra loro in un ambiente umido o corrosivo; il metallo meno nobile si comporterà da anodo

mentre quello più nobile da catodo;

corrosioneintergranulare- tipica degli acciai inossidabili austenitici, si ha in seguito a sensibilizzazioni del

metallo, ovvero mantenimento per un certo periodo di tempo di 600/700 °C e conseguente precipitazione

di carburi di cromo a bordo grano, il che fa scendere il tenore di cromo al di sotto del limite di inossidabilità

(12%) ;

corrosione interstiziale- si ha quando si corrode all’ interno degli interstizi della superficie di leghe

metalliche

Definire i moduli calcareo e silicico per un cemento

Modulo silicico: ossido di silicio/(ossido di alluminio + ossido di ferro) CaO %/(Al2O3 % +Fe2O3%)

Modulo calcareo- ossido di calcio in silicati /ossido di silicio CaO % (SiO2)/SiO2 %


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

5

PESO

63.47 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in ingegneria civile
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher corsaroll di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Scienza e tecnologia dei materiali e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Frontera Patrizia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Scienza e tecnologia dei materiali

Scienza e tecnologia dei materiali - leganti idraulici
Appunto
Scienza e tecnologia dei materiali - formule
Appunto
Scienza e tecnologia dei materiali - il ciclo dei materiali e il riciclaggio
Appunto
Scienza e tecnologia dei materiali - le leghe
Appunto