Che materia stai cercando?

Schemi estesi disturbi mentali Appunti scolastici Premium

APpunti di Psichiatria con uno schema competo dei disturbi mentali con tutte le caratteristiche (Descrizione, Sintomatologia, Epidemiologia, Eziopatogenesi, Decorso e prognosi, Trattamento) e i riferimenti al DSM dell’università degli Studi di La Sapienza - Uniroma1, Facoltà Prima psicologia. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Psichiatria docente Prof. M. Pompili

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LE FORME CLINICHE “ATIPICHE” DELLA SCHIZOFRENIA

Raggruppano una serie di disturbi con caratteri atipici. Tutti i sintomi presenti in forma attenuata e potenziale

Schizofrenia latente Sintomi tipici della schizofrenia e dei disturbi affettivi

Disturbo schizoaffettivo Ha tutte le caratteristiche della schizofrenia ma il periodo tra l’insorgenza e l’osservazione è inferiore a 6 mesi

Disturbo schizofreniforme In stretto rapporto temporale con uno o più eventi stressanti: ha tutte le caratteristiche della schizofrenia acuta

Disturbo psicotico breve Si presenta più come una caratteristica di personalità: eccessiva ansia sociale e scarsi rapporti interpersonali

Disturbo schizotipico (di personalità) con difficoltà ad esprimere emozioni

Si manifesta dopo il 45° anno di età.

Schizofrenia tardiva e parafrenia

DISTURBI DELL’UMORE

Descrizione Sintomatologia Epidemiologia Trattamento

• •

20% della popolazione presenti,

Episodio depressivo

depressivo maggiore Trattamento farmacologico delle forme

Disturbo durante la propria vita, episodi di depressive unipolari: SSRI

Fase prodromica

• bipolare di tipo I:

Disturbo alterazione patologica dell’umore. •

alternarsi di episodi depressivi e Trattamento farmacologico delle forme

• labilità emotiva

maniacali o misti depressive Bipolari: stabilizzanti dell’umore

(litio, acido valproico, carbamazepina,

• tensione

• bipolare di tipo II:

Disturbo lamotrigina), SSRI

alternarsi di episodi depressivi e • astenia

ipomaniacali • BDZ per controllare l’ansia, l’agitazione e

• inappetenza l’insonnia del disturbo bipolare.

• disturbi distimico e

I •

ciclotimico: sintomi che non insonnia

raggiungono una gravità da • disturbi di concentrazione

essere maniacali o depressivi. • diminuzione degli interessi

Periodo di stato

Polarizzazione del pensiero su:

• inadeguatezza

• incapacità

• indegnità

• colpa

• fallimento

• autosvalutazione

• perdita di speranza

Fase di risoluzione

Episodio maniacale

Fase prodromica

Sensazione di benessere

Periodo di stato

Elevazione del tono dell’umore

Fase di risoluzione

Episodio ipomaniacale

Stato maniacale attenuato

Stati misti

Quando sono simultaneamente presenti

ambedue

CRITERI DIAGNOSTICI PER L’EPISODIO DEPRESSIVO MAGGIORE (DSM­IV)

Cinque o più 2 settimane.

dei seguenti sintomi contemporaneamente presenti per un periodo di

A) uno

Almeno dei sintomi è costituito da:

Umore depresso

1) Perdita di interesse o piacere

2)

• Umore depresso

• Diminuzione di interesse o piacere

• Perdita di peso

• Insonnia o ipersonnia

• Agitazione o rallentamento psicomotorio

• Faticabilità o mancanza di energia

• Sentimenti di autosvalutazione o di colpa

• Ridotta capacità di pensare o concentrarsi

• Pensieri ricorrenti di morte

I sintomi non soddisfano i criteri per un episodio misto

B) I sintomi causano disagio significativo

C) I sintomi non sono dovuti agli effetti di sostanze o di condizioni mediche

D) I sintomi non sono giustificati da lutto, persistono per più di 2 mesi

E)

CRITERI DIAGNOSTICI PER L’EPISODIO MANIACALE (DSM­IV) 1 settimana.

Periodo definito di umore anormalmente e persistentemente elevato, espansivo o irritabile della durata di almeno

A) 3 o più

Durante il periodo di alterazione dell’umore dei seguenti sintomi sono stati persistenti e presenti a un livello significativo

B) • Autostima ipertrofica o grandiosità

• Diminuito bisogno di sonno

• Maggiore loquacità del solito

• Fuga delle idee

• Distraibilità

• Aumento dell’attività finalizzata o agitazione psicomotoria

• Eccessivo coinvolgimento in attività ludiche con potenzialità dannose

I sintomi non soddisfano i criteri per un episodio misto

C) L’alterazione dell’umore è sufficientemente grave da causare compromissione del funzionamento lavorativo o sociale

D) I sintomi non sono dovuti agli effetti di sostanze o di condizioni mediche

E)

DISTURBI D’ANSIA sentimento spiacevole di attesa,

L’ansia patologica è quel legato a una vaga sensazione di pericolo indefinito, proiettato in un futuro più o meno vicino. E’ una risposta

sproporzionata o irrealistica a preoccupazioni relative all’esistenza

Descrizione Sintomatologia Eziologia (tutti) Decorso e prognosi Trattamento

Ricorrere di stati d’ansia acuti a 15­24 anni

Disturbo di Teoria psico­biologica, Trattamento farmacologico Attualmente si suggerisce il seguente

insorgenza improvvisa e di breve ordine di preferenza:

panico/agorafobia stress e disturbi d’ansia Esordio graduale con

durata peggioramento dei • SSRI

Teoria cognitiva sintomi. •

Teoria psicologica TCA

Decorso cronico e •

Teoria genetica BDZ ad alta potenza

spesso invalidante • IMAO

Ipervalutazione e marcata 5­20 anni

Fobia sociale Trattamento farmacologico Il trattamento preferito è con

sensibilità al giudizio altrui antidepressivi SSRI (paroxetina, fluvoxamina, sertralina) o altri

L’esordio è graduale

accompagnata da sintomi ansiosi antidepressivi (IMAO).

con un

peggioramento della Anche betabloccanti o benzodiazepine (BDZ) ad alta potenza

sintomatologia: il (alprazolam e clonazepan).

decorso è cronico e Trattamento psicoterapeutico appare sicuramente più efficace

spesso invalidante

Paura intensa e persistente nei 1­30 anni Trattamento psicoterapeutico di tipo psicanalitico o cognitivo

Fobia specifica confronti di oggetti o situazioni comportamentale

Decorso variabile

particolari

Ansia persistente e ad andamento 16­20 anni Intervento psicoterapeutico più che farmacologico (il più usato è con le

Disturbo d’ansia cronico che persiste per almeno 6 benzodiazepine).

generalizzato Decorso

mesi. tendenzialmente

cronico con

andamento fluttuante

Ossessione (anancasmo): un’idea 20­35 anni Associazione di terapia psicologica di tipo cognitivo comportamentale

Disturbo ossessivo­ fissa, un pensiero irrazionale con terapia farmacologica (antidepressivi TCA e SSRI con eventuale

compulsivo Esordio insidioso

(egodistonica) associazione di antipsicotici o BDZ).

Decorso

Compulsioni: sono comportamenti ingravescente

o azioni mentali per mitigare la

propria ansia

Il disturbo acuto si manifesta Il 50% dei casi ha una Terapia con SSRI, TCA, IMAO e altri antidepressivi

Disturbo acuto da durante o subito dopo il trauma: remissione entro 6

stress/post­ dissociazione che riflette una mesi, altrimenti può

traumatico da stress separazione percepita nella mente persistere per anni

o dal corpo. Osserviamo sintomi

di ansia generalizzata e

ipervigilanza e grave forme di

insonnia.

Il disturbo post­traumatico da

stress si accompagna a ridotta

autostima, perdita di fiducia,

sentimenti di disperazione,

difficoltà nei rapporti

Il gruppo delle patologie che Condizionato dal Correlato dal decorso della condizione medica che lo causa

Disturbo di ansia possono produrre un quadro decorso della

dovuto ad una ansioso sono: condizione medica

condizione medica che lo causa

generale • malattie infettive del snc

• malattie neurologiche,

demieilinizzanti e del sistema

extrapiramidale

• malattie cerebrovascolari,

muscolari, tumorali

• endocrinopatie

• patologie gastrointestinali,

respiratorie

Sintomi rilevanti di ansia come Si risolve dopo Prevede l’allontanamento della sostanza d’abuso o del farmaco; in

Disturbo d’ansia conseguenza fisiologica diretta di l’allontanamento della alcuni casi BDZ.

indotto da sostanze abuso sostanza d’abuso

Tutti i disturbi d’ansia che non Sono variabili e Sono variabili e dipendono dalla gravità

Disturbo d’ansia non soddisfano i criteri dei disturbi dipendono dalla

altrimenti specificato precedenti gravità

DISTURBI SOMATOFORMI

Sono caratterizzati da sintomi fisici indicativi di una condizione medica.

Descrizione Sintomatologia Epidemiologia Eziologia Decorso e prognosi Trattamento

Sintomi somatici multipli che Esordisce tra i 10 e i L’origine è psicologica Il disturbo è cronico Un’assistenza continua (medica e

Disturbo di non possono essere spiegati 20 anni con fluttuazioni psicologica) da parte di un singolo

somatizzazione con cause organiche medico

Prevalenza di 0,1­

0,5%, più gli uomini Intervento psicoterapeutico

Categoria residua con un

Disturbo somatoforme quadro clinico parziale.

indifferenziato Uno o più sintomi o deficit Il 10% dei ricoverati e Teorie psicodinamiche ricorrenza con In caso di:

Disturbo di conversione riguardanti funzioni motorie il 5­15% dei malati :un’espressione alternanza di periodi • ansia o tensione muscolare 

volontarie o sensitive psichiatrici simbolica del conflitto asintomatici benzodiazepine

psicologico inconscio che

viene represso • preoccupazione

antidepressivi

Terapia introspettiva per

comprendere i conflitti

Terapia cognitivo

comportamentale per eliminare la

necessità di riproduzione dei

sintomi

Un dolore in uno o più distretti Prevalenza nelle Ipotesi psicodinamica: Esordio improvviso, terapia comportamentale per la

Disturbo algico anatomici donne (due volte di mezzo per controllare e poi aumenta di gestione del dolore

più), tra i 40 e i 60 trarre vantaggi intensità. Trattamenti di gruppo, familiari e di

anni

Acuto < di 6 mesi Ipotesi comportamentale: Spesso diventa coppia

comportamento appreso cronico

Cronico => 6 mesi trattamento farmacologico:

(rinforzo) analgesici, sedativi e ansiolitici

Ipotesi biologica: (regolarmente) e SSRI e

metaboliti endorfinici e anticonvulsivanti

serotoninici

Preoccupazione o la Nel 10% dei pazienti Decorso cronico con Gli ipocondriaci si oppongono al

Ipocondria convinzione è basata di medicina generale remissioni o trattamento.

sull’erronea interpretazione di (uomini=donne) esacerbazioni Controlli medici periodici

sintomi somatici per almeno 6 contribuiscono a rassicurare

mesi.

Preoccupazione per un Incidenza 0,1­1%, Conflitto inconscio Esordio nella seconda Si oppongono al trattamento.

Disturbo da dimorfismo supposto difetto nell’aspetto maggiore negli uomini decade Decorso

corporeo Psicoterapia

fisico cronico

Produzione intenzionale di Storie di abusi o Decorso cronico Si oppongono al trattamento.

Disturbi fittizi segni o sintomi clinici, fisici o deprivazioni affettive Terapia farmacologica se c’è

psichici messi in atto allo nell’infanzia comorbilità di ansia o depressione.

scopo di assumere il ruolo di

“malato”.

DISTURBI DISSOCIATIVI

Sono caratterizzati da sconnessione delle funzioni integrate della coscienza, della memoria, dell’identità o della percezione dell’ambiente.

Descrizione Sintomatologia Epidemiologia Eziologia Decorso e prognosi Trattamento

Uno o più episodi di casi limitati, più nelle Meccanismo di difesa Esordio e risoluzione Ipnosi o semi­ipnosi

Amnesia dissociativa incapacità a rievocare donne e nei giovani improvvisi

importanti notizie personali Regressione spontanea

Allontanamento improvviso e Rara (0,2%) Meccanismo di difesa Improvvisamente e dura Trattamento psicoterapeutico di

Fuga dissociativa inaspettato da poche ore a giorni o tipo psicodinamico

mesi

Presenza di due o più 0,5­ 2% nei malati Compare nell’infanzia o Psicoterapia a orientamento

Disturbo dissociativo • presenza di un

distinte identità psichiatrici adolescenza ed è introspettivo

dell’identità evento traumatico cronico

1/10.000 in tutta la • tendenza innato

popolazione • fattori ambientali

• inadeguatezza dei

genitori

Presenza di un’alterazione Isolata e occasionale Associato a diversi tipi di Esordio acuto e Psicoterapia a orientamento

Disturbo di persistente o ricorrente nella nel 70% della patologi psicologiche, associato ad eventi psicodinamico e cognitivo

depersonalizzazione percezione di se stessi, del popolazione neurologiche e stressanti Cronico comportamentale.

proprio corpo, del mondo sistemiche

esterno

Produzione volontaria di Più tra i maschi Sconosciuta Difficile distinguere i Monitoraggio

Simulazione sintomi fisici o psichici sintomi veri e falsi

finalizzata

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA)

I DCA sono una categoria di disturbi psicopatologici complessi e multifattoriali che costituiscono un problema emergente di rilevanza sociale caratterizzati da un’alterazione

dell’immagine corporea.

Descrizione Sintomatologia Epidemiologia Eziologia Decorso e prognosi Trattamento

rifiuto di mantenere il peso corporeo Nelle ragazze (12­25 Fattori individuali­ Esordio dalla prima alla

Anoressia terapia

a) al di sopra del peso minino per età e anni) con prevalenza relazionali, tarda adolescenza (12­

nervosa medica/endocrinologica

statura 0,5­1% 18).

familiari, • terapia nutrizionale,

intensa paura di acquistare peso L’evoluzione e gli esiti

b) dietologica e riabilitativa

neurologici e genetici sono variabili.

alterazione del modo in cui si vive il

c) • psicoterapia individuale

economici e

peso o la forma del corpo Si può avere una

socioculturali • terapia familiare

completa remissione

assenza di almeno 3 cicli mestruali

d) come anche • terapia psicofarmacologica

consecutivi riacutizzazioni • terapie

riabilitative/assistenziali e

terapie di gruppo

Il trattamento farmacologico

Antipsicotici per contrastare

l’errata percezione del proprio

corpo o per ridurre l’ansia o

l’ossessività.

SSRI presi in considerazione nel

mantenimento dei risultati.

Ansiolitici per mitigare l’ansia

anticipatoria, prima dei pasti, ma

con scarso beneficio.

ricorrenti abbuffate che consiste in: 1­3% e rapporto tra Fattori individuali­ Esordio dalla media alla

Bulimia nervosa Terapia

a) maschi e femmine relazionali, tarda adolescenza (14­ medica/endocrinologica

mangiare in un definito

a. 1:20 18).

periodo di tempo (es. 2 ore) una familiari, • terapia nutrizionale,

quantità significativamente Il decorso può essere dietologica e riabilitativa

neurologici e genetici

maggiore di quello che cronico o intermittente. • psicoterapia individuale

mangerebbero gli altri economici e

socioculturali • terapia familiare

sensazione di perdere il

b.

controllo durante l’episodio • terapia psicofarmacologica

ricorrenti ed inappropriate condotte

b) • terapie

compensatorie riabilitative/assistenziali e

terapie di gruppo

le abbuffate e le condotte

c) compensatorie si verificano entrambe Il trattamento farmacologico

in media almeno 2 volte a settimana

per almeno 3 mesi E’ meno deludente anche perché

sono presenti disturbi dell’umore.

livelli di autostima influenzati dalla

d) forma e dal peso corporeo La maggiore efficacia è

dimostrata dagli SSRI e dai

alterazione che non si manifesta

e) triciclici.

esclusivamente nel corso di episodi di

AN

Episodi ricorrenti di sensazione di perdita

Disturbi di controllo nell’alimentazione, in assenza

dell’alimentazio di comportamenti compensatori

ne non inappropriati

altrimenti

specificati

DISTURBI DI PERSONALITA’

Quando l’esprimersi della personalità di un individuo si accompagna a manifestazioni di disagio. Sono divisi in 4 gruppi.

Sono accomunati dall’eccentricità

A.

Descrizione Sintomatologia Dove si manifesta Decorso e prognosi

Diffidenza e sospettosità pervasive nei L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo paranoide di • Schizofrenia

confronti degli altri

personalità • Disturbo dell’umore con manifestazioni

psicotiche

• Altro disturbo psicotico

Modalità pervasiva di distacco dalle relazioni L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo schizoide di personalità Schizofrenia

sociali ed una gamma ristretta di espressioni • Disturbo dell’umore con manifestazioni

emotive in contesti interpersonali psicotiche

• Altro disturbo psicotico

• Disturbo pervasivo dello sviluppo

Modalità pervasiva di relazioni sociali e L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo schizotipico di • Schizofrenia

interpersonali deficitarie, disagio acuto e

personalità • Disturbo dell’umore con manifestazioni

ridotta capacità di relazione stretta, psicotiche

distorsioni cognitive, percettive ed

eccentricità del comportamento • Altro disturbo psicotico

• Disturbo pervasivo dello sviluppo

Sono accomunati dalla particolare emotività

B.

Descrizione Sintomatologia Decorso e prognosi

Un quadro pervasivo di inosservanza e di violazione dei diritti L’esordio è intorno ai 15 anni

Disturbo antisociale di personalità altrui.

Modalità pervasiva di instabilità delle relazioni interpersonali, L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo borderline di personalità dell’immagine di sé e dell’umore, e una marcata impulsività.

Un quadro pervasivo di emotività eccessiva e di ricerca di L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo istrionico di personalità attenzione

Un quadro pervasivo di grandiosità necessità di ammirazione L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo narcisistico di personalità e mancanza di empatia.

Sono accomunati dall’ansia o timore

C.

Descrizione Sintomatologia Decorso e prognosi

Un quadro pervasivo di inibizione sociale, sentimenti di L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo evitante di personalità inadeguatezza, ipersensibilità al giudizio negativo.

Situazione pervasiva ed eccessiva di necessità di essere L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo dipendente di personalità accuditi, che determina comportamento sottomesso e

dipendente e timore della separazione.

Un quadro pervasivo di preoccupazione per l’ordine, L’esordio è nella prima età adulta

Disturbo ossessivo­compulsivo di personalità perfezionismo, controllo mentale e interpersonale.

Disturbo depressivo di personalità

Disturbo di personalità non altrimenti

specificato Disturbo Passivo­aggressivo di personalità

LA SESSUALITÀ UMANA

DISFUNZIONI SESSUALI

Quando è presente un’anomalia di una componente dell’attività sessuale.

Descrizione Sintomatologia Eziologia Decorso e prognosi

Dipende da fattori biologici o relazionali o legata Esordisce nella pubertà o nell’età

Disturbi del desiderio adulta più spesso

a stress o depressione

Diminuzione o assenza delle fantasie o del

Disturbo da desiderio sessuale ipoattivo desiderio sessuale.

Evitamento attivo di situazioni che implicano

Disturbo da avversione sessuale attività sessuale; può essere generalizzato o

situazionale.

Persistente o temporanea incapacità a

Disturbi dell’eccitazione mantenere un’adeguata risposta di

eccitazione sessuale

Incapacità a raggiungere l’orgasmo

Disturbi dell’orgasmo/eiaculazione nonostante la presenza dell’eccitazione o

raggiungerlo troppo presto

Dispareunia: dolore durante il rapporto

Disturbi della risoluzione: disturbi da sessuale anche prima e dopo.

dolore sessuale Vaginismo: contrazione continua della

muscolatura esterna della vagina

PARAFILIE O PERVERSIONI SESSUALI

Comportamenti devianti patologici atti a soddisfare le pulsioni.

Descrizione Sintomatologia Eziologia Decorso e prognosi

Fantasie impulsi sessuali o comportamenti Esordiscono intorno ai 18 anni (15­

• Esibizionismo ricorrenti e intensamente eccitanti 25)

• Feticismo sessualmente che possono riguardare

oggetti, se stessi o il partner

• Frotteurismo

• Pedofilia

• Voyerismo

• Sado­masochismo

• Travestitismo

DISTURBI DELL’IDENTITA’ DI GENERE

Disagio profondo nei confronti del loro corpo.

Descrizione Sintomatologia Eziologia Decorso e prognosi

I soggetti non assumono atteggiamenti del Sebbene fattori biologici determinano largamente Il disturbo ad esordio infantile

• Transessualismo: disagio per il proprio sesso preferendo quelli del sesso l’identità di genere questa è influenzata anche da tende ad autorisolversi.

proprio sesso e volontà di cambiare opposto (vestiti, giocattoli, ecc). Negli fattori ambientali e sociali. L’ipotesi psicodinamica

sesso Negli adolescenti può portare a

adolescenti i sintomi sono analoghi. Si ha prevede l’esistenza di difficoltà nella fase di confusione o a richieste di

• Disturbo dell’identità di genere un’alterazione del funzionamento sociale e individuazione­separazione cambiamento di sesso.

della fanciullezza: disagio e lavorativo.

desiderio di cambiare sesso Negli adulti la tendenza è la

cronicizzazione.

• Disturbo dell’identità di genere

dell’adolescenza e dell’età adulta,

di tipo non transessuale:

travestitismo ma senza voler

cambiare sesso

DISTURBI DEL SONNO

Disagio profondo nei confronti del loro corpo.

Descrizione Sintomatologia

Causati da un meccanismo anormale del

Disturbi primari del sonno: ritmo sonno­veglia

Causati da un disturbo mentale

Disturbi del sonno correlati a un altro diagnosticabile

disturbo mentale

Altri disturbi del sonno

TERAPIE FISICHE

Tipo di terapia Indicazioni Effetti collaterali

Depressione maggiore Amnesia temporanea, a volte permanente

ECT: elettroshock, induzione di convulsioni con

anestesie Depressione bipolare psicotica

Ipertermia maligna

Sindrome maligna da neurolettici

Catatonia

Disturbi extrapiramidali

Schizofrenia Mortalità elevata

Psicohirurgia: sezione di circuiti neuronali

(leucotomia) Disturbo ossessivo compulsivo

Depressione maggiore Cefalea

rTCMS: stimolazione magnetica transcranica, campi

magnetici ai lati della testa. attiva aree ipoattive e Allucinazioni uditive

disattiva aree attiva Disturbo ossessivo compulsivo

Disturbo d’ansia generalizzato

Disturbo post traumatico da stress

Depressione Vantaggio esiguo alla lunga

VNS: stimolazione del nervo vago Depressione maggiore Aumento del rischio di suicidio

Stimolazione cerebrale profonda: inserimento di

generatore di segnali sottocutaneo Disturbo ossessivo compulsivo

Sindrome di Gilles de la Tourette


PAGINE

50

PESO

79.54 KB

AUTORE

felvira

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Psichiatria
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico per la persona, il gruppo e le istituzioni
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher felvira di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psichiatria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Pompili Maurizio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psichiatria

Schema disturbi mentali
Appunto
Disturbi personalità
Appunto
Farmaci psichiatrici
Appunto