Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

un'entità fissa: esso cambia tanto per dimensioni che per composizione in occasione del riconoscimento

iniziale del problema. Foote e Hart identificano 5 fasi collettive nella formazione dell’opinione pubblica:

1. Fase del problema: in questa fase una qualche situazione viene determinata come problematica da

una particolare persona o gruppo. Pubblico e problema emergono insieme nel corso dell’interazione.

2. Fase propositiva: in questa fase sono formulate una o più linee potenziali di azioni per rispondere al

problema.

3. Fase politica: meriti e debolezze vengono attivamente dibattuti ed i membri più attivi del pubblico

cercano il sostegno da parti di quanti sono meno coinvolti.

4. Fase di programma: viene posto in essere il corso d’azione approvato.

Fase della valutazione: intessuta dalle considerazioni relative all’efficacia della politica intrapresa, svolta

soprattutto dalle minoranze scettiche

• Come si sono evoluti i consumi passaggio da moltiplicazione a saturazione dei bisogni

• Effetto polarizzazione in un focus group/ cosa si intende per effetto normalizzazione che può verificarsi

in un focus group: Studi relativi alla presa di decisione di gruppo hanno focalizzato la loro attenzione sul

rischio presente nella tendenza al conformismo, sulla propensione a decidere in base dell'opinione più

diffusa, e i membri producono così un effetto di normalizzazione. Un fenomeno particolarmente

rilevante nei processi di decisione di gruppo è noto come effetto di polarizzazione, e consiste in una

estremizzazione del giudizio del gruppo rispetto alle scelte operate individualmente e nella fase iniziale

dai membri del gruppo. In particolare i rischi principali nell'uso del gruppo nell'analisi dei concetti di nuovi

prodotti sono: l'effetto di conformismo, la prevaricazione di un leader o di una parte del gruppo sugli altri,

la mancanza di partecipazione diffusa e la stanchezza.

• Ricerca pscicografica Origine e caratteri delle ricerche psicografiche. Fino agli anni 50’ le variabili di

comportamento del consumatore sono state: Sesso - Età - Reddito -Grado di istruzione -Attività

professionale -Luogo di residenza. Negli Stati Uniti, già negli anni 50’ furono introdotte le variabili della

personalità, in seguito alla constatazione che i bisogni dei consumatori risultavano maggiormente

discriminati da variabili psicografiche (USA anni 60’/Europa occidentale anni 70’). Attualmente le

ricerche psicografiche sono in notevole sviluppo, e la loro diffusione è stata favorita dall’applicazione

dei metodi di analisi statistica multidimensionale, che hanno sviluppato nuovi tipi di variabili grazie allo

sviluppo dei computer. Nell’ambito della ricerca psicografica si fa distinzione tra:

- Psicografiche generali à Analizzano tutti gli aspetti psicologici dell’individuo (meno costose)

- Psicografiche specifiche à Approfondiscono singoli aspetti (atteggiamenti/comportamenti verso

determinate categorie di prodotto).

• Ricerche psicografiche e comunicazione di marketing: In Italia le attuali ricerche rilevano giornalmente gli

acquisti di beni di consumo effettuati da panel di soggetti, unitamente alla quantità di pubblicità che

questi vedono attraverso gli spot pubblicitari (tecnica meter). Le ricerche sui consumi e sulla

comunicazione non sono tra loro integrate: da un lato sono promosse indagini campionarie su numerosi

degli spettatori di trasmissioni tv, che consentono di stimare gli ascolti radiofonici, e dei lettori di

quotidiani periodici. Sono effettuate anche periodiche segmentazioni psicologiche (stili di vita) della

popolazione adulta, che si potrebbero raccordare con le precedenti indagini, ma non fanno con esse

“sistema”

• Fare l esempio di una massa/FOLLA la folla è per esempio chi è in piazza per ascoltare un discorso

politico, la massa un gruppo di persone che si ritrova davanti alla stazione alla mattina casualmente.

• Con chi vengono utilizzate le interviste in profondità per un'analisi dell'opinione pubblica? (pubblica

amministrazione, élite organizzative e attivisti)

• Cosa interagisce nel rapporto tra l'io e il contesto sociale io dialoga con il contesto Soc. Attraverso i filtri

d interazione.

• La ricerca etnografica ha lo scopo di: La ricerca etnografica: L'etnografia è uno stile di ricerca che si

distingue sia per l'obiettivo, che è quello di comprendere i significati sociali e le attività delle persone in

un dato ambiente, sia per l'approccio, che consiste nell'associarsi a quell'ambiente e, a volte, nel

parteciparvi pienamente. Il metodo etnografico, inteso come strumento di analisi delle culture, ha un

ruolo importante nelle fasi di ricerca esplorativa. Esso intende infatti studiare la cultura di un contesto per

comprenderne l'effetto sui comportamenti dei soggetti che vi fanno parte. Nell'ottica di costruttivista di

questo metodo la realtà non esiste al di fuori dei soggetti: essa è costituita localmente, e il rapporto con

la conoscenza è soggettivo. In questo panorama l'etnografia, intesa come uno stile di ricerca che si

distingue per l'obiettivo di comprendere i significati sociali e le attività delle persone in un dato ambiente

attraverso una piena partecipazione alle attività dell'ambiente stesso e dei soggetti analizzati, costituisce

la principale forma di ispirazione della ricerca qualitativa, perché comprende metodi come l'osservazione

partecipante, le interviste in profondità, l'analisi del discorso e delle narrazioni, l'analisi testuale e

semiotica. Il metodo etnografico studia quindi le procedure, il sapere e le conoscenze che le persone

appartenenti ad un certo gruppo sociale utilizzano per comunicare quotidianamente: esso considera

l'ordine sociale come un tessuto costituito da interpretazioni, negoziazioni, accordi anche taciti tra gli

individui. Questo metodo si presta bene all'analisi di tipo esplorativo al fine di comprendere i principali

elementi culturali capaci di caratterizzare un particolare contesto di mercato o una organizzazione. In

questo processo di analisi gli strumenti non sono codificati e strutturati. Non si usano questionari

standardizzati o interviste strutturate: gli strumenti di rilevazione, a partire dal ricercatore stesso, devono

rimanere aperti e flessibili per poter registrare situazioni e interazioni. Quindi si usano l'osservazione

partecipante e il coinvolgimento nelle attività, la videoregistrazione e la raccolta di note sul campo. Le

principali fonti di dati sono:

le tracce di vita quotidiana di una comunità

– gli eventi collettivi

– i soggetti stessi nelle loro espressioni verbalizzate

L'intervista etnografica si rivolge ad un numero limitato di persone all'interno di una comunità ed è

caratterizzata da un stile non direttivo finalizzato a fare emergere quante più informazioni possibili sul

contesto culturale e sui processi di significazione attraverso il coinvolgimento di testimoni privilegiati.

• Le informazioni ottenute da un questionario: in generale dei risultati quantitativi e descrittivi di un

fenomeno

• In una ricerca di mercato l'ordine delle domande in un questionario è: domande filtro o introduttive,

"corpo" del questionario (quindi le domande effettive) e domande sui caratteri socio-demografici…

(oppure) da quelle introduttive si passa al corpo del questionario e infine le domande

sociodemografiche+ "sensitive question

• Una volta attivato dirige l'attenzione verso talune caratteristiche dell'ambiente, forma la base per

inferenze e aiuta l'individuo a catalogare le informazioni nella memoria. stiamo parlando di? SCHEMA

• Il questionario è: (leggere in “Le ricerche di mercato)

• Panel il panel è un insieme di soggetti che sono sempre gli stessi per delle ricerche e sono usati per

indagini continuative, (oppure) Rilevazione continuativa (panel) à Raccolta sistematica dei dati su un

campione fisso di unità statistiche

• DOVE VENGONO INTRODOTTI I DATI DEL QUESTIONARIO matrice dati

• Per fare un concept test si utilizzano tecniche qualitative,quantitative o entrambi??? ENTRAMBI

• Dove e quando è nata la statistica? negli anni '20-'30 in America

• Nielsen Test? è uno strumento usato nelle ricerche comportamentali e quantitative e si analizzano i

consumi di tantissime famiglie tramite una specie di scanner che le persone devono portarsi a dietro

• Vantaggi del sondaggio postale? poco tempo x compilare , risposte controllabili senza intervistatore,

molti soggetti intervistati a basso costo (oppure) Il sondaggio postale ha costi contenuti e possibilità di

intervistare tanti soggetti, evita distorsioni delle risp causate dalla mancanza Dell intervistatore.

• Caratteristiche della ricerca web? I rispondenti si connettono direttamente al sito web, chiamando a

video il questionario. Secondo la prima modalità procedurale le domande del questionario sono riportate

in una sola pagina (single form), l’intervistato risponde domanda per domanda percorrendo la

pagina.Pregi:

-È richiesto un solo dowload di connessione, ed un solo upload dopo il completamento della compilazione

del questionario

-Programmazione e attività di amministrazione del sistema relativamente costosi - Il questionario di

presenta attrattivo

Difetti:

-Verifica dei dati può essere effettuata solo dopo la rilevazione -Tempi di download lunghi -L’intervista può

essere perduta a causa di guasti nel PC, modem, connessione internet.

Il secondo tipo di rilevazione via web è il multi-form survey. I quesiti sono proposti in differenti pagine

(forms) e le risposte sono memorizzate pagina per pagina, quando il rispondente clicca sul pulsante fine

pagina.

Pregi:

-Consente salti logici (dovuti a domande filtro) - Layout del questionario attrattivo

Difetti:

-Programmazione complessa senza il supporto del software di ricerca WWW -Si verificano ritardi con

connessione lenta o server con capacità limitate.

La ricerca delle unità campionarie può essere effettuata tramite:

-Contatto diretto (ricerca degli indirizzi di posta elettronica) - Procedura indiretta à Messaggi su

newsgroup,tramite banner, o con questionari pop-up.

Quando le unità campionarie sono contattate con un messaggio di posta elettronica, gli indirizzi sono

acquisiti con l’ausilio di motori di ricerca (fase 1). Successivamente(fase2) vengono contattate le unità

campionarie. Il contatto è molto più veloce di quello effettuato con telefono o tramite posta.

Sono previsti incentivi per la partecipazione all’indagine, che consistono in premi in denaro, o nella

concessione dei risultati della ricerca, se di interesse dei soggetti contattati.

• Principio di non contraddizione? Altro elemento che gratifica l’immagine del nostro Sé e le sue attese

affettive è la pubblicità. Il “principio di non contraddizione” o di coerenza (di Heider e Festinger) è

strettamente legato con l’esigenza di regolarità e prevedibilità. Questo principio esige che ci sia

congruenza tra ciò che pensiamo, ciò che sentiamo e le nostre azioni, quindi ogni volta che si produce

dissonanza fra queste sfere deve intervenire una giustificazione. Tende ad essere tanto più

autoprotettivo e poco disponibile al cambiamento quando questo cambiamento investe sfere profonde

della nostra autostima, mentre siamo assai più disponibili quando si tratta di elementi periferici. In

sostanza, il lavoro dell’Io difende l’identità dalla crisi, anche a prezzo di gravi deformazioni della

percezione della realtà.

• Quali materia stanno alla base della ricerca qualitativa? atteggiamenti e comportamenti

• La società di oggi e la saturazione dei bisogni? (CREDO) La nostra società ha fatto della velocità un

mito; alla progettualità per tappe successive subentra l’agenda setting quotidiana, la produzione ed il

marketing hanno dovuto adattarsi mettendo a punto la strategia del just in time. Accelerazione e

restrizione temporale favoriscono la nascita di una personalità singolarmente adatta al consumo, poiché

orientano l’equilibrazione della personalità verso l’immediatezza, verso l’azione per impulso. Negli spot

troviamo sia il contenuto che la velocità di questo processo (30 secondi per l’Italia), modellando la forma

mentis del consumatore su quella del bambino, per il quale il raggiungimento della meta non è pensabile

nella prospettiva di una sequenza di passi governata dalla logica del merito o dell’abilità.

L’immediatezza, l’ingordigia e il rapido subentrare di alternative garantiscono la rapida saturazione del

possesso di oggetti.

• Desiderio e logica del consumo? (CREDO) Il compito della psicologia dei consumi è innanzitutto quello

di comprendere la logica del desiderio, che si esaurisce in tre punti: indicare perché l’uomo è

desiderante, ricostruire l’evoluzione del desiderio e indicare come le forme del desiderio alimentano il

comportamento di consumo.

Risposte a queste tre domande si possono ritrovare nelle radici psicologiche del desiderio. Il desiderio nasce

come una sostituzione psichica ad una mancanza fisica, che fa seguito ad una rottura di un rapporto di

attaccamento. Inoltre la specie umana possiede una esploratività, una capacità di gioco, di fantasticheria:

queste capacità favoriscono lo sviluppo abnorme di una sfera intermedia tra realtà e fantasia, capace di

alimentare una dimensione di desiderio come autoillusione.

L’interazione sociale costituisce una terza radice: processi di identificazione e proiezione alimentano la

dimensione affettiva della fantasticheria, producendo un’interiorizzazione delle figure significative attraverso

cui si elabora il primo senso della propria identità. Desiderio e dimensione “transazionale” del pensiero (cioè

la modalità non-razionale del pensiero) costituiscono il sistema di sopravvivenza del bambino quando ancora

non possiede un Io cognitivo. Ogni volta che si attivano le angosce, i desideri e le modalità di pensiero

primario, si riattivano le modalità infantili di funzionamento della personalità. L’equilibrazione in un senso o

nell’altro di queste macrostrutture della personalità dipende dl contesto socioculturale: una cultura del

narcisismo spingerà a funzionare in modo “primario” in modo più deciso di una cultura etica o razionale.

Privilegiare l’analisi della dimensione del desiderio significa considerare solo un tassello, seppur importante

e decisivo, del gioco complessivo.

• Pubblico nella segmentazione? (Leggi su “La ricerca sul consumatore)

• Posizionamento? La mappa strutturale (pag.476) è un esempio di applicazione quali - quantitativa

dell’analisi coinemica, che sintetizza in un’unica rappresentazione grafica i caratteri simbolico - funzionali

di un prodotto, di una marca, di una impresa (utile per delineare il posizionamento competitivo di un

prodotto, o una modifica in una delle leve di marketing mix). La conoscenza della struttura funzionale-

simbolica permette poi di progettare una strategia di comunicazione (o di posizionamento) che: favorisca

un’intesa profonda con il consumatore - Sia coerente con le caratteristiche del prodotto, si

caratterizza con elementi istintivi rispetto alla concorrenza.

• La semiotica nelle ricerche di mercato: la semiotica studia come i significati possono formarsi ed essere

recepiti come un insieme di segni, consentendo di individuare le relazioni sottese dai singoli. All’interno

di un testo la semiotica aiuta a individuare: Le modalità di espressione dei concetti e il loro significato

-L’influenza del contesto sulla comunicazione - Le modalità di ricezione. Nell’ambito delle ricerche

di mercato, la semiotica mira ad approfondire le strutture comunicative, allo scopo di individuare i punti

di forza e debolezza delle ipotesi iniziali e di verificare la coerenza tra gli obiettivi posti dall’impresa ed i


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

9

PESO

86.50 KB

AUTORE

vevve-.-

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Relazioni pubbliche e comunicazione d'impresa
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher vevve-.- di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Statistica e ricerche di mercato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Libera Università di Lingue e Comunicazione - Iulm o del prof Zavarrone Emma.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Statistica e ricerche di mercato

Ricerche di mercato, appunti
Appunto
Appunti di statistica
Appunto
Riassunto esame Statistica prof.Zavarrone
Appunto
Riassunto esame Marketing, prof. Pellegrini, libro consigliato Marketing, Kerin, Hartley, Rudelius, Pellegrini
Appunto