Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

WW1

Per la prima volta si combatte anche a livello di informazione, tutti i giornali, anche

quelli indipendenti dal governo si adeguano a determinati standard

Nuovi sistemi di propaganda (“Uncle Sam wants you”)

Massiccio ingresso della grande impresa nella stampa, la grande industria rafforza la

La Stampa)

propria posizione grazie all’acquisto dei giornali (Fiat acquisisce

Aumentano sistemi di propaganda e censura -> 2 fronti

- Far credere che la guerra fosse giusta (fronte interno)

- Far capire al nemico che non aveva speranze (fronte estero) Es. l’azione

D’Annunzio

compiuta da su Vienna

Giornalisti vanno in guerra a fare i reporter, ma sono sottoposti a direttive del Capo di

Stato Maggiore -> non erano liberi di muoversi liberamente

In più esisteva la censura che spesso cancellava pezzi interi degli articoli

Nascono nuove figure di giornalista di guerra:

- Fotografo di guerra

- Corrispondente di guerra

Mussolini dell’Avanti

Era direttore

Quando cambia opinione sulla guerra viene espulso

Popolo d’Italia

Ottiene i finanziamenti per creare il

- All’inizio lo chiama ancora giornale socialista

Fascismo

Mussolini Movimento dei Fasci di Combattimento

23/3/1919 fonda il

28/11/1922 Marcia su Roma -> Mussolini capo del governo

Matteotti Mussolini

10/6/1924 Omicidio -> Secessione dell’Aventino -> perde il

consenso di tutta la stampa italiana che lo ritiene responsabile dell’omicidio

3/1/1925 stretta autoritaria

Biennio 1925-1926 Leggi Fascistissime

- Fine libertà associazione

- Abolizione sindaci

- Scioglimenti di tutti i partiti eccetto quello fascista

- Istituzione di Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato

- Fine libertà di stampa

Strumenti di propaganda fascista

- Cinema

- Radio

- Teatro

- Epigrafi sugli edifici

- Adunate oceaniche e manifestazioni

Ampio utilizzo di simboli: es “Saluto romano”

Ampio utilizzo della milizia: polizia privata

Cultura fascista

Nasce l’Accademia D’Italia Treccani

Nasce l’Enciclopedia italiana: Benedetto Croce

Manifesto degli intellettuali fascisti Manifesto degli

-> promuove il

intellettuali antifascisti

Mussolini:

Idea della stampa su

- Stampa socialista, Stampa liberale, Stampa popolare -> contrari

Gazzetta del Popolo, Corriere della Sera

- -> apertura moderata

Dopo il 1922 c’è il pieno appoggio dei giornali verso il fascismo

La Gazzetta del Popolo

- Intervento di industriali vicini al fascismo -> viene

Sip

ceduta alla

Arnaldo Mussolini Il Popolo d’Italia

- dirigerà

- Vengono allontanati i direttori scomodi

Riforma il ruolo del gerente, che era una persona al di fuori del giornale:

viene responsabilizzato di ciò che veniva pubblicato sul giornale, in più ora il gerente

deve essere un membro interno come il direttore. Il prefetto può diffidare il gerente nel

caso in cui faccia qualcosa che non va bene, e dopo due diffide il gerente viene

allontanato.

Ufficio stampa della presidenza del consiglio

Giolitti

Era stato creato da

Viene staccato dal ministro degli interni e legato al presidente del consiglio

- Redigere i comunicati stampa del governo per l’interno e per l’estero

- Spogliare sistematicamente i giornali

- Raccogliere le informazioni sui giornali e sui giornalisti

- Finanziare miratamente determinati giornali

- Dal 1924 inizia a dare delle direttive mirate ai giornali tramite le Veline

Ufficio stampa del Partito Nazionale Fascista

- Sostiene e finanzia la stampa fascista del partito

- Mitiga i litigi interni al partito (tra gerarchi)

Albo dei giornalisti

Viene creato nel 1925 per controllare meglio chi scrive sui giornali

Non viene cancellato dopo la caduta del fascismo

Categoria professionale

- Professionisti

- Pubblicisti

- Praticanti (18 mesi prima di diventare giornalisti)

Ermanno Amicucci

Cerca di ridurre il più possibile la distanza giornale-lettore

Abbassa il più possibile il prezzo del suo giornale

l’Albo professionale

- Crea che serve per esercitare la professione -> per entrarci

bisogna superare un esame di stato, serve come titolo di studio almeno il

diploma elementare e bisogna rispettare “la giusta morale politica”. Viene

gestito dal Sindacato fascista. -> avvengono subito le prime epurazioni:

1. Non furono iscritti all’albo coloro che erano avversi al fascismo

2. Non furono iscritti all’albo coloro che avevano criticato il fascismo durante

Quartarellisti

il “Delitto Matteotti” (i cosiddetti ) Manifesto degli

3. Non furono iscritti all’albo coloro che avevano firmato il

intellettuali anti-fascisti

La prima viene fatta tra il 1927 e il 1928, non si può sapere esattamente quante

persone furono epurate non essendoci prima degli elenchi

-> vengono tolte delle persone che vengono sostituite con delle altre più vicine

al regime che spesso sono poco capaci

La maggior parte ad essere epurata è la categoria dei pubblicisti, che non lo

facevano come primo lavoro, quindi non ne avevano uno stretto bisogno -> non

firmano l’iscrizione Dichiarazione scritta di pentimento

Molti per entrare nell’Albo firmano una

Scuola di Giornalismo

- Fonda la per abilitare l’esercizio della professione in stile

Mussolini

americano. Convince a istituire la scuola. Si fonda molto sulla pratica

e poco sulla teoria. Dura poco perché mancano i finanziamenti, perde appoggi

politici, si basa troppo sui favoritismi. Amicucci fa si che chi esce da quella

scuola abbia già subito nei giornali grandi ruoli di prestigio. -> così non serve

più dare direttive dall’alto nei giornali, ma basta istruire bene fin da giovani i

singoli giornalisti Amicucci Galeazzo Ciano

-> dopo il fallimento della scuola viene sostituito da

Giornali

La Gazzetta del Popolo

- 1. Possiede molte finanze grazie agli investimenti della SIP -> investe in

tecnologia: utilizzato un telefono simile al FAX

2. Cambia filosofia del giornale: grandi titoli, linguaggio spigliato, rubriche

per ogni tipo di lettore, fotografie

3. Viene settimanalizzato il quotidiano trattando temi diversi ogni giorno in

modo da avere un pubblico più ampio possibile

-> 400 000 copie

- Stampa periodica

Ha un minore avvicinamento al fascismo rispetto alla stampa quotidiana

-> riesce a staccarsi di più dai temi tipici del fascismo:

1. I giornali per pubblico femminile spesso contrastano l’idea della donna

creata dal fascismo e pubblicizzano una donna più attiva, non solo a

capo del focolare, più magra e che si interessa di moda

2. I giornali di satira sono gli unici che per un certo periodo riescono a

criticare chi sta al potere, dopo gli anni ’30 viene cancellata. Tocca il

Mussolini

regime ma mai direttamente

Il giornale del balilla La piccola italiana

3. I fumetti erano diffusi: o

avevano modello squadrista e razzista. Erano anche molto diffusi,

finché tollerati i fumetti americani

Lez 19/11/17

Caduta del Fascismo

Ritornano i giornalisti che erano stati esclusi dal fascismo.

Con Americani censura è molto meno forte.

RSI

Viene ricostruito il Minculpop

Vengono ricreate le Veline

Ritornano i vecchi direttori fascisti (non tutti perché alcuni rifiutano, perché hanno

paura della sorte dell’RSI, infatti poi quelli che non tornano dopo la guerra vengono

perdonati)

Dopo RSI

Inizialmente i giornalisti filofascisti vengono condannati a morti, poi viene concessa

l’amnistia

Nascono nuovi giornali

Problema di vecchi giornali “compromessi”

I partigiani li vogliono chiudere

Gli americani vogliono tenerli La Stampa La Nuova Stampa,

Spesso tornano e cambiano nome: diventa poi nel

tempo tornano ad avere il vecchio nome

Si diffonde di nuovo il Cinema americano

Dal ‘46

Vietata pubblicazione di contenuti che violano il buoncostume

Rinasce la Federazione Italiana della Stampa

Viene tenuto l’Albo dei Giornalisti

La Giar diventa la Rai

l’Agenzia Stefani-> l’ANSA

Viene sciolta nasce

Albo dei giornalisti Ordine dei

Viene fondato da Mussolini e viene poi mantenuto ma viene affidato all’

giornalisti

Non si è obbligati ad essere iscritti per scrivere sui giornali, si può scrivere lo stesso

Ordine

per al massimo 2 anni, poi serve l’iscrizione all’

Stampa dopoguerra

Molti giornalisti fascisti continuano ad esercitare

Iniziale disinteresse x economia, conflitti per lavoro, disagio sociale, temi forti (aborto,

divorzio)

. 1° pagina politica

. 3° pagina culturale

. resto x cronaca (reportage, sport, Pastone: pezzo politico scritto da nome

importante, non approfondisce un tema in particolare, un pezzo per ogni partito)

- giornale pomeriggio e sera-> informazione sui fatti avvenuti il giorno stesso. Es.

Paese sera, La Notte) (Il Popolo, Avvenire, L’osservatore romano->

- risveglio di stampa di partito di

città del vaticano DC L’Unità PCI

Il Secolo d’Italia MSI) Oggi

- Diffusione rotocalco: informazione leggera con molte immagini. Es.

Lez 20/10/17

Il Giorno Corriere della Sera

Giornale che nasce per sfidare il

È dissacrante

Nasce con 8 pagine in stile rotocalco

- 1° pagina ha tanti titoli appena accennati che vengono poi approfonditi in altre

pagine

- Viene abolita la 3° pagina culturale, le notizie culturali vengono sparse in tutte

le altre pagine

- Viene affidata la pagina sportiva a grandi giornalisti

Politicamente schierato a centro-sinistra (DC e PSI)

Il Giorno

Nel 1959 viene fuori che è finanziato dallo stato -> delude molti lettori

TV di stato

Anni ‘60

Influenzata molto dalla DC -> bandisce temi forti:

- divorzio

- prostituzione

- scontro di classe

Non è mai autonoma ma sempre dipendente dai governi, quindi è filoamericana e

anticomunista Arrivi e Partenze

Il primo programma si chiama (interviste a chi arriva in aereo)

Consente informazione a chi non sa leggere, in più viene poi inventata una

trasmissione che insegna a leggere a chi non ne è capace

Programmi:

- Telegiornali con primi collegamenti in America

- Tribune elettorali che fanno vedere per la prima volta i leader politici

Si diffonde il mito della TV come media veramente oggettivo

La diffusione della tv di stato porta ad una modernizzazione dei giornali: nascono

nuove stampe:

- Hobby

- Arredamento1

- Pornografia

Anni ’70-‘80

Prima comandava solo la DC in tv, poi aumenta la rappresentanza politica ->

Lottizzazione della tv

- Tribuna politica

Nasce la Enzo Biagi

- Nel 1961 al TG1 approda uomo un po’ di sinistra

- Rai 2 Rai 1

Alla fine del 1961 nasce che propone una serie di temi che su

vengono vietati come i temi sul lavoro e sul disagio sociale

- Processo alla Tappa

Nel 1963 nasce che parla di ciclismo

- 90° Minuto

Nel 1970 nasce Legge 103: nuove norme in materia radiofonica e

Nel 1975 viene emanata la

televisiva:

- Toglie alcune prerogative della decisione dei programmi al governo dandoli al

parlamento

- Nasce CDA per rappresentare in TV tutte le forze politiche

Rai 3

- Nasce -> pluralismo politico

Rai 1

1. DC

Rai 2

2. PSI

Rai 3

3. PCI

Nascono le prime tv e radio libere illegittime a causa di forte deregolamentazione

- Hanno una forte componente di militanza politica

La Zanzara

- Utilizzano le telefonate in diretta in stile

Telebiella

Nel 1971 nasce la prima TV via cavo

Sentenza 202

Nel 1976 c’è la che liberalizza tv e radio a patto che siano locali

Grazie alla diffusione in questo periodo dei telecomandi nasce lo zapping e la gente

cambia canale più facilmente se trova un programma che non interessa

Nel 1987 le tv e radio private superano le pubbliche in spettatori

Il presidente e la TV

Rete 4 e Italia 1

Nel 1982 nascono Berlusconi

Telemilano

Nel 1974 nasce che diventa rete nazionale con un escamotage:

compra tanti canali e trasmette sopra la stessa cosa

I programmi sono molto più accattivanti ma hanno le pubblicità

Il Presidente Rete 4 e Italia 1

Negli anni ’80 compra

Anni ’60 e ‘70

Periodo in cui inizia il terrorismo e vengono colpiti anche i giornalisti che vengono

Montanelli, Tobagi

accusati di essere servi del potere ( )

Nasce la “Stampa alternativa” che critica la radice del sistema

Si diffonde la “Stampa d’Inchiesta” -> Watergate mette in discussione l’uomo più

potente del mondo

Movimento giornalisti democratici

Chiedono + indipendenza dall’editore

Chiedono + libertà di autonomia

Vogliono sapere il perché nel caso in cui non venga pubblicato un articolo

Finanziamenti e finanziatori

Eni Montedison

e finanziano i giornali

Crespi Corriere della Sera

La famiglia esce piano piano negli anni ’70 dal - 30% Fiat

- 30% Moratti Petrolio

- 30% famiglia Crespi

Andrea Rizzoli

Corriere della Sera

Negli anni ’70 il diventa di che viene finanziato da

Il Giornale)

Montedison (che aveva fondato

Anni ’70 e ‘80

Aumentano mediamente gli stipendi dei giornalisti

Si sviluppa idea di finanziamento pubblico ai giornali

La Gazzetta del popolo

Va in crisi negli anni ’70 ma riesce ad uscirne parzialmente grazie ai finanziamenti che

però non riescono a non farlo chiudere nel 1983

Il Corriere della Sera Giovanni Spadolini

Tra il 1968 e il 1972 è diretto da Pietro Ottone

Tra il 1972 e il 1977 è diretto da

- Non rappresenta più l’alta borghesia essendo più attenuato e meno

filogovernativo

- Guarda di più al disagio sociale e al lavoro

- Valorizza molto i Giovani giornalisti (Gianpaolo Pansa) vuole svecchiare il

Indro Montanelli

giornale -> caccia , che viene seguito poi da molti altri nomi di

Corriere della Sera

spicco del

- Viene accusato più volte di filocomunismo

Tra il 1977 e il 1981 è diretto da Franco Di Bella

- Si avvicina molto alla P2

- Crea un tg Maurizio Costanzo

L’Occhio

- Crea un tabloid: lasciandolo in mano a . Funzionerà

molto all’inizio, ma poi andrà a scemare dopo poco chiudendo

Antonio Cavallari

Tra il 1981 e il 1984 è diretto da

Rizzoli investe molto:

- Crea Telemalta una tv formalmente estera (molto usato visto che per la TV

c’era il monopolio di stato: Telemontecarlo, Capo D’Istria, Svizzera Italiana)

Il Mattino, La Gazzetta dello sport, Il Piccolo

- Entra in proprietà di: Umberto Ortolani

-> gli costa molto -> viene ricapitalizzato da , dallo IOR e

Loggia P2

dalla Loggia P2

Quando scoppia lo scandalo della -> escono i grandi nomi:

- Rizzoli

- Grandi banchieri

- Franco Di Bella e molti altri editori Franco Di Bella

Il Corriere della Sera

-> grande contraccolpo per quindi viene tolto e

Alberto Cavallari

chiamato

Il Giornale Indro Montanelli Il Giornale Nuovo

Viene fondato nel 1974 da con il nome perché

Il Giornale

esisteva già un giornale che si chiamava

Viene supportato da Montedison Montanelli

Risente molto della personalità di

- Utilizza molto il sarcasmo Montanelli

(Contro Corrente)

- C’è una rubrica pungente gestita direttamente da

Lettere al direttore

- Viene pubblicata una pagina intera di Corriere della Sera

Ha un buon successo, ha l’obiettivo di togliere lettori al

Silvio Berlusconi

Nel 1977 entra con il 12% che nel giro di poco arriva a possedere il

90% del giornale

Repubblica Scalfari Caracciolo

Viene fondato da e

Nasce in periodo di crisi di altri giornali

È un “Giornale di Tendenza” -> schierato politicamente a Centro-sinistra

- Tabloid che offre un’interpretazione dei fatti

- Esce 6 giorni su 7 (no il lunedì)

- Non parla per scelta di cronaca cittadina perché cerca un pubblico nazionale

- Non parla di sport

- Vuole rivolgersi ad un pubblico istruito

Venerdì

- Introduce molte rubriche settimanali:

Amicucci Gazzetta del Popolo

Strumenti già utilizzati da x

Scalfari Ezio Mauro

rimane fino agli anni ’90, dopo arriva che

XL

- Introduce nuovi inserti:

Repubblica.it

- Crea un sito internet con una redazione separata da quella del

giornale fisico

- Allega con un piccolo sovrapprezzo alcuni libri

- Dal 2004 viene aggiunto il colore in tutte le pagine

- Nel 2006 viene fondata una TV legata al giornale

-> vuole espandersi in vari settori (trans mediale= legati ma indipendenti tra di

loro)

Anni ‘80

- Computer

- Meno dipendenti

- Grossi risparmi

Legge antitrust

- 1. Trasparenza sui finanziamenti

2. Limite massimo tirature 1 solo editore: non più di 20%

- Nel 1977 viene fondata una scuola di giornalismo

Corriere Repubblica

- Scontro -> il 2° supera il 1° in tirature negli anni ‘80

Legge Mammì

- (1990)

Garantisce un pluralismo delle informazioni

Legge antitrust

1. Se hai 1 tv e dei giornali non puoi avere più di 16% di stampa

2. Se hai 2 tv e dei giornali non puoi avere più di 8% di stampa

Il Presidente Il

3. Se hai 3 tv non puoi avere giornali -> cede a suo fratello

Giornale Il Presidente De Benedetti Mondadori

C’è lo scontro tra e x

De Benedetti Repubblica Espresso

-> Spartizione Ciarrapico: Il Presidente Mondadori

Presenza obbligatoria di direttore di rete, di TG e direttore di TG per ogni

canale Emilio Fede) Enrico Mentana Elvise

-> nascono Studio Aperto ( TG5 ( ) TG4 (

Bernasconi ). Vanno tutti e tre in onda alle 8 facendo

diretta concorrenza al TG1

Anni 2000

Ci sono grandi gruppi editoriali

Oggi Novella 2000 Max City (freepress)

- RCS -> Radio Italia Network Rizzoli

Il Messaggero Il Mattino Leggo (freepress)

- Caltagirone ->

Mondadori Mediaset TV Sorrisi e Canzoni Einaudi Medusa Film

- FINIVEST ->

Stampa femminile

Giornale delle donne (1701) -> regole per vivere: bon ton, atteggiamenti ecc. …

Cordelia (1881)

La donna e la famiglia (1891)

La difesa delle lavoratrici (1912)

Sotto il fascismo Margherita Sarfatti)

C’erano circa 50 giornaliste (tra cui

Molti giornali danno idea anche di donna sportiva ed emancipata (contrapposta a

regina della casa)

Dopo il fascismo

Grazia

- Annabella

- -> Cenerentolismo -> donna che non vuole il cambiamento

La Compagna

- Noi donne

- -> donna emancipata

Anni ‘60

Nuovi temi

Amica Corriere della sera)

- (del

La via femminile

- (rivista femminista)

Anni ‘70

-> ora le donne lavorano

Mille idee

- La confraternita

-

-> questione divorzio -> quasi tutte le riviste erano favorevoli


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

18

PESO

48.66 KB

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in storia
SSD:
Docente: Forno Mauro
Università: Torino - Unito
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher broccolazzo di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del giornalismo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Forno Mauro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in storia

Riassunto esame storia delle dottrine politiche, prof. Borgognone, libro consigliato "Tecnocrati del progresso" di G. Borgognone
Appunto
Prof. Tuccari - Classici del pensiero politico
Appunto
Riassunto esame Storia delle idee politiche e sociali, prof Adamo, libro consigliato Storia di lotta continua, bobbio
Appunto
Riassunto esame Storia delle idee politiche e sociali, prof. Adamo, libro consigliato L’orda d’oro, Balestrini, Moroni
Appunto