Che materia stai cercando?

Riassunto esame Psicologia dinamica, Bowlby, libro consigliato Manuale di psicologia dinamica, Zavattini

Riassunto per l'esame di fondamenti di psicologia clinica, basato su appunti personali del publisher e studio autonomo del libro consigliato Manuale di psicologia dinamica, Zavattini, dell'università degli Studi Kore Enna - Unikore. Scarica il file in PDF!

Esame di Fondamenti di psicologia clinica docente Prof. P. Scienze Storiche

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Bolwy sostiene che in base a questi modelli di attaccamento si sviluppa

un modello di attaccamento operativo interno: un bambino

immagazzina un modello operativo interno di una persona che si prende

cura di lui; un bambino dall’attaccamento insicuro può vedere il mondo

come un posto pericoloso nel quale le persone devono essere trattate

con precauzione. Mantenere un attaccamento con un agente di cure

imprevedibile o rifiutante è il problema di base di un attaccamento

ansioso; il modello operativo interno si baserà quindi sull’adattamento

alle instabili cure materne.

Nell’attaccamento evitante, il bambino cerca di minimizzare i suoi

bisogni allo scopo di prevenire il rifiuto, rimanendo distante dall’agente

di cure il cui rifiuto viene rimosso dalla coscienza per mezzo della

esclusione difensiva. La strategia ambivalente comporta l’aggrapparsi

all’agente delle cure materne con eccessiva sottomissione e con

un’inversione di ruoli; i sentimenti di rabbia vengono rimossi

dall’esclusione difensiva.

Il terzo modello è quello dell’insicuro disorganizzato: meno comune, ma

associato a patologia grave.

3. LA PSICOPATOLOGIA

L’autore ritiene che il bambino darà luogo ad un legame adeguato o

patologico a seconda della natura dell’attaccamento e dell’ambiente in

cui esso si sviluppa.

Il compito originario di Bowlby era cercare le connessioni tra eventi

traumatici e sintomi psichiatrici, sia nei bambini che negli adulti. In base

all’attaccamento sicuro e insicuro individua questi disaggi e disturbi di

comportamento e vari fobie (agorafobia, per esempio), la causa sono i

comportamenti ansiosi legati alla disgregazione del legame con i

genitori (morte o divorzio).

Tre possono essere le modalità in cui le relazioni influenzano i disturbi

psichiatrici:

La rottura del legame di attaccamento

1. Internalizzazione di modelli di attaccamento precoce disturbati

2. rendono la persona più vulnerabile 4

La percezione attuale di una persona delle proprie relazioni e l’uso

3. che essa fa di questa può renderla più o meno vulnerabile a crolli

psicologici di fronte a difficoltà.

LA TEORIZZAZIONE DI BOWLY E LA TEORIA PSICANALITICA

4. CLASSICA

Questa concezione è sicuramente figlia della psicoanalisi, ma si

discosta in parecchi punti dalla teoria freudiana, perché attribuisce

l’importanza primaria dei disturbi ad un unico legame con la madre

biologica.

Un altro elemento di separazione con Freud riguarda il sistema

motivazionale, per Freud legato alle pulsioni e per Bowly legato

all’attaccamento relazionale.

Un altro aspetto riguarda che per Freud tutto è legato alla prima

infanzia, per Bowly tutto è legato alla realtà attuale.

Bowly non dà importanza alla fantasia, Freud da importanza alla

fantasia soprattutto nei casi di nevrosi.

Per Bowly il bambino non è il rapporto di dipendenza con la madre,

ma una relazione di attaccamento. Il bambino ha un ruolo attivo.

Bowly, si allontana dal modello psicanalitico della fissazione-

regressione.

Riprendendo dalla psicologia cognitiva il modello IWM, Bowly ritiene

che i modelli operativi interni delle strutture mentali permettono di

mantenere relazioni e rapporti causali con il mondo esterno, per

operare su di essi delle modifiche.

Tutto ciò avviene in maniera automatica senza che il soggetto ne sia

consapevole.

5. I CONTRIBUTI PIU’ RECENTI SULLA TEORIA DELL’ATTACCAMENTO

Le teorizzazioni di Bowlby sono diventate un patrimonio della cultura

psicologica. Si delineano tre principali fasi dello sviluppo dello studio

dell’attaccamento: 5

Sistema comportamentale di attaccamento

1- Ricerca delle differenze nelle risposte di attaccamento dei bambini

2- (che si valutano con gli esperimenti - Strange Situation)

Ricerca delle differenze individuali nell’organizzazione

3- dell’attaccamento, che si chiama anche Passaggio al livello della

rappresentazione

Ricerche successive aggiungono ai tre patterns, un quarto denominato

Disorganizzato che definisce l’assenza di un modello definito.

Il costrutto psicologico del modello operativo interno è il punto su cui la

terza fase della ricerca si è soffermata. Questa fase è caratterizzata

dall’uso di uno strumento, l’Adult Attachment Interview, che mira alla

valutazione dei modelli operativi interni. Consiste in un’intervista semi

strutturata, durante la quale vengono poste delle domande al soggetto

circa le sue relazioni da bambino con le figure di attaccamento.

L’AAI ha permesso di identificare tre pattern d’attaccamento,

suddivisibili in sottocategorie che ne specificano gli aspetti psicologici:

Autonomo-sicuri: si tratta di soggetti che forniscono all’intervista

1- un racconto coerente. Molto probabilmente hanno avuto

esperienze infantili positive che hanno interiorizzato un modello di

attaccamento sicuro.

Preoccupati o coinvolti: coloro che riferiscono in maniera non

2- organizzata e coerente, ma sulle loro esperienze. Si rivela che essi

sono ancora coinvolti nelle relazioni con le loro figure genitoriali,

in qualche modo ancora attive nei loro pensieri.

Distanziati : si caratterizzano per una povertà del ricordo associato

3- all’infanzia e che, talvolta, forniscono descrizione idealizzate dei

loro genitori, anche se tendono poi a negare l’influenza esercitate

dalle prime relazioni sul loro successivo sviluppo.

Lutti o traumi

4- Non classificabili : quando gli elementi del discorso non possono

5- essere collocati in nessuna delle categorie precedenti.

Il risultato più sorprendente di questi studi è che si riscontra una

correlazione con dati empirici e che queste osservazioni sono

prevedibili anche prima della nascita di un bambino, somministrando

l’AAI ad una madre in gravidanza. Questo è quanto emerso dalle

ricerche condotte dall’Anna Freud Centre in collaborazione con

6


PAGINE

7

PESO

24.38 KB

PUBBLICATO

7 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Scienze e tecniche psicologiche
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Chicca0308 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Fondamenti di psicologia clinica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Kore Enna - Unikore o del prof Scienze Storiche Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Fondamenti di psicologia clinica

Riassunto esame Psicologia dinamica, prof. Stern, libro consigliato Manuale di psicologia dinamica, Zavattini
Appunto
Riassunto esame Psicologia dinamica, Winnicott, libro consigliato Manuale di psicologia dinamica, Zavattini
Appunto
Riassunto esame Metodologia della ricerca psicologica, libro consigliato Metodologia della ricerca psicosociale, Boca, Ruggieri, Ingoglia, (2007)
Appunto
I gruppi - conformismo e minoranze; leadership definizioni - psicologia sociale
Appunto