Che materia stai cercando?

Riassunto definizioni esame Elementi di psicometria con Lab DI SPSS 1, prof. Zogmaister, libro consigliato Statistica per le scienze sociali del comportamento, Welkowitz

Riassunto definizioni esame Elementi di psicometria con Lab di SPSS 1, prof. Zogmaister, composto dalle definizioni dei concetti fondamentali. Il libro consigliato è "Statistica per le scienze sociali del comportamento" - Welkowitz. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Elementi di psicometria con laboratorio di SPSS 1 docente Prof. C. Zogmaister

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ELEMENTI DI PSICOMETRIA CON LAB DI SPSS

Scala nominale

Definisce una categorizzazione. Si possono stabilire solo relazioni di uguaglianza e

differenza tra le unità. Le caratteristiche non si possono ordinare e non si possono creare

intervalli.

Es. sesso (maschio, femmina), stato civile (celibe/nubile, coniugato/a)

Scala ordinale

Rappresentazione numerica di una variabile, per la quale possiamo definire la relazione di

maggiore o minore, oltre a quella di uguaglianza. I numeri utilizzati non dicono nulla sulla

grandezza delle distanze.

Es. scala di Mohs della durezza dei materiali, titolo di studio

Scala a intervalli equivalenti

I numeri rappresentano intervalli costanti e uniformi tra le intensità della variabile. È

possibile definire un’unità di misura. Non possiamo fare rapporti diretti tra le misure.

Es. temperatura, test d’intelligenza

Scala a rapporto

Esiste un valore zero che indica l’assenza della caratteristica. È possibile calcolar eil

rapporto tra due misure.

Es. scala Kelvin, peso, lunghezza, ritmo cardiaco

Le proprietà della sommatoria

Proprietà 1 ∑ (X + Y) = ∑ X + ∑ Y

Proprietà 2 ∑ (X - Y) = ∑ X - ∑ Y

Proprietà 3 ∑ XY ≠ ∑ X ∑ Y

Proprietà 4 ∑ X² ≠ (∑ X)²

Proprietà 5 ∑ k = Nk Se k è una costante (un valore numerico fisso)

Proprietà 6 ∑ (X + k) = ∑ X + ∑ k = ∑ X + Nk Se k è una costante

Proprietà 7 ∑ (X - k) = ∑ X - Nk Se k è una costante

Proprietà 8 ∑ kX = k ∑ X Se k è una costante

Distribuzione di frequenza cumulata: è la somma delle frequenze di una data

categoria e delle categorie che la precedono. Si può applicare alle scale ordinali e a

intervallo / rapporto

Distribuzione di frequenza per classi: • il numero totale degli intervalli dovrebbe

cadere tra 8 e 15 • usare un’ampiezza dell’intervallo di 2, 3, 5 o multipli di 5 • gli intervalli

devono essere tutti della stessa ampiezza • il punteggio più basso incluso in ciascun

intervallo dovrebbe essere un multiplo dell’ampiezza dell’intervallo

Grafici a barre: tipicamente usato per variabili nominali e ordinali. I valori sono discreti

Istogrammi a barre: usato per variabili a intervallo e rapporto

Il rango di un punteggio esprime il numero di casi che ha un valore pari o inferiore a

quello osservato

RANGO = [(N + 1) / 2] + freq. inf.

Il rango percentile esprime la percentuale di casi che ha un valore pari o inferiore a

quello osservato

RANGO PERCENTILE = RANGO / (N) * 100 N = numero totale di casi

Quando i dati sono presentati in intervalli di classi:

RANGO = FI + (DIST / AMP * f)

RANGO PERCENTILE = RANGO / N * 100

Percentile: punteggio al di sotto del quale ricade una determinata percentuale di casi

(comprendendo il punteggio stesso)

Proprietà della media:

• Aggiungendo, sottraendo, moltiplicando o dividendo una costante a tutti i dati della

distribuzione, anche la media subisce la stessa trasformazione

• Gli scarti della media sommano a 0

Variabilità: il grado in cui i punteggi di una variabile sono simili o dissimili tra loro

Differenza interquartilica (IQR) : differenza fra il terzo e il primo quartile.

Corrisponde al 50% centrale dei valori della distribuzione

Semi-differenza interquartilica (SIQR) : metà della diff. interq. e corrisponde al 25%

dei valori sopra o sotto la mediana Formule

Varianza del campione Stima della variazione della popolazione

 

 

2 2

( X X ) ( X X )

  

2 2

s 

N N 1

Deviazione standard: una misura della variabilità (dispersione) dei punteggi in un

gruppo prefissato, o di quanto i punteggi differiscono rispetto alla media aritmetica. La

radice quadrata della variabile. Misura di distanza dalla media e quindi ha sempre un

valore positivo

σ = + √ σ²

Proprietà della deviazione standard

1. Quando una costante k viene aggiunta (o sottratta) a tutti i valori della

distribuzione, la deviazione standard non cambia


PAGINE

6

PESO

220.87 KB

PUBBLICATO

10 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Eleonor23 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Elementi di psicometria con laboratorio di SPSS 1 e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano Bicocca - Unimib o del prof Zogmaister Cristina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche

Storia della psicologia, Bicocca (tutte le domande dell'esame)
Appunto
Riassunto esame Psicologia generale 1, prof. Bricolo, libro consigliato Psicologia generale 1, Cherubini
Appunto
Domande svolte, Psicologia dello Sviluppo
Esercitazione
Riassunto esame psicologia fisiologica, prof. Proverbio, libro consigliato Neuroscienze cognitive, Gazzaniga
Appunto