Che materia stai cercando?

Riassunti esame di Farmacia per Professioni Sanitarie

Riassunti fatti benissimo, integrati con appunti, utilizzati per preparare l'esame di Farmacia superandolo con 30/30. Utili anche per ripasso per altre Facoltà in ambito sanitario. Appunti basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni dell'università degli Studi

Esame di Farmacologia docente Prof. P. Biologia

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

particolari di condizioni di malattia che pongano il paziente in pericolo di vita, di studi clinici già

conclusi di fase seconda; i dati disponibili sulle sperimentazioni siano sufficienti per formulare un

favorevole giudizio sull’efficacia e la tollerabilità del medicinale richiesto.

ex generici. Medicinale che è bioequivalente rispetto ad un

FARMACI EQUIVALENTI:

medicinale di riferimento, con brevetto scaduto, autorizzato con la stessa composizione quali-

quantitativa in principi attivi, stessa forma farmaceutica,styessa via di somministrazione e

indicazioni terapeutiche. -medicinali soggetti a prescrizione

CLASSIFICAZIONE AI FINI DELLA FORNITURA:

medica;

-medicinali soggetti a prescrizione medica da rinnovare volta per volta;

-medicinali soggetti a prescrizione medica speciale;

-medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa;

-medicinali non soggetti a prescrizione medica. possono presentare un pericolo direttamento o

SOGGETTI A PRESCRIZIONE MEDICA:

indirettamente anche in condizioni normali di utilizzazione se usati senza controolo medico; spesso

e in larghissima misura in modo non corretto e con rischio di un pericolo diretto o indiretto per la

salute.

Contengono sostanze o preprazioni di sostanze la cui attività o le cui reazioni avverse richiedono

ulteriori indagini; destinati a essere somministrati per via parenterale, fatte salve le eccezioni

stabilite dal Ministero della Salute, su proposta o previe consultazione dell’AIFA.

vendibili al pubblico su prescrizione di centri

PRESCRIZIONE MEDICA LIMITATIVA:

ospedalieri o specialisti; utilizzabili esclusivamente in ambiente ospedaliero o ad esso assimilabile;

utilizzati esclusivamente dal Medico.

Quelli utilizzabili esclusivamente in ambiente ospedaliero sono quelli che per caratteristiche

farmacologiche o per innovatività, modalità di somministrazione o altyri motivi di tutela della salute

pubblica non possono essere utilizzati in condizioni di sufficiente sicurezza aal di fuori di strutture

ospedaliere. da banco o automedicazione OTC; restanti SOP.

NON SOGGETTI A PRESCRIZIONE:

farmaci eccezionali e per malattie croniche, per i quali

CONCEDIBILITà SSN: -CLASSE A:

esiste una soddisfacente e accreditata efficacia valutata in base ai parametri dell’aumento

dell’aspettativa della riduzione delle complicanze del miglioramento della qualità della vita;

-CLASSE di interesse terapeutico minore di quelli classificati in classe A, attualmente vuota;

B:

-CLASSE soggetti a prescrizione medica ma privi delle caratteristiche in A e B, SOP;

C:

-CLASSE bis: non soggetti a prescrizione medica o OTC e autorizzati alla pubblicità presso il

C

pubblico. -pura con farmaci a carico del SSN per qualunque indicazione della scheda tecnica; -

CLASSE A:

nota a carico del SSN solo se prescritti nel rispetto di AIFA di riferimento; -A/PT totale carico del

SSN, se prescritti dal Medico autorizzato alla prescrizione in regime di concedibilità.

farmaci soggetti a prescrizione/utilizzazione specialistica:

FASCIA H:

-H-esitabili: a carico del SSN se erogati direttamente dalle strutture pubbliche ma a carico del

cittadino;

-H-OSP1: usati solo in ambiente ospedaliero;

-H-OSP2: impiego esclusivo ospedaliero o extraospedaliero a seconda della regione;

-H-OSPL: ospedaliero da pochi Medici;

-H-USPL: da Medici identificati nelle regioni.

“Chiunque detiene per il commercio, pone in commercio o somministra medicinali

ART. 443 C.P.:

guasti oimperfetti è punito…”.

i campioni gratuiti di un medicinale per uso umano possono essere

FARMACI CAMPIONI:

rimessi solo ai Medici autorizzati a prescriverlo e devono essere consegnati soltanto per il tramite di

informatori farmaceutici.

I Medici devono assicurare la conservazione secondo le istruzioni indicate sulla confezione o sul

foglio illustrativo.

Campioni non possono essere utconsegnati senza richiesta scritta, recante data, timbro e firma del

destinatario.

Gli informatori scientifici possono consegnare a ciascun sanitario due campioni a visita per ogni

dosaggio o forma farmaceutica di un medicinale esclusivamente nei diciotto mesi successivi alla

data di prima commercializzazione del prodotto ed entro il limite massimo di otto campioni annui

per ogni dosaggio o forma.

Non più di quattro campioni a visita entro il limite massimo di dieci annui.

Ogni campione deve esserwe graficamente identico alla confezione più piccola messa in

commercio. Contenuto inferiore, no sostanze stupefacenti.

Deve essere riportata la dicitura “Campione gratuito, vietata la vendita”.

informazione al paziente e acquisizione consenso; agire secondo evidenza

PRESCRIZIONE:

scientifica; garantire uso appropriato delle risorse; perseguire la beneficità del paziente e astensione

da pratiche di accanimento terapeutico; agire in indipendenza e senza condizionamenti.

Tipo di farmaco, dosaggio, tempi somministrazione, via somministrazione, forma farmaceutica,

sottoscrizione Medico. il sistema di sorveglianza PASSI evidenzia che il

DISTRIBUZIONE FARMACI IN ITALIA:

67,7% degli italiani ha una percezione positiva del loro stato di salute e giudica di stare bene o

molto bene, il 29% discreto, il 3% di stare male o molto male. La soddisfazione è maggiore per i

giovani maschi istruiti e senza difficoltà economiche e malattie croniche le quali sono più presenti

nell’anziano e compromettono l’autonomia.

L’indagine multiscopo dell’ISTAT evidenzia che tra gli ultrasessantacinquenni il 39% soffre di

almeno una malattia cronica come ipertensione, artrosi, osteoporosi e diabete. Diffuse anche le

disabilità fisiche.

Il 35% dei disabili vive solo e il 6,4% con altri disabili. Su 100 famiglie il 58% non riceve sussidi

pubblici. Dico

Le persone affette da disabilità mentale sono invece oltre 500000, 5% degli ultraottantenni.

Il 5,3% della popolazione dichiara di soffrire di ansia cronica o depressione (donne, età avanzata,

basso livello di istruzione e difficoltà economiche e malattie croniche). Le regioni del sud

presentano situazioni più critiche e più malattie croniche.

Indagine del Censis sui piccoli disturbi come mal di testa, di schiena, problemi intestinali,

raffreddore e tosse 52% donne, 42,3% uomini incidono in maniera molto o abbastanza negativa

sulla vita di oltre il 38% degli italiani. A votle rinuncia al lavoro o altro.

il 45,2% della popolazione ha assuntonto farmaci

CITTADINI ITALIANI E USO FARMACI:

nelle ultime due settimane, un terzo sotto prescrizione medica.

Concumo connesso all’età: 0-14 anni solo 22,4%; negli ultraottantenni 89,5%. Le donne di più e più

al Nord. La maggiorparte sotto prescrizione medica. I giovani invece su decisione personale.

La percentuale di utilizzo quotidiano diminuisce col livello di istruzione; il 60% di quelli che ne

assumono tuti i giorni ne consuma fino a due tipi, un quarto più di quattro

Per l’automedicazione è molto diffusa in Italia sopratuttotra persone con cultura della salute più

evoluta e competente.

Spesso di tipo sintomatico come il mal di testa e se per continuare con l’attività. L’autocura è il

comportamento prevalente di fronte alle piccole patologie e farmaco con cui si ha fiducia.

Avviene in modo sicuro utilizzando farmaci senza obbligo di ricetta o già noti al paziente. Il

Farmacista si colloca al terzo posto dopo i consigli degli amici.

la spesa farmaceutica nel 2010 è stata di circa 26 miliardi di Euro, oltre

DOMANDA FARMACI:

il 75% a carico del SSN. Automedicazione 7,9% con 2 miliardi di Euro.

Quelli più utilizzati sono per il sistema cardiovascolare 93% a carico del SSN 5 miliardi di Euro,

gastrointestinali, per il SNC e antineoplastici.

Le categorie più a carico dei cittadini sono: dermatologici, genito-urinari, ormoni sessuali e

apparato muscolo-scheletrico. Tra automedicazione: dermatologici e al muscoloscheletrico e

sistema respiratorio.

L’aumento delle quantità di farmaci prescritti di classe A rimborsati dal SSN è comune a tutte le

regioni. Incremento malattie croniche, effetti della crisi.

diversi fattori possono influire sulla salute e sulla domanda di

DETERMINANTI CONSUMO:

beni e servizi in campo sanitario: socio-demografici; economici; socio-culturali; naturali,

tecnologici, politico-legali.

-SOCIO-DEMOGRAFICI: tasso di crescita della popolazione e la sua composizione per fasce di

età, in italia a partire dal 2000 movimenti migratori, la popolazione è cresciuta da 57 a 60 milioni il

20,3% composto da ultrasessantacinquenni, l’invecchiamento è maggiore in Italia e Germania..

riduzione tasso natalità e aumento aspettativa di vita, riduzione mortalità infantile e miglioramento

condizioni di salute della popolazione.

L’invecchiamento della popolazione può portare ad accrescere la domanda di assistenza sanitaria

che comporta aumento dei consumi farmaceutici. Si evidenzia che un assistibile di età di 75 anni ha

livello di spesa di circa 13 volte maggiore di uno tra 25-34 anni. La popolazione copiù di 65 anni

effettua circa il 60% dei consumi di farmaci, i giovani fino a 14 meno del 3%. Le donne 10%

superiore, 8 bambini su 10 ricevono in un anno almeno una prescrizione;

-LIVELLO dimostrato che livello elevato favorisce attenzione a fattori di rischio

ISTRUZIONE:

e sintomi e in caso di malattia una maggiore facilità di accesso alle diverse alternative di cura. Si ha

maggiore accesso a infrmazioni di carattere scientifico, più informato e consapevole delle diverse

possibilità di diagnosi e cura

le persone con titolo di studio più alto presentano comportamento più attento

ISTAT:

nell’effettuare i controlli e visite mediche per la prevenzione.

Le persone meno istruite effettuano più visite generiche 41,2% e accertamenti di laboratorio 23,3%

quelle con titolo più elevato ricorrono più spesso dallo Specialista. Anche se le persone meno

istruite ricorrono meno a visite, accertamenti e ricoveri a pagamento intero, la percentuale di coloro

che pagano interamente le prestazioni si mantiene comunque molto elevata.

Anche nei corsi formativi come quello alla nascita e all’ospedalizzazione vera e propria: le persone

meno istruite accedono meno alle procedure innovative; anche condizioni di slaute percepita e

cronicità.

La percentuale di uso farmaco diminuisce col crescere del titolo di studio, non per automedicazion;

-FATTORI relazione tra ricchezza Paese e salute popolazione, come speranza di

ECONOMICI:

vita: all’aumentare del reddito cresce progressivamente anche la speranza di vita sia perché

migliorano le condizioni di vita essenziali sia perché al crescere della ricchezza aumenta anche

l’organizzazione e l’accesso ai servizi sanitari. Nei Paesi poveri la speranza di vita aumenta

rapidamente nelle fasi di crescita, piccole differenze nel reddito comportano grandi differenze nel

miglioramento della slaute.

Mano a mano che il tenore di vita migliora, la relazione positiva tra crescita economica e speranza

di vita si affievolisce; anche i Paesi ricchi continuano a godere con il passare del tempo di

miglioramenti ma correlati a livello di istruzione, ambiente e abitudini alimentari.

Nei Paesi più ricchi si trova correlazione in base alla distribuzione della ricchezza: disuguaglianze

in sanità possono essere considerate come indice del grado e della qualità di sviluppo e del

benessere dell’intera società, Paesi con minore differenza hanno aspettativa di vita più lunga.

Anche consumo dei farmaci legato a ciò: sia cittadino che Medico tendono a chiedere quelli

rimborsabili;

-FATTORI consistente passaggio da approcci culturali più poveri e

SOCIO-CULTURALI:

disimpegnati a più evoluti e ricchi di progettualità.

Circa il 10% degli adulti italiani ha abbandonato modelli culturali poveri per abbracciare modello

più positivo e proattivo basato sulla ricerca/ottimizzazione del proprio benessere. Nello scorso

decennio è nettamente calata una concezione della salute di tipo elementare e povero. Evidente

aumento sitli divita su concezione solistica e positiva del benessere, pratiche sportive.

Tendenza a occuparsi della salute in termini preventivi e curativi; medicine alternative..

In Italia progressivo peggioramento stile di vita: diabete 2, osteoporosi, traumi da caduta anziani,

cancro colon, seno e endometrio. Le persone che non svolgono attività fisica è aumentato, obesità,

forti bevitori, aumenta fumo nelle donne. Sedentari 31%.;

-FATTORI il deterioramento dell’ambiente naturale ha prodotto impatto sul

TECNOLOGICI:

livello di salute delle popolazioni e uso dei farmaci, in molte città l’inquinamento dell’aria e

dell’acqua ha incrementato la diffusione di malattie dell’apparato respiratorio.

L’innovazione tecnologica in ambito sanitario si esprime a livello di nuove attrezzature a scopo

diagnostico e medicinali e nuove tecniche chirurgiche.

L’assetto politoc-legale definisce il contesto di fornitura dei servizi sanitari e dei farmaci;

-RELAZIONE Medicina Generale, un esempio uso di antibiotici in

MEDICO-PAZIENTE:

pazienti con disturbi di origine virale diagnosticati dal Medico di famiglia, non è solo di costi al

SSN ma di Sanità pubblica in quanto favorisce l’aumento della resistenza batterica con perdita di

efficacia di tali farmaci.

Il problema informatigo coinvolge diversi aspetti del processo di scelta del paziente: in primo luogo

nella fase di definizione del proprio bisogno, spesso non in grado di riconoscere sintomi e patologie;

nel momento della scelta della struttura sanitaria e dei trattamenti a cui sottoporsi divenuto

consapevole dello stato di malattia; decisione se uniformarsi o meno al comportamento consigliato.

La malattia può mettere a rischio la vita del soggetto: è difficile che il consumatore possa assumere

decisioni razionali. All’incertezza sull’esito si aggiunge quella della mancata esperienza.

Le prestazioni sanitarie devono essere personalizzate per essere efficaci, anche il Medico possiede

informazioni parziali e incerte circa la diagnosi e l’esito delle terapie ma si trova in una posizione di

vantaggio: asimmetria informativa. La conoscenza scientifica è complessa, le informazioni del

Medico sono superiori a quelle del paziente e ne sono consapevoli. Forte senso di dipendenza del

paziente. Sposta il rapporto sulla componente fiduciaria che aumenta al descrescere della valutativa.

nei primi nove mesi del 2014 la spesa farmaceutica nazionale totale è

CONSUMO FARMACI:

stata pari a 19,9 miliardi di euro, il 75% rimborsato dal SSN. La spesa territoriale pubblica pari a

8769 milioni di euro con decremento legato alla diminuzione della spesa farmaceutica netta.

I consumi din regime di assistenza convenzionale sono costanti con lievi variazioni rispetto al 2013;

in media ogni giorno sono utilizzate 1035,9 dosi ogni mille abitanti.

Anche nel 2014 è stata riscontrata una crescente incidenza del 13,6% sulla spesa convenzionata

rispetto al 12,7% del 2013. la spesa privata comprendente tutte le voci di spesa sostenute dal

cittadino ha registrato una riduzione dello 0,1% dovuto alla riduzione della spesa per i farmaci di


PAGINE

10

PESO

107.19 KB

AUTORE

rups_1

PUBBLICATO

9 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher rups_1 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Farmacologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Biologia Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in infermieristica

Riassunti per esame di Farmacologia
Appunto
Introduzione, Anatomia e fisiologia
Appunto
Anatomia con elementi di istologia - sistema nervoso (parte prima)
Appunto
Anatomia con elementi di istologia - sistema nervoso (parte seconda)
Appunto