Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il sistema di vulnerabilità implica la gestione di un numero eccessivo di variabili di rischio e tale

coesistenza è in grado di determinare crisi ambientali. L’individuazione di aree vulnerabili

all’inquinamento è di rilievo nella valutazione del rischio ambientale. Tale valutazione richiede l’utilizzo

di modelli di previsione e la realizzazione di un sistema integrato per la gestione delle informazioni

relative all’agricoltura, al territorio, al clima ecc…All’interno di tale sistema si possono evidenziare 4

ordini di fattori :

Delimitazione delle zone in cui di vuole condurre l’analisi dei rischi;

• L’identificazione di eventi particolarmente responsabili di conseguenze dannose;

La descrizione degli effetti negativi e la misurazione del loro grado di intensità(magnitudo);

• L’individuazione della reale utilità delle potenziali attività rischiose.

Attraverso tale procedure è possibile non solo risalire alle radici del rischio stesso,alle motivazione che

lo hanno determinato,ma soprattutto cercare di arginare i suoi effetti.

6. Tipologie e modelli sulle scienze sociali.

L’ambiente è considerato dagli esseri umani come un insieme da cui attingere elementi per la propria

sopravvivenza. Esso è visto in una duplice veste:da un lato come misura dello spazio,distanza tra gli

oggetti;dall’ altro come concreto spazio fisico. Nel primo caso la distanza condizione a tal punto le

relazioni tanto da renderle più fredde (come appunto sosteneva Simmel);invece nel secondo caso

l’azione collettiva si sviluppa in termini di conflittualità,nel senso che vengono rivendicate equità e

reciprocità all’interno delle relazioni.

7. Si dia una breve descrizione degli approcci delineati nel volume sull’ ambientalismo.

Per ambientalismo si intende lo sviluppo della coscienza sociale per la difesa delle risorse naturali e lo

sviluppo sostenibile, e l'insieme dei movimenti e delle organizzazioni ad esso ispirati. Le azioni collettive

pro-ambiente possono manifestarsi attraverso 4 approcci socio-ambientali.

Il primo è l’approccio ecologico,in cui le azioni vengono effettuate attraverso proteste

⇒ comuni,utilizzo dei mass media e mobilitazioni di massa. Ciò avviene nel momento in cui l’ individuo si

rende conto che c’è qualcosa che può minacciare la sua sicurezza,lasciando che così emerga il suo

istinto di sopravvivenza.

Il secondo è l’approccio strategico dei movimenti,attraverso cui si cerca di affermare valori e

⇒ pratiche solidali con gli ecosistemi. Molte volte ciò viene fatto ricorrendo a strumenti quali ad

esempio quello della protesta,in cui emerge la figura del leader quale individuo dotato di carisma

personale.

⇒ Il terzo approccio è quello cognitivo,il quale rivaluta il concetto di ambientalismo dal momento che

questo pone al centro del suo interesse quello che è un bene pubblico. La maggior parte dei

movimenti ambientalisti è ormai istituzionalizzata. E questo perché i nuovi movimenti hanno

orientato la loro azione sul piano educativo (per es. il WWF).

⇒ Infine troviamo l’approccio interattivo,il quale ritiene che un movimento sia caratterizzato da una

rete di relazioni basata su scambi reciproci. La natura di tali scambi non è pero di tipo

materialistico, ma mira all’arricchimento e alla reciprocità del gesto in modo da creare legami di

solidarietà.

8. Le definizione e le differenze tra policy e politics.

Con il termine policy si intende la politica pubblica,”reale”,quale insieme di decisioni riferite ai problemi

della comunità. Per politics invece si intende la politica nel senso di meri rapporti di forza,di partiti e

politici. Esso riguarda l’insieme delle attività attuate dallo Stato basate sulle ricerca del consenso o del

potere.

9. Le linee guida delle Politiche Comunitarie in campo ambientale.

www.politologi.com – Il portale degli studenti di Scienze Politiche


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

3

PESO

74.08 KB

AUTORE

nadia_87

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti inerenti l'esame di Sociologia dell'ambiente e del territorio del prof. Albrizio riguardanti il questionario con le seguenti domande: Qual è il ruolo della scienza sociale nella progettazione ambientale, Qual è la relazione tra ambiente e sistema nella società contemporanea, Le definizioni del concetto di rischio e altro ancora.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nadia_87 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia dell'ambiente e del territorio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Albrizio Maria.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia dell'ambiente e del territorio

Sociologia dell'ambiente e del territorio
Appunto
Seminario sociologia
Appunto
Pufendorf e autolimitazione razionale - Filosofia politica
Appunto
Riassunto esame Diritto, prof. Di Amato, libro consigliato Diritto dei mezzi di comunicazione
Appunto