Che materia stai cercando?

Psicopatologia – Il piccolo Hans Appunti scolastici Premium

Appunti di Psicopatologia – Il piccolo Hans. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Il secondo caso clinico è la prima relazione scritta di un’analisi infantile: ”Analisi di una fobia in un bambino di cinque anni” ed è conosciuta come “il caso del... Vedi di più

Esame di Psicopatologia dello sviluppo docente Prof. A. Gritti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL CASO DEL PICCOLO HANS

Il secondo caso clinico è la prima relazione scritta di un’analisi infantile:

”Analisi di una fobia in un bambino di cinque anni” ed è conosciuta come “il

caso del piccolo Hans“. I genitori erano stati allievi di Freud: egli aveva curato

la madre prima che si sposasse, ed il padre di Hans aveva seguito tutte le

lezioni del Maestro. Fu appunto il padre, e non Freud, ad analizzare il bambino,

ma durante il lavoro analitico le consultazioni furono frequenti.

Il caso tratta di una fobia che si era innestata su uno stato di angoscia

manifestatasi verso i quattro anni e mezzo, dopo circa nove mesi dalla nascita

della sorellina. Il bambino aveva la fobia di attraversare le porte, poiché

temeva che una volta uscito potesse essere morso.

Il padre condusse l’analisi effettuando domande dirette al bambino, trovandosi

anche nella condizione di dover tradurre ciò che al bambino risultava difficile

esprimere. Freud dovette difendersi dall’attacco di coloro che affermarono che

le conclusioni raggiunte fossero dovute solo ai suggerimenti del padre,

ponendo però l’accento sul cambiamento di opinione che si era verificato nei

riguardi della suggestione. Infatti, mentre negli anni tra il 1887 e il 1889,

Freud, insistendo sull’importanza della suggestione, aveva incontrato

l’opposizione della classe medica del tempo, ora paradossalmente quest’ultima

attribuiva enormi potenzialità alla metodo suggestivo.

Freud ritenne allora opportuno effettuare un esperimento: non volle rivelare al

padre alcune importanti associazioni che aveva colto nel materiale. Il padre si

trovò a lavorare senza cognizione di causa, finché fu il bambino stesso a

chiarirle.

Freud rimase soddisfatto dai risultati dell’analisi, la fobia scomparse, e, a

distanza di anni, ebbe la grande e gradita sorpresa di ricevere presso il suo

studio un giovane di quattordici anni, alto e robusto, che presentandosi disse:

”Ich bin der kleine Hans” (Sono il piccolo Hans).

Freud introdusse nel lavoro un’importante osservazione sulla paura di

castrazione, che riprese nel 1923, avanzando l’ipotesi, più volte suffragata dai

dati clinici, che questa potesse insorgere senza che vi fosse stata una minaccia

reale.

Poco dopo la pubblicazione del suo lavoro sullo “Jahrbuch”, rispondendo ad una

lettera di Jones, gli scrisse: ”Sono contento che Lei abbia capito l’importanza

del kleiner Hans. non ho mai guardato con maggiore perspicacia nell’anima di

un bambino.” 1

Malgrado il successo raggiunto con questa analisi, Freud fu molto prudente,

tanto da non considerare che si era aperto un’importante campo di intervento

per la psicoanalisi: quello dell’analisi infantile. Infatti Freud nel paragrafo

introduttivo espresse addirittura dei dubbi rispetto alla possibilità di intervento

in età infantile, fortunatamente smentita dai successi terapeutici che

successivamente tale tipo di intervento produsse: ”Secondo me, nessun altro

sarebbe riuscito a far fare al bambino simili ammissioni. Le conoscenze

particolari grazie alle quali il padre è stato in grado d’interpretare le

osservazioni del figlio cinquenne, erano indispensabili e senza di esse le

difficoltà tecniche che la psicoanalisi di un bambino così piccolo presenta,

sarebbero state insormontabili. E’ solo perché l’autorità del padre e di medico

si fondevano in una persona, e perché in essa si combinavano l’interesse


PAGINE

3

PESO

17.31 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Psicopatologia – Il piccolo Hans. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Il secondo caso clinico è la prima relazione scritta di un’analisi infantile: ”Analisi di una fobia in un bambino di cinque anni” ed è conosciuta come “il caso del piccolo Hans“...


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in scienze pedagogiche
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicopatologia dello sviluppo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Suor Orsola Benincasa - Unisob o del prof Gritti Antonella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicopatologia dello sviluppo

Psicopatologia dello sviluppo – Freud
Appunto