Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

BIBLIOTECONOMIA: PRINCIPI E QUESTIONI

1

Per gli utenti, l'organizzazione bibliografica è essenziale per destreggiarsi con l'enorme mole di

documenti presenti. La mediazione tra l'universo bibliografico e l'utente si ha con gli indici

catalografici, la cui stesura si basa su più fasi: descrizione, ordinamento, ricerca. Tuttavia l'indice

può produrre confusione o addirittura ridurre il messaggio originario cercato dall'utente. Per

Ranghanatan una biblioteca inizia ad esistere quando i suoi 3 elementi fondamentali, lettori, libri e

personale funzionano insieme.

2

Il catalogo mette in relazione la biblioteca con l'utente. Lo scopo è comunicare le informazioni che

consentono di individuare i documenti posseduti dalla biblioteca. Esistono diversi principi ma tra i

più importanti troviamo quelli di Liebniz, che sono di 2 tipi:

1) principio di ragione sufficiente = ciascuna scelta tra più alternative deve essere compiuta

sulla base di scelte sostenibili

2) principio di necessità = quando esistono più alternative, si deve scegliere quella più

economica

Importanti sono anche i principi di Svenonius, tra i quali troviamo:

1) principio dell'interesse dell'utente

2) principio dell'uso comune

3) principio di presentazione

4) principio di accuratezza, sufficienza, standardizzazione e necessità

5) principio di significatività

6) principio di integrazione

3

Le funzioni del catalogo sono quelle descritte da Cutter nel 1876 in "Rules for a printed dictionary

catalogue". Tra esse troviamo:

1) mettere in grado una persona di trovare un libro di cui conosce l'autore, il titolo o il soggetto

2) mostrare cosa possiede la biblioteca di autori, titoli e soggetti

3) facilitare la scelta di un libro

Queste funzioni sono stare rielaborate da 2 studiosi, il primo, Ranghanatan, che dice che il catalogo:

1) deve mostrare ad ogni lettore il documento d'interesse

2) assicurare ad ogni lettore il proprio documento

3) far risparmiare tempo al lettore e al personale durante la ricerca del documento

Malinconico invece afferma che il catalogo:

1) deve consentire la localizzazione fisica di un determinato oggetto

2) deve collegare le varie manifestazioni di un'opera (edizioni, traduzioni...)

3) deve collegare tutte le opere di un autore o agente, o che hanno un soggetto comune

Un catalogo possiede diverse caratteristiche. Tra esse troviamo l'intestazione principale. Secondo

Maltese, essa deve essere registrata in un punto del catalogo dal quale sia possibile essere

determinata da chiunque. Il catalogo elettronico ha aperto molte possibilità, in quanto è possibile

utilizzare diverse modalità di ordinamento (autore, titolo, soggetto, editore...) ma ha sminuito

l'importanza dell'intestazione principale.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

2

PESO

24.96 KB

AUTORE

Ahmed89

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze della comunicazione
SSD:
Università: Catania - Unict
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ahmed89 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Archivistica, bibliografia e biblioteconomia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Catania - Unict o del prof Inserra Simona.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Archivistica, bibliografia e biblioteconomia

Riassunto esame Archivistica, prof. Inserra, libro consigliato Guida alla biblioteconomia, Guerrini
Appunto
Classificazione decimale di Dewey: Appunti di Archivistica
Appunto
Catalogo elettronico: Appunti di Archivistica
Appunto
Riassunto esame Filosofia, prof. Mazzone, libro consigliato Che cos'è la linguistica cognitiva, Arduini, Fabbri
Appunto