Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La silice cristallina è la forma

maggiormente dotata di potere

sclerogeno per il polmone, ed il

quarzo è in assoluto la forma

più diffusa in natura.

Noduli silicotici

• Sono spesso localizzati intorno ai vasi e

alle piccole vie aeree obliterandone il

lume(s. nodulare semplice);

• Tendono ad ingrandirsi, anche cessata

l’esposizione, a formare masse

sclerojaline di varia forma, con diametro

variabile da pochi millimetri ad alcuni

centimetri (s. massiva).

La fusione di noduli fibrotici dà luogo a

masse confluenti, con retrazione delle

porzioni superiori del polmone e con

marcata distorsione dell’architettura

polmonare. Si evidenziano alterazioni

enfisematose(perifocali, centrolobulari).

Ventilazione e scambi gassosi sono

compromessi.

SILICOSI

NODULARE

PURA

A decorso

A decorso Cronico A decorso Proteinosi

Cronico Complicato con Acuto o Alveolare silicotica

semplice Fibrosi accelerato

Massiva (PMF )

Forma a decorso cronico semplice

• Dopo almeno 20 aa di esposizione moderata

• Noduli di 1-10 mm nei campi polmonari medio-

apicali;

• A lungo asintomatica. Può presentare tosse

secca o scarsamente produttiva;

• Dispnea da sforzo si ha nelle fasi avanzate;

• Sopravvivenza media dalla prima esposizione è

di 40aa.

Fibrosi massiva (PMF)

• In soggetti esposti a dosi cumulative elevate;

• Confluenza tra noduli con formazione di masse

di grandi dimensioni nei campi medio-superiori

(secondo ILO/UC 1980 rientra nella PMF opacità

maggiori a 1cm di diametro);

• Sintomi accentuati: tosse produttiva con

escreato mucopurulento, dispnea da sforzo

invalidante;

• Con il tempo tende a istaurarsi un’ipertensione

polmonare.

Forma a decorso acuto

• Rara, dovuta a inalazione di grandi quantità di

silice(durata esposizione 4-8aa);

• Mancano noduli tipici e le masse confluenti;

• Presenza negli spazi alveolari di fluido acidofilo

con macrofagi, lipidi e proteine. Danneggiate le

cellule alveolari ed endoteliali;

• Tosse e dispnea sono precoci e rapidamente

invalidanti;

• Sopravvivenza media 10aa.

DIAGNOSI DI SILICOSI

• 

ANAMNESI Lavorativa e Patologica

• Esami strumentali e di laboratorio

Anamnesi lavorativa

Tentativo di quantificare il rischio (dose

di esposizione)

La dose di esposizione dipende da:

Tipo di lavorazione e tipo di materiale

Durata lavorazione

Sforzo richiesto

Sistemi di protezione

Variabilità individuale

Classificazione ILO

OPACITA’ PICCOLE

PROFUSIONE:

È graduata da 0 GRANDEZZA

(assenza di noduli) a 3 (opacità numerose) ROTONDE (diametro): IRREGOLARI (diametro):

p inferiore 1,5mm s inferiore 1,5mm

q tra 1,5 e 3mm t tra 1,5 e 3 mm

r superiore 3mm u superiore a 3mm

Classificazione ILO

OPACITA’ GRANDI

Le lettere A, B, C sono utilizzate

per indicare le dimensioni di grosse

opacità, eventualmente formate da

opacità più piccole ma confluenti

( da A a C l’interessamento è più importante)


PAGINE

73

PESO

3.00 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - durata 6 anni)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Medicina Legale e Medicina del Lavoro e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Manno Maurizio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Medicina legale e medicina del lavoro

Sicurezza sul lavoro
Appunto
L'amianto e i suoi effetti
Appunto
Asma professionale
Appunto
Previdenza Sociale
Appunto