Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

FISIOLOGIA

Quando l’onda viaggiante mette in

vibrazione la MB, le ciglia delle cellule

ciliate si flettono provocando l’apertura di

canali ionici cellulari, la depolarizzazione

della membrana cellulare, il rilascio di

l’eccitamento

neurotrasmettitore, delle

terminazioni nervose afferenti e infine la

potenziale d’azione

formazione di un che

viene trasmesso dal nervo cocleare alle

vie uditive centrali.

SCHEMA A BLOCCHI

Elaborazione dell’informazione

VIII N. C. TRONCO CORTECCIA

ENCEFALO UDITIVA

Decodificazione

Codificazione analogica

digitale VIE UDITIVE CENTRALI

APPARATO VESTIBOLARE

LABIRINTO

POSTERIORE CANALI

SEMICIRCOLARI:

SACCULO UTRICOLO CSS

CSP

CSL

APPARATO VESTIBOLARE

• I recettori vestibolari sono rappresentati

da:

• Macula utricolare e sacculare

• Creste ampollari

• In entrambe le strutture sono presenti

cellule di sostegno e cellule sensoriali

(dotate di chinociglio) immerse nella

cupola ampollare o nella membrana

otolitica.

APPARATO VESTIBOLARE

• Il sistema vestibolare, con il sistema visivo

e propriocettivo, è deputato al

mantenimento dell’equilibrio corporeo, al

coordinamento dei movimenti del capo e

del corpo e al mantenimento della fissità di

oggetti nel campo visivo. Il vestibolo è

sensibile sia a stimoli statici (forza di

gravità) che dinamici (accelerazioni lineari

e angolari). PATOLOGIA

ORECCHIO ESTERNO:

MALFORMAZIONI:

• Anotia

• Microtia

• Atresia auris

• Fistola auris

PATOLOGIA

INFEZIONI:

• FORUNCOLOSI

• ECZEMA

• OTITI ESTERNE

FORUNCOLOSI ECZEMA DEL CUE

PATOLOGIA

OTITE ESTERNA:

• Bolloso-emorragica, di tipo virale

influenzale

• Batterica, da Stafilococco o da

Pseudomonas più spesso, favorita dal

clima caldo-umido e dal periodo estivo.

• Micotica, caratterizzata da intenso prurito

e dalla presenza di spore o ife nel cue.

MIRINGITE

GRANULOMATOSA MIRINGITE BOLLOSO-

MIRINGITE BOLLOSA EMORRAGICA

OTITI

MICOTICHE

PATOLOGIA

• OTITE ESTERNA MALIGNA:

• Rara infezione causata da Pseudomonas

aeruginosa

• Diabetici, immunodepressi

• Enzimi proteolitici determinano una vasculite

necrotizzante che facilita la diffusione batterica.

• Complicanze: pericondrite ed osteite

necrotizzante, lesione dei nervi cranici,

tromboflebite della vena giugulare.

ALTERAZIONE DELLA FUNZIONE

DI VENTILAZIONE

1. Ostruzione funzionale: insufficiente

meccanismo di apertura attiva

2. Ostruzione meccanica intrinseca:

infezioni- reazioni allergiche delle alte vie

respiratorie

3. Ostruzione meccanica estrinseca:

compressione da parte di adenoidi

ipertrofiche o tumori rinofaringei.

PATOLOGIA

OTITI MEDIE

ACUTE

OTITE MEDIA

OTITE MEDIA OTITE MEDIA

PURULENTA

VIRALE ACUTA ALLERGICA

ACUTA

OTITE MEDIA FORME

ACUTA EMORRAG. SPECIFICHE NECROTICA

TUBERCOLARE

OTITE MEDIA VIRALE

• Secretiva sierosa

sterile

• Virus influenzali e

parainfluenzali

• Iperemia, edema,

trasudazione ed

iperproduzione di

muco.

OTITE MEDIA ACUTA

EMORRAGICA

• Il virus colpisce il

periostio

• MT di colorito rosso-

nerastro

• Favorisce la

formazione di

emotimpano

OTITE MEDIA PURULENTA

ACUTA

• Infezione batterica piogena.

• Le fasi dell’otite media purulenta sono le seguenti:

1. IPEREMIA (otite congestizia)

2. ESSUDATO inizialmente sieroso (otite media sierosa

acuta), poi può diventare siero-mucoso (otite media

siero-mucosa acuta), quando di infetta diventa muco-

purulento (otite media mucopurulenta acuta) o

francamente purulento.

3. PERFORAZIONE in genere in corrispondenza dei

quadranti inferiori della MT.

4. MASTOIDITE se il processo non si risolve con la

terapia medica può evolvere e complicarsi.

PERFORAZIONI DELLA MT

OTITE MEDIA PURULENTA

ACUTA

SINTOMI E SEGNI:

• OTALGIA

• SENSO DI ORECCHIO PIENO

• IPOACUSIA TRASMISSIVA

• FEBBRE

• OTORREA (otite media acuta perforata)

• DOLORE E TENSIONE MASTOIDEA

• APPIANAMENTO SOLCO RETROAURICOLARE

• ABBASSAMENTO DELLA PARETE POSTERO-

SUPERIORE DEL CONDOTTO.

TERAPIA

• Antibiotici

• Cortisonici

• Decongestionanti

• Antistaminici

• Antipiretici

L’OTITE MEDIA PURULENTA ACUTA QUASI

SEMPRE GUARISCE SENZA CONSEGUENZE

ANATOMO-FUNZIONALI.

UN’OTITE MEDIA CHE NON GUARISCE ENTRO

DUE MESI DIVENTA CRONICA E QUASI

SEMPRE SI ASSOCIA A PROCESSI

OSTEITICI CHE POSSONO INTERESSARE LA

CATENA OSSICULARE.

OTITE CRONICA SIERO-

MUCOSA

• Quando l’otite siero-mucosa diventa

cronica l’essudato tende ad organizzarsi

divenendo denso e colloso (glue ear).

Otite siero-mucosa in evoluzione timpanosclerotica

DRENAGGIO TRANSTIMPANICO

Per facilitare il drenaggio e la ventilazione

dell’OM in caso di glue ear

• Se il versamento non è siero-mucoso ma

ematico (emotimpano) questo può

evolvere verso il granuloma colesterinico:

3 diversi quadri di timpano blu

TIMPANOSCLEROSI

• Formazione di tessuto fibrotico che rende

la MT sclerotica e spesso crea aderenze

tra MT e catena ossiculare, talvolta

inglobando completamente quest’ultima

limitandone notevolmente i movimenti.

TIMPANOSCLEROSI

Timpanosclerosi

a timpano aperto

OTITE MEDIA

PURULENTA

CRONICA

OTITE MEDIA OTITE MEDIA OTITE MEDIA

PURULENTA PURULENTA PURULENTA

CRONICA CRONICA CRONICA

SEMPLICE IPERPLASTICA CON OSTEITE

OTITE MEDIA PURULENTA

CRONICA

• La forma semplice può anche guarire senza

significative alterazioni anatomo-funzionali.

• Quando l’infezione è grave e persistente, la

mucosa dell’orecchio medio può ulcerarsi,

granuleggiare e dare origine a formazioni

polipoidi reattive.

• Nei casi in cui l’infezione interessi l’osso

sottostante si può avere demineralizzazione e

riassorbimento delle strutture ossee dell’OM.

TERAPIA

• BONIFICA DEL CONDOTTO UDITIVO E

DEL CAVO TIMPANICO.

• COPERTURA ANTIBIOTICA ED

ANTINFIAMMATORIA.

• INTERVENTI CHIRURGICI DI

TIMPANOPLASTICA E

MASTOIDECTOMIA.

COLESTEATOMA

• Presenza nell’OM di epitelio squamoso

cheratinizzato

• Può essere CONGENITO, origina da resti

epiteliali presenti nell’OM a causa della

difettosa chiusura del tubo neurale tra la 3

e la 4 settimana di gestazione, o

ACQUISITO, può essere la complicanza di

un’otite media cronica.

COLESTEATOMA CONGENITO

COLESTEATOMA ACQUISITO

COLESTEATOMA

TEORIE PATOGENETICHE:

1. TEORIA DELLA RETRAZIONE

Origina dalla retrazione “a cul di sacco” della pars flaccida della MT

(favorita dalla pressione endotimpanica negativa).

2. TEORIA DELLA METAPLASIA

Presenza di epitelio metaplastico non cheratinizzato nell’OM.

3. TEORIA DELLA MIGRAZIONE

Migrazione verso l’OM dell’epitelio squamoso cheratinizzato attraverso

perforazioni della MT.

TEORIA DELL’INVAGINAZIONE

4.

Invasione degli spazi subepiteliali da parte di cellule epiteliali

cheratinizzate dello strato cutaneo della pars flaccida della MT.

COLESTEATOMA

• SINTOMI E SEGNI:

• Otorrea purulenta cronica o recidivante, spesso

maleodorante.

• Perforazione spesso epitimpanica della MT.

• Presenza di formazioni polipoidi o tessuto di

granulazione nel CUE.

• Ipoacusia di trasmissione, qualche volta con

componente percettiva.

• Erosione del muro della loggetta e/o della

catena ossiculare. IMMAGINI TAC DI COLESTEATOMA

ALTRE COMPLICANZE DELLE

OTITI MEDIE

• COMPLICANZE ENDOTEMPORALI:

1. LABIRINTITE SIEROSA E PURULENTA

2. FISTOLA LABIRINTICA

3. PARALISI DEL VII N.C.

• COMPLICANZE ENDOCRANICHE:

1. ASCESSO EXTRADURALE

2. MENINGITE

3. ENCEFALITE

4. ASCESSO ENCEFALICO

5. TROMBOFLEBITE DEL SENO LATERALE.

OTOSCLEROSI

• Osteodistrofia della capsula otica.

• E’ caratterizzata da 3 stadi istopatologici:

1. Riassorbimento osseo

2. Lacune vascolari

3. Sclerosi

• Sede colpita: fissula ante fenestram della

finestra ovale, quindi articolazione stapedo-

ovalare (otosclerosi stapediale) oppure

endostio dell’orecchio interno (otosclerosi

cocleare).

OTOSCLEROSI

• Colpisce la popolazione femminile con una

frequenza doppia rispetto a quella

maschile.

• Fattori ormonali predisponenti; difetti

genetici, eredo-familiare autosomica

dominante a penetranza variabile;

traumatismo della capsula labirintica;

fenomeni autoimmunitari;

OTOSCLEROSI

• Ipoacusia trasmissiva (o. stapediale),

mista (o. stapedo-cocleare o cocleo-

stapediale), percettiva (o. cocleare)

• Timpanogramma A

• Assenza di riflessi stapediali o effetto on-

off nell’otosclerosi in fase iniziale

• Notch di Carhart (perdita settoriale per via

ossea sui 2000 Hz).

• Focolai otosclerotici all’indagine TAC.

OTOSCLEROSI

TERAPIA:

• MEDICA con fluoruro di sodio se la VA è

inferiore ai 40 dB.

• CHIRURGICA: STAPEDECTOMIA

Per ipoacusie > 40 dB, gap VA/VO > 25 dB

e buona discriminazione vocale.

IPOACUSIE

CLASSIFICAZIONE

ETA’ SEDE DELLA

PREVERBALE, GRAVITA’

PERIVERBALE, LESIONE

POSTVERBALE

I. TRASMISSIVA I. NEUROSENSOR.

COCLEARE RETROCOCLEARE

IPOACUSIE

• NORMALE: < 25 dB

• LIEVE: 26- 40 dB

• MODERATA: 41- 55 dB

• MEDIO-GRAVE: 56-70 dB

• GRAVE: 71-90 dB

• PROFONDA: > 91 dB.


PAGINE

104

PESO

6.94 MB

AUTORE

kalamaj

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - 6 anni)
SSD:
Università: Foggia - Unifg
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher kalamaj di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Otorinolaringoiatria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Foggia - Unifg o del prof Cassano Pasquale.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Otorinolaringoiatria

Otorinolaringoiatria - Anatomia e Fisiologia del Naso e Seni Paranasali
Dispensa
Otorinolaringoiatria - patologie laringe
Appunto
Otorinolaringoiatria - anatomia laringe
Appunto
Nozioni, Otorinolaringoiatria
Appunto