Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Fisiopatologia dell’apparato oculomotore

I movimenti del bulbo oculare sono determinati dall’azione di 6 muscoli estrinseci

dell’occhio.

Quando si instaura una deviazione oculare, l’immagine dell’oggetto che viene fissato,

nell’occhio deviato, non cade più sulla fovea. Conseguenze:

Eteroforia (o strabismo latente): è un disturbo della motilità oculare mantenuto

- latente dalla fusione. Può diventare manifesto quando viene a mancare la visione

contemporanea con i due occhi esempio coprendone uno (cover test).

Cause:

Meccaniche: alterazione della grandezze e della forma delle orbite; Anomalie

 di inserzione muscolare

Refrattive ed accomodative: l’ipermetrope e il miope tenderanno a

 manifestare strabismo latente.

Approccio al paziente:

Anamnesi: il pz non ha particolari disturbi; al limite può avere astenopia,

 bruciore agli occhi, cefalea, ecc..

Valutazione dell’acuità visiva

 Esami specifici: cover test. Serve a valutare se esiste uno strabismo latente.

 Si impedisce la visione binoculare ponendo davanti ad un occhio un piccolo

cover e facendo fissare una meta luminosa posta ad una certa distanza. Se

chiudiamo un occhio e poi rapidamente togliamo il cover e copriamo l’altro

occhio, vediamo che l’occhio che prima era chiuso compie un movimento di

recupero:

Parliamo di exoforie quando l’occhio dall’esterno si porta al centro

 Parliamo di esoforie quando l’occhio dall’interno si porta al centro

 Parliamo di iperforie quando l’occhio dall’alto si porta al centro

 Parliamo di ipoforie quando l’occhio dal basso si porta al centro

Questi pazienti hanno il test di HIRSCHBERG negativo.

Eterotropia (o strabismo concomitante): si ha deviazione degli assi visivi ed

- alterazione della visione binoculare. Inoltre i riflessi corneali non sono centrati nei 2

occhi: cioè in un occhio il riflesso è decentrato. Distinguiamo:

Strabismo convergente o esotropia . Distinguiamo:

 un’esotropia congenita che è la forma più comune di strabismo ed

 insorge entro i 6 mesi di vita (o è già presente alla nascita).la cura deve

essere indiziata il prima possibile per ottenere i migliori risultati.

L’intervento chirurgico è la terapia d’elezione e si dovrà attuare verso i

2-4 anni di vita.

Un’esotropia accomodativa: il soggetto ipermetrope modifica la

 curvatura del cristallino in modo che l’immagine non cada dietro, ma

sulla retina. Il fenomeno dell’accomodazione è accompagnato dal

movimento di convergenza e dalla miosi. Il pz ipermetrope accomoda in

continuazione sia per lontano che per vicino (il soggetto normale

1


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

3

PESO

26.99 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Oftalmologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Oftalmologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Ferreri Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Oftalmologia

Oftalmologia – Anatomia dell'occhio
Appunto
Oftalmologia – Ametropie
Appunto
Oftalmologia – Patologia vascolare retinica
Appunto
Oftalmologia – Cristallino
Appunto