Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

NUCLEI DELLA BASE

i "nuclei della base" sono grosse formazioni grigie sottocorticali localizzate nel telencefalo, nel diencefalo e nel

mesencefalo:

nucleo caudato, putamen, pallido, nucleo subtalamico di Luys, sostanza nera.

Sono strutture pari, così come il talamo.

I nuclei caudati stanno lateralmente ai corni anteriori dei ventricolari laterali e medialmente alle braccia anteriori della

capsula interna;

il putamen e il pallido stanno più lateralmente: medialmente la capsula interna li divide dai nuclei caudati (mediante le

braccia anteriori) e dai talami (mediante le braccia posteriori).

"Corpo Striato" = nucleo caudato + putamen (divisi dal braccio anteriore della capsula interna)

"Nucleo Lenticolare" = putamen + pallido: sono attaccati, però funzionalmente non è utile parlare di "nucleo

lenticolare", invece di "corpo striato" sì.

La funzione meglio conosciuta dei nuclei della base è quello di costituire, assieme al talamo, un

circuito fondamentale per il controllo del movimento:

CIRCUI TO DELL A REGOLAZIONE DE L MOVIMEN TO:

(pag. 231 Cuomo / pag. 3 quaderno di fisiologia)

La regolazione del movimento coinvolge i nuclei talamici VA e VL (ventrale anteriore e ventrale laterale), i

quali ricevono afferenze GABAergiche da parte del pallido e della pars reticolata (pr) della sostanza nera

,

mentre invece proiettano efferenze glutammatergiche alla corteccia motoria.

La corteccia a sua volta oltre a ricevere afferenze glutammatergiche dal talamo proietta efferenze sempre

glutammatergiche allo striato.

E qui ci siamo finalmente, al punto cruciale: il corpo striato:

il corpo striato riceve dunque affe renze glutammate rgiche dalla corteccia e affe renze

dopamine rgiche dalla sostanza nera pars compacta (

p.c.

): la cosiddetta VI A NIGRO-STRI A T

A LE.

I neuroni efferenti del corpo striato sono neuroni GABAergici e quindi inibitori.

La popolazione neuronale del corpo striato però si può dividere in due parti a seconda di quali recettori

dopaminergici esprime:

quelli che esprimono D1 saranno evidentemente eccitati dalla stimolazione dopaminergica proveniente

dalla sostanza nera,

mentre invece quelli che esprimono D2 evidentemente verranno inibiti da tale via.

Queste due diverse popolazioni di neuroni striatali proiettano a zone diverse e danno origine a due vie

diverse, che finiscono entrambe ai nuclei VA e VL del talamo, ed è così che si spiega l'importanza della via

dopaminergica nigro-striatale nel controllo del movimento.

Vi a di retta (facilita il movimento):

i neuroni striatali D1 sono neuroni GABAergici che proiettano al pallido ed alla pars reticolata della

sostanza nera, inibendo dunque l'attività di queste zone. L'attività di queste zone consisterebbe a loro

volta in efferenze GABAergiche verso il talamo, con conseguente inibizione.

Di conseguenza, la stimolazione dopaminergica mediante la via nigro-striatale attiva la via diretta ed

inibisce l'attività inibitoria del pallido e della pars reticulata sul talamo, disinibendo dunque la

trasmissione glutammatergica talamo-corticale e quindi facilitando il movimento

.

Vi a indi retta (ostacola il movimento):


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

3

PESO

120.40 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Neurologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - durata 6 anni)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neurologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Sorbi Sandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Neurologia

Demenze frontotemporali
Appunto
Traumi cranici
Appunto
Vie motorie
Appunto
Tronco encefalico
Appunto