Che materia stai cercando?

Neuropsicologia ed educazione

Appunti di psicopatologia dello sviluppo basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Stella dell’università degli Studi di Modena e Reggio Emilia - Unimore, facoltà di Scienze della formazione - Reggio Emilia. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Psicopatologia dello sviluppo docente Prof. G. Stella

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

la porta, ho spegnuto la luce. Ci si accorge che la applica attraverso gli errori)

-->le impara computando situazioni di costanti percettive

• Fissa sequenze in maniera duratura

• Porta alla loro automatizzazione

• Esercita il controllo sulle sequenze apprese anche quando sono realizzate in

esempio classico la digitazione delle lettere nella tastiera

modo automatico:

del computer: non ci ricordiamo la posizione delle lettere e nonostante ciò

scriviamo correttamente e velocemente. (non è rapido, ad esempio per

• L’apprendimento avviene in modo graduale

imparare il linguaggio verbale occorrono almeno due anni) e per sequenze

ripetute

• Una volta automatizzata la sequenza, questa si attiva in maniera molto

rapida

• La risposta è stabile, è difficile sbagliare (per esempio se ci viene chiesto di

scrivere giornale in maniera sbagliata, dobbiamo pensarci un attimo prima di

farlo, perchè ci viene automatico scriverlo correttamente; oppure la musica,

una volta che si è manifestato l’apprendimento è difficile sbagliare, ad

esempio stonare apposta una canzone che si conosce --> per i disturbi

dell’apprendimento al contrario è difficile non sbagliare.)

• Viene considerato implicito perché sia il processo di apprendimento che il

reclutamento delle sequenze apprese sono del tutto sottratti alla coscienza,

non c’è consapevolezza.

L’apprendimento implicito

• Incremento dell’efficienza della risposta in seguito all’esperienza

• La modificazione (incremento) si realizza per il semplice fatto che il

soggetto opera, non è il risultato di un processo consapevole e volontario, è

un fenomeno accessorio all’azione, ineluttabile.

• L’incremento di efficienza è proporzionale al numero delle esperienze e alla

loro vicinanza.

• Il successo spontaneo tende a produrre disponibilità a ripetere e in

generale, disponibilità verso l’azione. Oppure al contrario, se questo successo

non avviene tende a non replicare. Quindi si creano due circuiti opposti: un

circuito virtuoso - se l’azione ha successo, la replico; la replica aumenta il

numero delle esperienze e divento ancora più bravo. L’altro è un circolo

vizioso se non ho successo non replico e quindi diminuisco ancora di più il

numero delle esperienze e mi allontano ancora di più dall’abilità. Successo:

ripetere. Insuccesso: evitare.

• L’interruzione dell’esercizio non determina la scomparsa o una significativa

riduzione dell’abilità

Efficienza di un atto

Quando io divento efficiente in un compito:

• Elevato grado di precisione

• Basso impegno attentivo

• Velocità di esecuzione

• Mantenimento di uno standard di risposta elevato

L’apprendimento implicito

Quindi il risultato dell’apprendimento implicito è questo:

• Migliora la prestazione

• Riduce lo sforzo

• Consente di inserire l’atto in un contesto più complesso

• Incapsulamento informazionale dell’attività

– Può essere condotta per un tempo prolungato

– Non è facilmente influenzata da interferenze esterne

– Consente di svolgere simultaneamente più di una attività

CAPSULA INFORMAZIONALE: sequenza di più microazioni che io avvio in un

unico comando

ESEMPIO SCUOLA GUIDA

Funzionamento automatico dopo apprendimento procedurale

All’inizio di un processo di apprendimento ho tutto il sistema attentivo attivo;

attraverso le esperienze ripetute noi tendiamo a diventare più abili quindi in

termini neurali segreghiamo un’aerea della corteccia che si specializza nel

fare quella determinata cosa. Questa specializzazione comporta che pian

piano si spegne l’attivazione del sistema attentivo.

L’istinto di lettura (norman geschwind, 1963)

Fenomeno molto conosciuto, si chiama STROOP EFFECT. Nonostante venga

richiesto di dire il colore, e non di leggere, si tende a leggere verde. Questo

avviene perchè quando c’è l’interferenza di un processo, che è diventato

ancora più automatico (per questo si chiama istinto di lettura), si fa passare

prima quello. Quando un processo è automatizzato, è difficile da inibire.

Requisiti per l’apprendimento Procedurale

Quali sono I requisiti per diventare così efficienti? In realtà sono pochi, perchè

queste capacità di apprendimento implicito sono innate.

Si chiama innatismo computazionale.

• La qualità‐integrità del sistema che realizza la funzione

• Adeguatezza degli stimoli

• Frequenza dell’attività (allenamento)

Cattivo funzionamento automatico per disabilità specifica di

apprendimento procedurale

Partiamo da una situazione comune di un sistema di attenzione focale

efficiente, solo che le esperienze selezionano un’area a granularità diversa

(non sappiamo quale).

Con questa granularità diversa succede che qualche volta la risposta si

manifesta, qualche volta è perfetta altre è meno perfetta.

Ciò fa si che il sistema sia sempre attivo, l’attenzione focale è sempre attiva,

ma fa consumare un sacco di risorse, è impossibile usarla ad esempio per

controllare l’ortografia, la lettura, perchè dev’essere usata per la

comprensione.

Quale può essere la causa della disabilità di apprendimento?

c’è un sistema inefficiente?

• Efficienza del sistema che realizza la funzione:

stimoli: gli stimoli sono adeguati?

• Adeguatezza degli (allenamento): si è allenato abbastanza?

• Frequenza dell’attività

Possibili cause della disabilità di apprendimento

perché non si manifesta l’incremento di esperienza?

• Il sistema non trattiene la traccia (deficit di memoria fonologica o visiva):

cioè l’esperienza non resta lì (Metafora della sabbia: scrivere nella sabbia

bagnata o asciutta)

• I meccanismi “dedicati” alla scoperta delle regolarità non funzionano

Effetti della disabilità

• Gli stimoli non vengono immagazzinati in quanto il sistema non è efficace

nel mantenimento della traccia

• Elevata sensibilità alle variazioni nella forma in cui viene presentato lo

stimolo (per esempio il corsivo)

• Scarsa capacità di adattamento

• L’allenamento non sortisce gli effetti attesi

• Il bambino non è in grado di procedere da solo

• Difficoltà a decidere se il prodotto è adeguato o inadeguato

• Sono disturbi di attenzione – tempo disperdenti

Disturbo di migrazione neurale: alla sinistra un modello di migrazione neurale

adeguato e a destra un modello di migrazione neurale alterato/anomalo con

una concentrazione di neuroni in un’area che ha troppa densità mentre

dovrebbero essere distribuiti meglio.

Anche in questo caso eccesso di concentrazione neuronale.

Se in un’area tra quelle coinvolte nel processo di lettura succede

un’anomalia, avviene che il triangolo non si chiude più perfettamente.

Le reti neurali

Le reti neurali sono delle simulazioni del meccanismo di apprendimento

implicito, perchè basta dare degli stimoli e la rete si organizza e risponde.

Le reti neurali e i fonemi

In questo caso noi simuliamo l’apprendimento di una rete che discrimina la p

dalla b. Quindi cosa fa la rete che imparato?

Percezione dei fonemi

Quando sente il suono b, attiva una serie di elementi, manda dei segnali allo

strato successivo, e allo strato successivo ancora, e alla fine io sono in grado

di dire “sì, questo suono che ho sentito corrisponde a questa lettera.”

Quando sente il suono p, accade che noi riconosciamo che c’è una

caratteristica diversa e pian piano impariamo a collocarla, quindi il segnale

che noi trasmettiamo ad altri nodi della aree sarà diverso e la conclusione

sarà diversa.

Se a causa di un difetto di migrazione neurale la rete in una particolare area

ha qualche elemento mancante succede che se io sento la p o la b non

cambia niente.

Conoscere i disturbi dello sviluppo

• È la manifestazione di una differenza, che oggi viene definita

neurodiversità, (non malattia, non lesione, non patologia) ma sviluppo

neurologico atipico, espressione della varianza della popolazione.

• Lo sviluppo atipico interessa principalmente processi di apprendimento

implicito, non facilmente identificabili isolatamente

• Le componenti implicite (procedurali) partecipano alla costruzione dei

macroapprendimenti (espliciti) e possono influenzarli in misura significativa

• Piccoli deficit funzionali possono dunque provocare difficoltà macroscopiche

Cosa sono i DSA (sintesi)

• Disturbi dell’apprendimento implicito su base neurobiologica. Causati da un

Deficit di innatismo Computazionale

• L’allenamento non sortisce l’effetto atteso

• La prestazione, quando si manifesta, risulta instabile

• A compenso avvenuto, persiste uno sforzo esorbitante

Studio dei meccanismi di sviluppo del sistema operativo

Consigli per l’uso

Che fare ?

• Disturbi dell’apprendimento implicito su base neurobiologica. Deficit di

innatismo Computazionale

E’ importante conoscere le caratteristiche della traiettoria evolutiva

• Il disturbo si trasforma, ma tende a persistere

- Tempi lunghi (molto) per la stabilizzazione della risposta

- La risposta è spesso ottenuta per altre strade ed è quindi limitata (es.

compenso lessicale)

- Le difficoltà possono accentuarsi all’aumento del carico cognitivo

- C’è maggior dispendio di risorse e quindi facile stancabilità

- Predisposizione all’inibizione

E la neuroplasticità?

• Sono ancora contraddittori:

– Ci sono dati sulla modificazione dell’attivazione corticale dopo esercizio

– Vi sono esperienze di dislessici adulti che continuano a commettere errori

anche dopo anni di attività

Come evolve a dislessia?

Fattori di protezione

Fattori di rischio

Consigli per l’uso

Che fare ?

• L’allenamento non sortisce l’effetto atteso

Rieducazione

• L’attività rieducativa produce effetti sulla singola abilità molto lentamente

• spesso questi effetti si manifestano solo se l’attività è condotta

isolatamente

• NON si manifesta in attività più complesse

• L’attività con strumenti di compenso avvantaggia la prestazione

Strumenti compensativi

• L’uso dello strumento compensativo scarica la memoria di lavoro

• Favorisce una ripetizione delle procedure

• Favorisce la stabilizzazione delle competenze

Consigli per l’uso

Che fare ?

• La prestazione, quando si manifesta, risulta instabile

Instabilità della prestazione

• Gli insegnanti in genere non contemplano la possibilità che non vi sia

un’acquisizione stabile

• La prestazione è buona o cattiva per l’insegnante

• Incapsulamento difettoso rende casuale la risposta 50%

• I miglioramenti riducono la casualità ma non la fanno scomparire

Consigli per l’uso

Che fare?

• A compenso avvenuto, persiste uno sforzo esorbitante

Persistenza dello sforzo

• Dopo qualche anno (es. scuola media inf.) l’abilità appare acquisita, più

fluente e più corretta, ma c’è uno sforzo sottostante che non è percepibile e

anche difficilmente misurabile


PAGINE

21

PESO

2.09 MB

PUBBLICATO

9 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher marilu1312 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicopatologia dello sviluppo e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Modena e Reggio Emilia - Unimore o del prof Stella Giacomo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicopatologia dello sviluppo

Lezione introduttiva da Leo Kanner a oggi
Appunto
Verso una teoria dell'apprendimento
Appunto
Esame di psicologia sociale - Prof.Graziani
Appunto
Lezione introduttiva da Leo Kanner a oggi
Appunto