Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

CAUSE – cosa determina l’aumento della PIC?

Tutte quelle situazioni che

„ determinino una richiesta di

compenso da parte di uno

dei tre settori, (parenchima,

ventricoli, sangue.)

Per esempio:

CAUSE

Emorragie:

„ Rottura aneurisma – Scoagulazione

– Picco ipertensivo – Trauma

CAUSE

Tumori Cerebrali:

„ Meningiomi – Adenomi –

Neurinomi – Gliomi ecc.

CAUSE

Impossibilità (per vari motivi) del

„ drenaggio di liquor dai ventricoli

(IDROCEFALO).

A: Ventricoli normali B: Ventricoli dilatati

POSIZIONAMENTO:

Metodi non invasivi per la determinazione dell’aumento

della PIC:

(quasi per nulla funzionali o troppo dipendenti

dall’uomo)

Metodo Clinico:

„ Peggioramento della clinica

1. Aumento pupillare

2. Bradicardia

3. Metodo Strumentale:

„ Doppler transcranico

1.

POSIZIONAMENTO:

Metodo invasivo per la

„ determinazione dell’aumento della

PIC:

Inserimento di un catetere di

1. rilevazione della pressione, o in sede

intraparenchimale o ventricolare.

POSIZIONAMENTO:

Metodo invasivo:

„

POSIZIONAMENTO:

SEDE INTRAPARENCHIMALE:

„ PRO:

„ Facile posizionamento

1. Minor rischio di infezione

2. CONTRO:

„ Inesatta lettura nel tempo

1. Impossibilità di drenare il liquor

2.

POSIZIONAMENTO:

SEDE INTRAPARENCHIMALE:

„

POSIZIONAMENTO:

SEDE INTRAVENTRICOLARE:

„ PRO:

„ Accurata misura PIC con possibilità di

1. rilevazione dell’onda

Drenaggio liquor

2. CONTRO:

„ Difficoltà di inserzione nei piccoli ventricoli

1. Rischio più elevato di infezione

2.

POSIZIONAMENTO:

SEDE INTRAVENTRICOLARE:

„

POSIZIONAMENTO:

Sarebbe sempre da preferire la sede

„ intraventricolare in quanto:

Permette l’evacuazione anche del liquor (in caso

1. di idrocefalo per es.)

Non risente della compartimentazione del cervello

2. Permette l’iniezione di medicamenti

3. intraventricolari

CONTRO:

„ Più difficoltoso da inserire e con maggiore rischio

1. di infezione (5% in più)

POSIZIONAMENTO:

Procedura di posizionamento:

„ l’infermiere dovrà conoscere a memoria tutta la

1. procedura di posizionamento della PIC per poter

meglio assistere il chirurgo che nell’inserzione

della suddetta sta eseguendo una vera e propria

operazione chirurgica.

Avrà quindi precedentemente preparato tutto il

2. materiale occorrente e predisposto i presidi in

maniera consona.

Avrà sistemato il paziente e preparato un campo

3. sterile di lavoro.

POSIZIONAMENTO:

Materiale occorrente:

„ Guanti non sterili (per l’infermiere)

1. Guanti sterili (per il chirurgo)

2. Camice sterile (che l’infermiere dovrà aiutare ad indossare al neurochirurgo)

3. Mascherina (per il chirurgo)

4. Telo sterile con foro

5. Garze sterili

6. Lamette da barba per tricotomia

7. Fisiologiche da 10cc sterili

8. Soluzione iodata medicamentosa (Betadine©)

9. Siringhe sterili

10. Bisturi

11. Punti di sutura sterili

12. Pinza per l’applicazione dei punti di sutura sterile

13. Set di introduzione PIC

14. Monitor per la rilevazione della PIC

15.

POSIZIONAMENTO:

Procedura:

„ Procedere alla tricotomia della sede

1. indicata dal Neurochirurgo

Disinfettare il sito

2. Aiutare il neurochirurgo ad indossare il

3. camice, la mascherina ed i guanti non

sterili

Il N. effettuerà una seconda disinfezione

4. con soluzione iodata

POSIZIONAMENTO:

Procedura:

„ Aiutare il N. ad indossare i guanti sterili

5. Passare il bisturi in modo sterile, il N. inciderà il sito e

6. scosterà lo scalpo per esibire la tecacranica

POSIZIONAMENTO:

Procedura:

„ Passare al N. il trapano che utilizzerà per perforare la teca cranica

7. e la dura madre

POSIZIONAMENTO:

Procedura:

„ Nel frattempo preparare un’isola di fisiologica sterile con le fiale da 10cc che

8. verrà utilizzare per tarare il catetere della PIC.

Una volta inserito il mandrino del catetere da parte del N. vi verrà chiesto di

9. tarare il monito a zero (spiegazione più avanti) e di passare il catetere che

verrà fatto arrivare nel parenchima tramite ed assicurato al mandrino fisato

al cranio tramite una filettatura su osso. (vedi figura)

Una volta inserito il mandrino del catetere da parte del N. vi verrà chiesto di

10. tarare il monito a zero (spiegazione più avanti) e di passare il catetere che

verrà fatto arrivare nel parenchima tramite ed assicurato al mandrino fissato

al cranio tramite una filettatura su osso. (vedi figura)

POSIZIONAMENTO:

Procedura:

„ Passare al N. ago, filo e pinza porta aghi per provvedere a suturare

11. eventuali perdite ematiche dovute al precedente taglio del bisturi.

Disinfettare e medicare prima con soluzione iodata e poi ripulire lo

12. iodio con clorexidrina

Coprire il sito dove ora si trova il trasduttore con garze sterili e

13. cerotto trasparente traspirante.

Controllare la correttezza dello zero del monitor e poi posizionare il

14. capo del paziente in modo da favorire lo scarico delle vene

giugulari secondo i parametri rilevati dal monitor della PIC.

(in seguito i settaggi e la configurazione del monitor)

Smaltire nella corretta maniera i presidi utilizzati.

15.

MONITORIZZAZIONE

Monitor Codman per

„

la rilevazione della PIC:

Principale strumento in uso

per il controllo della PIC

nelle Terapie Intensive

Neurochirurgiche

MONITORIZZAZIONE:

PROCEDURA:

„ Dupo l’inserzione del

1.

trasduttore da parte del N.

aiutare il medico ad

azzerare il monitor premendo

il pulsante celeste P0 mentre

lui tiene il trasduttore

immerso nella fisiologica

sterile.

MONITORIZZAZIONE:

PROCEDURA:

„ Appuntarsi il codice di riferimento ZERO che darà

2. il monitor. (questo sarà utile ogni qual volta si

dovrà spegnere e riaccendere il monitor in modo

da ripristinare il giusto riferimento

monitor/paziente)

Verificare che il monitor rilevi valori positivi per

3. assicurarsi di essere in sede.

(Nel caso si rilevino valori negativi è possibile che ci si trovi in

pneumoencefalo, che può anche essere volontario a

seconda dei casi.)

MONITORIZZAZIONE:

PROCEDURA:

„ Nel caso si disponga

4.

anche di un monitor di rilevazione

dei parametri vitali, sarà possibile

collegare il monitor PIC al monitor

principale che mostrerà anche

l’onda di pulsazione della

pressione intracranica.

Attraverso questo riferimento

abbiamo la sicurezza di essere

nella giusta sede.

MONITORIZZAZIONE

SPOSTAMENTI:

„ Nel caso ci fosse il bisogno di mobilitare il paziente per un

1. eventuale visita diagnostica (TAC, RMN) scollegare il

trasduttore all’altezza della deviazione.

MONITORIZZAZIONE:

SPOSTAMENTI:

„ Una volta terminato lo spostamento

1. ripristinare immediatamente la

connessione al monitor PIC

reinserendo il codice di riferimento

segnatoci al momento

dell’azzeramento in fisiologia sterile.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

56

PESO

1.16 MB

AUTORE

Exxodus

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina "E" (a ciclo unico) (LATINA)
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Exxodus di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neurochirurgia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scienze mediche Prof.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!