Che materia stai cercando?

Nefrologia e urologia – Fosforo Appunti scolastici Premium

Appunti di Nefrologia e urologia Fosforo. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Alterazioni del metabolismo calcio-fosforo nella insufficienza renale cronica, 1.Ritenzione ed accumulo dei fosfati; 2.Ipocalcemia ionizzata HPTH;... Vedi di più

Esame di Nefrologia e urologia docente Prof. M. Barbaro

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ALTERAZIONI DEL METABOLISMO CALCIO-FOSFORO NELLA

INSUFFICIENZA RENALE CRONICA

1.Ritenzione ed accumulo dei fosfati;

2.Ipocalcemia ionizzata HPTH;

3.Riduzione sintesi renale del calcitriolo;

4.Diminuizione assorbimento intestinale di Ca-P;

5.Alterazione del set-point del Ca inibente il PTH;

6.Resistenza scheletrica all’azione del PTH;

7.Ridotta degradazione epatica del PTH;

8.Demineralizzazione scheletrica da acidemia cronica.

Funzioni fisiologiche del Ca nell’organismo

1) Strutturale scheletrica

2) Induttore di attività cellulari (2°mediatore)

-contrazione cellule muscolari

-duplicazione cellulare (mitosi)

-stimolatore di numerose attività enzimatiche

3) Stabilizzatore delle membrane cellulari

4) Stimolatore della coagulazione

Distribuzione del Ca nell’organismo del soggetto normale

Contenuto calcio totale 37.500 mmoli (1.5 kg)

# calcemia totale: 8.5-10.2mg/dl (2.1-2.55mmol/l) composta di tre frazioni:

1) Ca ionizzato o libero (Ca++):pari al 50% del totale 4.8-5.3 mg/dl (frazione

biologicamente attiva)

2) Ca complessato con anioni (fosfato, solfato,bicarbonato):pari al 10% del totale.

3) Ca legato alle proteine (albumina, globuline):pari al 40% del totale.

Le tre frazioni sono in continuo equilibrio.

Metodi di determinazione della escrezione renale del Ca

1. calciuria totale delle 24 ore UcaV: 300mg nell’uomo e 250mg nella donna.

2. Uca/Ucr mg/dl urine di 24h ore (valore normale inferiore a 0,2)

Sono dipendenti dal carico di Ca alimentare andrebbero valutati in condizioni di

apporto calcico standardizzato.

La valutazione della calciuria dopo un digiuno di 12 ore e tre giorni di dieta enza

latte o derivati può essere un utile indice della quota di Ca proveniente dal pool

endogeno nelle malattie con elevato turnover calcico.

QUANTITA DI FOSFORO NELL’ORGANISMO

Il fosforo è l’anione più rappresentato nella cellula, esso partecipa ai più

importanti processi metabolici intracellulari.

La quantità globale di fosforo presente nell’organismo è di circa 700-800

grammi, di questa la frazione più abbondante è quella scheletrica (80%) del

totale sotto forma di cristalli di idrossiapatite che rivestono le fibre di collagene

DISTIBUZIONE DEL FOSFORO NELL’ORGANISMO

Il fosforo (PO4--) inorganico (idrossiapatite svolge un ruolo fondamentale di tipo

strutturale (scheletro), mentre sotto forma di composto organico partecipa ad

an’ampia serie di reazioni enzimatiche all’interno delle cellule di importanza

vitale.

1. Entra nella composizione dei principali metaboliti intracellulari ATP, ADP,

AMP;

2. Come fosfolipide è un costituente della membrana cellulare;

3. È presente nei mitocondri e nel nucleo dove costituisce il substrato per i

processi di fosforilazione/defosforilazione per l’attivazione di attività

enzimatiche produttrici di energia.

FOSFORO INORGANICO CIRCOLANTE

Concentrazione plasma 3.5-4 mg/dl 0.8-1.4mmoli/l

Il 90 % è sotto forma diffusibile, mentre il 10% è legato alle proteine

plasmatiche

A pH fisiologico è presente come fosfato dibasico con una concentrazione

quattro volte superiore al monobasico. Nelle urine, che abitualmente sono più

acide del plasma, il rapporto fra queste due frazioni cambia in funzione del pH.

A pH 6.8 (corrispondente al pK della reazione fosfato disodico-monoacido o

monosodico-biacido) il rapporto fra queste due forme diviene 1/1.

A pH urinario più basso prevale la forma monobasica che costituisce uno dei

principali tamponi urinari (acidità titolabile).


PAGINE

16

PESO

111.47 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Nefrologia e urologia Fosforo. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Alterazioni del metabolismo calcio-fosforo nella insufficienza renale cronica, 1.Ritenzione ed accumulo dei fosfati; 2.Ipocalcemia ionizzata HPTH; 3.Riduzione sintesi renale del calcitriolo; 4.Diminuizione assorbimento intestinale di Ca-P; ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Nefrologia e urologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Barbaro Mario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Nefrologia e urologia

Nefrologia e urologia – Acido base
Appunto
Nefrologia e urologia – Insufficienza renale acuta
Appunto
Nefrologia e urologia – Malattie prostata
Appunto
Nefrologia e urologia – Trapianto renale
Appunto