Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

3-Metapneumovirus

4-V morbillo

 Trasmissione attraverso le secrezioni respiratorie, PI 10-14 g. Il R è CD46, espresso su molti tipi cell (L, MFG,

CD), e in molti distretti dell’organismo, a ragione della natura sistemica della malattia;

 Dopo 1 fase di replicazione locale diffonde ai lnf reg, dove si replica più massicciamente→ viremia 1°, in

seguito alla quale il V raggiunge i leucociti (CD46) e il SRE, quindi dà viremia 2° che lo dissemina negli epiteli

più S del corpo.

Si manifesta clinicamente con 1 fase:  Prodromica (2-4g)→ febbre, anoressia, congiuntivite e macchie

biancastre di Koplik nell’orofaringe;

 Eruttiva (5-8g)→ Interessamento della cute con eruzione maculo-

papulare in testa, tronco e arti.

Diagnosi→ sprt clinica, nei casi atipici: isolamento V da secrezioni respiratorie,

ricerca Ag V/RT-PCR, ricerca Ac specifici.

Terapia→ prevenzione con V vivo attenuato (vaccino trivalente MPR).

5-V della parotite

Trasmissione attraverso la saliva e le secrezioni respiratorie, PI 18-21g. R a livello delle cell epiteliali della faringe e dei

lnf regionali→ in seguito a:

 Viremia 1°→ ghiandole salivari: comparsa della sintomatologia con infiammazione e ingrossamento della

parotide MA: nel 35% asintomatica;

 Viremia 2°→ Interessamento di testicoli, meningi, pancreas, ovaie, con complicanze: meningiti, encefaliti,

pancreatite, ooforite, orchite.

Diagnosi→ Sprt clinica/Ricerca Ac specifici IgM/RT-PCR da saliva, liquor, sangue.

 Epidemiologia→ andamento stagionale in inverno e primavera;

 Terapia→ NO→ prevenzione.

Arenaviridae

 Sono V RIVESTITI (d 110-130nm), di forma pleomorfa/aspetto sabbioso (per la presenza caratteristica di

ribosomi CELLULARI), con genoma costituito da 2s di RNA monocatenario negativo (-L: 7,5kb; -S: 3,5kb) aventi

polarità AMBISENSO;

 I 2 NC sono elicoidali, e contengono anche: -L= polimerasi e -NP;

R→ adsorbimento su R NON identificati→ endocitosi→ R citoplasmatica→ maturazione per gemmazione o fusione con

la MC in prox dei ribosomi CELL, che vengono inglobati dal virione.

Patogenesi→ Causano infezioni persistenti nei roditori e infezioni acute gravi, spesso letali, nell’uomo.

Trasmissione: tramite saliva/urina di roditori infetti

per via aerea o attraverso lesioni cutanee→ PI 7-

14g→ infezione dei MFG→ -CML; -Febbri

emorragiche.

Diagnosi→ complessa, poiché mancano test

diagnostici/sono necessari laboratori specializzati

dato l’elevato rischio di contaminazioni accidentali→

 Isolamento colturale V da secrezioni, sangue e

tessuti: -CML→ nei topi; -Lassa→ VERO; -

Junin/Machupo→ inoculazione intracerebrale in

cavie neonate;

 RT-PCR/ricerca Ag GP V specie specifici in IF/EIA.

Terapia

 NO vaccini→ allo studio vaccino: -con V Junin attenuato; -Ricombinante con V vaccinico in cui è clonato il

gene codificante per le GP del V Lassa;

 Prevenzione: limitare l’accesso domestico dei roditori;

 Terapia di supporto per le febbri emorragiche:

1. Plasma, piastrine, sangue intero per prevenire il sanguinamento; DA per controllare lo shock;

2. Ribavirina per la febbre di Lassa.

Bunyaviridae

 Sono V RIVESTITI (d 80-120nm), di forma pleomorfa, con genoma costituito da 3s di RNA monocatenario

negativo (l 11-12kb), detti: -L= RpRd; -M→ GP S G1-2; -S→ N (P NC). Fanno eccezione i Flebovirus, in cui

l’organizzazione del segmento S è ambisenso;

 Il NC è elicoidale.

4G, in larga pt sono ArboV; R→ citoplasmatica Patogenesi

Trasmissione:

 Si replicano in artropodi ematofagi (zanzare, zecche,

mosche Phlebotomus) e si trasmettono all’uomo per

puntura dell’insetto;

 Gli Hantavirus sono trasmessi dai roditori per

inalazione del V escreto con le urine o per altre

secrezioni.

Diagnosi

 RT-PCR/titolo Ac (sprt le IgM sono importanti nella diagnosi precoce);

 Isolamento colturale:

1. Bunyavirus→ topo/cavia;

2. Hantavirus→ topolino neonato (MA difficile poiché scarso CPE);

3. Nairovirus→ scimmia Rhesus;

4. Phlebovirus→ Vero/MFG di topo.

Terapia

 Vaccini NON ancora ottimali (es: Rift Valley)/inattivati per FESR/ricombinanti allo studio;

 Prevenzione: evitare il contatto uomo-artropode vettore (repellenti-insetticidi);

 Ribavirina→ efficace per Rift Valley, FESR e Nairovirus.

Filovirus

 Sono V RIVESTITI (d 80nm, l 790-14000 nm), di forma filamentosa, con genoma a RNA monocatenario

negativo (19kb);

 Il NC è elicoidale, costituito da: -RpRd; -7 P strutturali.

2G: -V Marburg; -V Ebola (4? sottotipi: -Zaire; -Sudan; -Reston; -Costa D’Avorio?). R citoplasmatica.

Manifestazioni cliniche→ Febbri emorragiche con coinvolgimento epato/R ed elevata mortalità (40-80%).

Diagnosi→ RT-PCR.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

7

PESO

764.76 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Microbiologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni) (ORBASSANO - TORINO)
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Ponzioda3 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Microbiologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Cavallo Rossana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Microbiologia

Riassunto esame Microbiologia, prof. Cavallo, libro consigliato Microbiologia/Virologia, Antonelli - pt 1
Appunto
Microbiologia - Funghi e parassiti
Appunto
Riassunto esame Microbiologia, prof. Cavallo, libro consigliato Microbiologia/Virologia, Antonelli - pt 3
Appunto
Appunti di Microbiologia e Batteriologia generale
Appunto