Che materia stai cercando?

Mercati e Intermediari Finanziari (Modulo Damilano) Appunti scolastici Premium

Modulo riferito a tutto ciò che riguarda il mercato dei cambi dal punto di vista dell'importatore e dell'esportatore (oscillazione cambi, Strumenti Derivati, Forex Swap, ecc.). Università degli Studi di Torino, Facoltà di Economia. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Mercati e Intermediari Finanziari dal corso del docente Prof. M. Damilano

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

MERCATI E INTERMEDIARI FINANZIARI

24/04/2015

MODULO: DAMILANO

Vedere l’esercitazione di inizio modulo

Nelle operazioni di calcolo del cambio nella quotazione incerto per certo devo moltiplicare mentre

nella quotazione certo per incerto devo dividere.

Tassi reciproci: dal momento che in una transazione valutaria sono scambiate 2 monete e la scelta

di quale delle due utilizzare per esprimere il prezzo è puramente convenzionale.

- Quotazione denaro: prezzo che il dealer è disposto a pagare se acquista la valuta

quotata (certo)

- Quotazione lettera: prezzo al quale il dealer è disposto a vendere la valuta quotata

(certo)

Cross rate: il rapporto di cambio fra 2 monete può essere univocamente determinato noto il tasso di

cambio di entrambe rispetto a una terza valuta. Per esempio, date le quotazioni dell’euro contro il

dollaro e il franco svizzero, è possibile determinare il rapporto di cambio implicito fra il dollaro e il

franco.

IL MERCATO A PRONTI

Insieme delle compravendite valutarie che prevede la consegna immediata, ovvero entro i 2 giorni

lavorativi alla stipula del contratto.

È il comparto a cui si fa più attenzione, perché la volatilità dei tassi a pronti può avere degli

aspetti importanti sia sui profili macro e micro economici. Questi effetti possono comportare:

- Variazioni in attese nei ricavi degli esportatori e nei costi degli importatori

- Vantaggi o svantaggi competitivi nei mercati esteri che condizionano il tasso di crescita

dell’economia

- Aumento delle inflazioni

- Incisione sulla performance di portafogli di investimento internazionali non coperti

IL MERCATO A TERMINE (FORWARD)

È l’insieme delle compravendite valutarie che prevedono un regolamento differito, per regolamento

oltre i 2 giorni lavorativi successivi.

Di norma le quotazioni forward sono fornite indicando i punti del termine, ovvero il differenziale

fra il tasso di cambio applicabile per consegna differita e il tasso a pronti:

- I punti del termine possono avere segno

positivo o negativo e sono generalmente crescenti all’aumentare del termine. Per

esempio nel cambio a pronti €/$ (1,0610; +/- 0,0020 1 mese) il cambio a termine 1

mese sarà 1,0630.

- Di solito sono espressi con 4 decimali e

l’ultimo decimale prende il nome di PIP (Price Increment Point). Per esempio 0,0020 

PIP

Noti il cambio a pronti tra 2 valute e i livelli dei tassi di interesse a breve termine prevalenti sui 2

mercati valutari, è possibile determinare il cambio a termine di equilibrio con la seguente formula:

Eur x x t)

(1+i Usd

Usd

Usd S

Eur/ =

FW i x t)

(1+ Eur

30/04/2015

I CONTRATTI TRADIZIONALI DEL MERCATO A TERMINE

A) OUTRIGHT FORWARD: Scambio delle valute alla scadenza prefissata sulla base del

tasso di cambio a termine (forward) fissato oggi.

B) FOREX SWAP: Anche se sono denominati swap non sono i tipici contratti derivati, il forex

swap invece è un operazione di pronti contro termine, sono le operazioni più usate nel

1

mercato valutario. Si hanno due scambi: uno a pronti e uno a termine, se oggi stipuliamo un

forex swap oggi a pronti le due valute vengono scambiate al tasso di cambio oggi quotato

dal mercato per consegne immediate (cambio a pronti), alla scadenza prefissata le stesse

due valute vengono ricambiate in senso opposto tra le due parti contraenti al tasso a

termine fissato oggi (tasso forex swap).

Il forex swap lo possiamo vedere come uno scambio reciproco in valuta garantito, nelle

operazioni out right forward esiste un rischio di controparte perché se non riuscirà a pagare

risulterà inadempiente, mentre in questo contratto rimane soltanto un rischio di cambio.

Nell out right forward ho un solo flusso a scadenza mentre nel forex swap ho due cambi sia

a pronti che a scadenza, se per esempio a scadenza B non paga Euro ad A, quest’ultimo si

tiene i dollari e non si prevede nessuno scambio.

LA COPERTURA DEL RISCHIO DI CAMBIO ATTRAVERSO I CONTRATTI A PRONTI

E A TERMINE TRADIZIONALI

Rischio di Cambio: in generale il rischio di cambio grava su chiunque (privato, impresa ecc.), che

sia titolare di credito o di debito di valuta diversa da quella propria di conto.

Sotto il profilo economico l’esposizione al rischio di cambio sorge quando vengono fissate le

condizioni dello scambio.

Sotto il profilo amministrativo contabile l’esposizione al rischio di cambio nasce quanto il

credito/debito è registrato in contabilità.

Eventi Apprezzamento della moneta Deprezzamento della moneta

Operatori nazionale nazionale

Titolari di attività in valuta Negativo Positivo

estera

Titolari di passività in valuta Positivo Negativo

estera

COPERTURE TRADIZIONALI A CONFRONTO

A) CASO ESPORTATORE:

- Vendita di valuta a termine

- Creazione di una posizione debitoria in valuta di entità e scadenza pari a quella

creditoria conseguente alla transazione commerciale

- Vendita di valuta a pronti e contemporanea stipula di un forex swap per pari importo e

contemporanea stipula di un forex swap per pari importo

B) CASO IMPORTATORE:

- Acquisto di valuta a termine

- Creazione di una posizione creditoria in valuta di entità e scadenza pari a quella debitoria

conseguente alla transazione commerciale

- Acquisto di valuta a pronti e contemporanea stipula di un forex swap per pari importo

ESERCIZIO IMPORTATORE

Un importatore italiano deve acquistare 500.000 CHF fra 6 mesi, temendo un deprezzamento

dell’Euro e quindi un apprezzamento del franco svizzero (debito nei confronti del CHF), vuole

coprirsi totalmente dal rischio di cambio utilizzando gli strumenti tradizionali (non derivati). La

banca propone le seguenti condizioni contrattuali:

- €/CHF Spot: 1,2080 – 1,2085

- Punti del termine 6 mesi sono negativi: (0,0016) – (0,0013)

- Punti del Forex Swap: (0,0007) – (0,0006)

- Tasso di interesse a 6 mesi sull’Euro: 0,361 % - 0,363 %

- Tasso di interesse a 6 mesi sul CHF: 0,157 % - 0,159 %

Trovare la strategia migliore per l’importatore.

2

€/CHF 6 mesi: 1,2064 – 1,2072

€/CHF forex swap 6 mesi: 1,2073 – 1,2079

1) Acquisto 500.000 CHF a termine

500.000 CHF . 456 ,20 €

=414

1,2064 CHF

2) Creazione posizione creditoria di 500.000 CHF fra 6 mesi

500.000 CHF =¿

1 499.607,80 CHF da acquistare a pronti

x

(1+0,00157 )

2

500.000 CHF =¿

1 413.582,60 € da prendere a prestito / Costo opportunità

x

(1+0,00157 )

2 6

413.582,60 € (1 + 0,00363 x ) = 414.353,30 €

12

3) Acquisto 500.000 CHF Spot e poi stipulo forex swap

500.000 CHF =¿

1 413.907,30 €

x

(1+0,00157 )

2

a) Forex Swap a pronti 500.000 CHF CONTROPARTE

IMPORTATORE 413.907,30 € FOREX SWAP

b) Forex Swap a termine 6 mesi (1,2073)

500.000 CHF CONTROPARTE

IMPORTATORE 414.147,30 € FOREX SWAP

La strategia migliore sarà stipulare un

forex swap

ESERCIZIO ESPORTATORE

Un esportatore tedesco deve ricevere 15.000.000 di Yen fra 3 mesi e, temendo un apprezzamento

dell’Euro nei confronti dello Yen, vuole coprirsi dal rischio di cambio utilizzando gli strumenti

tradizionali del mercato valutario. Di seguito sono riportate le condizioni della banca

- €/Yen Spot: 99,91 – 99,96

- Punti forward 3 mesi: 0,0017 – 0,0044

- Punti del Forex Swap: 0,0045 – 0,0070

- Tasso di interesse a 3 mesi sull’Euro: 0,1529 % - 0,1533 %

- Tasso di interesse a 3 mesi sullo Yen: 0,1516 % - 0,1920 %

Trovare la strategia migliore per l’esportatore.

a) Vendita a termine di 15.000.000 Yen

€/Yen 3 mesi: 99,9117 - 99,9644

€/Yen Forex Swap 3 mesi: 99,9145 - 99,9670

15.000 .000 Yen =¿ 150.053,419 €

99,9644 Yen

b) Assumere Posizione debitoria di 15.000.000 di Yen fra 3 mesi

3

- Valore attuale di 15.000.000 Yen fra 3 mesi

15.000 .000 Yen =¿

3 14.992.803,45 Yen

x

(1+0,1920 )

12

- Cambio a pronti, il finanziamento è in valuta Euro

14.992 .803,45Yen =¿ 149.988,03 €

99,96 Yen

- Investo Capitale in € per 3 mesi 3

149.988,03 € (1 + 0,1529 % x ) = 150.045,36

12

c) Vendo 15.000.000 di Yen e poi stipulo il Forex Swap

15.000 .000 Yen =¿ 150.060,024

99,96

a) Forex Swap a pronti 150.060,024 € CONTROPARTE

ESPORTATORE 15.000.000 Yen FOREX SWAP

b) Forex Swap a termine 3 mesi (99,9670)

15.000.000 Yen CONTROPARTE

ESPORTATORE 150.049,52 € FOREX SWAP

CASO IMPORTATORE CON ALTERNATIVA DI SCONTO IMMEDIATO

Un importatore italiano stipula oggi un contratto per la fornitura (acquisto) di una partita di merce

del valore di 400.000 $ .

Il pagamento dovrà avvenire alla scadenza del 6° mese dalla stipula del contratto, a meno che

l’importatore non preferisca effettuare immediatamente il saldo beneficiando di uno sconto dello

0,30 %.

Individuate l’alternativa di pagamento più conveniente per l’importatore italiano, ipotizzando che

egli non voglia comunque essere esposto al rischio di cambio e sulla base delle seguenti condizioni

di mercato:

- Cambio spot 1 € = $ 1,2650 – 1,2655

- Cambio forward a 6 mesi: 1 € = $ 1,2700 - 1,2710

- Tasso di interesse sull'€ (6 mesi): 0,35 % - 0,40 %

- Tasso di interesse sul $ (6 mesi): 0,60 % - 0,65 %

• IPOTESI APPLICAZIONE DELLO SCONTO

Sconto dello 0,30 % su 400.000 $: 400.000 – (400.000 x 0,30 %) = 398.800 $

398.800 $ =¿ 315.256,92 €

1,2650 $

Costo Opportunità (ipotesi prendo € a prestito per 6 mesi):

6

315.256,917 (1 + 0,40 % x ) = 315.887,43 €  Costo in € per l’importatore fra 6 mesi

12 4

• IPOTESI SENZA APPLICARE LO SCONTO

a) Acquisto a termine di 400.000 $

400.000 $ =¿ 314.960,63 €

1,2700 $

b) Costruzione posizione creditoria di 400.00 $ fra 6 mesi

400.000 $ =¿

6 398.803,59 €

x

(1+0,60 )

12

c) Cambio a pronti: l’investimento è in valuta $

398.803,59 $ =¿ 315.259,75 €

1,2650 $ 6 ¿

315.259,75 € (1 + 0,40 % x = 315.890,27 €

12

Se creo una posizione creditoria $ vuol dire che devo investire quindi prendo il tasso più basso

in $, mentre contemporaneamente crei una posizione debitoria in € e quindi prendo il tasso di

interesse più alto.

Se invece vuoi creare una posizione debitoria in $ vuol dire che ti vuoi finanziare e quindi

prendi il tasso di interesse più alto e contemporaneamente crei una posizione debitoria in € e

quindi prendi il tasso di interesse più basso.

ESERCIZIO PER CASA

CASO INVESTITORE ITALIANO

Un investitore italiano può scegliere uno fra i seguenti titoli:

a) Zero coupon bond in Euro, scadenza 12 mesi, Prezzo Acquisto uguale a 98,50 e rimborso

alla pari

b) Zero coupon bond in dollari, scadenza 12 mesi, prezzo acquisto uguale a 98 e rimborso alla

pari

Calcolare il rendimento effettivo (in €) su base annua dei 2 titoli, nell’ipotesi di avversione al

rischio di cambio e sulla base delle seguenti condizioni offerte dalla banca:

- Cambio spot €/$: 1,2910 - 1,2915

- Cambio Forward €/$ 12 mesi: 1,2955 - 1,2959

RISULTATI:

TRES a): 1,52 %

TES b): 1,66 %

07/05/2015

OPZIONI VALUTARIE 5

L’Acquirente di un’opzione valutaria, a fronte del pagamento di un premio immediato, ottiene il

diritto di comprare (CALL) oppure di vendere (PUT) un dato ammontare di valuta, ad un tasso

di cambio predefinito (STRIKE RATE). Tale diritto può essere esercitato ad una certa scadenza

predefinita (Europea) oppure entro una data scadenza (Americana).

Il Venditore di un opzione valutaria, a fronte dell’incasso di un premio immediato, si impegna ad

eseguire la transazione alle condizioni convenute se l’acquirente decide di esercitare il proprio

diritto:

CALL: Tenuto a vendere valuta ad un tasso di cambio

PUT: Costretto ad acquistare valuta ad un tasso di cambio

CONTRATTI ASIMMETRICI

Si hanno diritti e doveri molto diversi in capo alle controparti

DIFFICOLTA’ AGGIUNTIVA

Trattandosi dello scambio di due monete: Se io compro un opzione call su un'altra valuta

equivale sempre un’opzione put sull’altra e viceversa.

Dire che ho acquistato un pozione call con sottostante 1 milione di Euro (cambio €/$ 1,20),

questa operazione equivale all’acquisto di una put su 1,2 milioni di $ al cambio di $/€ 0,8333

(reciproco di €/$ 1,20).

Per evitare errori: conviene sempre ragionare sull’opzione dal punto di vista della valuta quotata.

Quindi se lo strike espresso come €/$  Euro ( 1 euro = 1,20 $), se invece preferisco ragionare sul

dollaro devo trasformare lo strike in $/€ ( 1 $ = 0,8333 Euro) con la relazione dei tassi reciproci.

TERMINOLOGIA

CONFRONTO STRIKE-CAMBIO SPOT

ITM (in-the-money)

ATM (at-the-money)

OTM (out-of-the money)

CONFRONTO STRIKE-CAMBIO FORWARD

ITMF (in-the-money-forward)

ATMF (at-the-money-forward)

OTMF (out-of-the-money-forward)

Un opzione che oggi è ITM vale di più che un opzione OTM.

ESEMPIO: profilo profitti/perdite di un’opzione Call Eur/Put $

Consideriamo un’opzione Call Eur/Put $ con le seguenti caratteristiche (tabella Il Sole 24 Ore del

9/10/2012):

- Data di stipulazione: 8 ottobre 2012

- Durata: 3 mesi

- Scadenza: 8 gennaio 2013

- Cambio €/$ spot: 1,2968

- Strike rate (base): 1,2986

- Premio (Call €/Put $): 0,0227 punti $ (ovvero 227 pips)

- Ammontare: 1 milione di euro (ovvero 1.298.600 $)

Acuirente (LONG CALL)

Calcoliamo ammontare in euro del premio pagato considerando che è espresso in punti dollaro per

ogni euro sottostante: 0,0227 $ x 1.000.000 € = 22.700 $

22.700 $ / 1,2968 $ = 17.504,63 €

A fonte del premio pagato in data 8 ottobre l’acquirente dell’opzione avrà a scadenza il diritto di

comprare 1 milione di euro al prezzo unitario di 1,2986 dollari ovvero vendere 1.298.600 $ al

prezzo unitario di 0,7701 € (1/1,2986). 6

A scadenza la decisione per l’acquirente di esercitare o meno l’opzione dipenderà da quello che sarà

il livello del cambio a pronti al giorno di scadenza, quindi la decisione di esercitare il diritto dipende

dal fatto che il cambio €/$ sia sopra o sotto lo strike rate:

- Se cambio a pronti a scadenza > Strike

(vuol dire che la valuta estera si è deprezzata)

Esercita ( acquista Euro ad un prezzo inferiore a quello corrente di mercato)

- Se Cambio a scadenza < Strike

Abbandona ( se vuole acquista euro al cambio corrente di mercato)

Pr o f ilo p r o f it t i/ p e r d it e d i un’o p z io ne C a ll

Eur / Put Us d in f unz io ne d e l c a m b io

s p o t a s c a d e nz a d a l p unt o d i vis t a

d e ll’a c q uir e nt e

Pr o f it t i

­ Pr S S +Pr Cam b io s p o t

Pe r d it e ( BEP=1,2 9 8 6 +0 ,0 2 2 7 =1,3 2 13 )

7


PAGINE

16

PESO

741.98 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in business administration
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher marco.iarrusso di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Mercati e Intermediari Finanziari e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Damilano Marina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Mercati e intermediari finanziari

Mercati e Intermediari Finanziari (Modulo Isaia)
Appunto
Mercati e Intermediari Finanziari (Modulo Pia)
Appunto
Appunti di Bilancio d'esercizio
Appunto
Pianificazione e controllo strategico
Appunto