Che materia stai cercando?

Medicina di laboratorio – Malattie renali Appunti scolastici Premium

Appunti di Medicina di laboratorioMalattie renali. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: Terapia Medica - Malattie renali – Calcolosi renale, Composizione chimica, Nefrolitiasi calcica, Nefrolitiasi mista, Nefrolitiasi da infezione, ecc.

Esame di Medicina di laboratorio docente Prof. T. Currà

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Terapia Medica - Malattie renali – Calcolosi renale

Litiasi calcica (continua):

- Diuretici tiazidici (clortalidone e idroclorotiazide)

- Riducono calciuria e aumentano escrezione urinaria di

pirofosfato, zinco e magnesio

- Fosfato di sodio e/o di potassio (1.5 g x 3/dì)

- Riducono l’assorbimento intestinale del calcio con riduzione

della calciuria ed aumento dell’escrezione di citrati e pirofosfati.

Da evitare se patologie gastrointestinali, ipertensione,

insufficienza renale cronica, infezioni urinarie.

- Ossido di magnesio (500 mg/dì)

- Chela l’ossalato a livello intestinale.

- Piridossina (200-400 mg/dì)

- Riduce la formazione di ossalati

- Citrato di potassio

- E’ un inibitore della cristallizzazione dell’ossalato e del fosfato di

calcio.

- Fosfato di cellulosa

- Resina a scambio ionico che riduce assorbimento intestinale del

calcio e aumenta quello dell’ossalato.

Terapia Medica - Malattie renali – Calcolosi renale

Litiasi uratica:

- Sconsigliare alimenti:

- Ricchi di purine: acciughe, aringhe, sardine, crostacei, fegato,

animelle, rognoni, cuore, selvaggina, oche, piccioni

- Alcalinizzare le urine:

- Citrato di potassio o bicarbonato di sodio (pH urinario ottimale:

6.7 – 7).

- Allopurinolo (300-600 mg/dì):

- Se iperuricemia

Litiasi da struvite:

- Eradicazione della infezione urinaria

- Correzione chirurgica della eventuale malformazione delle vie

urinarie

- Rimozione degli eventuali calcoli presenti

Terapia Medica - Malattie renali – Calcolosi renale

Litiasi cistinica:

- Sconsigliare alimenti

- Ricchi di metionina (precursore della cistina): uova, carne di

maiale e di vitello, latte vaccino, frutta secca.

- Alcalinizzare le urine

- Citrato di potassio o bicarbonato di sodio (pH urinario ottimale: 7

– 7.5).

- Penicillamina (250-300 mg prima dei pasti)

- Chelante

Terapia Medica - Malattie renali – Infezioni urinarie

Infezioni urinarie:

• Infezioni delle vie urinarie

• Infezioni del parenchima renale (pielonefriti, cistopieliti – quasi

esclusivamente per via ascendente)

INFEZIONI DELLE BASSE VIE URINARIE

Più frequenti in età giovanile e senile per fenomeni legati alla igiene,

alla incontinenza

Frequenti nella donna in concomitanza con rapporti sessuali

Frequenti in gravidanza

• Prima infezione

• Recidiva (dallo stesso germe)

• Reinfezione (da germi diversi dalla prima)

Importanza di un esame colturale ben fatto

Terapia Medica - Malattie renali – Infezioni urinarie

Uretriti

Sintomi locali: bruciore alla minzione, emissione di pus dal meato

Regrediscono spontaneamente o con trattamento minimo se da

patogeni comuni

Trimetoprim + sulfametossazolo o fluorochinolonico per 3-14 giorni

Se Clamidia: azitromicina o doxiciclina

Se Tricomonas: metronidazolo

Se gonorrea: ceftriaxone

Prostatite

Sintomi locali (pollachiuria, disuria) ed eventualmente brividi e febbre

Terapia:

• Forma acuta: trimetoprim 160 mg + sulfametossazolo 800 mg x 2/dì

o fluorochinolonico (norfloxacina 400 mg x 2/dì; ciprofloxacina 250-

500 mg x 2/dì) per 10-14 giorni

• Forme recidivanti: prolungata (4-12 settimane) terapia antimicrobica

(se possibile esami colturali)

Terapia Medica - Malattie renali – Infezioni urinarie

Cistiti

Possono dare sintomi sistemici (febbre preceduta da brivido) e locali

(disuria, stranguria, pollachiuria, ematuria)

Nelle donne 80% da E.coli e 5-15% da Staphylo saprophyticus

Profilassi

• Igiene accurata della regione genitale

• Cambio frequente degli assorbenti

• Terapia idropinica

Terapia

• Trimetoprim + sulfametossazolo (cotrimoxazolo) x 3-7 giorni

• Fluorochinoloni

Cistiti ricorrenti

Esame colturale

Profilassi con cotrimoxazolo 1 cp o cefalexina 250 mg 1 cp dopo il

rapporto sessuale o cotrimoxazolo ½ cp al dì o a dì alterni

Terapia Medica - Malattie renali – Infezioni urinarie

Infezioni da cateteri

Per contaminazione diretta dal catetere

Per via indiretta (tra mucosa e catetere)

Causa frequente di sepsi da G- in ospedalizzati

Prevenzione:

• tecnica asettica per l’inserzione del catetere

• sistema di drenaggio chiuso

• rimozione appena possibile

Terapia

• Batteriuria è frequente

• Instaurare terapia antimicrobica solo quando l’infezione è

sintomatica Terapia Medica - Malattie renali – Infezioni urinarie

INFEZIONI DELLE ALTE VIE URINARIE

Pielonefrite acuta

Edema e insufficienza del rene affetto, febbre settica, leucocitosi,

dolore lombare, Giordano +, rene palpabile e dolente

Ecografia: rene di dimensioni aumentate

Piuria (assente se c’è ostacolo dell’uretere)

Può esserci necrosi papillare (specie in diabetici)

Terapia:

- eseguire urino ed emocolture; in attesa iniziare terapia antibiotica

(es. cotrimoxazolo o chinolonico per os, se non c’è vomito)

- E. coli: ampicillina 1-2 g ev x 4/dì eventualmente +

gentamicina 1 mg/kg x 3/dì

- Stafilococco: ceftriaxone 2 g ev/dì

- Pseudomonas o Klebsiella: cefalosporine a dosaggio pieno

associate, all’inizio, a gentamicina (1.5 mg/kg x 3/dì)

Terapia Medica - Malattie renali – Infezioni urinarie

Altri antibiotici frequentemente utilizzati:

• Piperacillina-tazobactam

• Ampicillina-sulbactam

• Aztreonam

• Imipenem-cilastatina

Proseguire antibioticoterapia sulla base dell’antibiogramma per

almeno 20 gg e comunque per almeno 7 giorni dopo guarigione

Nelle forme severe utlilizzare somministrazione ev e continuarla per

alcuni giorni dopo miglioramento clinico e defervescenza, poi

terapia orale

Eliminare le sorgenti di infezione e/o i fattori favorenti (calcoli,

reflusso, anomalie anatomiche, ecc)


PAGINE

21

PESO

423.15 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
Università: Messina - Unime
A.A.: 2005-2006

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Medicina di laboratorio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Messina - Unime o del prof Currà Tiziana.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Medicina di laboratorio

Medicina di laboratorio – Esami del Sangue
Appunto
Medicina di laboratorio
Appunto
Medicina di laboratorio – Infezioni vie urinarie
Appunto
Medicina di laboratorio – Ipovitaminosi
Appunto