Che materia stai cercando?

Marker del rischio cardiovascolare: Appunti di Biochimica

Appunti di Biochimica clinica per l’esame della professoressa Frisso. Gli argomenti trattati sono i seguenti: i marcatori del rischio cardiovascolare, marker, i fattori ossido riduttivi, l'interpretazione dei risultati, una serie di dimostrazioni scientifiche.

Esame di Biochimica clinica docente Prof. G. Frisso

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

MARCATORI DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE.

Riguardano quei test di laboratorio che vengono usati per individuare non la presenza di una patologia

cardiovascolare,bensì per individuare se c'è il rischio a un qualsiasi danno cardiovascolare,come l'infarto del

miocardio,ma anche l'ictus (infarto cerebrale),oppure un evento trombotico a carico degli arti che comunque

compromette la circolazione. Alla definizione di rischio cardiovascolare concorrono molti fattori,non uno solo,i

quali fanno riferimento soprattutto a 4 gruppi che sono:

1Fattori legati al metabolismo dei lipidi

2Fattori legati allo stato ossido-riduttivo presente nella cellula

3Fattori di tipo infiammatorio

4Fattori legati ad alterazione della via coagulativa e della diapesi emorragica.

Per ognuno di questi quattro tipi di fattori,esistono sia fattori genetici predisponenti sia fattori ambientali che

comunque concorrono ad aggravare una condizione genetica predisponente. Tutti questi fattori sono quelli che

determinano il rischio cardiovascolare ma in questa lezione ci occuperemo soprattutto dei fattori legati al

metabolismo dei lipidi. I fattori legati al metabolismo dei lipidi si distinguono in fattori tradizionale e fattori

emergenti. I fattori tradizionali sono quattro e sono definiti in maniera globale come ASPETTO LIPIDICO,

quindi quando vado a valutare l'aspetto,o anche il profilo,lipidico,io vado a valutare questi quattro fattori lipidici

che in realtà sono due perché vado ad effettuare la misurazione dei trigliceridi e la misurazione del colesterolo. I

fattori poi diventano quattro perché il colesterolo è misurato sia come colesterolo totale (tutto il colesterolo

presente nel torrente circolatorio),sia come colesterolo legato alla proteina lipidica LDL,sia come colesterolo

legato alle HDL. Quando misuro il colesterolo HDL o il colesterolo LDL,intendo che sto misurando la quota di

colesterolo presente nelle HDL e la quota di colesterolo presente nelle LDL. In realtà tra i fattori tradizionali c'è

anche il dosaggio di alcune apolipoproteine,in modo particolare Apo A1 e Apo b, che entrano nella competizione

di specifiche lipoproteine,e la lipoproteina a( Lp a), che è una proteina enzimatica coinvolta nel metabolismo dei

lipidi. Per quanto riguarda i fattori emergenti dobbiamo prima ricordare che il processo arteriosclerotico è

fondamentalmente indotto da un eccesso di LDL, ovvero le LDL hanno la capacità di potersi infiltrare nella

parete arteriosa e di indurre una reazione infiammatoria da cui poi origina la placca atero-sclerotica. Ciò ha fatto

sì che si prestasse attenzione alle LDL e a forme particolari sotto cui le LDL possono essere presenti,come le

LDL ossidate (è lo stato di ossidazione che favorisce questo meccanismo patogenetico delle LDL a carico della

parete arteriosa),poi abbiamo gli anticorpi che l'organismo produce contro le LDL ossidate,e infine le LDL

piccole e dense,così chiamate queste ultime perché nel metabolismo dei lipidi le lipoproteine tendono in realtà a

convertirsi l'una nell'altra,quindi non sono solo macro-molecole ma anche micro-molecole. Poi altri fattori

emergenti sono il dosaggio dell' omocisteina,perché l' omocisteina può rappresentare uno stimolo infiammatorio

forte a carico della parete endoteliale,poi nell'ambito dei marcatori del processo infiammatorio possono ancora

rappresentare marcatori del rischio cardio-vascolare il dosaggio della proteina C reattiva detta anche pCr,la quale

è il marcatore tipico del processo infiammatorio insieme alla VES, e poi alcune citochine sempre coinvolte nel

processo infiammatorio. Quindi volendo schematizzare tutto fino ad ora detto:

1Fattori metabolismo lipidi Fattori tradizionali trigliceridi,colesterolo totale,LDL,HDL -

Fattori emergenti LDL ossidate,anticorpi,omocisteina,pCr,citok.

2Fattori ossido riduttivi

3Fattori infiammatori

4Fattori coagulazione.

Ora parliamo in dettaglio del profilo lipidico,ovvero dei trigliceridi,del colesterolo totale,del colesterolo HDL,e

del colesterolo LDL(fattori tradizionali). Poiché questo tipo di dosaggio serve per individuare una condizione di

rischio,dobbiamo,da un punto di vista analitico,capire bene quali sono i limiti di questo dosaggio,perché

dobbiamo poi saper interpretare in modo corretto i risultati derivanti da questi test per poter poi configurare

esattamente il rischio. Valutiamo dunque tutte le fonti di errori che possono gravare su queste misurazioni. La

variabilità biologica (la variabilità tipica dell'individuo) è una variabilità che non si può eliminare, la si può solo

conoscere,e dunque vediamo per questi metaboliti del profilo lipidico quant'è la variabilità biologica. La

variabilità biologica di questi quattro metaboliti non è bassa,sicuramente tra i quattro metaboliti la variabilità

biologica più alta è quella della trigliceridemia ,che ha variabilità biologica del 20%. Perché è importante sapere

che la variabilità biologica dei trigliceridi è molto alta? Perché se io oggi faccio una misurazione dei miei

trigliceridi, e facciamo caso escono 250,sapendo che la variabilità biologica è del 20%,i miei trigliceridi in realtà


PAGINE

4

PESO

69.97 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in biotecnologie mediche
SSD:
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher biotech89 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Biochimica clinica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Frisso Giulia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Biochimica clinica

Ferro, omeostasi e analisi cliniche: Appunti di Biochimica
Appunto
Fegato, clinica e patologie: Appunti di Biochimica
Appunto
Infarto del miocardio: Appunti di Biochimica clinica
Appunto
Pancreas endocrino e diabete: Appunti di Biochimica
Appunto