Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

molto! A questo punto Art 1891c.c. . Sicchè il 1°principio che si ma divisibile in relazione al minor rischio che in quella attuzione di

enuncia in questa norma è un’applicaz del Principio di Buona Fede tempo si corre.

nell’Esecuzione del Contratto per cui se nel corso del contratto si Quindi viene normativamente smentito il principio della Indivisibilità

verificano delle vicende che aggravano il rischio, l’assicurato ha assunto dagli assicuratori facendo coincidere periodo di assicuraz in

l’obbligo di comunicarlo immediatamente all’assicuratore e a questo corso con quello pattuito. Ma non solo: notate che in questa norma il

punto egli valuta la nuova dimensione del rischio e se l’aggravamento è legislatore non dice quando l’assicuratore può recedere e ha diritto al

tale che l’assicuratore non avrebbe stipulato il contratto,recede premio di assicuraz in corso. Dice solo che ha diritto perché il recesso

dall’assicuraz. Se invece è tale che avrebbe pattuito un premio diverso, ha effetto dopo 1 mese, e quindi sarà pagato fino a quel momento. Non

maggiore, allora può recedere o può comunque chiedere l’aumento del gli riconosce il diritto al pagamento del periodo di assicuraz in corso

premio. Però se l’assicuratore recede ha diritto al premio di assicuraz in (cioè pattuito come sostengono gli assicuratori). Bene ragazzi, ci

corso che per gli assicuratori è l’intero premio pattuito per l’intero vediamo domani.

periodo di assicuraz. Quindi non solo se si aggrava il rischio tu non

rispondi del sinistro o rispondi in misura minore e proporzionale al Lezione 04/10/2007

diverso premio che ti ho corrisposto rispetto a quello che avremmo

dovuto pattuire, ma addirittura avresti diritto a pretendere l’intero CONTRATTO DI ASSICURAZIONE

premio dell’intero periodo assicurativo. La disciplina del codice civile riguardante il contratto di assicurazione è

Se nell’esempio che vi ho fatto io pago regolarmente il premio molto articolata, è uno dei contratti che forse ha una tra la discipline più

all’inizio del 2° anno e a Febbraio si mette al mio fianco un deposito dettagliate.

carburante e io comunico tempestivamente al mio assicuratore che il Noi abbiamo visto il caso in cui durante il contratto di assicurazione il

rischio può cambiare, lui recede lasciandomi senza copertura rischio si è aggravato o il rischio è diminuito. Ma cosa accade se al

assicurativa e trattenendosi il premio già pagato perche ha diritto al momento della stipula del contratto di assicurazione l’assicurato omette

periodo di assicuraz in corso che per lui equivale a periodo di assicuraz di comunicare all’assicuratore circostanze rilevanti per la

pattuito. individuazione del rischio oppure volutamente falsa le sue

Discorso parzialmente diverso è se il Rischio Diminuisce (Art 1897 dichiarazioni, fa delle dichiarazioni inesatte per indurre in errore

c.c.) . Attenzione: questa disciplina è una conferma della Divisibilità l’assicuratore? E cosa accade anche nelle ipotesi in cui le inesattezze o

del premio perché si dice: il rischio diminuisce; per es. io ho assicurato le reticenze dell’assicurato pur non essendo dolose sono rilevanti e sono

la mia villa per il rischio dell’incendio mentre era a fianco a me un corpose?

deposito carburante, circostanza dedotta dal contratto e conosciuta Allora il legislatore disciplina le due ipotesi delle dichiarazioni rese con

dall’assicuratore che mi ha imposto il pagamento di un premio molto dolo o colpa grave dall’assicurato al momento della stipula all’art. 1892

elevato essendoci quel rischio grave. Nel corso del contratto il deposito e disciplina anche le dichiarazioni inesatte o reticenti rese senza dolo o

carburanti se ne va quindi il rischio diminuisce, allora io lo comunico colpa grave quindi con semplice colpa.

all’assicuratore e lui mi deve ridurre il premio. Il legislatore dice: “dal Es.“Il sig. Volpetti sa bene che accanto alla sua villa c’è un deposito di

premio successivo o dalla rata di premio successivo” ; per cui se il carburante, però omette di dichiararlo all’assicuratore nel momento in

premio era pagato in rate bimestrali, dalla rata successiva non può che cui va a stipulare il contratto per l’incendio della sua villa.”

esigere il minor premio. Che significa? Che il premio non è indivisibile 13

Quindi l’assicurato è reticente su una circostanza che se l’assicuratore Se se ne accorge il secondo anno, al terzo mese del secondo anno, è

avesse conosciuta nel momento in cui stipulavano il contratto o non tenuto a pagare in ogni caso il primo anno e il premio relativo al

avrebbe stipulato o avrebbe stipulato a condizioni diverse. periodo di assicurazione in corso.

In questo caso il legislatore dice che l’assicuratore quando scopre la Questo significa che il periodo di assicurazione in corso non è

reticenza o l’inesattezza dolosa o dovuta a colpa grave del suo l’annualità del premio, altrimenti avrebbe detto: è tenuto a pagare

assicurato può chiedere l’annullamento del contratto e lo può fare entro l’intero premio pattuito o l’annualità; mentre qui distingue il premio per

3 mesi da quando è venuto a conoscenza della inesattezza o della il primo anno dal premio relativo al periodo di assicurazione in corso.

reticenza di un assicurato. Se non avesse messo: “in ogni caso diritto al premio relativo al primo

Quindi, nel nostro caso, se Volpetti ha volutamente e furbescamente anno” e avesse lasciato solo l’indicazione che l’assicurato deve pagare

taciuto la presenza del deposito di carburante accanto alla sua villa che soltanto il premio relativo al periodo di assicurazione in corso, avrebbe

ha assicurato contro l’incendio e l’assicuratore, in via del tutto sempre significato (secondo la lettura che noi diamo e che poniamo

accidentale, viene a conoscere questa circostanza, l’assicuratore stesso abbia voluto dare il legislatore): il premio di assicurazione dovrà essere

ha tre mesi di tempo per chiedere l’annullamento del contratto. pagato fino a quando l’assicuratore ha prestato la garanzia, cioè fino a

Ma che accade se il sinistro, cioè l’incendio si verifica durante la quando ha fatto la domanda di annullamento, perché è da quel momento

pendenza di questo termine di 3 mesi, prima che l’assicuratore abbia che lui non copre più il rischio, dato che se si verifica il sinistro non ha

potuto chiedere o abbia chiesto l’annullamento del contratto. l’obbligo di risarcimento.

Badate bene, annullamento, non nullità. Perché la differenza sotto il Il fatto che il legislatore ha messo insieme il premio relativo al periodo

profilo degli effetti è che l’annullamento ha effetto dal momento da cui di assicurazione in corso e il premio per il primo anno sta a significare

è dichiarato, cioè ex nunc; la nullità invece ha effetto dall’inizio, retro che per il legislatore questi non coincidono, non sono la stessa cosa, ma

agisce come regola generale, e quindi ex tunc. In questo caso il si tratta di due entità diverse.

legislatore dice: l’assicuratore non è tenuto a risarcire il sinistro. Ecco un altro elemento testuale, normativo che ci conforta in quella

Quindi, prima ancora di avere una pronunzia giudiziaria sull’effettivo interpretazione per la quale diciamo che quando il legislatore parla di

annullamento o meno del contratto, il legislatore pone una norma a periodo di assicurazione in corso si riferisce al periodo di tempo nel

salvaguardia degli interessi dell’assicuratore e dice: l’assicuratore non è quale l’assicuratore presta la garanzia assicurativa.

tenuto a risarcire il sinistro. Ciò accade quando le dichiarazioni inesatte o le reticenze sono rese con

Art. 1892, co 3, “L’assicuratore ha diritto ai premi relativi al dolo o colpa grave.

periodo dell’assicurazione in corso al momento in cui ha domandato Può accadere, peraltro, che le dichiarazioni inesatte o le reticenze siano

l'annullamento e, in ogni caso, al premio convenuto per il primo anno.” rese in maniera del tutto inavvertita dall’assicurato, o in maniera

Anche in questo caso torna il premio relativo al periodo colposa (semplicemente colposa, perché non è stato diligente)

dell’assicurazione in corso. Es. Volpetti ha appena acquistato la sua villa, non si è accorto che

Ma che significa: “in ogni caso è dovuto il premio convenuto per il accanto alla sua villa vi è un deposito di carburanti, e quindi non ha

primo anno”? dichiarato la circostanza all’assicuratore.

Es. Se l’assicuratore si rende conto della inesattezza o della Nel caso in cui la circostanza non dichiarata o dichiarata in maniera

reticenza dolosa dell’assicurato durante il primo anno di assicurazione, inesatta sia di tale rilevanza che se l’assicuratore l’avesse conosciuta al

ha diritto al premio relativo al primo anno; in ogni caso, quindi l’intero momento della stipula o non avrebbe stipulato o avrebbe stipulato a

anno di assicurazione gli deve essere corrisposto. condizioni diverse, se c’è solo colpa da parte dell’assicurato,

14

l’assicuratore può recedere dal contratto entro 3 mesi da quando viene a Certamente lo stipulante fino a quando lo stipulato non ratifica l’opera

conoscenza della inesattezza o reticenza dell’assicurato. di colui che ha stipulato.

Cosa accade se in questo caso si verifica il sinistro prima che Se tu non ratifichi fino a quel momento devo essere io a pagare, dal

l’assicuratore dichiari di recedere? Nel caso del dolo o colpa grave non momento che tu ratifichi hai fatto tuo il contratto e quindi sarai tu che

era tenuto a risarcire il danno in questo caso sì, è tenuto a risarcire il dovrai pagare. Se tu rifiuti la ratifica lo stipulante deve all’assicuratore i

danno non per la sua interezza ma in misura proporzionale al diverso premi del periodo in corso nel momento in cui l’assicuratore ha avuto

premio che avrebbe pattuito se avesse conosciuto il reale stato delle notizia del rifiuto della ratifica. Questa è una delle poche norme non

cose. squilibrate perché l’assicuratore la garanzia la presta fino al momento in

Es. se l’assicuratore avesse saputo al momento della stipula che cui l’assicurato rifiuta di ratificare il contratto e se si verifica il sinistro

accanto alla villa di Volpetti vi era un deposito di carburante, avrebbe prima di quel momento e se l’assicurato non è un pazzo ratifica per

stipulato l’assicurazione a premio doppio rispetto a quello pattuito e ottenere il risarcimento; allora il legislatore dice: fino al momento in cui

allora il risarcimento che egli deve, in questo caso, è la metà; non hai notizia del rifiuto di ratifica è lo stipulante (contraente) che

Perché se il premio che avrebbe pattuito fosse stato corretto doveva deve pagare il premio di assicurazione; dal momento in cui hai la

essere il doppio per cui l’assicurato ha corrisposto un premio pari alla notizia del rifiuto della ratifica, da quel momento tu non presti più la

metà di quello che avrebbe dovuto corrispondere, quindi l’assicuratore garanzia e però hai diritto a ricevere dal contraente i premi relativi al

corrisponde un risarcimento che è la metà di quello che l’assicurato periodo di assicurazione in corso ossia i premi relativi al periodo

avrebbe dovuto avere. Ecco cosa significa: il risarcimento dovuto durante il quale hai prestato la garanzia assicurativa.

dall’assicuratore è proporzionale al diverso premio che avrebbe pattuito Assicurazione PER CONTO ALTRUI o PER CONTO DI CHI

se avesse conosciuto il reale stato delle cose. SPETTA la si stipula in genere quando le merci vengono

In questo caso il legislatore non fa menzione dei premi in corso e, se il depositate nei magazzini generali e le si assicura contro l’incendio,

legislatore non dice nulla, si fa ricorso alle regole generali in materia di contro la perdita di qualità e contro il furto, la si fa per conto di chi

contratti. Per cui se l’assicuratore recede e ha tenuto la sua prestazione risulterà proprietario un quel momento dato che quella merce può

sino a quel momento, e il contratto è a prestazioni corrispettive, ha essere alienata attraverso il trasferimento dei documenti che il

diritto a ricevere il pagamento dei premi sino a quel momento, perchè magazzino generale rilascia al depositante.

sino a quel momento ha prestato la sua garanzia. L’assicurazione per conti altrui o per conto di chi spetta la si fa in tutte

Il contratto di assicurazione può essere stipulato IN NOME ALTRUI o quelle ipotesi in cui è incerto il soggetto che risulterà proprietario del

PER CONTO DI CHI SPETTA che sono due ipotesi diverse. bene nel momento in cui avverà o potrà avvenire il sinistro.

L’assicurazione IN NOME ALTRUI si ha quando io stipulo un Avrà l’obbligo di pagare i premi il contraente; i diritti però spettano a

contratto di assicurazione in nome tuo, un assicurazione per gli incendi chi risulterà assicurato ovvero al soggetto che in quel momento risulterà

sulla tua abitazione in nome tuo; cioè agisco come un tuo procuratore e titolare del bene o della disponibilità del bene.

quindi stipulo l’assicurazione in nome altrui All’assicurato sono opponibili le eccezioni che si possono opporre al

Io sono lo stipulante ma tu sei l’assicurato perché il bene assicurato e contraente in dipendenza del contratto. Quindi Se il contraente che ha

tuo e il vantaggio dell’assicurazione è tuo, la prestazione di garanzia l’obbligo di pagare il premio non paga il premio il contratto è sospeso

sarà effettuata a tuo favore. dal quindicesimo giorno successivo e l’assicurato che subisce il danno

Chi sarà tenuto a pagare il premio di assicurazione? dopo 2 mesi non può pretendere il risarcimento dall’assicuratore perché

l’assicuratore al contraente può opporre l’eccezione che non ha pagato

15

il premio e quindi quella stessa eccezione che si può opporre al Ne segue che, di regola, il danneggiato non ha alcuna pretesa da far

contraente è opponibile anche all’assicurato. valere nei confronti del mio assicuratore perché il mio assicuratore è il

Peraltro il contraente che ha fatto l’assicurazione per conto di chi spetta MIO assicuratore e non l’assicuratore del da me danneggiato; al tempo

ha reso un servigio a colui a cui spetta e quindi avrebbe il diritto a stesso l’assicuratore non ha l’obbligo di risarcire direttamente il terzo

essere rimborsato dei premi pagati perché ha stipulato un contratto da me danneggiato perché egli ha l’obbligo di risarcire il mio danno

d’assicurazione a favore di questo signore ancora sconosciuto al anche se si presume che saranno eguali. Però l’assicuratore ha l’obbligo

momento della stipula del contratto; quindi il legislatore dice che: “per di risarcire direttamente il terzo da me danneggiato se io assicurato

il rimborso dei premi pagati all’assicuratore e delle spese del contratto glielo chiedo. Né il terzo da me danneggiato ha diritto di chiedere

il contraente ha privilegio sulle somme dovute all’assicuratore nello direttamente al mio assicuratore di essere risarcito.

stesso grado dei crediti per spese di conservazione.” Cioè questo

privilegio viene collocato in una certa fascia di crediti quando c’è un ASSICURAZIONE SULLA VITA

ipotesi di fallimento o di procedure concorsuali nei confronti Art. 1919 L'assicurazione può essere stipulata sulla vita propria o su

dell’assicurato. quella di un terzo.

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITA’ E finche è sulla vita propria non ci sono problemi rilevanti, i problemi

CIVILE sorgono se si tratta di un assicurazione sulla vita di un terzo, nel qual

Forma particolare di assicurazione. Forse quella a noi più nota perché si caso il legislatore dice:

fa per i veicoli e per i natanti a motore, tuttavia questa è una forma L'assicurazione contratta per il caso di morte di un terzo non è valida se

specifica con una disciplina del tutto peculiare. questi o il suo legale rappresentante non dà il consenso alla conclusione

Più in generale il contratto di assicurazione della responsabilità civile è: del contratto. Il consenso deve essere provato per iscritto.

un contratto di assicurazione con il quale l’assicurato assicura il Questo Perché dedurre un contratto dalla vita di un terzo potrebbe

PROPRIO patrimonio da quelle diminuzioni che il proprio patrimonio essere pericoloso per la vita del terzo, perché l’interessato a

può subire a seguito del risarcimento che egli dovesse eventualmente guadagnarsi il premio dell’assicurazione attenta alla sua vita.

dover pagare al danneggiato Dalle nostre parti la si fa in genere a favore dei figli o del coniuge o di

Es. “se faccio l’avvocato e stipulo un’assicurazione da altri parenti o fondazioni ecc. e funziona come pagamento di una

responsabilità civile nei confronti dei miei clienti e accade che per mia somma al verificarsi di un determinato evento attinente la vita umana

colpa mi dimentico di un termine,lo faccio scadere e quindi non ovvero pagamento di una rendita perché io posso anche fare

presento il ricorso che dovevo proporre per il mio cliente nei termini, il un’assicurazione sulla mia vita e stabilire che se dopo 15 anni sono

mio cliente ne ha un danno. Io dovrei risarcire questo danno al mio ancora in vita a me sarà pagata da quel momento in poi una rendita che

cliente e il mio patrimonio subirebbe una diminuzione per questo viene fissata nel contratto di assicurazione oppure se vengo meno entro

risarcimento che io sarei tenuto a pagare al mio cliente.” i 15 anni la somma assicurata viene devoluta a favore del beneficiario

L’assicurazione da responsabilità civile mi garantisce che questa della polizza, cioè di coloro che del soggetto o soggetti indicati come

diminuzione mi sarà rimborsata dal mio assicurazione. beneficiari della polizza cioè come coloro che dovranno percepire

Il bene assicurato è il patrimonio dell’assicurato ed è assicurato dal l’indennizzo dovuto dall’assicuratore.

rischio di quelle diminuzioni che il patrimonio può subire nell’ipotesi in In questa assicurazione non vige il principio indennitario proprio

cui l’assicurato debba risarcire terzi da lui danneggiati. dell’assicurazione danni nella quale il risarcimento dell’assicuratore

non potrà mai essere superiore al danno patito dall’assicurato. 16

L’assicurazione sulla vita può prevedere il caso di morte e anche il caso risolto si diritto se l’assicuratore non agisce nei dei mesi per ottenere il

di sopravvivenza e non vi è principio indennitario per cui il premio che pagamento e l’assicuratore ha diritto solo a trattenersi i premi che io

pago all’assicuratore è proporzionato alla somma che assicuro e, in avevo già pagato, relativi a rate o periodi precedenti nei quali avea

genere, le polizze che si facevano erano ad accumulo, cioè si pagava prestato la garanzia.

una certa sommetta mensile e questa sommetta fa una somma annuale, Nell’assicurazione sulla vita c’è un trattamento differente a favore

poi negli anni una somma ancora (la si faceva a 30 anni) e dopo il dell’assicurato; un trattamento + equilibrato tra prestazione

tempo pattuito hai diritto ad avere la somma che poi è la dell’assicuratore e prestazione dell’assicurato. Mentre

capitalizzazione di tutte le somme pagate più una parte degli interessi. nell’assicurazione danni c’è uno squilibrio a favore dell’assicuratore

Però essendoci sempre, per i calcoli che deve fare l’assicuratore, una quasto perché il ramo assicurazione vita in origine è esercitato dall’INA

necessaria corrispondenza tra la somma che si paga in caso di morte e il istituto nazionale assicurazioni, era un istituto pubblico in mano

premio, in quel calcolo ci deve essere anche il suo guadagno; quindi pubblica unico a poter esercitare le assicurazioni sulla vita (poi è tutto

non conviene. cambiato) ed è questa origine alla base di questa disciplina. In quanto

Se il beneficiario risulta indegno perché ha ad esempio attentato alla istituto pubblico non aveva quegli intenti esasperatamente speculativi

vita del contraente non può più essere beneficiario della somma che hanno invece le compagnie private.

assicurata. In caso di cambiamento di professione dell’assicurato:

Argomenti interessanti: Se faccio l’impiegato della posta, e passo la giornata seduto dietro lo

E’ importante il mancato pagamento del premio: sportello a mettere i timbri e mi assicuro sulla vita certamente non corro

Se il contraente non paga il premio relativo al primo anno l’assicuratore particolari rischi; se invece faccio il corridore di formula 1

può agire per l’esecuzione del contratto nei termini dei sei mesi dal indubbiamente qualche rischio in più dell’impiegato della posta lo

giorno in cui il premio è scaduto. La disposizione si applica anche se il corro, è una attività un po’ più rischiosa, lo stesso se faccio il pilota

premio è ripartito in più rate, fermo restando il disposto dei primi 2 d’aereo o la guardia notturna, sono attività che certamente hanno un

commi dell’art. 1901, in tal caso il termine decorre dalla scadenza delle coefficiente di rischio maggiore rispetto ad altre attività sedentarie o più

singole rate, termini 6 mesi in cui l’assicuratore può agire. tranquille comunque.

Quindi si applicano i primi 2 commi per cui resta sospesa Quindi il cambiamento di professione dell’assicurato può comportare

l’assicurazione ma non scatta l’obbligo del pagamento del premio un cambiamento del rischio

relativo al periodo dell’assicurazione in corso. Es. mi assicuro sulla vita mentre facevo l’impiegato postale e poi mi

Se il contraente non paga i premi successivi nei termini di tolleranza metto a fare le competizioni sportive con l’automobile…qualche rischio

previsti dalla polizza o in mancanza nel termine di 20 giorni dalla in più l’assicuratore lo copre.

scadenza il contratto è risoluto di diritto e i premi pagati restano Il legislatore dice: i cambiamenti di professione o di attività

acquisiti all’assicuratore salvo che sussistano le condizioni per il dell’assicurato non fanno cessare gli effetti dell’assicurazione qualora

riscatto dell’assicurazione o la riduzione della sua misura. non aggravino il rischio in modo tale che se il nuovo stato di cose fosse

Mentre nel 1901 l’assicuratore non presta la garanzia è può pretendere esistito al momento della stipulazione del contratto l’assicuratore non

il pagamento del premio secondo gli interpreti relativo all’intera avrebbe consentito l’assicurazione; quindi l’unico elemento che può far

annualità assicurativa secondo l’interpretazione che do io il premio cessare quel contratto è che il cambiamento di professione o di attività

relativo al periodo in cui l’assicurazione è stata efficace, è stata prestata sia tale che se fosse esistito nel momento in cui si è stipulato il contratto

la garanzia e solo quello. Qui non si dice nulla di tutto ciò il contrasto è l’assicuratore non avrebbe accettato di stipularlo, se non ha questa

17

gravità il contratto prosegue. Qualora i cambiamenti siano di tale natura Se l’assicurato dichiara di non accettare, il contratto è risoluto salvo il

che se il nuovo stato di cose fosse esistito al tempo del contratto diritto dell’assicuratore al premio relativo al periodo di assicurazione in

l’assicuratore avrebbe consentito l’assicurazione per un premio più corso e salvo il diritto dell’assicurato al riscatto (ci sono delle polize

elevato, il pagamento della somma assicurata è ridotto in proporzione che prevedono che dopo un certo numero di rate pagate di premio

del minor premio convenuto in confronto di quello che sarebbe stato l’assicurato che voglia recedere dal contratto può chiedere il riscatto

stabilito. della poliza. Tutti i premi pagati assommati tra loro fanno una certa

Cioè se il cambiamento di professione è tale che se la uova prof fosse somma se è previsto nella poliza io ho diritto a riscattare la poliza,è la

esistita al momento in cui stipulavo il contratto l’assicuratore non restituzione di parte del premio pagato. Quel premio era stato fissa in

l’avrebbe stipulato l’assicuratore può cessare il contratto. funzione del rischio finale dell’assicuratore, del pagamento della

Se invece il cambiamento di professione è tale che se avessi svolto somma assicurata che, data la rescissione del contratto l’assicuratore

questa nuova professione al momento della stipula l’assicuratore non deve più coprire). Il silenzio dell’assicurato vale come adesione

avrebbe stipulato il contratto ma a condizioni più diverse, con un alla proposta.

premio più elevato; in questo caso il contratto prosegue e l’indennizzo Le comunicazioni e dichiarazioni prevista posso no farsi anche

previsto nel contratto, la somma pattuita, viene ridotta in proporzione mediante raccomandata.

del diverso premio che sarebbe stato pattuito se la professione fosse

esistita al momento della stipula del contratto. LEZIONE DEL 10/10/2007

Es. se avevamo assicurato la somma di 500mila euro e poi il

cambiamento di professione avrebbe comportato un raddoppio del La Banca cos’è?E’ un’impresa. E’un impresa che svolge e produce i

premio, mi viene riconosciuta la somma di 250mila euro. seguenti servizi:

Perchè il premio pattuito sarebbe stato il doppio di quello che ho pagato - raccolta del risparmio e quindi custodia del risparmio;

o pago. - erogazione di credito.

Questa regola si verifica nel caso in cui si verifichi il sinistro prima che Quindi la banca è un’impresa che con una mano raccoglie il risparmio,

l’assicuratore possa fare la seguente scelta: se l’assicurato da notizia lo mette nei suoi forzieri e con l’altra mano quel risparmio raccolto lo

dei suddetti cambiamenti all’assicuratore questi entro 15 giorni eroga a chi ne fa domanda. Ovviamente non a tutti ma a chi dimostra di

l’assicuratore deve dichiarare se intende far cessare gli effetti del poter garantire la restituzione così come la banca garantisce a coloro

contratto ovvero ridurre la somma assicurata o levare il premio. che depositano, a coloro che danno a lei i suoi risparmi, dovrebbe

Nell’ipotesi in cui avrebbe pattuito a condizioni diversi e l’assicurato garantire la restituzione di quei risparmi. Quindi la Banca è un’impresa

comunica l’avvenuto cambiamento della sua professione l’assicuratore che raccoglie risparmi ed eroga credito. E i rapporti tra la Banca ed i

ha 15 giorni per dichiarare la sua scelta. cittadini cha affidano alla banca i propri risparmi o chiedono alla banca

Se l’assicuratore dichiara di voler modificare il contratto in uno dei due credito, sono rapporti basati su dei contratti che vengono definiti

sensi indicati l’assicurato entro 15 giorni successivi deve dichiarare se appunto i contratti bancari.Vengono definiti bancari perché innanzitutto

accetta questa proposte; perché siamo sempre in tema di contratti uno dei due soggetti è la banca che, essendo tra l’altro il contraente più

quindi è necessario che le parti raggiungano l’accordo. forte, è quella che detta la disciplina del contratto.Disciplina che

Quindi l’assicurazione comunica all’assicurato che vuole modificare il secondo alcuni, deve rispecchiare l’organizzazione del servizio

contratto, l’assicurato deve rispondere se accetta la nuova condizione o bancario, sicchè quella disciplina non può essere diversa giacchè

no perché se non l’accetta il contratto si risolve. l’organizzazione del servizio bancario è fatta come è fatta. Rispunta qui

18

la concezione del contratto d’impresa che abbiamo visto a proposito banche, perché sono riuscite a fare passare il principio che tutti i

dell’impresa di assicurazione, perché anche la banca come abbiamo movimenti di danaro, tutti nessuno escluso, noi siamo obbligati a farli

capito, il suo servizio lo rende non con i danari propri ma con i danari attraverso le banche. Quindi la banca necessariamente deve tenere i

che ha raccolto dai risparmiatori, quindi col danaro altrui.Un conti dei nostri danari. Io faccio l’avvocato e non posso più riscuotere

imprenditore che produce beni deve creare un’organizzazione e lo farà per contanti più di 500 €; se un cliente vuole pagarmi una parcella in

inizialmente col danaro proprio.Però a differenza da tutti, poi il Sig. contanti non può pagarmi ed io non posso riceverla, deve farmi

Fiat deve acquistare le materie prime, le deve lavorare, deve far fare l’assegno o il bonifico bancario. Quindi ormai è così pervasiva la

determinate componenti sofisticate per quelle imprese specializzate alla presenza degli istituti di credito che come noi vediamo girando per la

realizzazione di quelle componenti sofisticate e le acquista. Quindi città ne spunta uno in ogni isolato, perché ormai non possiamo fare più

l’impresa che produce beni inizialmente mette mano alla tasca sua e nulla senza passare attraverso le banche. Per certi versi può essere utile,

spende il proprio danaro per produrre un bene.Danaro che poi spera gli per certi versi è anche necessario ma c’è da dire che io non solo mi

verrà restituito dal consumatore che acquista il bene. E qui sta il diritto devo sottoporre al controllo e alla tassazione da questo controllo ma

dell’imprenditore a tenere per sé il guadagno oppure la sfiga di dover devo pure pagare per farmi controllare. I contratti con i quali

sopportare la perdita, perché se vende meno beni di quanto ha la banca raccoglie il risparmio sono coagulati intorno ad una figura

preventivato e il prezzo che riceve in cambio non copre i costi che lui specifica che è il deposito bancario.Il deposito bancario è un contratto

ha sopportato quell’imprenditore è inerme. Il banchiere raccoglie che si ha quando un signore entra in un istituto di credito con una

risparmi ed eroga risparmi. Secondo voi potrà mai il banchiere erogare somma e dice: “vorrei depositare questa somma”. Il deposito può

credito più di quanto risparmio abbia raccolto? Sarebbe un peccato avvenire:

mortale. Quindi il banchiere eroga credito nella misura in cui ha - in forma semplice: se io deposito la somma il banchiere mi rilascia la

raccolto risparmi. Quello che rischia il banchiere sono le spese ricevuta della somma depositata e poi possiamo stabilire che io ho

d’impianto e basta. Non rischia il costo della gestione. Quindi il diritto a riprendermi tutto parte di quella somma in qualunque

banchiere come l’assicuratore è uno di quegli imprenditori che non momento, che io quella somma la terrò depositata minimo per 6

vuole mai fallire; ma tutti gli imprenditori non vogliono mai fallire. Ma mesi,per un anno o per 2 per 3 secondo quanto conveniamo oppure

il banchiere e l’assicuratore non potranno mai fallire se si atterranno possiamo stabilire che la banca mi rilascerà un libretto di deposito sul

alla regola di non investire più di quanto non abbiano già raccolto dai quale di volta in volta noi annoteremo i depositi e i prelievi che io

propri clienti. E quindi il rischio d’impresa alla fine lo corre il faccio sul mio conto di deposito e questo si chiama il deposito a

risparmiatore così come nell’assicurazione sono gli assicurati che risparmio che invece di tenere il danaro sotto al mattone, io il danaro

corrono il rischio d’impresa. E il guadagno dell’impresa chi se lo me lo faccio custodire dalla banca. A casa possono arrivare i ladri non

prende se c’è? Il banchiere o l’assicuratore, sarà assicurato dai clienti organizzati e scoprono sotto il mattone i miei soldi e se li prendono.

della banca. C’è qualcosa che non và o è tutto perfetto?Perché se è Nella banca invece è tutto organizzato: noi depositiamo i nostri soldi ed

legittimo che io mi appropri del guadagno ed è legittimo perché io ogni anno ci accorgiamo che quella somma diminuisce, non perché ci

rischio un capitale che è mio o di cui comunque io rispondo perché l’ho siano i ladri. E’ difficile che in banca entrano i ladri.Ci sono gli

preso a prestito e ne devo rispondere a chi me l’ha prestato, nel interessi: è il prezzo della custodia che dobbiamo pagare. La

momento in cui non rischio né il mio né il capitale prestato ma rischio il circostanza che il banchiere utilizzi i nostri soldi per erogarli a chi ha

capitale dei clienti dei miei servizi, sono un imprenditore o sono una chiesto credito facendoselo pagare caramente, è tutto secondario ed

sanguisuga? Cosa sono? Sono un parassita e il nostro Paese oggi è in immaginario. Noi abbiamo lo 0,5 di interessi annuo e pagheremo l’1%

mano ai parassiti perché non c’è hobby più potente in Italia delle 19

di spese. Così automaticamente ogni anno perderemo lo 0,5% sulla legittimazione o è un titolo di credito? Quello al portatore forse no

somma che abbiamo depositato; ma come? Allora col contratto di perchè il fatto che è al portatore lo rende idoneo alla circolazione, che

deposito e col rilascio del libretto di deposito bancario “ il libretto al fa circolare il credito portato da coloro che lo ricevono. Basta la

risparmio” il banchiere ci rilascia un documento su cui verranno consegna e il banchiere poi identificherà il soggetto che và a riscuotere.

annotate le operazioni di deposito e di prelievo che noi faremo con la Intervento di un alunno:

data e con la firma dell’impiegato che appare addetto al servizio.E’ - pof. lei prima ha fatto la distinzione tra il libretto semplice o a

stata una grande conquista stabilire che fa fede la firma dell’impiegato risparmio e quello al portatore?

che appare addetto al servizio perché potrebbe anche non Professore:

esserel’impiegato addetto al servizio e se non era l’impiegato addetto al tra il libretto nominativo e il libretto al portatore.

servizio sul nostro libretto risultava un prelievo firmato da un Il libretto al portatore è il libretto che non è intestato ad alcuno oppure è

impiegato che non era quello addetto al servizio o un deposito che non intestato ad un nome qualunque ma circola ed è pattuito che possa

era firmato da un impiegato che era quello addetto al servizio, quella circolare al portatore.Quindi può essere intestato alla Fata Turchina e

somma non ci veniva riconosciuta.Allora il legislatore benevolo ha quindi circolare come? Al portatore, con la consegna. Mentre quando è

detto: “ l’impiegato che appare addetto al servizio”. Ma anche con il nominativo il soggetto che può effettuare i prelievi su quel libretto è

libretto di deposito a risparmio ormai la cuccagna è finita perché: esclusivamente un soggetto che è intestatario del libretto. Ad essere

non possono essere l’importo superiore a 10.000 € quindi al portatore semplice è la ricevuta del deposito, cioè non voglio un libretto di

cioè non intestati ad una persona specifica; deposito a risparmio: deposito la somma e la tengo vincolata per 3 anni

devono essere ormai delle forme superiori tutti i nominativi intestati ad perché così invece dello 0,5 %, mi danno l’1 % o l’1,50%. Allora mi

una persona. danno semplicemente una certificazione, una fede di deposito della

L’episodio divertente si verificò circa 35 anni fa quando ci fu lo somma che ho depositato ma non è un libretto. Alla scadenza avrò

scandalo Monterrison.Era un posto pubblico quindi era gestita dal diritto a ritirare la somma e se vado prima della scadenza magari la

Ministro Delle Partecipazioni Statali che esisteva allora e ne era a capo somma me la danno però non mi danno più gli interessi e magari mi

un ente nominato dalla politica.Ci si rese conto che le casse della decurtano anche le spese di custodia ed anche quant’altro. Noi entriamo

Monterrison erano vuote.Dove erano finiti i soldi? Il manager se ne in Banca, abbiamo una somma di danaro che vogliamo depositare sul

andò in Argentina, nominarono un vecchio politico che aveva il vizio di nostro conto. Arriva il nostro turno, diamo la somma al banchiere e

essere onesto, era un liberale, non era neanche di sinistra. Questo diciamo: “sono 20.000 €”. Il banchiere comincia a contare e in quel

signore era un anziano signore ed era segretario o presidente del partito momento: “mani in alto questa è una rapina”. Entrano i banditi e

liberale, andò lì ed aprendo trovò una cassaforte piena di libretti di rapinano tutto ciò che trovano. Che succede di quei 20.000 € che noi

deposito a risparmio e su ogni libretto c’erano centinaia di milioni di stavamo per depositare? Chi sopporterà il rischio di quella rapina? Noi

lire, all’epoca.Ma i libretti erano intestati alla Fata Turchina, al Pirata o il banchiere? Noi abbiamo consegnato il danaro all’addetto, ma

Nero, a Sandocan e così via. Erano tutti intestati a nomi di fantasia, l’addetto cosa ha detto? Fammi contare. Il deposito è un contratto reale

erano al portatore ed erano quelli destinati ai politici. Non vi dico che che si perfeziona con la consegna del bene. Ma nelle cose di genere il

successe! E da allora si disse che i libretti al portatore non possono bene deve essere individuato, specificato e la specificazione avviene nel

superare ora i 10.000 €. Se uno ha una bella somma non è che può fare momento in cui si fa il conto. Allora è specificato il danaro! Quindi il

10 libretti al portatore di 10.000 € ciascuno,no.Che natura giuridica ha contratto di deposito si conclude nel momento in cui il cassiere ha finito

questo libretto di deposito a risparmio? E’ un documento di di contare il danaro. In quel momento il deposito si è realizzato! Quindi

20

se il cassiere non ha finito di contare i 20.000 € li perdiamo noi. Se il o di servizi con un ente pubblico ; l’ente pubblico mi pagherà a gennaio

cassiere ha finito dice:“sono 19, non sono 20”! Pazienza,li piange la una trance, a marzo l’altra… io gli do disponibilità , vado dal banchiere

banca. Badate bene, i contratti con il quale il banchiere raccoglie il e gli dico: “ questo è il contratto, ti cedo il credito portato da questo

risparmio sono per il banchiere contratti passivi perché, almeno contratto e tu mi anticipi la somma di questo credito decurtato il prezzo

teoricamente, lui deve pagare il prezzo per l’utilizzo del danaro che gli che tu mi fai pagare e cioè l’interesse che ti prendi per queste somme

viene affidato. Contratti con i quali i banchiere eroga credito si che mi anticipi e il costo dell’operazione”. Questo è lo sconto bancario,

chiamano AFFINI per la banca. Perché? Perché il banchiere percepisce quindi è la cessione di un credito non ancora scaduto, al banchiere il

una remunerazione per il credito che eroga, i famosi interessi. Quindi quale ci anticipa l’importo del credito meno l’interesse che a lui

tra i contratti ATTIVI DI BANCA ci sono: compete per l’operazione perché ci anticipa una somma di danaro che

lo sconto; recupererà alla scadenza del credito, più le spese che egli sottrae.

l’apertura di credito; Ovviamente se il debitore non paga non è il banchiere che piange ma

le anticipazioni bancarie; siamo noi, perché lo sconto è fatto pro solvendo, come si dice, è fatto

tenendo presente che tra i contratti passivi,come tutti i rapporti, come cioè in vista che sarà onorato ma se non sarà onorato, quindi non sarà

tutti questi contratti bancari possono essere regolati in un conto pagato, il banchiere verrà da noi e dirà: “restituiscimi la somma che ti

corrente, sia quelli passivi che quelli attivi. Che significa? Significa che ho anticipato perché il tuo ex debitore non ha pagato”. Poi il banchiere

è consentito al cliente, e per quali operazioni?Per più operazioni di essendo il nuovo titolare del credito sarà lui che potrà agire contro il

utilizzo del credito messo a disposizione o di prelievo del danaro debitore per ottenere il pagamento di quel credito. Ove mai lo otterrà e

depositato. Proveremo indifferentemente a ricostruire il deposito al fine nella misura in cui lo otterrà, poi lo trasferirà, detratte le spese, le sue

poi di riutilizzarlo. Abbiamo i famosi depositi in conto corrente. Si commissioni, e quant’altro, al suo cliente a cui aveva scontato il credito.

dice: “abbiamo un libretto degli assegni”. Che significa? Significa che L’anticipazione bancaria è un contratto con il quale il banchiere mette a

noi abbiamo una somma a disposizione presso un banchiere e che di disposizione del cliente una somma di danaro. Ma fino qui non c’è

quella somma possiamo disporre attraverso gli assegni che il banchiere nessuna differenza con l’apertura di credito. La differenza sta nel fatto

ci mette a disposizione. Ovviamente possiamo prelevare o possiamo che l’anticipazione bancaria è basata su un pegno che il cliente dà al

depositare di modo che se preleviamo e prosciughiamo la disponibilità banchiere su:

che avevamo, quella disponibilità la possiamo ricostituire versando titoli;

assegni o danaro.Quindi noi ricostruiamo la disponibilità. La merci;

disponibilità che il banchiere ci dà può essere: o danaro.

o nostra, cioè il danaro nostro che abbiamo depositato; Io ho 100.000 dollari in valuta americana e potrei cambiarli in euro e

o danaro messo a disposizione dal banchiere che ci ha fatto un’apertura ritirare quella somma, ma sono convinto che il dollaro risalirà di

di credito o un’anticipazione bancaria e ci ha messo a disposizione quotazione, non ho interesse ad utilizzare il dollaro nei miei scambi

quella somma che se consideriamo in conto corrente noi possiamo commerciali. Vado dal mio banchiere e dico: “ ti costituisco pegno di

prelevare e ricostruire. questa somma di danaro, 100.000 dollari. Anticipami l’importo

Cosa è lo sconto bancario? E’ un contratto con il quale noi cediamo al relativo”. Oppure io ho10 tonnellate di olio extravergine di oliva

banchiere un credito che abbiamo nei confronti di un terzo e che non è depositato nei magazzini generali e vado dal banchiere: “ho bisogno di

ancora scaduto. Tipico è lo sconto della cambiale ma si possono liquidità per certe operazioni, ti compilo la nota di pegno e te la

scontare anche i contratti. Io ho ad es. un contratto di fornitura di merce consegno, di modo che attraverso questo meccanismo ho costituito il

21

pegno a tuo favore su quell’olio, su quella merce e tu mi anticipi L’apertura di credito è il contratto con il quale la banca mette a

l’importo. Quindi l’anticipazione bancaria è il contratto con il quale il disposizione del cliente una somma di danaro consentendogli

banchiere mette a disposizione del cliente una somma di danaro dietro l’utilizzazione in una o più volte: è il cosiddetto:autorizzazione in conto

pegno su titoli, merci o danaro. Ovviamente ci sarà un termine di corrente. Come vediamo nell’apertura di credito non c’è come elemento

scadenza per l’anticipazione, cioè sarà previsto quando io dovrò essenziale una garanzia. Nell’anticipazione bancaria il pegno su titoli,

restituire la somma anticipata per riacquistare la disponibilità dei beni merci o danaro è elemento essenziale del contratto, se non c’è il pegno

dati in pegno. Questo contratto ha due regole particolari: per quei beni , non c’è anticipazione bancaria. Nell’apertura di credito

quella della divisibilità della garanzia. invece c’è soltanto la messa a disposizione di una somma di danaro da

Se io prendo 100.000 € di anticipazione bancaria ed ho costituito un parte del banchiere a favore del cliente. Quello che comunemente oggi

pegno sul mio deposito di olio, e rimborso 500.000 € dalla banca, ho si chiama fido o affidamento. Io faccio l’avvocato, ho un conto corrente

diritto a pignorare la metà di quell’olio che avevo dato in pegno al con la banca attraverso il quale devo far passare tutti i compensi che mi

banchiere, quindi la garanzia si può dividere man mano che il cliente vengono pagati, tutte le spese che io sopporto, ecc ecc…. e il banchiere

rimborsa la somma anticipata al banchiere; volta sua dice: “ io le faccio un fido a lei e più di 500,00 € non posso”.

l’altra regola particolare dell’anticipazione bancaria è quella dello Nell’apertura di credito non occorre dare garanzia; nell’anticipazione è

scarto. necessaria ed indispensabile la garanzia . Nell’apertura di credito il

Abbiamo detto che il banchiere mette a disposizione una somma di banchiere si fida di me. A quello che fa l’elemosina per la strada il

danaro previa costituzione di pegno su titoli, merci, o danaro che sono banchiere non fa nessuna anticipazione bancaria. Alcuni di quelli

beni che hanno un valore sì certo ma fluttuante, perché il prezzo potrebbero. Però ad es. nel caso del professionista, se io ho conto presso

dell’olio d’oliva può oscillare nel tempo, il prezzo dei titoli oscillano il banchiere e il banchiere vede che il frutto in entrata annuale mio è di

con l’oscillazione della borsa, il valore del danaro, della valuta estera tot euro, non ha nessuna difficoltà a dire: “ti metto a disposizione un

anche quella può oscillare nel tempo. Allora cosa può succedere? Che il fido di x euro perché sa tranquillamente che col flusso abituale di

valore dei beni dati in garanzia diminuisca e se diminuisce di oltre il danaro che incasso, quel fido sarà regolarmente coperto, l’anticipazione

10% il banchiere ha diritto a chiedere una integrazione di garanzia. Si sarà regolarmente coperta. A me a cosa serve? Perché ci sono clienti

chiama la regola dello scarto, cioè ci deve essere sempre uno scarto di che non pagano o non pagano subito; allora affinché gli inseguo o

almeno 10% superiore alla somma anticipata. Tra la somma anticipata e affinchè si decidano a pagare, io non ho entrate ma ho spese fisse, devo

il valore dei beni dati in garanzia ci deve essere uno scarto di almeno pagare le spese fisse dello studio ed allora attivo dalla somma che il

10%. Ovviamente se diminuisce il valore del 20% io: banchiere me mette a disposizione cioè quell’affidamento che mi ha

o integro la garanzia, concesso.Quando incasso ovviamente la prima cosa che vanno a fare,

oppure rimborso la quota corrispondente di capitale che mi è stata vanno a sfalcare i soldi, quella somma che io avevo utilizzato. Peraltro

anticipata dal banchiere. nell’apertura di credito la garanzia non è elemento essenziale ma può

Se aumenta in maniera sensibile si può chiedere un aumento essere un elemento accidentale, cioè può essere pattuita, cioè il

dell’anticipazione, ti anticipa altri soldi, ormai è raddoppiato il valore, banchiere può dire: “ok, io ti faccio l’apertura di credito ma tu mi devi

dammi altri soldi. Tra la somma anticipata e il valore dei beni, delle dare la garanzia ad es la fideiussione”. La fideiussione del mio

merci, dei titoli o del danaro dato in pegno, ci deve essere uno scarto di fruttivendolo che è una persona possidente e quindi lui garantisce che io

almeno 10% in più del valore delle merci. Se quel valore diminuisce pagherò quel debito. Può anche esserci l’ipoteca a garanzia purchè non

oltre il 10%, bisogna integrare la garanzia. Anticipazione è questa. sia per mutuo. L’ipoteca sugli immobili la si da per ottenere un mutuo,

22

cioè è un prestito che tu rimborsi in un certo numero di anni, il Cosa possiamo fare?Ci vendiamo il capannone?

banchiere non può chiederti, perché nell’anticipazione bancaria se il Intervento studente:oppure lo affittiamo.

banchiere ha sensore che tu sei in difficoltà potresti non pagare allora ti Risp.prof.: ti stai avvicinando.

revoca immediatamente l’apertura di credito, lo può fare. Ma se hai un Facciamo un leasing ,ma non un leasing semplice sul capannone.

mutuo, essendoci la garanzia immobiliare non si può revocare il mutuo, Facciamo quello che si chiama lease-back (leasing con ritorno).

tu hai diritto, avendo ricevuto la somma mutuata, a rimborsare quel Cioe’ noi vendiamo il capannone ad una societa’ di leasing che lo

tanto al mese, al trimestre, all’anno che è stato pattuito. acquista e noi perdiamo la proprieta’ del capannone,pero’

contemporaneamente la societa’ di leasing ce lo da in leasing, e quindi

Lezione 11/10/2007 con la possibiliita’ di riacquisto finale.

Paghiamo il canone di locazione di leasing e se paghiamo l’ultima

CONTRATTO DI LEASING rata,il capannone ritorna ad essere nostro.

Noi siamo un imprenditore(tutti insieme)la nostra impresa attraversa un E’ questo uno degli strumenti messi a punto dalla pratica degli affari

periodo di difficolta’ economica,non abbiamo liquidita’ , ne abbiamo per venire incontro alle esigenze delle imprese e degli imprenditori.

scarsa,e abbiamo bisogno di liquidita’per acquistare materie prime e Il contratto di leasing non ha una definizione legislativa , e quando la

portare avanti la produzione. pratica degli affari lo introdusse,la giurisprudenza oscillo’ molto

Il nostro patrimonio e’ costituito,oltre che dai macchinari che servono a perche’ il nostro codice disciplina la vendita a rate con riserva di

lavorare le materie prime,da un capannone industriale che e’ di nostra proprieta’ che sembra essere tal quale il leasing,(intervento

proprieta’. studente:nella vendita a rate pero’ la proprieta’ non rimane,si acquista

Le banche non ci fanno credito.Come possiamo fare per risolvere la subito? Risp.prof:no!)perche’ anche nella vendita a rate con riserva la

nostra crisi finanziaria o di liquidita’?Che soluzione adottiamo? proprieta’ rimane in capo al venditore finche’ non paga l’ultima rata.e

Risposta studente:ipotechiamo il capannone. lo stesso accade con il leasing.

Replica prof.:e quando l’abbiamo ipotecato che facciamo?Forse volevi Con una differenza pero’:che la rata di leasing e’ un canone di

dire,ci facciamo dare un mutuo con l’ipoteca sul capannone. locazione ,non e’ una quota parte del prezzo di vendita;all’interno del

Questa puo’ essere una strada,pero’ il mutuo e’ oneroso e pesante, e ci canone dii locazione c’e’ una quota parte del prezzo di vendita.

impegna per molti anni.e’ una soluzione. E l’accordo e’ che comunque quel canone di locazione va imputato a

Pero’ proprio perche’ non abbiamo liquidita’ ,le banche il mutuo non scomputo del prezzo.

vogliono darcelo.Che facciamo? Qual e’ la conseguenza? Che se arrivati all’ultima rata voi non avete

Risp.studente :ci facciamo anticipare del denaro. piu’ interesse a tenere quel bene,non la pagate e quel bene non sara’

Risp.prof.:diciamo poi che stiamo sempre li,e poi l’anticipazione e’ mai di vostra proprieta’,la societa’ di leasing se lo riprende.

rischiosa ,molto meglio il mutio allora,perche’ l’anticipazione la banca Se,viceversa,siete interessati a mantenere la proprieta’ del bene ,pagate

ce la puo’ revocare in qualunque momento,e chiedere il rientro delle l’ultima rata e diventerete proprietari.

somme. Si distinguono 2 tipi di leasing:leasing operativo e leasing finanziario.

Intervento studente:altre agenzie di credito,credo si comporterebbero Il leasing operativo lo si ha quando la societa’ che vi concede il bene in

come la banca. leasing,e’ essa stessa che produce quel bene.

Risp.prof.:eh,perche’ se la banca e’ un’associazione a delinquere Es.:prendete in leasing 10 camion prodotti dalla Fiat,la Fiat me li da in

organizzata,le associazioni di credito sono assai poco legalizzate. leasing. 23

Siccome e’ la Fiat che produce quei camion,voi li pendete in leasing E’ un contratto con il quale un imprenditore cede ad una societa’

operativo. finanziaria (detta factor) tutti o parte dei suoi crediti ( non ancora

Se viceversza voi vi rivolgete ad una finanziaria e dite di voler scaduti ovviamente).

comprare 10 camion,la finanziaria vi fa un’offerta, secondo la tipologia Voi diete:sembra lo sconto.

di camion che voi cercate, e ve li offre appunto in leasing,che e’ Anche nello sconto il cliente vende alla banca i suoi crediti non

appunto un leasing finanziario,perche’ la societa’ finanziaria compra scaduti,e la banca anticipa.e ugualmente accade nel factoring.

quei 10 camion ,che diventano di sua proprieta’ ,dal produttore,e ve li L’impresa factor acquista i crediti dell’imprenditore e anticipa

da in noleggio leasing. l’importo di questi crediti,detratti i costi e gli interessi.

Il lease back,invece,e’ quello che abbiamo descritto prima:cioe’ un Dov’e’ la differenza?

leasing che nasce con la vendita di un bene dall’imprenditore alla Il factoring dovrebbe essere pro soluto,cioe’ alla solvenza del debitore

societa’ finanziaria che contestualmente stipula il contratto di noleggio risponde il factorper cui se il debitoe non paga,il rischio cadra’ sul

con il venditore del bene,con la possibilita’ di questi di riscattare il bene factor che sopporta il mancato pagamento.Perche’ in questo tipo di

quando ha finito di pagare il noleggio. cessione del credito il factor assume anche l’obbligo di amministrae il

Nelle rate del noleggio e’ compresa una quota parte delle rate di riscatto credito.

del bene. Come si amministra il credito?

Intervento studente: Amministrare il credito significa verificare le sue scadenze,verificare

………………………………………………………………………… che il debitore conservi intatte le sue garanzie patrimoniali,e se pe

………………………………………………………………………… avventura diminuisce le sue garanzie patrimoniali,agire pe recuperare

……………………………………………. quelle garanzie patrimoniali.

Risp.prof:e’ previsto nel contratto di leasing. se tu saldi l’ultima Voi che avete studiato il diritto privato sapete che esistono le azioni

rata(quota di riscatto) tu diventi proprietario del bene. surrogatorie,o quelle revocatorie che sono azioni volte a tutelare il

Chi riceve il bene in leasing si chiama utilizzatore. patrimonio ,e quindi le garanzie patrimoniali, di un soggetto.

L’utilizzatore e’ colui che utilizza il bene.l’utilizzatore,pagando Nell’azione surrogatoria il creditore si sostituisce al debitoe

l’ultima rata riscatta la proprieta’ del bene. nell’esercizio di un’azione per recuperare qualcosa (un bene,un

Intervento studente:quindi il contratto di leasing va fatto dal cespite)del patrimonio del suo debitore,per il recupero del quale il

notaio,poiche prevede il trasferimento della proprieta’. debitore non fa nulla.

Risp.prof:certo,se il bene e’ soggetto a registrazione sara’ fatto con atto E allora qualcuno si sostituisce:questo qualcuno e’ il creditore.

pubblico o quantomeno con scrittura privata(come a voi noto). Lo stesso avviene con l’azione revocatoria.

Se viene posto in esssere un atto fraudolento per diminuire la garanzia

CONTRATTO DI FACTORING patrimoniale del debitore,il creditore puo’ esperire l’azione revocatoria

per ottenere la dichiarazione di inefficacia di quell’atto di disposizione

La pratica degli affari ha introdotto nel nostro ordinamento anche altri che ha compiuto il debitore riducendo la sua garanzia patrimoniale.

tipi di contrattuali che erano sconosciuti alla disciplina codicistica. E quindi,amministrare il credito significa vegliare sulle condizioni di

E cosi’ abbiamo anche il factoring.Cos’e’ il factoring? solvibilita’ del debitore e agire se queste condizioni mutano in peggio.

Quindi,con il contratto di factoring un’impresa cede tutti o in parte i

suoi crediti ad una societa’ finanziaria(che diventa factor) la quale

24

anticipa l’importo di questi crediti detratte le spese e gli interessi e il anche ad affermare le tecniche di vendita e di commercializzazione

margine di rischio che deve sopportare. dell’impresa madre.

Quindi,se il credito e’ 100,l’impresa factor in genere anticipa il 60%. Es.se la rinascente ha come tecnica che al primo bancone appena si

Sicche’allora abbiamo una cessione di credito pro soluto,in cui il entra ci sono i cosmetici,l’impresa affiliata o l’impresa che comunque

cessionario si accolla il rischio dell’adempimento,per cui se il debitore riceve il franchising,l’utilizzo del marchio(rinascente)ecc,..deve avere

diventa insolvente e non paga e’ l’impresa factor che dovrebbe come primo bancone quello dei cosmetici.

sopportare questo rischio,impresa factor che si accolla anche l’onere di Cioe’ la tecnica di esposizione ,di sistemazione dei prodotti devono

amministrare e gestire questo credito. essere quelle imposte dalla casa madre ,dal concedente ,dal franchisor.

Per altro le imprese di factoring hanno ormai messo a punto una tecnica

per la quale inseriscono nei loro contratti la clausola che la cessione non CONTRATTI DI TRASPORTO

e’ pro soluto,ma e’ pro solvendo. Come state vedendo tutti questi contrattisono contratti che hanno a che

Quindi il rischio del mancato pagamento del credito viene scaricato fare con l’impresa e con il commercio,intendendo con il commercio il

nuovamente sul creditore originario. trasferimento della proprieta’ o dell’utilizzazione di beni o di servizi

Ma cosi’ va la pratica degli affari,normalmente e’ il contraente piu’ dietro corrispettivo.

forte quello che detta le condizioni,ed in questi casi il contraente piu’ Ci sono diverse categorie d’imprese e diversi tipi di commercio.

forte e’ l’impresa di factor,perche’ e’ quella che anticipa la finanza Possiamo avere il commecio delle materie prime,il commercio dei

all’imprenditore,l’imprenditore che ha bisogno di finanza non guarda prodotti finiti,il commercio dei servizi…ecc.

tanto Le imprese bancaie e assicurative producono servizi,pero’ vi sono altre

………… imprese che producono servizi ad esempio quelle di trasporto.

CONTRATTO DI FRANCHISING Ci sono imprese che effettuano il trasporto di merci,e ci sono imprese

Altro contratto introdotto dalla pratica degli affai e’ il contratto di che effettuano il trasporto di persone.quindi noi abbiamo 2 tipologie di

franchising,secondo alcuni detto anche contratto di affiliazione. trasporto:il trasporto merci e il trasporto di persone.

Non so se avete mai visto in alcune localita’,l’insegna”affiliato standa” Il trasporto merci lo avete con il trasferimento di merci da un luogo

o “affiliato rinascente”o in altri casi non c’e’ proprio il termine all’altro,attraverso un’impresa

affiliato,c’e’ solo il termine “standa””rinascente”,pur non essendo quei Che esercita questa attivita’ di traspoto e che si chiama vettore.

punti commerciali di diretta emanazione della standa, rinascente… Ma potrebbe anche darsi che voi stipuliate il contratto di trasporto non

perche’ la maggior parte delle volte quelli sono centri commerciali in con il vettore,ma con un imprenditore che fa di proessione la stipula di

franchising. contratti di trasporto.

Che significa? Es.se voi trasportate nitroglicerina avete bisogno di trasporti particolari

Significa che un’impresa forte,che ha clientela sul mercato,cede in uso e non avendoli voi sottomano vi rivolgete ad uno spedizionarie.

il suo marchio ma non solo,cede anche il suo ….ossia le sue tecniche di E allora lo spedizioniere cerca tra le imprese che conosce,con cui ha

organizzazione di vendita all’altro imprenditore e gliene consente l’uso. rapporti,quella che puo’ effettuare quel tipo di trasporto.

L’altro imprenditore,si obbliga pero’ a vendere unicamente le merci che Se voi dovete trasportare olio avete bisogno di un’altra tipologia di

gli fornisce il franchisor,cioe’ l’impresa gia’ affermata che gli concede trasporto,se dovete trasportare burro avete bisogno di un’altra tipologia

questo uso.Ma non solo si obbliga a vendere quei prodotti,ma si obbliga ancora di trasporto, e cosi’ via. 25

E allora esistono soggetti che sono gli spedizionieri che di professione Per cui,se si verifica un temporale con una inondazione ed il mezzo di

sono i soggetti che stipulano contratti di trasporto e si obbligano a far trasporto viene travolto,e la mece perisce,e sono caduti i fulmini che

trasportare le vostre merci ,attraverso vettori di loro fiducia,da un luogo hanno colpito il mezzo di trasporto:il vettore deve individuare la causa

all’altro. del danno alle merci trasportate;se cioe’ e’ stata l’acqua o e’ stato il

Quindi voi avrete:un contratto di trasporto merci fatto con lo fulmine..cioe’ deve individuare l’elemento causale che ha provocato il

spedizioniere,poi avete l’incarico che lo spedizioniere da al vettore di danno.

trasportae la merce dal luogo dove questa viene consegnata al luogo Tutti gli elementi ignoti sono a nostro carico,tutti gli elementi che non

dove dev’essere consegnata. vuoi individuare sono a suo carico.

E quindi c’e’ la relativa documentazione:lettera di carico e lettera di Vi e’ poi il trasporto di persone,nel trasporto di persone,un vettore

vettura. s’incarica di trasportare esseri umani da un luogo ad un altro dietro

In queste vengono descritte le merci,le loro caratteristiche ,la loro corrispettivo.

quantita’,il luogo di partenza ed il luogo d’arrivo,e i termini della Questo corrispettivo e’ il prezzo del trasporto che normalmente,se il

consegna,se il pagamento di quella merce dev’essere fatto alla vettore e’ un vettore professionale che fa abitualmente quella tratta ,si

consegna,se vi sono da pagare spese(perche’ normalmente le spese le chiama tariffa che e’ esposta ,e’ a disposizione del pubblico. Nei

paga chi spedisce la merce e non chi la riceve),ovvero se e’ trasporti su tratte definite e svolti periodicamenti il vettore ha l’obbligo

contrassegnato che e’ chi riceve la merce che deve pagare le spese di di contrarre,non puo’ rifiutare l’acquisto del biglietto di viaggio a un

trasporto,e cosi via’. soggetto(perche’ puzza o perche’ ha una gamba sola..)ha l’obbligo a

Qui c’e’ questo duplice rapporto:mittente-spedizioniere e spedizioniere- contrarre;deve vendere il biglietto di viaggio.

vettore,e ci sono i documenti relativi che vengono compilati e rilasciati E ovviamente risponde dei danni che durante il percorso dovessero

in virtu’ di questo duplice rapporto. accadere alle persone trasportate,ai passeggeri.in questo caso pero’non

Nel trasporto di merci vige una regola particolare: in linea generale noi vige la regola che abbiamo visto per il trasporo di cose ,e cioe’ che le

sappiamo che se si verifica un danno ne risponde solui che quel danno cause ignote imangono a carico del vettore.

ha cagionato o che avrebbe potuto impedire che il danno si verificasse. In questo caso il vettore e’ esonerato da tutte le cause di forza

Sicche il vettore risponde dei danni che dovesse subire la merce maggiore.

trasportata durante il trasporto se ad es. la ha imballata male,se il suo Quindi,se voi state viaggiando in treno e vi e’ un’inondazione di una

mezzo di trasporto ha deragliato e’ uscito di strada,se c’e’ stata tempesta,cadono fulmini,le acque sbattono contro le carrozze,il treno

imperizia del conducente..e cosi’ via. deraglia,che voi abbiate subito un danno perche’ e’ caduto un fulmine o

Per altro,sapete anche che e’ principio generale che quando vi e’ una perche’ il treno e’ deragliato per la forza delle acque,non ha

forza maggiore non c’e’ responsabilita’,quando vi e’ la vis maior cui importanza:sono entrambi elementi causa di forza maggiore,e quindi il

resisti non potest ,quella forza maggiore a cui non si puo’ resistere,non vettore non e’ responsabile del danno che vi e’ stato arecato.Molti

ci puo’ essere responsabilita’. vettori sopperiscono a questo stipulando polizze assicurative per i danni

Qui c’e’ un’eccezione,perche’ il vettore risponde del danno sempre, a che possono capitare ai propri trasportati a seguito di eventi non

meno che non individui la causa specifica addebitabile. controllabili.

Quindi il vettore deve individuare espressamente la causa specifica che Normalmente vengono escluse come cause di danni:le sommosse

ha provocato il danno popolari,i terremoti,eventi cioe’ di carattere straordinario. 26


PAGINE

33

PESO

212.88 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza (GROSSETO - SIENA)
SSD:
Università: Siena - Unisi
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Commerciale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Siena - Unisi o del prof Corvese Ciro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in giurisprudenza (grosseto - siena)

Diritto amministrativo - Domande
Esercitazione
Appunti di storia del Diritto medievale e moderno
Appunto
Diritto costituzionale
Appunto
Diritto romano privato
Appunto