Che materia stai cercando?

Malattie autoimmunitarie: Pattern anticorpali

Appunti di immunologia clinica: lezione frontale integrata con studio autonomo dal libro di testo di riferimento, dell’Harrison e con articoli di PUB MED.

Ottimo per: preparare l’esame; preparare il test di abilitazione; preparare il concorso nazionale di specializzazione.

Esame di Immunologia clinica docente Prof. A. Afeltra

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

MALATTIE AUTOIMMUNITARIE: PATTERN

ANTICORPALI

[Malattia autoimmunitaria → è una reazione immunitaria contro un antigene self].

Diagnosi.

Indagini immunologiche.

ANA.

L'anticorpo principale che troviamo sono gli ANA. Sono immunoglobuline antinucleo, cioè rinveniamo all'immunofluorescenza

anticorpi contro strutture self. Non ci sono solo nel Lupus, ma anche in:

• scleorsi sitemica,

• sindrome di Sjogren,

• nelle neoplasie,

• malattie infettive croniche (CMV, EBV, TBC).

L'ANA positività aumenta con l'età. Ci sono in donne giovani e anche in pz che prendono farmaci.

Il materiale nucleare è potenzialmente antigenico e ogni volta che abbiamo morte cellulare per necrosi, il materiale nucleare può

diventare antigenico. Nell'apoptosi, invece il materiale nucleico è protetto da un bilayer.

Come si studiano gli ANA?

Con l'IFI (immunofluorescenza indiretta): A un substrato costituito solitamente da cellule HEp-2 (cellule epiteliali di carcinoma

laringeo) che presentano nuclei in attiva replicazione e hanno forma fusata aggiungo il siero del paziente. Lascio in incubazione per ½

ora, aggiungo un anticorpo antisiero (anti-IgG) marcato con fluoresceina, lavo per eliminare eventuali residui di fluoresceina e osservo

almicroscopio. Se nel siero del paziente sono presenti ANA, si formeranno immunocomplessi visibili che, a seconda dei pattern di

distribuzione, potranno essere riconducibili a diversi quadri patologici.

Sono sensibili per il LES, ma poco specifici. E’ un esame qualitativo-semiquantitativo perché posso rendere il siero del paziente e

titolarlo.

Rappresentano un esame di screening in un paziente con sospetta connettivite.

Al microscopio a fluorescenza bisogna dire:

• se è positivo (valutazione qualitativa)

• quanto è positivo (valutazione semi-quantitativa). Per capire quanto è positivo occorre fare delle diluizioni successive del

siero (x es. partiamo da una diluizione 1:80 → 1 di siero e 80 di tampone. Se è ancora positivo diluisco ulteriormente 1:160;

1:320; 1:640 fino a quando non si negativizza). Pertanto trovare una positività alta per ANA o un pattern omogeneo, aumenta

il sospetto di LES.

Nella quasi totalità delle pz lupiche abbiamo diversi pattern:

• Il pattern omogeneo è il risultato del legame tra una miriade di antigeni nucleari e una miriade di anticorpi antinucleo che

finiscono per colorare diffusamente e omogeneamente tutto il nucleo, senza lasciare zone scoperte; si tratta quindi di una

reazione antigeneanticorpo globale, totale. Tale pattern non è riconducibile a un quadro patologico specifico. Se all’esame

di screening vediamo pattern omogeneo, in genere ci fermiamo, diciamo ANA positivi, possiamo dire le dimensioni (1:170,

1:1200 ecc.), ma non possiamo andare avanti con la tipizzazione degli antigeni.

• Nel pattern punteggiato invece la reazione è diretta verso specifici antigeni. Può presentarsi a piccoli punti (“fine speckled”)

o a zolle, “COARSE SPECKLED”, di aspetto granulare. Nella sclerodermia, in particolare, abbiamo anticorpi rivolti contro

i nucleoli. Quando abbiamo il pattern punteggiato dobbiamo andare a valutare gli ENA (Anticorpi anti antigeni nucleari

estraibili), che si studiano in immunoblotting o con ELISA. Il pattern punteggiato a volte nasconde una positività per il

CENTROMERO; si vedo proprio il fuso mitotico e per questo si usano cellule ad alta attività replicativa come quelle

tumorali. Spesso è presente solo una cellula su 100, ma deve essere sempre cercato. La positività per il centromero è

suggestiva di Sclerodermia.

• Viceversa c’è anche il pattern nucleolare in cui sono colorati solo i nucleoli e tutto il resto del nucleo è scuro, esattamente

al contrario rispetto al pattern punteggiato, come se fosse il negativo.

• Abbiamo anche il pattern che mette in evidenza gli anticentromero (simile al coarse speckled, con granuli brillanti), che

ritroviamo in una variante della sclerosi sistemica.

• Infine abbiamo il pattern periferico in cui il nucleo si presenta come una ciambella, con la fluorescenza che si distribuisce

solo alla periferia e non al centro. Da una serie di studi, condotti con immunofluorescenza, si è visto che questo pattern

correla con la presenza di anticorpi anti ds-DNA. Questo pattern è ancora più suggestivo, perché un pattern omogeneo può

anche avere gli ENA negativi, ma quello periferico suggerisce la presenza di Ab anti ds-DNA. Quando vediamo il pattern

periferico, poiché come dimostrato da studi di correlazione su ampie casistiche un pattern di questo genere è al 100%

correlato con la positività degli anti-dsDNA, dobbiamo procedere con la ricerca di questi specifici anticorpi, per confermarne

la presenza.

In entrambi i vetrini riconosciamo una fluorescenza antinucleare. Quando guardiamo un ANA, non ci possiamo fermare ad una

diluizione del siero. Avendo una tecnica che è grossolana, il modo per vedere gli anticorpi è diluire il siero progressivamente. Il

pattern è molto importante. Oltre che l'ultima diluizione a cui vediamo l'anticorpo, anche il pattern è importante.

Nel LES possiamo trovare quasi ogni tipo di pattern. Il pattern ci aiuta poco.

Pertanto nella Sclerodermia esistono 2 pattern specifici:

• Anti centromero


PAGINE

4

PESO

148.90 KB

PUBBLICATO

5 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Gabriel_strife di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Immunologia clinica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Campus biomedico - Unicampus o del prof Afeltra Antonella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Immunologia clinica

Sindrome ed anticorpi antifosfolipidi
Appunto
Lupus eritematoso sistemico
Appunto
Immunodeficienze
Appunto
La febbre: Appunti integrati
Appunto